Lograto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lograto
comune
Lograto – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Brescia-Stemma.png Brescia
Amministrazione
Sindaco Gianandrea Telò (lista civica di centrosinistra Uniti per Lograto) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate 45°29′00″N 10°03′00″E / 45.483333°N 10.05°E45.483333; 10.05 (Lograto)Coordinate: 45°29′00″N 10°03′00″E / 45.483333°N 10.05°E45.483333; 10.05 (Lograto)
Altitudine 113 m s.l.m.
Superficie 12,43 km²
Abitanti 3 819[1] (31-10-2013)
Densità 307,24 ab./km²
Frazioni Navate
Comuni confinanti Azzano Mella, Berlingo, Maclodio, Mairano, Torbole Casaglia, Travagliato
Altre informazioni
Cod. postale 25030
Prefisso 030
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 017091
Cod. catastale E654
Targa BS
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti Logratesi
Patrono san Giovanni Battista
Giorno festivo 24 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Lograto
Posizione del comune di Lograto nella provincia di Brescia
Posizione del comune di Lograto nella provincia di Brescia
Sito istituzionale

Lograto (Logràt in dialetto bresciano[2][3]) è un comune italiano di 3 819 abitanti[1] della provincia di Brescia, in Lombardia, nella pianura occidentale.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Lograto si estende a sud-ovest rispetto a Brescia, lungo l'ex strada statale 235, ed ha una superficie di 12,1 chilometri quadrati.

L'altitudine è compresa fra i 101 e i 123 m s.l.m.[4].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il ritrovamento di numerose epigrafi, trascritte per primo da Taddeo Solazio, e di frammenti di sculture, attesta le origini romane del luogo[senza fonte].

Nel Cinquecento, Michele Ferrarini fece degli studi epigrafici che regalò al suo tempo, nel castello del paese, l'esistenza di alcuni fasci littori con foglie d'alloro e di una scultura romana (un giovane a mezzo busto)[senza fonte]. Una grossa pietra in località Cascina Pieve ricorda la prima chiesa di Lograto, che era dedicata a San Pietro ed è citata in un decreto imperiale di Enrico III del 1053[senza fonte].

Nel 1610 Giovanni da Lezze vi contava 500 abitanti. All'epoca avevano molti beni in zona i Calini, un antenato dei quali, Vincenzo (nato nel 1503), aveva tenuto una piccola corte con 34 persone al suo servizio e una scuderia con venti cavalli[senza fonte].

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Villa Morando[modifica | modifica wikitesto]

Già Calini, è sede del municipio.

Nella seconda metà del settecento, vennero probabilmente aggiunti parlari architettonici ed estetici tipici dell'epoca[senza fonte]. La costruzione è infatti il risultato di ingrandimenti ed abbellimenti di edifici precedenti appartenuti ai nobili Calini.

Il parco in fronte alla villa è aperto al pubblico con un viale di circa 300 metri su cui sono presenti sei statue in arenaria per lato con una fontana circolare posta al centro del viale.

Castello Morando[modifica | modifica wikitesto]

Fu dimora degli Emili[senza fonte]. A parte centrale è in stile settecentesco e nell'interno i soffitti sono decorati. L'edificio fu trasformato nel 1905-08, aggiungendo merlature e torrette in cotto.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Risultano insistere sul territorio del comune 81 attività industriali con 358 addetti pari al 43,03% della forza lavoro occupata, 58 attività di servizio con 140 addetti pari al 6,97% della forza lavoro occupata, altre 66 attività di servizio con 246 addetti pari al 16,83% della forza lavoro occupata e 22 attività amministrative con 77 addetti pari al 7,93% della forza lavoro occupata[senza fonte].

Risultano occupati complessivamente 832 individui, pari al 28,62% del numero complessivo di abitanti del comune.[senza fonte]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1970 1980 Andrea Lepidi DC Sindaco [6]
1980 1990 Giovanni Gardoni DC Sindaco [7]
1990 1999 Elio Tomasoni DC - Ppi Sindaco
1999 2009 Giuseppe Magri Lista civica - area centrosinistra Sindaco [8][9]
2009 2014 Alberto Mezzana PDL-LN Sindaco [10]
2014 in carica Gianandrea Telò Lista civica - area centrosinistra Sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

  • Basket: la squadra del paese è denominata Team 75 Lograto e milita nel campionato di Promozione. Pietro Aradori vi intraprese l'inizio della sua carriera.
  • Calcio: l'Associazione Calcistica Oratorio Lograto, ora in terza categoria, in passato ha anche militato nel campionato d'Eccellenza.
  • Ginnastica artistica: la società Estate '83, che compete nel campionato di Serie A1, ha sede a Lograto.

Personalità sportive legate a Lograto[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b ISTAT - Bilancio demografico mensile anno 2013.. URL consultato il 25 marzo 2014.
  2. ^ Toponimi in dialetto bresciano
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 358.
  4. ^ ISTAT - 14º censimento generale della popolazione e delle abitazioni..
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Massimo Tedeschi, Si è spento Andrea Lepidi. Guidò l’Ulivo in Broletto in Corriere della Sera, 25 luglio 2013. URL consultato il 30 luglio 2013.
  7. ^ Tonino Zana, Lograto:addio a Gianni Gardoni sindaco e gentiluomo in Giornale di Brescia, 2 luglio 2012.
  8. ^ Ministero dell'Interno - Elezioni comunali Lograto 13 giugno 1999. URL consultato il 30 luglio 2013.
  9. ^ Ministero dell'Interno - Elezioni comunali Lograto 12 giugno 2004. URL consultato il 30 luglio 2013.
  10. ^ Ministero dell'Interno - Elezioni comunali Lograto 7 giugno 2009. URL consultato il 30 luglio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lombardia