Ip Man

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Ip Man
Ip Man.png
Chow Kong-Yiu (detto Yao) con padre Chow Ching-Chuen (mezzo), Ip Man (destra) in una scena
Titolo originale Ip Man
Lingua originale cinese, giapponese
Paese di produzione Cina
Anno 2008
Durata 105 minuti
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere arti marziali
Regia Wilson Yip
Sceneggiatura Edmond Wong
Produttore Bak-Ming Wong
Casa di produzione Mandarin Films Distribution Co., Time Antaeus Media Group
Fotografia Sing-Pui O
Montaggio Ka-Fai Cheung
Musiche Kenji Kawai
Interpreti e personaggi

Ip Man (cinese tradizionale: 葉 問, cinese semplificato: 叶 问, pinyin: Ye Wen) è un film del 2008 semi-biografico di arti marziali vagamente basato sulla vita di Yip Man, un maestro dell'arte marziale del Wing Chun e la prima persona dedita ad insegnare l'arte apertamente. Uno dei suoi studenti fu l'influente e apprezzato artista marziale e attore Bruce Lee. Il film si concentra sugli eventi nella vita di Ip che prendono luogo nella città di Foshan durante la Seconda guerra sino-giapponese.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ip Man è ambientato nel 1930 a Foshan, florido centro di arti marziali cinesi del sud, dove le varie scuole marziali (kwoon) sono in forte concorrenza tra loro. In questa città il miglior maestro di Wing Chun è Ip Man, uomo benestante e modesto che non sente necessità di avere discepoli e trascorre le sue giornate tra la famiglia, gli allenamenti e gli incontri con amici e conoscenti. Pur non essendo un professionista, Ip è rispettato a Foshan a causa della capacità che dimostra in amichevoli competizioni a porte chiuse con i maestri locali e la sua reputazione esce ulteriormente rafforzata dallo scontro con un aggressivo e altamente qualificato maestro del Nord, Jin Shanzhao, che viene sconfitto accrescendo l'orgoglio regionale dello stile di combattimento del Sud.

L'invasione giapponese nel 1937 incide negativamente sulla vita di tutti a Foshan. Casa Ip è occupata da militari giapponesi e usata come loro quartier generale a Foshan. Ip e la sua famiglia perdono la loro ricchezza e sono costretti a trasferirsi. Nel disperato tentativo di mantenere la sua famiglia, Ip accetta un lavoro come coolie in una miniera di carbone. Il generale giapponese Miura, che è un maestro dell'arte marziale giapponese (il Karate), istituisce un'arena dove esperti di arti marziali cinesi competono con la sua formazione militare. Gli artisti marziali cinesi guadagnano un sacco di riso per ogni avversario giapponese sconfitto. Quando un amico di Ip scompare, questi decide di indagare e scopre l'arena del generale Miura. In un primo momento turbato dallo spettacolo, è maggiormente infuriato quando vede un maestro, collega a Foshan, raccogliere un sacco di riso dopo la sconfitta e venire freddato da un colpo alla nuca. Per complicare ulteriormente le cose Ip viene a sapere che Zhao Li, un ex-agente di polizia e conoscente di Ip, ora lavora come traduttore per i giapponesi. In risposta, Ip richiede un incontro con dieci avversari in una sola volta, e li sconfigge con facilità. La sua abilità suscita l'interesse di Miura, che cerca di saperne di più su Ip e vuole vederlo combattere di nuovo.

Ip visita il suo amico Chow Ching-Chuen, che possiede e gestisce un cotonificio a Foshan. Chow racconta a Ip di una banda di criminali guidata da Jin Shanzhao che molesta i dipendenti per estorcere loro del denaro. Ip insegna agli operai il Wing Chun per autodifesa. Nel frattempo, Miura si spazientisce di non veder tornare Ip nell'arena e manda alcuni suoi uomini a trovarlo. Dopo diverse molestie alla sua famiglia, Ip incontra gli uomini di Miura e li sconfigge. Lui e la sua famiglia vengono quindi costretti a nascondersi. Il ritorno dei ladri al cotonificio causa la reazione dei lavoratori che combattono usando le tecniche che Ip ha insegnato loro. Proprio in quel momento, Ip appare e sconfigge il capo dei banditi, Jin Shanzhao, intimandogli di non molestare più i lavoratori.

