Dottore (Doctor Who)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Dottore
L'attore Peter Capaldi nei suoi primi istanti nei panni del Dottore, dall'episodio speciale The Time of the Doctor.
L'attore Peter Capaldi nei suoi primi istanti nei panni del Dottore, dall'episodio speciale The Time of the Doctor.
Universo Doctor Who
Alter ego vedere Alias ed epiteti
Autori
  • Sydney Newman
  • C. E. Webber
  • Donald Wilson
1ª app. in La ragazza extraterrestre
Interpretato da
Voci italiane
Specie Signore del Tempo
Sesso Maschio
Luogo di nascita Gallifrey
Affiliazione vedere I Compagni del Dottore
Parenti
  • Susan Foreman (nipote)
  • Jenny (figlia clonata)
  • River Song (moglie)
  • Amy Pond (suocera)
  • Rory Williams (suocero)

Il Dottore (The Doctor) è il personaggio protagonista della serie televisiva fantascientifica Doctor Who, prodotta e trasmessa nel Regno Unito dalla BBC a partire dal 1963. È inoltre apparso in due film cinematografici e diversi romanzi, fumetti, audio-book, nonché in altre serie televisive connesse a Doctor Who.

Grazie alla capacità del personaggio di rigenerarsi al momento della morte, il ruolo del Dottore è stato interpretato da diversi attori (si veda la spiegazione dettagliata nella sezione I dodici Dottori).

La popolarità del personaggio ha portato il Daily Telegraph a nominarlo "alieno preferito del Regno Unito",[6] mentre il sito UGO Networks l'ha inserito nella lista dei migliori eroi di tutti i tempi.[7]

Concezione e creazione[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio del Dottore venne concepito da Sydney Newman, all'epoca Head of Drama della rete britannica BBC.[8] C. E. Webber, membro dello staff di sceneggiatori della BBC che venne ingaggiato per aiutare nel progetto, scrisse nel 1963 la prima copia di quella che sarebbe divenuta la serie televisiva Doctor Who – chiamata ancora col titolo provvisorio The Troubleshooters. Nel documento, Webber descrisse il personaggio come «un uomo maturo, tra i 35 e i 40 anni, che vivrà degli eventi imprevisti». Tuttavia, a Newman non piacque del tutto la sua idea e praticò diversi cambiamenti al personaggio, chiamandolo "Dottore": un irritabile anziano che pilota una macchina del tempo rubata ed è in fuga dal suo stesso mondo nel futuro.[8]

Nel 1963 il ruolo venne affidato all'attore William Hartnell. Quando, dopo tre anni, Hartnell lasciò la serie per problemi di salute, il ruolo passò al collega Patrick Troughton. Il personaggio è stato interpretato da tredici diversi attori; la più longeva reincarnazione fu la quarta, interpretata da Tom Baker.[9] L'Undicesimo Dottore è stato impersonato da Matt Smith, che a ventisei anni è stato finora il più giovane interprete del personaggio.[10]

Esiste una versione alternativa del personaggio creata per i film cinematografici diretti da Gordon Flemyng nel 1966 (Dr. Who and the Daleks e il suo seguito Daleks - Il futuro fra un milione di anni) e interpretato da Peter Cushing. Questo Dottore si presenta sin dall'inizio come "Dr. Who" ed è un eccentrico scienziato terrestre che ha costruito il TARDIS.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Famiglia.
« Adelaide: Cos'è quell'aggeggio?

Il Dottore: Un cacciavite.
A.: Sei il dottore o un elettricista?
D.: Non lo so [...] ho la manutenzione dell'universo.[11] »

(Il decimo Dottore (David Tennant) in L'acqua di Marte; questa conversazione sintetizza in maniera efficace l'essenza del personaggio.)

Il Dottore è un Signore del Tempo (Time Lord), un extraterrestre proveniente dal pianeta Gallifrey, che viaggia nel tempo e nello spazio con una macchina del tempo chiamata TARDIS. Egli esplora lo spazio in modo casuale, usando la sua vasta conoscenza della scienza, delle culture, delle tecnologie e della storia per affrontare i problemi che gli si presentano davanti, salvando da singole vite a (in più occasioni) l'universo intero. Non gli è permesso, tuttavia, intervenire nel caso si tratti di un «punto fisso nel tempo e nello spazio» che non può essere appunto mutato.

Il Dottore viaggia tradizionalmente con uno o più compagni di viaggio che lo affiancano nelle sue avventure.

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

L'infanzia del Dottore viene solo accennata. Così come il Maestro, egli apparteneva a una fazione dei Signori del Tempo chiamata Prydonian.

L'Ottavo Dottore accenna a un ricordo di suo padre[12], mentre il Terzo racconta di essere cresciuto in una casa al fianco di una montagna.[13] La sua camera da letto apparentemente si trovava dentro a un granaio, lo stesso che viene visto nel Cinquantenario di Doctor Who.[14]

All'età di otto anni il Dottore venne iniziato all'Accademia dei Signori del Tempo,[15] sebbene non fosse considerato idoneo per l'istituzione e venisse spronato invece a una carriera da soldato.[14] Durante la cerimonia di ingresso nell'Accademia i bambini venivano costretti a guardare all'interno del vortice temporale dei Signori del Tempo; secondo il racconto del Dottore, alcuni ne venivano ispirati, altri ne uscivano pazzi e altri ancora scappavano via alla sola vista. Egli sostiene di essere uno tra quelli che fuggirono via, e di non essersi ancora fermato.[15]

In un episodio di Doctor Who, il Dottore entra in contatto telepatico con Madame de Pompadour ed ella, vedendo il suo passato, lo definisce un uomo triste e solitario.[16] Quando Martha Jones gli chiede invece se abbia un fratello, lui risponde di non averlo più e di essere rimasto solo.[17] Viene invece fatto più volte riferimento alla sua amicizia con il Maestro, prima che questi diventasse un suo nemico.

Eventi della trama di Doctor Who[modifica | modifica wikitesto]

Il TARDIS utilizzato nella nuova serie (2005-2010)

Il personaggio è inizialmente avvolto nel più totale mistero, tanto che di lui non si conosce né il nome né da dove provenga. Nel primo serial, due insegnanti londinesi, Barbara Wright e Ian Chesterton, si incuriosiscono di una loro alunna, Susan Foreman, che dimostra un'inusuale intelligenza e sapienza per la sua età. I due seguono la ragazza fino a trovarsi davanti a una police box (una cabina telefonica della polizia britannica), dalla quale sentono arrivare la sua voce. Spingendosi al suo interno, Barbara ed Ian scoprono che l'aspetto esterno è in realtà un camuffamento che nasconde una macchina del tempo chiamata TARDIS. Questa è pilotata da un uomo, chiamato «nonno» dalla ragazza, che rapisce i due insegnanti affinché non possano rivelare ciò che hanno visto, portandoli con sé nelle sue avventure spazio-temporali.

Durante la prima incarnazione, il Dottore incontra per la prima volta i Dalek e i Cyberman; in seguito muore di vecchiaia. Polly e Ben Jackson sono testimoni della sua rigenerazione nel Secondo Dottore.

Jamie McCrimmon accompagna il nuovo Dottore fino alla sua morte; insieme si scontrano nuovamente con i Dalek e i Cyberman, ma incontrano anche nuovi nemici (la Grande Intelligenza e i Guerrieri di ghiaccio). Il Secondo Dottore fa inoltre la conoscenza del brigadiere Lethbridge-Stewart, che diventa uno dei fondatori dell'organizzazione militare nota come UNIT, e viene esiliato sulla Terra dai Signori del Tempo. È inoltre il primo ad utilizzare il cacciavite sonico (sonic screwdriver), attrezzo dagli infiniti usi che lo accompagnerà in tutte le incarnazioni successive. Dopo aver sconfitto il Capo della Guerra ("War Chief") che aveva trasportato soldati da tutte le epoche umane su un altro pianeta per i Giochi di Guerra, il Secondo Dottore è costretto a chiedere l'aiuto del suo popolo. Per tutta risposta, pur riconoscendo i meriti del Dottore, il Tribunale lo condanna alla rigenerazione forzata e all'esilio. Sia il sito della BBC sia i romanzi originali affermano che il Secondo Dottore avrebbe comunque continuato le sue attività in segreto come agente segreto dei Signori del Tempo, come appare negli episodi "The Three Doctors", "The Five Doctors" e "The Two Doctors", prima di essere costretto a rigenerarsi.

Il Terzo Dottore (il primo ad apparire a colori) è quindi intrappolato sulla terra e collabora con UNIT fin quando non viene rilasciato dall'esilio per aver salvato Gallifrey dalla minaccia di Omega. Galante, dandy e abile nelle arti marziali (in particolare l'Aikido Venusiano), il Terzo Dottore si scontra con avversari mai visti in precedenza, come gli Autons, il Maestro, Omega, i Sontaran e i Siluriani. Al suo fianco in questa fase troviamo il Brigadiere Lethbridge-Stewart, il Sergente Banton, le scienziate Liz Shaw e Jo Grant, e la giornalista Sarah Jane Smith. Il Terzo Dottore viene colpito dalle radiazioni sul pianeta Metebellis III, popolato da ragni, e si rigenera poco dopo al Quartier Generale dello UNIT, sotto gli occhi del Brigadiere e di Sarah Jane.

Il cacciavite sonico (modello del 2010)

Il Quarto Dottore, pur essendo libero dall'esilio, è costretto a compiere alcune missioni per conto dei Signori del Tempo; viene accompagnato da Sarah Jane e si scontra per la prima volta con gli Zygon, ma soprattutto con Davros, uno scienziato pazzo (creatore dei Dalek), che diventa suo mortale nemico. Ha modo inoltre di avere a che fare con la Sorellanza di Karn, aiutandola a combattere contro la minaccia di Morbius (un Signore del Tempo macchiatosi di gravi crimini di stato - The Brain Of Morbius, quarta stagione della serie classica). Il nuovo Dottore è un bohémien con idee pacifiste e un forte umorismo. Quando la quarta incarnazione del Dottore viene accusata dell'omicidio del Presidente dell'Alto Consiglio dei Signori del Tempo e condannato a morte, riesce comunque a far ritardare l'esecuzione e ad ottenere un processo, scontrandosi infine con il Maestro, ridotto ad un mostro in putrefazione e artefice della falsa accusa, il cui scopo è usare l'Occhio dell'Armonia per rigenerarsi. In seguito, il Quarto Dottore viene affiancato dal robot K-9 e dalle due prime incarnazioni di Romanadvoratrelundar (Romana), anch'ella proveniente da Gallifrey, e viene mandato alla ricerca dei sei segmenti delle Chiavi del Tempo. Romana II rimarrà infine in un piccolo universo tascabile noto come E-Space. Il Quarto Dottore muore a causa del Maestro per la caduta dalla torretta di comando di un radiotelescopio.

Il Quinto Dottore si scontra nuovamente con il Maestro, i Sontaran e i Siluriani. In un'occasione incontra tre delle sue precedenti incarnazioni[18] per affrontare una minaccia proveniente da Gallifrey e, a causa di un paradosso temporale anche il Decimo Dottore.[19]Il Quinto Dottore e la sua compagna di viaggio, Peri Brown, approdano sul pianeta Androzani Minor, dove vengono esposti a una sostanza letale presente sul pianeta, nella sua forma grezza chiamata "spectrox". Essendoci solo una dose di antidoto, il Dottore la offre generosamente a Peri. La ragazza si salva mentre il Dottore muore rigenerandosi.

Il Sesto Dottore subisce un secondo processo da parte dei Signori del Tempo; a occuparsi del caso è il Valeyard, un pubblico ministero della Corte dei Signori del Tempo. Il Valeyard cerca di incastrare il Dottore alterando la verità riguardante i fatti del suo passato per farlo apparire come un genocida. Il Maestro rivela al Dottore che il Valeyard è il lato oscuro del protagonista creatosi fra la sua Dodicesima e la sua ultima rigenerazione. Rani, una scienziata proveniente da Gallifrey antagonista del Dottore, provoca la morte e la rigenerazione del Sesto.

Dopo aver viaggiato con Melanie Bush per un'intera stagione, il Settimo Dottore viene accompagnato da una ragazza con la passione per gli esplosivi, di nome Dorothy ma soprannominata Ace, per la quale il Dottore diviene una sorta di mentore (o, come dice lei, "professore"). Insieme i due riescono apparentemente a distruggere il pianeta nativo dei Dalek, Skaro, che ricompare tuttavia ancora intero quando il Maestro viene sottoposto a processo dai Dalek e poi ucciso. Il Dottore riceve l'incarico di recuperarne le ceneri, ma si tratta di un piano diabolico del Maestro, che provoca un dirottamento del TARDIS, facendolo materializzare a San Francisco. Il Settimo Dottore viene ferito da un colpo di pistola e portato all'ospedale, ma muore poco dopo sotto intervento.

L'Ottavo Dottore nasce in obitorio e soffre temporaneamente di amnesia a causa dei medicinali umani somministratigli durante la rigenerazione. Il Maestro tenta di rubargli le vite rimastegli, ma viene infine sconfitto e creduto morto. Dell'Ottavo Dottore sappiamo inoltre che ha vissuto almeno un'avventura col Secondo Dottore, di cui è stata testimone un'eco di Clara Oswald, futura compagna dell'Undicesimo Dottore.

L'Ottavo Dottore non partecipa all'Ultima Grande Guerra del Tempo (Last Great Time War), conflitto scoppiato tra i Signori del Tempo e i Dalek, ma preferisce intervenire solo per salvare le sue potenziali vittime innocenti. Durante la guerra il Dottore si schianta sul pianeta Karn insieme ad una ragazza di nome Cass, che rifiuta di farsi salvare da lui; il Signore del Tempo era ormai morto, ma viene assistito dalla Sorellanza di Karn, che gli offre la possibilità di rianimarsi per 4 minuti e un elisir per creare una nuova rigenerazione diversa dalle altre, non un Dottore ma un Guerriero (in quanto sopraffatto dall'istinto bellico), ritenendola necessaria per concludere la Guerra del Tempo. Questa rigenerazione, identificata nei titoli di coda del miniepisodio The Night of the Doctor come War Doctor, non viene identificata con un numero e non ha il titolo di Dottore, ma riesce a porre termine alla guerra distruggendo completamente i Dalek e tutti gli altri Signori del Tempo.[20] Il Nono Dottore è infatti convinto di essere l'unico sopravvissuto della sua specie.

Il Nono Dottore, salvando la città di Londra da un'invasione di Auton, conosce e invita Rose Tyler a seguirlo nei suoi viaggi. Il Dottore e Rose conoscono un altro viaggiatore del tempo, il capitano Jack Harkness, che si unisce a loro. Insieme i tre si ritrovano alla mercé della corporazione Bad Wolf, che scoprono essere presidiata dai Dalek che sono riusciti a sopravvivere alla Guerra del Tempo. I Dalek uccidono Jack, ma Rose assorbe l'energia contenuta nel TARDIS e la utilizza per distruggere i Dalek e riportare in vita Jack, trasformandolo in un immortale; l'energia che Rose ha assorbito la pone in pericolo di vita, quindi il Dottore, per salvarla, è costretto ad assorbire lui stesso la fatale quantità di energia che per lui ha effetti letali, portandolo dunque a rigenerarsi.

Il Decimo Dottore rincontra in un'occasione Sarah Jane Smith e il robot K-9. Risulta essere la causa della nascita dell'Istituto Torchwood, creato dalla regina Vittoria per contrastare la minaccia aliena sul territorio inglese. In seguito a uno scontro con dei Dalek e dei Cyberman proveniente da un universo parallelo, è costretto ad abbandonare Rose, il suo fidanzato Mickey e la madre Jackie, rimasti bloccati nell'altra dimensione.
Martha Jones si unisce al Dottore, i due incontrano nuovi nemici come gli Angeli Piangenti; inoltre incontrano nuovamente Jack Harkness, divenuto capo della sezione Torchwood di Cardiff. Successivamente i tre (Martha, Jack Harkness e il Dottore) si ritrovano testimoni della profezia della Faccia di Boe secondo cui il Dottore non è l'unico sopravvissuto tra i Signori del Tempo; fa il suo ritorno, infatti, il Maestro, che si fa eleggere Primo Ministro inglese e poi tiene l'intera popolazione umana sotto uno stato di polizia, catturando e schiavizzando nel frattempo il Dottore per oltre un anno. Grazie a Martha, il Maestro viene infine sconfitto e muore tra le braccia del Dottore, rifiutando di rigenerarsi.
Nuovamente solo, il Dottore ritrova Donna Noble, incontrata in uno dei suoi viaggi precedenti. Il DNA del Dottore viene utilizzato per la creazione di una sua "progenie", una ragazza di nome Jenny; quest'ultima, creduta morta dal Dottore, al momento della morte in realtà si rigenera e parte alla sua ricerca. Presso la biblioteca più grande dell'Universo, il Dottore incontra per la prima volta River Song, un'archeologa che «continua a incontrarlo nell'ordine temporale sbagliato»; la donna muore davanti ai suoi occhi, ma secondo quanto da lei raccontato farà parte del suo futuro.
Affrontando nuovamente i Dalek e Davros, il Dottore rischia di morire, ma con una particolare rigenerazione riesce a guarire dalle ferite creando (con la mediazione di Donna Noble) un clone umano di se stesso (si veda in proposito la sezione Rigenerazione); sconfitti i nemici si separa anche da Donna, viaggiando da solo, mentre il suo clone rimane accanto alla sua amata Rose nell'universo parallelo. La razza aliena degli Ood, che lui aveva salvato dalla schiavitù, gli rivela che il tempo della sua morte è vicino: dopo aver salvato ancora una volta il pianeta Terra con l'aiuto di Wilfred Mott (il nonno di Donna Noble) dai piani del Maestro, che voleva riportare indietro Gallifrey dall'istante precedente alla sua distruzione durante l'Ultima Grande Guerra del Tempo - cosa che avrebbe vanificato la fine della Guerra -, il Dottore muore per salvare Wilfred, esponendosi a delle radiazioni che lo portano a un lento processo rigenerativo.

L'undicesimo Dottore (Matt Smith)

La rigenerazione nell'Undicesimo Dottore distrugge parzialmente il TARDIS, che si schianta nel giardino di Amelia (Amy) Pond, una bambina impaurita da una crepa sul muro della sua cameretta. Il Dottore le promette di tornare in pochi minuti, ma il TARDIS lo fa arrivare in ritardo di dodici anni, quando la bambina è ormai ventenne. Amy Pond e il suo promesso sposo Rory Williams decidono di unirsi a lui, partendo la notte prima delle loro nozze. Il Dottore ritrova una versione passata di River Song e la razza aliena degli Angeli Piangenti; scopre inoltre che le crepe nella trama dell'Universo simili a quella trovata nella camera di Amy hanno il potere di cancellare l'esistenza di una persona dall'Universo, e che sono state create dall'esplosione futura del suo TARDIS. Questa stessa esplosione lo cancellerà dall'Universo; ma dopo questa cancellazione il Dottore torna a nuova vita grazie ai ricordi di Amy Pond.
Amy e Rory si sposano, e il Dottore viaggia da solo per un paio di mesi, per poi invitare i Pond e River Song a incontrarlo nello Utah, negli Stati Uniti. In quel luogo i tre assistono impotenti alla morte del Dottore quando un misterioso individuo in tuta spaziale gli spara un colpo di pistola senza lasciargli la possibilità di rigenerarsi. Quello deceduto è tuttavia una versione futura dell'Undicesimo Dottore, il quale è ancora vivo e viene col tempo a sapere del destino a cui deve andare incontro. Sia l'esplosione del TARDIS, che la sua futura morte sono orchestrate dall'Ordine del Silenzio, il cui intento è quello di uccidere il Dottore. Abbandonati i coniugi Pond perché possano vivere la loro vita, dopo aver sposato River Song, il Dottore si reca nello Utah al momento stabilito, nascondendosi all'interno del Teselecta, un robot in grado di riprodurre fedelmente la sua persona; in tal modo si salverà. A sparargli dall'interno della tuta spaziale è River Song, costretta dal Silenzio, che l'aveva rapita e le aveva indotto un condizionamento quando ancora bambina. Nel corso di queste vicende, viene rivelato inoltre che River è la figlia di Amy e Rory.
Una volta salvatosi, il Dottore decide di tenere un profilo basso e far credere all'universo di essere morto. Durante questo periodo, il Dottore alterna le avventure in solitaria con alcuni occasionali incontri con Amy e Rory, che alla fine decidono di tornare sul TARDIS. Sarà proprio un'avventura col Dottore, costretto ad affrontare nuovamente gli Angeli Piangenti, a bloccare per sempre i due nel passato, in un punto fisso della storia che nemmeno il Dottore potrà cambiare: il lutto segnerà profondamente l'Undicesimo Dottore, che si ritira nell'età vittoriana e assume i connotati di una persona indifferente. È solo la comparsa di una seconda copia di Clara Oswin Oswald (la prima incontrata nel manicomio dei Dalek) a risvegliare l'attenzione del Dottore che, sconfitta la Grande Intelligenza, si mette alla ricerca di un'altra copia del personaggio. Finalmente si imbatte nella versione originaria di Clara nel 2013 e inizia a viaggiare con lei. Nell'ultimo episodio della Settima Serie si scopre che Clara ha sparpagliato se stessa lungo la linea temporale del Dottore per salvarlo dalla Grande Intelligenza, a partire dalla tomba dell'Undicesimo Dottore sul pianeta Trenzalore (in realtà, una versione gigante del suo TARDIS). Proprio qui, nel cuore della linea temporale del Dottore, lui e Clara incontrano il War Doctor, il Dottore Guerriero che pose fine all'Ultima Grande Guerra del Tempo, disconosciuto dal Dottore per aver spazzato via Gallifrey e i suoi abitanti, secondo lui "senza scelta... in nome della pace e del buon senso" ma comunque "non nel nome del Dottore".

Tale rigenerazione rinnegata compare anche nello speciale per il Cinquantenario, che la vede coprotagonista con l'Undicesimo e col Decimo Dottore. I tre riscrivono la storia insieme agli altri Dottori, facendo in modo che all'Ultima Grande Guerra del Tempo Gallifrey non venga distrutta ma intrappolata in un posto remoto, un "universo-sacca" dove il tempo non scorre. In seguito a ciò il Decimo e l'Undicesimo Dottore riescono a riconoscere il loro se stessi Guerriero del passato come il "Dottore" quale sarebbe sempre dovuto essere. Lo speciale per il Cinquantenario si conclude col Dottore Guerriero che inizia la sua rigenerazione nel Nono Dottore.

Dopo questi eventi l'Undicesimo Dottore si ritrova a dover difendere il pianeta di Trenzalore dai nemici dei Signori del Tempo. Qui passa interi secoli nella lotta, sicuramente oltre 300 anni; diventato ormai vecchio è prossimo alla morte in quanto non ha più a disposizione altre rigenerazioni (si veda in proposito I dodici Dottori). Clara parla con i Signori del Tempo attraverso una crepa spaziotemporale (causata dall'esplosione del TARDIS avvenuta in precedenza) che comunica con il luogo in cui Gallifrey è stato sigillato, e li supplica di aiutare il Dottore; i Signori del Tempo permettono allora al Dottore di avere un nuovo ciclo di rigenerazioni. Con l'energia donatagli dai Signori del Tempo il Dottore riesce a distruggere i Dalek, ultimi nemici dei Signori del Tempo rimasti, inoltre ringiovanisce e, entrando nel TARDIS, si rigenera sotto gli occhi di Clara.[21]

Il Dodicesimo Dottore continua a vivere le sue avventure insieme a Clara, la quale prende parte ai suoi viaggi in maniera saltuaria, alternando la sua vita privata e professionale, alle avventure con il suo amico. Durante le avventure del Dottore, appare spesso la figura di un misterioso personaggio, Missy, la quale si trova in un luogo sconoscito e misterioso, chiamato "Terra Promessa", una sorta di Paradiso in cui alcune persone (alcune morte durante le avventure del Dottore) giungono dopo la morte. Il Dottore conosce Danny Pink, il nuovo fidanzato di Clara, un ex soldato per cui il Signore del Tempo non prova molta simpatia. Danny muore investito da un'auto, e finisce nella Terra Promessa, che viene chiamata dagli aiutanti di Missy Nethersphere. Clara, con l'aiuto del Dottore, raggiunge allora il luogo, e insieme scoprono che la Terra Promessa è un illusione creata dalla tecnologia di Gallifrey, che Missy aveva utilizzato per memorizzare le menti di centinaia di migliaia di persone che stavano per morire, al fine di reinviarle poi a rianimare i loro corpi opportunamente trasformati in Cybermen al servizio totale di Missy stessa. Il Dottore e Clara scoprono anche che Missy sarebbe la nuova incarnazione del Maestro, che in qualche modo è riuscito a fuggire dall'intrappolato pianeta di Gallifrey. Con l'aiuto di Danny, ormai trasformato in cyberman, i due riescono a mandar via l'esercito di Cybermen, e a non far conquistare così la Terra da parte di Missy. Uno dei Cybermen, il Brigadiere Lethbridge-Stewart, ex compagno di viaggio del Dottore, uccide Missy, disintegrandola, prima di andare via insieme agli altri Cybermen. Clara, sconvolta dagli aventi accaduti al suo fidanzato, si separa dal Dottore.

Fisiologia e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante la specie dei Signori del Tempo sia fisicamente molto simile a quella umana, la loro fisiologia differisce in alcune caratteristiche cruciali. Il Dottore ha infatti due cuori[6], un sistema respiratorio che gli permette di restare senz'aria e una temperatura del corpo interna di 15-16 gradi Celsius.[22] Ha inoltre esibito il potere di assorbire, trattenere e rilasciare grandi quantità di elettricità e di alcuni tipi di radiazioni.

Il Dottore ha dimostrato di avere poteri telepatici: può infatti connettersi mentalmente ad altre sue incarnazioni,[18] accedere ai ricordi di altri individui[16], sopprimere parte della memoria di una persona[23] e comunicare telepaticamente con altri Signori del Tempo. Allo stesso modo, altre persone possono, se connesse a lui telepaticamente, entrare in contatto con la sua memoria.[16] Sia nella serie classica (Il ladro di menti) che nella nuova (Incubo Cyberman) ha dato prova di avere una resistenza maggiore degli esseri umani al controllo mentale.

È inoltre in grado di ipnotizzare una persona e di leggere un libro intero in pochi istanti, sfogliandone velocemente le pagine.[24][25][26]

Nell'episodio Le fiamme di Pompei, il Dottore spiega a Donna di essere in grado di percepire il «tessuto di cui è costituito l'universo» e di poter distinguere tra «punti fissi» (fixed points) e «punti in movimento» (points in flux), ovvero i punti nel tempo e nello spazio che non è possibile o che è possibile modificare.

Il Dottore, come gli altri Signori del Tempo, è in grado di sopravvivere all'ingerimento di cianuro, tramite una tecnica particolare che consiste nell'ingerire dell'alcool e del cloruro di sodio e poi saltare per "mescolare" (Un caso per Agatha Christie).

Più volte il Dottore ha dato prova di poter comprendere la composizione chimica di una sostanza semplicemente assaggiandola, come si è visto in L'invasione di Natale e L'undicesima ora.

Il Dottore è un ottimo giocatore di cricket[27] e in un'occasione si dimostra prodigiosamente abile nel gioco del calcio, pur non conoscendone le regole base;[28] il Decimo Dottore invece ha dato prova di possedere delle discrete capacità nella scherma.

Nella sua ultima apparizione, il Secondo Dottore dichiara che un Signore del Tempo può vivere eternamente, se «evita di incappare in incidenti»; ciò sarebbe dovuto al fatto che al momento della morte i Signori del Tempo sono in grado di rigenerarsi in un nuovo corpo. L'affermazione tuttavia è incerta, dal momento che successivamente viene dichiarato che un Signore del Tempo ha a disposizione solamente dodici rigenerazioni.

Nell'episodio Un uomo buono va in guerra il Dottore rivela che la stirpe dei Signori del Tempo è nata esponendosi per anni e anni ai vortici temporali assorbendone parte del potere, ma il Dottore probabilmente deve aver ottenuto i suoi poteri dalla nascita quando la stirpe ormai si era già formata.

Il Dottore possiede vastissime conoscenze in tutti i campi dello scibile; nell'episodio Padroni dell'universo (seconda parte) dichiara di saper parlare cinque miliardi di lingue[29], ribadendo successivamente il concetto in Il pianeta dei morti, in cui afferma invece di saper parlare "tutte le lingue".

Rigenerazione[modifica | modifica wikitesto]

La rigenerazione è un processo (pseudo-)biologico per cui un Signore del tempo (quale è il Dottore), quando è prossimo alla morte, riesce a sottrarsi ad essa grazie al cambio totale delle proprie sembianze, rigenerando le sue cellule, che vengono guarite o ringiovanite. La rigenerazione può comportare anche delle modifiche della personalità del Signore del Tempo, ed avviene solo se almeno uno dei due cuori del Signore del Tempo continua a pulsare.

La rigenerazione venne introdotta nella trama di Doctor Who solo nel 1966, quando ci fu la necessità di rimpiazzare l'attore William Hartnell con Patrick Troughton. Il processo inizialmente venne chiamato «rinnovo» («renewal») o «cambio d'aspetto» («change of appearance»); nel 1974 si parlò invece per la prima di volta di rigenerazione.

Nel serial The Deadly Assassin (1976) viene dichiarato che un Signore del Tempo ha a disposizione un totale di dodici rigenerazioni (e quindi tredici incarnazioni); nel film per la televisione del 1996 l'Ottavo Dottore parla esplicitamente di «tredici vite», ma allo stesso tempo dice che il Maestro ha eluso questa regola svariate volte. L'Undicesimo Dottore conferma infine la disponibilità iniziale di sole dodici rigenerazioni, ma anche lui riesce a svincolarsi da questa regola grazie all'aiuto dei Signori del Tempo che gli offrono l'energia, in punto di morte, per creare un nuovo ciclo di rigenerazioni.[21]

Facendo un'apparizione nello spin-off Le avventure di Sarah Jane l'Undicesimo Dottore scherza dicendo di potersi reincarnare 507 volte;[30] l'autore Russell T. Davies ha poi confermato che si trattava solo di una battuta.[31]

Viene messo in evidenza in L'ultimo Signore del Tempo come i Signori del Tempo non siano necessariamente vincolati al processo rigenerativo: il Maestro si rifiuta di rigenerarsi scegliendo la morte.

Come lo stesso Dottore ha rivelato a Wilfred Mott in una conversazione, se lui venisse ucciso durante un processo rigenerativo, esso si interromperebbe e dunque lui morirebbe, puntualizzando infatti che Signori del Tempo non sono immortali (La fine del tempo).

Il Primo Dottore muore di vecchiaia, rigenerandosi nel Secondo Dottore. Le altre rigenerazioni avvengono sempre in conseguenza a ferite mortali, esposizione a grandi quantità di radiazioni o per volontà dei Signori del Tempo. La rigenerazione dell'Ottavo Dottore nel War Doctor che pone fine all'Ultima grande Guerra del Tempo è caratterizzata dall'essere mediata da un elisir sviluppato dalla "Sorellanza di Karn", in grado di far assumere ai Signori del Tempo, nella loro immediata rigenerazione futura, le caratteristiche che più desiderano, che nel caso del Dottore sono state quelle del guerriero e del soldato.[32]

Il ciclo rigenerativo produce una grande quantità di energia che cosparge il corpo del Dottore. Il Decimo Dottore è in grado di farsi ricrescere una mano perduta durante le prime quindici ore dall'inizio della rigenerazione.[33] Successivamente il Decimo Dottore userà solo parte dell'energia prodotta dal suo corpo in un processo di rigenerazione per curare delle ferite mortali senza cambiare aspetto o personalità, scaricando il resto dell'energia nella mano amputata[34] - in The Time of the Doctor l'Undicesimo Dottore affermerà che tale rigenerazione parziale contava però come una rigenerazione completa. Quando Donna Noble toccherà la mano perduta dal Decimo Dottore, l'energia rigenerativa in essa versata creerà un intero nuovo Dottore per metà umano, che possiede l'aspetto fisico del Decimo Dottore ma alcuni tratti e caratteristiche umane di Donna: invecchia, non può rigenerarsi e possiede un solo cuore.[34] Nella serie classica, a causa dell'energia rigenerativa il Quarto Dottore è in grado di spezzare a metà un mattone a mani nude,[35] mentre nel film per la televisione del 1996 l'Ottavo Dottore riesce a buttar giù una pesante porta d'acciaio.

Sempre a causa dello sprigionarsi di energia rigenerativa, il processo che porta alla nascita dell'Undicesimo Dottore è particolarmente violento e causa gravi danni al TARDIS (che si auto-ripara tornando funzionante in poche ore).[36]

Sorte simile per la rigenerazione dell'Undicesimo nel Dodicesimo Dottore, che permette al Signore del Tempo di lanciare raggi energetici di grande potenza, tanto da fargli distruggere l'enorme astronave Dalek che volava sopra di lui. Tale rigenerazione passerà inoltre per una fase di transizione in cui l'Undicesimo, ormai invecchiato, ringiovanisce.[21]

L'energia rigeneratrice può essere richiamata anche al di fuori del ciclo rigenerativo. L'Undicesimo Dottore passa parte della sua energia rigeneratrice a River Song per guarirne le ferite (Gli angeli prendono Manhattan); gesto preceduto da uno simile compiuto dalla stessa River Song, anch'ella inizialmente capace di rigenerazione, che passa l'energia rigeneratrice relativa a tutte le sue possibili rigenerazioni future all'Undicesimo Dottore per salvargli la vita (Uccidiamo Hitler).

Con la rigenerazione il Dottore affronta un periodo di instabilità fisica e spesso parziale amnesia. Il Sesto Dottore diventa temporaneamente paranoico e rischia di uccidere la sua compagna per la collera;[37] l'Ottavo Dottore riporta una momentanea amnesia; il Decimo Dottore si rigenera riuscendo a stare in piedi,[38] ma poco dopo cade a terra incosciente.[33] Il Dodicesimo Dottore dimentica come guidare il suo TARDIS.[21]

La morte[modifica | modifica wikitesto]

Da quello che si è potuto constatare nell'episodio Il nome del Dottore, quando un Signore del Tempo muore definitivamente senza la possibilità di rigenerarsi, cio che ne rimane è una massa di energia luminosa, simile a dei filamenti; essa rappresenta la sua "linea temporale" che si forma dopo la morte e raggruppa in se tutti i viaggi temporali che il Signore del Tempo ha fatto, in quanto il viaggio nel tempo è una ferita nel tessuto della realtà, ferita che nel caso del Dottore può prendere forma solo dopo la sua definitiva dipartita.

I viaggi[modifica | modifica wikitesto]

Il Dottore viaggia sul TARDIS, astronave e al contempo macchina del tempo, che lo porta «non dove vuole andare, ma dove è necessario che lui vada.»[39] È tradizionalmente accompagnato da uno o più compagni di viaggio che lo affiancano nelle sue avventure.

In quanto viaggiatore del tempo, il Dottore è stato testimone ed è rimasto direttamente coinvolto in numerosi eventi storici sia del pianeta Terra sia dell'Universo in generale; ha infatti incontrato Leonardo da Vinci,[25] William Shakespeare,[40] H. G. Wells,[41] Albert Einstein,[42] Mao Tse-tung,[43] Riccardo Cuor di Leone,[44] Wyatt Earp,[45] Marco Polo,[46] Charles Dickens,[47] Benjamin Franklin,[17] Agatha Christie,[48] la regina Victoria,[49] Elisabetta I,[40] Madame de Pompadour,[16] Winston Churchill,[50] Adolf Hitler[51] e Vincent van Gogh.[52] Una fotografia mostra che il Nono Dottore fu testimone dell'assassinio di John F. Kennedy.[26] Il Quarto Dottore spiega che la sciarpa gli fu donata da Madame Nostradamus[53], mentre il Decimo Dottore sostiene che Janis Joplin gli abbia dato il suo cappotto lungo.[54] L'Undicesimo Dottore menziona il fatto di aver fatto parte della «squadra di bowling» di Virginia Woolf.[24]

Il Dottore ha più volte infranto la legge dei Signori del Tempo riguardo al loro coinvolgimento negli eventi storici; spesso ha infatti deciso di combattere in prima persona contro il male nell'Universo, quando invece le regole lo vietano espressamente. Ciò lo ha portato ad essere considerato un rinnegato e un ricercato dalla sua stessa razza; per lo stesso motivo viene anche processato dall'Alto Concilio[55], per poi essere prosciolto grazie alle sue buone azioni.

Il Dottore si autoimpone alcune regole sul viaggo nel tempo, come per esempio non interferire mai sulla sua linea temporale, per paura che possa generarsi un paradosso. Un posto in cui lui non vuole viaggiare è Trenzalore, il luogo in cui a quanto pare è destinato a morire ed essere seppellito; afferma che un viaggiatore del tempo non dovrebbe mai viaggiare nel luogo in cui si trova la propria tomba.

Nella nuova serie è stato affrontato il tema del coinvolgimento temporale, lasciando il dubbio se sia possibile o no cambiare gli eventi passati: in un episodio l'Undicesimo Dottore ed Amy Pond incontrano ad esempio il pittore Vincent van Gogh circa un anno prima del suo suicidio; i due viaggiatori del tempo lo portano nel XXI secolo e gli mostrano un galleria d'arte dedicata alle sue opere, dandogli fiducia in sé stesso e speranza per il suo futuro. Tornando nel presente, però, scoprono che l'artista si è tolto la vita comunque e che le sue opere non sono mutate.[52]

Come ha spiegato più volte alle sue compagne di viaggio, il tempo è fluido e mutevole, quindi può fuoriuscire dal suo percorso autonomamente;[56][57][58] di conseguenza il Dottore a volte con i suoi viaggi fa in modo che le cose debbano andare come previsto nel corso della storia.

Il TARDIS[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi TARDIS.

Il TARDIS ([/ˈtɑːdɪs/]; Time And Relative Dimension(s) In Space) è una macchina del tempo prodotta grazie all'alta tecnologia dei Signori del Tempo del pianeta Gallifrey. Ha la proprietà di trasportare i propri passeggeri in qualunque punto del tempo e dello spazio, purché all'interno dello stesso Universo, ed è notoriamente «più grande all'interno che all'esterno».

Il «circuito camaleonte» del TARDIS del Dottore, che dovrebbe poter mimetizzare l'astronave ad ogni occasione, si ruppe durante una visita presso la Londra degli anni sessanta, lasciandolo con la forma esteriore di una cabina telefonica della polizia britannica.[59]

L'imprecisione dei suoi viaggi è inizialmente attribuita all'età e all'inaffidabile sistema di navigazione del TARDIS; successivamente venne specificato che il Dottore lo ha in realtà rubato dal suo pianeta nativo, dove la macchina del tempo era abbandonata in un museo poiché vecchia e dismessa,[60] e che probabilmente per questo motivo non è in grado di farla funzionare correttamente. Il Decimo Dottore afferma che per guidare un TARDIS esisteva una specie di patente, che lui non ha mai avuto, e successivamente che il suo TARDIS è in realtà progettato per essere pilotato da sei persone. Nell'episodio La moglie del Dottore, il TARDIS prende forma umana e spiega al personaggio di averlo sempre portato «non dove volesse andare, ma piuttosto dove era necessario che lui andasse».

Nonostante il "TARDIS" sia un tipo di mezzo di trasporto, viene spesso chiamato «il TARDIS» («the TARDIS») o anche solo «l'astronave» («the ship»), «la cabina blu» («the blue box lett. la scatola blu»), «la capsula» («the capsule») o «police box». Essendo una nave, nella versione originale spesso ci si riferisce ad esso coi pronomi personali femminili (she, her) anziché col neutro solitamente riservato agli oggetti (it). Nella versione italiana viene tradotto al maschile (il TARDIS).

Il TARDIS è entrato a far parte della cultura popolare inglese tanto che la forma della police box viene associata più alla serie Doctor Who che all'oggetto reale da cui ha preso ispirazione.[61] Il nome "TARDIS" è inoltre un marchio registrato presso la British Broadcasting Corporation.[62]

I Compagni del Dottore[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Doctor Who#Compagni di viaggio del Dottore.

Tradizionalmente, il Dottore viaggia e condivide le sue avventure con uno o più compagni di viaggio.

La giornalista Sarah Jane Smith (interpretata da Elisabeth Sladen) è una dei più prominenti compagni del Dottore della serie classica, tanto da diventare in seguito protagonista dello spin-off Le avventure di Sarah Jane.

L'unica compagna dell'Ottavo Dottore apparsa sugli schermi è la dottoressa Grace Hollyday (Daphne Ashbrook), a cui però vanno aggiunti sia il giovane Chang Lee (interpretato Yee Jee Tso, che sale sul TARDIS con lei e il Dottore alla fine del film) che i compagni apparsi solo nelle storie audio dell'Ottavo Dottore, pubblicate dalla Big Finish, e menzionati da questo nel corto The Night of the Doctor del 2013.[63]

Nell'episodio pilota della nuova serie, il Nono Dottore prende con sé una commessa londinese di nome Rose; Martha Jones è invece la prima compagna di colore (escludendo comprimari minori come Mickey Smith). Nella quarta stagione, il Decimo Dottore è accompagnato da Donna Noble, apparsa precedentemente in uno speciale di Natale. Il capitano Jack Harkness (John Barrowman) appare in alcuni episodi della prima e terza stagione, per poi diventare personaggio protagonista dello spin-off a lui dedicato, Torchwood.

A partire dalla quinta stagione fino a metà della settima, l'Undicesimo Dottore viaggia insieme a Amy Pond, il suo fidanzato Rory Williams e saltuariamente anche con l'enigmatica River Song. A seguito dell'uscita di scena di Amy e Rory il Dottore viaggia insieme a Clara Oswald, la Ragazza Impossibile.

Lista dei Compagni del Dottore
Susan Foreman
Barbara Wright
Ian Chesterton
Vicki Pallister
Steven Taylor
Dodo Chaplet
Polly Wright
Ben Jackson
Victoria Waterfield
Zoe Heriot
Jamie McCrimmon
Liz Shaw
Alistair Gordon Lethbridge-Stewart
John Benton
Mike Yates
Jo Grant
Sarah Jane Smith
Harry Sullivan
Leela
K-9
Romana
Adric
Nyssa
Tegan Jovanka
Ace
Grace Holloway
Chang Lee
Rose Tyler
Martha Jones
Donna Noble
Jack Harkness
Wilfred Mott
Mickey Smith
Amy Pond
Rory Williams
River Song
Clara Oswald

Antagonisti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Doctor Who#Antagonisti.
I Cyberman e i Dalek sono i nemici più presenti nella serie.
Un Dalek.

Nel corso della serie, il Dottore si è scontrato con innumerevoli razze e creature aliene. Nella serie classica, fanno la loro prima comparsa i Dalek, i Cyberman e i Sontaran; il Maestro (un Signore del Tempo una volta suo amico fedele) è una delle sue più grandi nemesi, così come Davros, lo scienziato pazzo creatore dei Dalek. Altro nemico ricorrente è la Signora del Tempo nota come la Rani.

Tra i nemici più frequenti del protagonista figurano pure gli Auton, i Guerrieri di Ghiaccio e la Grande Intelligenza, un'entità di pura energia psichica.

Nella 23° stagione della prima serie il Dottore combatte principalmente contro un particolare nemico, il Valeyard, un Signore del Tempo che funge da magistrato per la Corte dei Signori del Tempo; il Valeyard è il lato oscuro del Dottore, generato dal lato oscuro delle sue rigenerazioni, tra la dodicesima e l'ultima.

Nella serie del 2005 (oltre alla reintroduzione di nemici classici come i Dalek e i Sontaran) appaiono per la prima volta gli Angeli Piangenti e l'ordine religioso chiamato Il Silenzio.

Esistono poi altri nemici "minori" la cui apparizione si limita ad un solo episodio, sebbene a volte vengano ricordati dal Dottore in alcune situazioni.

Il nome[modifica | modifica wikitesto]

Nel primo episodio Barbara Wright deduce erroneamente che il cognome del Dottore sia "Foreman", in quanto il cognome della nipote Susan; nell'episodio successivo Ian Chesterton lo chiama "Dottor Foreman" e il Dottore risponde, confuso: «Eh? Dottor chi? Di cosa sta parlando?» (nell'originale: «Eh? Doctor who? What's he talking about?»), spiegando che il suo nome è proprio «il Dottore».

Nella nuova serie è stato più volte suggerito che il nome sia tenuto segreto perché di estrema importanza. Quando Madame de Pompadour legge nella mente del Dottore, la donna commenta «Doctor who? È più di un segreto, vero?».[16] In seguito è stato ricordato che "Dottore" è un nome falso e che quello vero è tenuto nascosto;[64] in un dialogo tra il Maestro e il Decimo Dottore viene inoltre rivelato che i due personaggi hanno precedentemente scelto i rispettivi soprannomi.[15]

Nell'episodio Il codice shakespearano il Dottore affronta un alieno, un "carrionite", che ha il potere di leggere il nome di una persona scrutando il suo animo, ma nel caso del Dottore non riesce a scoprire il suo, affermando che è come se non ne avesse uno.

L'Undicesimo Dottore riassume la questione dicendo: «Sono il Dottore. Beh, tutti mi chiamano "il Dottore", non so perché; anch'io mi chiamo "il Dottore", e non so perché.»[27]

In Frammenti di memoria il personaggio di River Song, che ha conosciuto il Dottore nel suo passato, gli dice di sapere il suo vero nome; il Dottore è incapace di capire per quale motivo possa averglielo rivelato, e ne rimane particolarmente colpito.

Il Dottore tiene nascosto un libro nella biblioteca del TARDIS, "La storia della Guerra del Tempo", in cui è scritto il suo nome; la sua compagna di viaggio, Clara Oswald, legge il nome e chiede al Dottore perché si fa chiamare così in quanto lui ha un nome suo; ma il Dottore attraverso una fessura temporale del TARDIS riscrive la storia facendo sì che Clara dimentichi quel nome (Viaggio all'interno del TARDIS).

Nell'episodio Il nome del Dottore si scopre che il Dottore ha usato il suo misterioso nome come parola d'ordine per accedere alla sua tomba (sul pianeta Trenzalore); il nome viene pronunciato sommessamente dalla memoria della defunta River Song (allo spettatore non viene fatto sentire). Sempre nello stesso episodio l'Undicesimo Dottore incontra una sua rigenerazione passata, il "Dottore Guerriero" ("War Doctor") interpretato da John Hurt, ed afferma che il nome che ha scelto (il Dottore) è come una promessa, promessa che è stata infranta da quella stessa rigenerazione (ponendo fine a Gallifrey e dunque alla specie dei Signori del Tempo), che quindi non merita il titolo di Dottore, venendo rinnegata e non entrando nel novero dei Dottori.

"Doctor who?"[modifica | modifica wikitesto]

In una gag ricorrente, il termine "Doctor Who" (ovvero "Dottore chi") è utilizzato da tutti coloro che incontrando il personaggio per la prima volta chiedono, inevitabilmente, quale sia il suo vero nome. Nel serial The Gunfighters il personaggio assume ad esempio l'alias di "Dottor Caligari" e alla domanda «Dottor chi?» lui risponde: «Sì, esattamente.»

Sebbene utilizzato nei titoli di coda, il personaggio non viene mai chiamato col nome "Who", escludendo rare eccezioni in cui il pronome è comunque usato umoristicamente. Nel serial The War Machines ad esempio viene «richiesta la presenza di Doctor Who»; la macchina del Terzo Dottore, "Bessie", ha sulla targa la scritta "WHO 1"; in The Dæmons il Dottore adotta l'alias "Great Wizard Qui Quae Quod" (corrispondente latino del pronome chi); nell'episodio pilota della nuova serie Rose Tyler scopre un sito internet dedicato alla ricerca del Dottore che riporta sulla home page la scritta «Doctor Who?».

Il nome "Doctor Who" appare inoltre nel titolo del serial Doctor Who and the Silurians e in quello dell'episodio The Death of Doctor Who.

Nella nuova serie, alla domanda "Doctor Who?" viene assegnato un ruolo piuttosto importante nella trama. Essa sarebbe soggetta a una profezia che afferma:

« Sui campi di Trenzalore, alla caduta dell'undicesimo, dove nessuna creatura vivente è in grado di mentire o di non rispondere se interpellata, verrà posta la più antica domanda dell'universo a cui non si dovrà mai dare risposta. »

Che la domanda in questione sia proprio "Doctor Who?" lo si rivela nell'episodio finale della sesta stagione, "Il matrimonio di River Song".

La profezia si riferisce agli eventi di The Time of the Doctor.

La domanda è posta all'origine delle azioni del Silenzio, uno dei più grandi antagonisti del Dottore - si veda Personaggi di Doctor Who#L'Ordine del Silenzio e Personaggi di Doctor Who#La Chiesa -[21] e viene direttamente correlata con la morte di quest'ultimo.[65]

Il titolo di "Dottore"[modifica | modifica wikitesto]

Il Dottore ha spesso specificato di non essere un medico e si è invece fatto chiamare più volte scienziato o ingegnere. Ha comunque dimostrato di avere una certa conoscenza medica e ha dichiarato di aver studiato medicina insieme a personaggi storici come Joseph Lister e Joseph Bell. Il Secondo Dottore dice di aver preso una laurea in medicina a Glasgow durante il XIX secolo;[66] il Quarto Dottore viene onorato con una laurea presso il St. Cedd's College di Cambridge nel 1960.[67].

Un ufficiale chiede al Terzo Dottore se fosse effettivamente un dottore e questi gli risponde positivamente, specificando di essere un «dottore in tutto» («doctor of everything»).[68] Lo stesso viene dichiarato dal Quarto,[69] Quinto[70] e Decimo Dottore.[71] Nel serial Robot il personaggio, parlando con un medico, commenta: «Tu sarai anche un dottore, ma io sono il Dottore. Un articolo determinativo, possiamo dire.»

Lo speciale del cinquantenario della serie spiega che il nome "Dottore" è stato scelto dallo stesso perché incarna una promessa: "mai crudele o codardo, non mollare mai, non arrendersi mai"[72] già accennata dal Maestro parlando col Decimo Dottore nell'episodio Il suono dei tamburi (terza stagione della nuova serie). La rigenerazione nata durante l'Ultima Grande Guerra del Tempo non si considera un Dottore ma un Guerriero,[72] infatti anche l'Undicesimo Dottore riferendosi a quella rigenerazione rinnegata (per aver infranto la loro promessa) sostiene che non merita il titolo di Dottore.[65]

Il personaggio di River Song spiega che, dal momento che il Dottore ha viaggiato nel tempo e nello spazio aiutando e salvando popoli e razze dalla distruzione, le varie culture dell'Universo hanno adottato nei secoli il nome "Dottore" per indicare un «guaritore e un uomo saggio»;[73] presso le Foreste Gamma, "Dottore" significherebbe diversamente «grande guerriero», proprio per il fatto che il Dottore vi è andato in guerra.[73]

Alias ed epiteti[modifica | modifica wikitesto]

Per praticità, il Dottore spesso utilizza diversi alias e soprannomi.

Il Primo Dottore usa ad esempio lo pseudonimo di Dr. Caligari,[45] mentre il secondo si fa chiamare "Doctor von Wer" (un'approssimazione del tedesco "Doctor who") e si firma "Dr. W".[74] Nel serial The Wheel in Space il compagno Jamie McCrimmon suggerisce al Dottore di farsi chiamare John Smith; questo soprannome venne usato da tutte le reincarnazioni successive ed è tuttora l'alias più utilizzato dal personaggio. Il Quarto Dottore viene chiamato "Thete" da un suo ex compagno di università;[75] più tardi, viene rivelato che è solo un soprannome che sta per "Theta Sigma".[76]

In una profezia della Faccia di Boe, il Dottore viene chiamato «il Dio solitario» (The Lonely God).[77] Incontrando la regina Vittoria, si presenta con l'alias di Dr. James McCrimmon; successivamente, la regina gli dà invece il titolo di «Sir Lord of TARDIS» (Ser Dottore del Tardis nel doppiaggio italiano).[49]

Presso i Dalek, i suoi più grandi nemici, il Dottore è conosciuto come «Ka Faraq Gatri», ovvero «Colui che porta l'oscurità» o «Il distruttore dei mondi»; quest'ultimo epiteto è utilizzato anche da Davros con il Decimo Dottore.[34] I Dalek lo chiamano inoltre «La tempesta che avanza» («The Oncoming Storm»)[38] e questo nome è utilizzato dal Dottore stesso, nella sua undicesima reincarnazione.[27] Nella settima stagione della nuova serie il Dottore viene chiamato, sempre dai Dalek, "il predatore dei Dalek".

I Sontaran lo chiamano il "Cambiafaccia", per via della sua capacità di cambiare aspetto ogni qual volta si rigeneri.

