Stazione di Desenzano del Garda-Sirmione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°27′45.18″N 10°32′10.1″E / 45.46255°N 10.53614°E45.46255; 10.53614

Desenzano del Garda-Sirmione
stazione ferroviaria
Stazione di Desenzano.JPG
Stato Italia Italia
Localizzazione Desenzano del Garda, Piazza Luigi Einaudi 10
Apertura 1854
Stato attuale in uso
Linee Milano–Venezia
Tipo stazione in superficie, passante
Interscambio autobus urbani ed extraurbani

La stazione di Desenzano del Garda-Sirmione è una stazione ferroviaria posta sulla linea Milano–Venezia. È a servizio delle due omonime cittadine: Desenzano del Garda, dove è ubicata, e Sirmione, la quale è raggiungibile tramite la linea automobilistica interurbana Brescia-Verona.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fu inaugurata solennemente il 12 aprile 1854 assieme al ponte di Peschiera del Garda sul Mincio e al viadotto di Desenzano[1].

Dal 1909 al 1969 fu stazione di testa della breve linea per Desenzano Porto, che la raccordava al porto lacuale della cittadina[2].

A partire dal 2010, il fabbricato viaggiatori è stato sottoposto ad interventi di ristrutturazione; al 2012 alcuni binari risultano ancora interessati da lavori[3].

Strutture ed impianti[modifica | modifica sorgente]

Il piazzale ferroviario è composto da sei binari. Oltre ai due di corsa della Milano – Venezia, è presente un terzo binario per le precedenze e tre riservati alla composizione e al transito dei treni merci o alla sosta dei veicoli riservati alla manutenzione della linea. Dal terzo binario, poco dopo il deviatoio in direzione Peschiera in cui si immette il quarto sullo stesso, si diramava la linea diretta alla stazione di Desenzano Porto, dismessa dal 1969. Fino agli anni ottanta del XX secolo, il breve tracciato rimasto fu impiegato in regime di raccordo per le tradotte della vicina sottostazione elettrica.

Sono inoltre presenti due banchine coperte a servizio dei tre binari riservati al servizio viaggiatori, entrambe sono collegate tra loro da un sottopassaggio il quale unisce anche il fabbricato viaggiatori al parcheggio posizionato sul lato opposto ad esso rispetto alla linea ferroviaria, a meridione.

Il fabbricato viaggiatori si tratta di un corpo di fabbrica in muratura e a pianta rettangolare che si sviluppa su tre livelli fuori terra, di cui solo due si elevano dal piano del ferro.

Durante l'epoca del vapore, la stazione era dotata di una torre dell'acqua, formata da una semplice cisterna in ferro sopraelevata e sostenuta da piloni in cemento. Fino alla fine del XIX secolo, una tettoia in ferro con tetto a spiovente, proteggeva dalle intemperie i primi due binari.

Movimento[modifica | modifica sorgente]

La stazione è servita da treni regionali, sia di Trenord sia di Trenitalia, delle relazioni Milano CentraleVenezia Santa Lucia e Milano Centrale – Verona Porta Nuova.

Per quanto riguarda la lunga percorrenza, l'impianto risulta servito dai Frecciabianca di Trenitalia con destinazioni Torino Porta Nuova e Trieste Centrale. A queste si aggiunge la coppia di corse dell'Euronight Milano Centrale – Wien Meidling della Österreichische Bundesbahnen (ÖBB)[4].

Servizi[modifica | modifica sorgente]

La stazione dispone di:

  • Biglietteria Biglietteria
  • Sottopassaggio Sottopassaggio
  • Accessibile Accessibilità per portatori di handicap
  • Parcheggio di scambio Parcheggio di scambio
  • Edicola Edicola
  • Bar Bar
  • WC Servizi igienici
  • Sala di Attesa Sala d'attesa

Interscambi[modifica | modifica sorgente]

Nel piazzale esterno dell'impianto sono presenti gli stalli per il servizio taxi e le fermata degli autobus. In quest'ultimo caso sono presenti sia quella dell'autolinea interurbana Brescia-Verona, che permette anche il collegamento con Sirmione sia quella del servizio autobus urbano di Desenzano del Garda.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ganzerla (2004), op. cit., p. 125
  2. ^ Ganzerla (2004), op. cit., pp. 164-167
  3. ^ RFI: Stazione di Desenzano del Garda, al via i lavori di recupero e adeguamento funzionale in FS news, 19 maggio 2010. URL consultato il 13 giugno 2012.
  4. ^ ÖBB-Italia - Milano - Brescia - Verona - Klagenfurt - Vienna. URL consultato il 13 giugno 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Giancarlo Ganzerla, Binari sul Garda - Dalla Ferdinandea al tram: tra cronaca e storia, Brescia, Grafo, 2004. ISBN 88-7385-633-0.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Desenzano del Garda - Sirmione
Direzione Stazione precedente Ferrovia Stazione successiva Direzione
Milano TriangleArrow-Left.svg Lonato Pfeil links.svg Milano–Venezia
 
Pfeil rechts.svg Peschiera del Garda TriangleArrow-Right.svg Venezia