I soldati giapponesi arrivano al cotonificio e trovano Ip. Miura lo minaccia: risparmierà la sua vita solo se insegnerà il Wing Chun ai suoi soldati. Ip rifiuta e sfida Miura, che accetta, sia a causa del suo amore per le arti marziali sia perché rifiutare la sfida sarebbe una vergogna. La sfida tra Ip e Miura è pubblica e si tiene nella piazza di Foshan. Ip vince la battaglia, sconfiggendo Miura con le sue straordinarie abilità.

Appena il generale sconfitto cade al suolo, perdendo la battaglia, Ip guarda alla folla e sente il tifo cinese, vede tra la folla la moglie e il figlio con Chow. Proprio in quel momento Sato, vice di Miura, spara a Ip. Ne nasce una rivolta del pubblico cinese contro i soldati giapponesi e Ip viene portato via in mezzo al caos. Ip sopravvive e fugge a Hong Kong (all'epoca territorio inglese) con la sua famiglia. Lì, Ip apre una scuola di Wing Chun, nella quale accoglierà tra i suoi studenti Bruce Lee.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

L'idea nacque nel 1998, quando Jeffrey Lau e Corey Yuen decisero di girare un film basato sul maestro di arti marziali di Bruce Lee. Tuttavia, lo studio produttivo bocciò il film, e il progetto venne abbandonato. Il produttore Raymond Wong decise successivamente di sviluppare un proprio film sulla figura di Ip Man con pieno consenso dai figli di Ip; Ip Chun, figlio maggiore di Ip Man, insieme al maestro di arti marziali Leo Au-Yeung e molti altri professionisti di Wing Chun furono consulenti tecnici per il film. Le riprese di Ip Man cominciarono nel marzo 2008 a Shanghai, che venne scelta per ricreare architettonicamente Foshan, e si conclusero nel mese di agosto. Durante le riprese, sorsero conflitti tra i produttori di Ip Man e il regista Wong Kar-wai circa il titolo provvisorio del film. Wong, che aveva sviluppato una propria biografia di Ip Man, si scontrò con i produttori dopo aver appreso che il loro film sarebbe stato intitolato Grande Maestro Ip Man (cinese tradizionale: 一代 宗师 叶 问), che era troppo simile al titolo del film di Wong.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

  • Donnie Yen come Ip Man (叶 问), artista marziale altamente qualificato e professionista;
  • Simon Yam come Chow Ching-Chuen (周清泉), amico di Ip, e proprietario di un cotonificio a Foshan;
  • Fan Siu-wong come Jin Shanzhao (金山 找), artista marziale aggressivo che arriva a Foshan per sfidare altri praticanti;
  • Lynn Hung come Cheung Wing-sing (张永成), moglie di Ip;
  • Lam Ka-tung come Li Zhao (李 钊), un ispettore di polizia a Foshan, e amico di Ip. Egli diventa poi un traduttore per l'esercito giapponese durante l'invasione della Cina;
  • Hiroyuki Ikeuchi come Generale Miura (三浦), generale giapponese e medico fanatico del karate. Durante l'invasione giapponese della Cina, Miura definisce un'arena per praticanti di arti marziali cinesi per la lotta contro i suoi allievi militari;
  • Shibuya Tenma come Sato, colonnello sadico giapponese e vice di Miura, che recluta gente a combattere nell'arena,
  • Chen Zhihui come Maestro Liao, maestro di arti marziali, che si impegna in un duello amichevole con Ip;
  • Xing Yu (行 宇) come "Crazy" Lam (武痴 林), praticante di arti marziali e proprietario di una casa da tè locale a Foshan;
  • Wong You-nam (黄 又 南) come Shao Dan Yuan (沙 胆 源), fratello minore di Lam. Durante l'invasione, fa parte della banda di Jin Shanzhao.

Distribuzione e incassi[modifica | modifica wikitesto]

Ip Man debuttò a Pechino il 10 dicembre 2008 e venne distribuito nelle sale di Hong Kong il 19 dicembre 2008, ricevendo consensi diffusi da critica e pubblico. In Italia il film è andato in onda per la prima volta doppiato in italiano su Rai 4 il 18 ottobre 2011. In Italia è disponibile dal 17 gennaio 2012, distribuito da Cecchi Gori Home Video in DVD e Blu-ray Disc.

Ip Man ha incassato oltre 21 milioni di dollari in tutto il mondo, pur non essendo distribuito in Nord America e gran parte dell'Europa.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il successo, il film è stato nominato per dodici Hong Kong Film Awards, vincendo premi per il Miglior Film e la Miglior Coreografia di azione.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ip Man 2.

Prima dell'uscita del film, Raymond Wong annunciò che ci sarebbe stato un sequel; Ip Man 2 è stato distribuito nel mese di aprile 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema