Nanni Baldini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Baldini, detto Nanni, (Roma, 13 agosto 1975), è un attore, doppiatore e dialoghista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È fratello dei doppiatori Rita, Oreste e Antonella Baldini, noto per aver prestato la sua voce a Stewie Griffin nella serie televisiva animata I Griffin.

Ha inoltre doppiato alcuni attori in serie televisive, tra i quali Matt Smith (nel ruolo dell'undicesima incarnazione del Dottore) nel serie televisiva fantascientifica Doctor Who, Joshua Jackson (nel ruolo di Pacey Witter) in Dawson's Creek, Sean Hayes (nel ruolo di Jack McFarland) in Will & Grace, Gregory Smith (nel ruolo di Ephram Brown) in Everwood, Donald Faison (nel ruolo di Christopher Duncan Turk) nella serie Scrubs e Zachary Levi sia in Perfetti ma non troppo (nel ruolo di Kipp Steadman) che in Chuck (nel ruolo del protagonista, Chuck Bartowski).

Al cinema ha doppiato personaggi di diverse commedie, quali Chris Klein in American Pie, Stephen Baldwin ne I Flintstones in Viva Rock Vegas e Adam Brody ne Il bacio che aspettavo.

Nel cinema d'animazione doppia Robert Zimerusky in In viaggio con Pippo e Estremamente Pippo, Ciuchino in Shrek, Shrek 2, Shrek Terzo e Shrek e vissero felici e contenti e di Remy in Ratatouille. È stato anche la voce di Chris Tucker nel ruolo dell'agente James Carter nella trilogia Rush Hour.

Nanni Baldini vince per ben due volte il Premio Voci nell'ombra per la Miglior Voce Caratterista: nel 2001 per il suo doppiaggio del personaggio di Ciuchino nel film d'animazione Shrek (per cui si guadagna anche il premio del pubblico), e nel 2004 per quello di Sean Hayes nella sitcom televisiva Will & Grace.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film cinema[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Telefilm[modifica | modifica wikitesto]

Cartoni animati/Anime[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AntonioGenna.net presenta: IL MONDO DEI DOPPIATORI - ZONA CINEMA: "Monsters & Co."

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]