Romeo + Giulietta di William Shakespeare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Romeo + Giulietta di William Shakespeare
Romeo+Juliet-video.JPG
Leonardo DiCaprio e Claire Danes in una scena del film
Titolo originale William Shakespeare's Romeo + Juliet
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1996
Durata 115 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, romantico
Regia Baz Luhrmann
Soggetto William Shakespeare (opera teatrale)
Sceneggiatura Craig Pearce, Baz Luhrmann
Fotografia Donald M. McAlpine A.S.C.
Montaggio Jill Bilcock
Musiche Nelee Hooper
Costumi Kym Barret
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Romeo + Giulietta di William Shakespeare (William Shakespeare's Romeo + Juliet) è un film di Baz Luhrmann del 1996, rielaborazione in chiave postmoderna della celebre tragedia Romeo e Giulietta del poeta inglese. Fu nominato agli Academy Awards del 1996 e si tratta del 10° adattamento sullo schermo della più famosa tragedia romantica di William Shakespeare.

Le vicende ricalcano quasi interamente, ambientate in epoca moderna, quelle della celebre tragedia shakespeariana di cui sono ripresi fedelmente i testi. Le famiglie rivali (i Montecchi e i Capuleti) sono rappresentate come potenti imperi d'affari in guerra tra loro, le spade sono state sostituite dalle pistole.

Ambientazione moderna[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte del film è ambientata negli anni novanta in un sobborgo immaginario di Los Angeles chiamato Verona Beach. Il nome di questo luogo gioca sul fatto che a Los Angeles esiste realmente un luogo chiamato, invece, Venice Beach.

Come nel dramma, una breve parte del film è ambientata a Mantova, che qui viene dipinta come un'area desertica e desolata.

Verona beach è il centro di una guerra sociale tra due famiglie leader nell'industria, i Montecchi (Montague) e i Capuleti (Capulet). Il Principe Escalus, invece di essere Principe di Verona, è il Capo del distretto di Polizia di Verona beach.

Paride qui non è un nobile, ma è il figlio del Governatore, e durante tutto il film parla in una maniera presuntuosa e altezzosa nei confronti di Giulietta e di suo padre. Egli vuole sposare Giulietta solamente per la sua ricchezza, non perché l'ama davvero.

Oltre alla modernizzazione dei personaggi, anche gli oggetti e i luoghi, sono stati aggiornati ai giorni nostri. In primo luogo, le spade sono state sostituite da pistole con nomi romanzeschi tipo "Spada 9mm" o "Pugnale". L'inseguimento di Tebaldo, da parte di Romeo, invece di avvenire a piedi, avviene in macchina, e si concluderà col tamponamento delle due auto e l'uccisione di Tebaldo da parte di Romeo, con la pistola del suo rivale. Benché la maggior parte delle lotte sia fatta con pistole e pugni, invece che con le spade, la morte di Mercutio avviene per mano di Tebaldo che lo colpisce al ventre con un grande coccio di vetro trovato sulla spiaggia.

La "regina Mab" di Mercutio, qui diventa una droga sotto forma di pasticca che Romeo assume prima di andare alla festa dei Capuleti. Frate Lorenzo spedisce la lettera per Romeo a Mantova tramite un corriere postale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In una città californiana negli anni novanta, per due ambiziose famiglie con i capi rivali nel loro lavoro di magnati industriali, i Montecchi e i Capuleti, sboccia l'amore tra Romeo Montecchi e Giulietta Capuleti. I due decidono di unirsi segretamente in matrimonio, favoriti da Frate Lorenzo, che intende favorire una possibile riconciliazione tra le famiglie. Il giorno stesso delle nozze, Tebaldo, (cugino di Giulietta), sfida a duello Romeo. Nello scontro che segue è ferito mortalmente Mercuzio, (migliore amico di Romeo). Romeo arrabbiato insegue Tebaldo per vendicare Mercuzio: dopo averlo ucciso è costretto a lasciare la città e dirigersi a Mantova prima dell'alba. Romeo e Giulietta possono trascorrere solo una notte d'amore ma all'alba Romeo è costretto a lasciare la sua amata sposa. Romeo è obbligato a recarsi a Mantova. Giulietta venuta a sapere che tre giorni dopo si sarebbe dovuta sposare con Paride, chiede aiuto a Frate Lorenzo; il sacerdote le consegna un siero che simula uno stato simile alla morte, ed ordina alla ragazza di assumerlo la sera prima delle nozze: una lettera avrebbe avvisato Romeo del trucco della morte di Giulietta, esortandolo a passare da Verona il tempo necessario per prendere Giulietta e portarla con sé a Mantova. Ma la lettera non arriva, ed il giovane, venuto a sapere della morte di Giulietta tramite l'amico e testimone Balthasar, torna a Verona con l'intenzione di unirsi a Giulietta nella morte. Romeo si introduce nella cappella in cui è sepolta Giulietta ed assume un forte veleno. Giulietta si sveglia in tempo per vedere il suo amore morire tra le sue braccia. Giulietta decide di togliersi la vita e, presa la pistola di Romeo si uccide.

La morte dei due giovani induce alla riconciliazione le famiglie.

Differenze con l'opera di Shakespeare[modifica | modifica wikitesto]

Trascurando la lettura in chiave moderna dell'opera di Shakespeare, ci sono alcune differenze con la tragedia originale:

  • La lite iniziale è aizzata da alcuni Montecchi, nell'originale, invece, è aizzata da alcuni Capuleti.
  • Abramo è un Capuleti mentre nell'originale è un Montecchi.
  • L'età di Giulietta non è mai affermata direttamente; mentre nell'originale viene detto che ha quasi 14 anni.
  • La Regina Mab descritta da Mercuzio nel suo discorso, nell'originale è una regina delicata e metaforica; nel film, invece, è stata tradotta sotto forma di una droga.
  • Nel film la pozione che fa addormentare Giulietta dura solo 20 ore, nell'originale dura 42 ore.
  • Romeo compra il veleno a Verona invece che a Mantova.
  • Nella versione originale, Romeo uccide Paride perché quest'ultimo tentò di fermarlo quando stava entrando nel sepolcro ove giaceva Giulietta. In questo film questa scena è stata totalmente omessa.
  • Nella scena della morte dei due amanti, Giulietta si risveglia mentre Romeo sta bevendo il veleno, così lui, sconvolto, muore tra le sue braccia. Nell'originale, lei si risveglia quando lui è già morto. Probabilmente, Baz si ispirò per questo finale alla versione novellistica italiana di Romeo e Giulietta.
  • Molti discorsi sono stati omessi. Ad esempio Giulietta, prima di uccidersi con la pistola di Romeo, non pronunzia verbo.
  • Nell'originale, Romeo nel sepolcro si rivolge anche al cadavere di Tebaldo, nella nuova versione, Tebaldo non c'è nemmeno nel sepolcro.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte del film è stata girata a Città del Messico, ma alcune piccole parti sono state girate a Miami.

Una parte della scena del film in cui muore Mercuzio, è stata girata durante una vera tempesta che colpì la città distruggendo il set che, in seguito, dovette essere ricostruito.

Mentre veniva girata la scena alla stazione di benzina all'inizio del film, l'attore Dash Mihok che interpreta Benvolio, finì casualmente in mezzo al vero traffico (per giunta con una pistola in mano); la gente non sapeva che stessero girando un film, così molti pensarono si trattasse di una rapina.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Leonardo DiCaprio fu scelto immediatamente da Baz Luhrmann per interpretare Romeo, mentre la scelta di Giulietta fu un processo molto più lungo. Inizialmente il ruolo doveva essere interpretato da Natalie Portman, la quale si recò a Sydney per le audizioni. Dopo avere provato alcune scene, i produttori cominciarono a ritenere che fosse troppo giovane per quel ruolo; d'accordo con l'attrice, hanno ritenuto che Di Caprio fosse troppo più adulto di lei, e, nelle scene d'amore, dava quasi l'idea che lui la stesse molestando.[1] Alla fine, Luhrmann concordò con i produttori che c'era troppa differenza di età fra i due attori, così si adoperarono per trovare un'altra attrice. Sarah Michelle Gellar e Jennifer Love Hewitt erano le seconde possibili scelte per sostituire Natalie Portman. La prima non poté accettare a causa dei suoi impegni televisivi in Buffy l'ammazzavampiri (serie televisiva). Si tentò così con Jennifer Love Hewitt, ma, durante le audizioni, Luhrmann ritenne che non sembrasse abbastanza "moderna". Allora il ruolo fu offerto a Reese Witherspoon, la quale, però, non poté accettare a causa di impegni maggiori. Jodie Foster, che ha lavorato con Claire Danes in "Home for the holidays", suggerì a quest'ultima di fare un provino per il film. Claire Danes fece una sola audizione e fu ingaggiata quello stesso giorno.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • I capelli di Claire Danes, nel film, non sono i suoi veri capelli, ma si tratta invece di una parrucca. Nelle scene in acqua (nella vasca da bagno e in piscina) fu fatta realizzare una parrucca acquatica esclusivamente per lei.
  • Nella scena della piscina, il regista e i produttori si accorsero che l'acqua calda faceva arrossare troppo la pelle degli attori, così Claire e Leonardo furono costretti a girare immersi nell'acqua gelida.
  • La voce di Giulietta nel film non è, in realtà, quella di Claire Danes, ma quella di Natalie Portman che l'ha doppiata.
  • Claire Danes, dopo l'uscita del film, fu chiamata dal regista James Cameron per interpretare il ruolo di Rose in "Titanic" a fianco di Leonardo DiCaprio che già aveva accettato il ruolo di Jack. Claire però rifiutò perché aveva da poco interpretato un film romantico a fianco di Leo e trovò che le due storie fossero un po' troppo simili. In seguito ha dichiarato di non essersi affatto pentita di aver rifiutato il ruolo, e che Kate Winslet lo ha interpretato magistralmente.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Volume 1[modifica | modifica wikitesto]

  1. #1 Crush - Garbage
  2. Local God - Everclear
  3. Angel - Gavin Friday
  4. Pretty Piece of Flesh - One Inch Punch
  5. Kissing You - Des'ree
  6. Whatever (I Had a Dream) - Butthole Surfers
  7. Lovefool - The Cardigans
  8. Young Hearts Run Free - Kym Mazelle
  9. Everybody's Free (To Feel Good) - Quindon Tarver
  10. To You I Bestow - Mundy
  11. Talk Show Host - Radiohead
  12. Little Star - Stina Nordenstam
  13. You and Me Song - The Wannadies

Volume 2[modifica | modifica wikitesto]

  1. Prologue
  2. O Verona
  3. The Montague Boys - featuring Justin Warfield of One Inch Punch
  4. Gas Station Scene
  5. O Verona (Reprise)
  6. Introduction to Romeo
  7. Queen Mab Interlude
  8. Young Hearts Run Free (Ballroom Version) - featuring Kym Mazelle, Harold Perrineau, & Paul Sorvino
  9. Kissing You Instrumental
  10. Balcony Scene
  11. When Doves Cry - Quindon Tarver
  12. A Challenge
  13. Tybalt Arrives - featuring Butthole Surfers & The Dust Brothers
  14. Fight Scene
  15. Mercutio's Death
  16. Drive of Death
  17. Slow Movement - composed by Craig Armstrong
  18. Morning Breaks
  19. Juliet's Requiem
  20. Mantua
  21. Escape from Mantua - featuring Mundy
  22. Death Scene
  23. Liebestod (da Tristano e Isotta di Richard Wagner)
  24. Epilogue

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) James Ryan, UP AND COMING: Natalie Portman; Natalie Portman (Not Her Real Name), The New York Times, 25 febbraio 1996.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema