Sognando Beckham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sognando Beckham
Sognando Beckham.png
Parminder Nagra con Keira Knightley
Titolo originale Bend It Like Beckham
Paese di produzione Regno Unito, Germania, USA
Anno 2002
Durata 112 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, sentimentale, sportivo
Regia Gurinder Chadha
Soggetto Guljit Bindra, Gurinder Chadha, Paul Mayeda Berges
Sceneggiatura Guljit Bindra, Gurinder Chadha, Paul Mayeda Berges
Produttore Deepack Nayar
Art director Mark Scruton
Fotografia Jong Lin
Montaggio Justin Krish
Musiche Craig Pruess
Scenografia Nick Ellis, Sara Neighbour
Costumi Ralph Holes
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Sognando Beckham (Bend It Like Beckham) è un film del 2002 diretto da Gurinder Chadha, interpretato da Parminder Nagra, Keira Knightley e Jonathan Rhys Meyers. Prodotto e girato in Gran Bretagna, le riprese si sono svolte anche in Germania e negli Stati Uniti d'America. Parte della colonna sonora è di Malkit Singh, cantante bhangra indiano.

È stato il primo film occidentale a venire trasmesso dalla televisione nordcoreana.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jess, una ragazza indiana immigrata a Londra, ama giocare a calcio e ha una passione per David Beckham. La sua famiglia però non condivide e vorrebbe che nel suo futuro ci fosse soltanto il college e una occupazione come avvocato.

Un giorno, mentre sta giocando in un parco pubblico, le viene proposto da Jules, una ragazza del team locale, di entrare a far parte della squadra femminile di calcio e partecipare al torneo estivo. Lì Jess farà amicizia con l'allenatore irlandese Joe, ex giocatore. Durante una trasferimento in Germania i due quasi si baciano, causando un litigio tra Jess e Jules, che da tempo è innamorata del ragazzo. Poco tempo dopo, si tiene la finale del torneo, che coincide con il matrimonio della sorella di Jess. Jess viene perciò obbligata a partecipare alla grande festa della sorella, saltando così la finale.

Durante il matrimonio della sorella di Jess, il padre, stanco di vedere la figlia triste, le permetterà di andare a giocare la finale del torneo, in cui la ragazza segnerà. Il rapporto con Jules migliora, e notata da un osservatore statunitense, riuscirà assieme a lei a realizzare il suo sogno andando a giocare negli Stati Uniti. Il padre capisce che la ragazza ha talento e che quello è il suo sogno: dunque, le permette di partire, dopo avere duramente convinto la moglie. Nel momento in cui sta per partire, insieme a Jules, per New York, Joe la va a salutare in aeroporto e, dopo un bacio romantico, vede passare il suo idolo Beckham.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Del Corona, In Corea del Nord l' Occidente arriva con il sorriso di Keira in Corriere della Sera, 5 gennaio 2011, p. 16. URL consultato il 31 marzo 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]