Provaglio Val Sabbia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Provaglio Val Sabbia
comune
Provaglio Val Sabbia – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Brescia-Stemma.png Brescia
Amministrazione
Sindaco Marco Venturini (lista civica) dal 07/05/2012
Territorio
Coordinate 45°41′00″N 10°26′00″E / 45.683333°N 10.433333°E45.683333; 10.433333 (Provaglio Val Sabbia)Coordinate: 45°41′00″N 10°26′00″E / 45.683333°N 10.433333°E45.683333; 10.433333 (Provaglio Val Sabbia)
Altitudine 678 m s.l.m.
Superficie 14,85 km²
Abitanti 966[1] (30-06-2011)
Densità 65,05 ab./km²
Frazioni Arveaco, Arvenino, Barnico, Cedessano, Cesane, Marzago, Mastanico, Livrio
Comuni confinanti Barghe, Sabbio Chiese, Treviso Bresciano, Vestone, Vobarno
Altre informazioni
Cod. postale 25070
Prefisso 0365
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 017157
Cod. catastale H077
Targa BS
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti provagliesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Provaglio Val Sabbia
Posizione del comune di Provaglio Val Sabbia nella provincia di Brescia
Posizione del comune di Provaglio Val Sabbia nella provincia di Brescia
Sito istituzionale

Provaglio Val Sabbia (Proai in dialetto bresciano) è un comune italiano di 966 abitanti della provincia di Brescia, in Lombardia. Situato nella Val Sabbia, il comune appartiene alla Comunità Montana della Valle Sabbia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Con regio decreto 26 aprile 1928, n. 1070, furono soppressi i comuni di Provaglio Sopra e di Provaglio Sotto i quali vennero aggregati nell'unica municipalità di Provaglio[2]. Qualche mese dopo, con regio decreto 13 novembre 1928, n. 2764, la denominazione del nuovo comune fu tramutata in Provaglio Val Sabbia[3].

Nel 1930 nacque a Provaglio Val Sabbia Mario Tonni, unico ammiraglio della Val Sabbia nella storia della Marina Militare,[4] scomparso nel 2005, cui nel maggio 2011 è stato intitolato il Porto del Lago d’Idro a Crone nel comune di Idro Val Sabbia.

Il 5 marzo 1945 avvenne l'eccidio di dieci partigiani della 7ª Brigata Matteotti, fucilati dalle Brigate Nere in località Cesane, dopo essere stati catturati in seguito ad uno scontro a fuoco sul Monte Besume[5]. “Dieci eroi della Resistenza che per la libertà del paese hanno sacrificato la loro stessa vita” sta scritto sul cippo di marmo che ricorda i loro nomi: Amilcare Baronchelli, Arnoldo Bellini, Angelo Bruno Cocca, Luigi Cocca, Teodoro Copponi, il belga Pierre Lanoy, Alfredo Poli, Gaetano Resa, Domenico Signori e Ferruccio Vignoni[6]. Questo fatto è commemorato ogni anno la prima domenica di marzo presso il cippo commemorativo di Cesane e l'ultima domenica di maggio presso la chiesetta sul Monte Besume situata ad un'altitudine di 1100 m.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Festa del Monte Besume: si tiene in località Prà de Ruca ogni anno nell'ultima domenica di maggio a cura del Comitato Monte Besume. Si ricordando i caduti di tutte le guerre e dell'eccidio dei dieci partigiani della settima Brigata Matteotti.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1975 1981 Massimo Pasini[senza fonte] DC Sindaco
1981 1985 Oreste Baruzzi[senza fonte] DC Sindaco
12 maggio 1985 13 giugno 1999 Ermanno Pasini DC, poi CCD Sindaco [8]
13 giugno 1999 11 maggio 2001 Cesare Pasini Lista civica (Città di Provaglio) Sindaco [9][10]
11 maggio 2001 6 maggio 2002 Carmelo Bellissima Commissario Straordinario [11]
26 maggio 2002 6 maggio 2012 Ermanno Pasini centrodestra (Polo per Provaglio) Sindaco [12][13][14]
7 maggio 2012 in carica Marco Venturini Lista civica (Per Provaglio) Sindaco [15][16]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2011.
  2. ^ Gazzetta ufficiale del Regno d'Italia, n. 126 del 30 maggio 1928, p. 2332.
  3. ^ Gazzetta ufficiale del Regno d'Italia, n. 293 del 18 dicembre 1928, p. 6119.
  4. ^ Marinai in festa a Idro
  5. ^ ANPI I FATTI DI PROVAGLIO VAL SABBIA
  6. ^ Il ricordo dei dieci eroi della Resistenza
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ Ubaldo Vallini, Provaglio VS - Quello di Pasini diventa un trentennio, Vallesabbianews.it, 29 maggio 2007. URL consultato il 30 giugno 2013.
  9. ^ Ministero dell'Interno - Elezioni comunali Provaglio Val Sabbia 13 giugno 1999. URL consultato il 30 giugno 2013.
  10. ^ Dimissioni del consiglio. Cfr. Decreto del Presidente della Repubblica 11 maggio 2001, 22 maggio 2001. URL consultato il 29 giugno 2013.
  11. ^ Decreto del Presidente della Repubblica 11 maggio 2001, 22 maggio 2001. URL consultato il 29 giugno 2013.
  12. ^ Ministero dell'Interno - Elezioni comunali Provaglio Val Sabbia 26 maggio 2002. URL consultato il 30 giugno 2013.
  13. ^ Ministero dell'Interno - Elezioni comunali Provaglio Val Sabbia 27 maggio 2007. URL consultato il 30 giugno 2013.
  14. ^ Ubaldo Vallini, Provaglio VS - Quello di Pasini diventa un trentennio, Vallesabbianews.it, 29 maggio 2007. URL consultato il 30 giugno 2013.
  15. ^ Ministero dell'Interno - Elezioni comunali Provaglio Val Sabbia 6 maggio 2012. URL consultato il 30 giugno 2013.
  16. ^ Cesare Fumana, Provaglio VS - Provaglio sceglie Venturini, Vallesabbianews.it, 7 maggio 2012. URL consultato il 30 giugno 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lombardia