Nel filone narrativo della leggenda della Pandorica (quinta stagione della nuova serie) si afferma che il Dottore viene chiamato anche con i nomi di "Goblin" e "l'Illusionista".

La Grande Intelligenza ha affermato che il Dottore è conosciuto anche con i nomi di "Tormenta" o "La Bestia".[65]

Gli autori hanno più volte inserito battute o leggeri riferimenti al nome, senza mai rivelarlo. Negli anni ottanta venne spesso utilizzato il punto interrogativo come simbolo del nome del Dottore, sia nella serie che nel merchandise: in un serial del 1978, ad esempio, al Quarto Dottore viene chiesto di firmare un documento ed egli lo fa scrivendo un punto di domanda.[78]

In un'intervista del 2003, Tom Baker dichiarò che il personaggio è chiamato "Dottore" poiché è un «dottore del tempo e relativa dimensione nello spazio.»[79]

Nei titoli di coda[modifica | modifica wikitesto]

Per quasi vent'anni il personaggio venne indicato nei titoli di coda col nome "Doctor Who" o "Dr. Who", sebbene non sia mai stato chiamato in questo modo all'interno della serie. A partire dal 1982, nei titoli il nome dell'interprete affiancò invece il termine "The Doctor" ("Il Dottore").

Nei titoli di coda della nuova serie del 2005 venne nuovamente utilizzato il nome "Doctor Who" fino a quando, nell'episodio L'invasione di Natale, non apparì nuovamente "The Doctor". Quest'ultimo venne utilizzato in tutti gli episodi a venire.

Quando in un episodio compaiono più incarnazioni del personaggio, nei titoli di coda ogni rigenerazione viene identificata con la sua numerazione. Nello speciale del 2013 Il giorno del Dottore, nei titoli di coda il Decimo e l'Undicesimo Dottore vengono indicati con le loro numerazioni, mentre il War Doctor (sempre nello stesso episodio) viene chiamato semplicemente "The Doctor".

L'età[modifica | modifica wikitesto]

Durante le prime produzione della serie venne stabilito che l'età del Dottore fosse di 650 anni; tuttavia, l'età non venne mai dichiarata ufficialmente nei dialoghi.[8] In un serial del 1967 infine il personaggio disse di avere circa 400-450 anni.[80]

In The Brain of Morbius il Quarto Dottore ha circa 749, mentre in The Ribos Operation, Romana sostiene che l'età del Dottore sia di 759 anni e che l'uomo abbia «preso in prestito» il TARDIS all'età di 236 anni (ovvero 523 anni prima).

In Revelation of the Daleks il Sesto Dottore dice di essere un Signore del Tempo vecchio di 900 anni e in Time and the Rani l'età del Settimo è di 953.

Nel lancio pubblicitario per la nuova serie del 2005 venne dichiarato che l'età del personaggio fosse di circa 900 anni.[81] Il Nono Dottore, quando gli viene chiesto se abbia effettivamente quell'età, risponde positivamente.[82]

Nell'episodio Il viaggio dei dannati il Decimo Dottore dichiara di avere precisamente 903 anni; in Il giorno del Dottore afferma di averne 904, in La fine del tempo dice di averne 906, mentre in Carne e pietra l'età dell'Undicesimo Dottore sale coerentemente a 907. Ne L'astronauta impossibile sono presenti due versioni del Dottore, il più giovane dei quali dichiara di avere 909 anni, mentre il più anziano ne dichiara 1103. Successivamente riferirà diverse volte un generico "mille anni".

Nell'episodio Una città di nome Mercy il Dottore afferma di "viaggiare da 1.200 anni".

In The Time of the Doctor lo si rivede ancora in due versioni invecchiate; nella prima afferma che sono passati 300 anni; nella seconda appare come notevolmente più vecchio, ma non fa menzione della sua età.

L'autore Steven Moffat ha dichiarato che per il Dottore è impossibile sapere con certezza quanti anni abbia, a causa della natura dei suoi viaggi spazio-temporali.[83]

I dodici Dottori[modifica | modifica wikitesto]

Il recasting dell'attore che interpreta il personaggio è giustificato dall'abilità dei Signori del Tempo di rigenerarsi nel momento prossimo alla morte. Il processo porta alla guarigione di tutte le ferite riportate dall'individuo, ma ha l'effetto collaterale di modificare il suo aspetto e la sua personalità e di indurre altri effetti (si veda la sezione Rigenerazione).

Di seguito viene riportata la cronologia dei Dottori confermata nello speciale natalizio The Time of the Doctor (2013), mettendo in evidenza la numerazione dei Dottori e quella delle rigenerazioni già compiute dal personaggio.

Numerazione Dottore

(n° rigenerazione)

Foto dell'interprete Interprete dal al Stagioni
Primo Dottore William Hartnell[84] 23 novembre 1963 29 ottobre 1966 1-4
Secondo Dottore

(1° rigenerazione)

Patrick Troughton 29 ottobre 1966 21 giugno 1969 4-6
Terzo Dottore

(2° rigenerazione)

Jon Pertwee.jpg Jon Pertwee 3 gennaio 1970 8 giugno 1974 7-11
Quarto Dottore

(3° rigenerazione)

Tom Baker cropped.jpg Tom Baker 8 giugno 1974 21 marzo 1981 12-18
Quinto Dottore

(4° rigenerazione)

10.14.12PeterDavisonByLuigiNovi.jpg Peter Davison 21 marzo 1981 16 marzo 1984 19-21
Sesto Dottore

(5° rigenerazione)

Colin Carrot cropped.JPG Colin Baker 16 marzo 1984 6 dicembre 1986 21-23
Settimo Dottore

(6° rigenerazione)

Sylvester McCoy crop.JPG Sylvester McCoy 7 settembre 1987 6 dicembre 1989 24-26
Ottavo Dottore

(7° rigenerazione)

Paul McGann.JPG Paul McGann 27 maggio 1996
16 novembre 2013
Film TV
Mini-episodio The Night of the Doctor[85]

(prologo dello speciale del cinquantenario).

War Doctor

(8° rigenerazione)

John Hurt Cannes 2013.JPG John Hurt 2013 3 episodi:

Il nome del Dottore
The Night of the Doctor
Il giorno del Dottore

Nono Dottore

(9° rigenerazione)

Christopher Eccleston London.jpg Christopher Eccleston 26 marzo 2005 18 giugno 2005 1
Decimo Dottore

(10° rigenerazione)

(11° rigenerazione)

2009 07 31 David Tennant smile 09.jpg David Tennant 18 giugno 2005 1º gennaio 2010 2-4
Undicesimo Dottore

(12° rigenerazione)

Matt Smith by Gage Skidmore.jpg Matt Smith 1º gennaio 2010 25 dicembre 2013 5-7
Dodicesimo Dottore

(13° rigenerazione)

Peter Capaldi 2009 (cropped).jpg Peter Capaldi 25 dicembre 2013 ... 8

Il Decimo Dottore ha usato una rigenerazione che però non si è conclusa con un cambio della sua apparenza e personalità, in quanto ha scaricato l'energia di tale rigenerazione in una mano che gli avevano precedentemente amputato. Durante lo speciale natalizio del 2013 l'Undicesimo Dottore afferma che questa viene comunque contata come se fosse una rigenerazione completa.

L'attore John Hurt negli episodi Il nome del Dottore e Il giorno del Dottore (e nel miniepisodio The Night of the Doctor in cui viene citato nei titoli di coda come War Doctor) interpreta un'incarnazione del personaggio (9º Corpo / 8° Rigenerazione), che ha rinunciato al nome di "Dottore" per essere un guerriero, e perciò non entra nel conteggio dei Dottori (egli non è il Nono Dottore).

L'attore Peter Capaldi interpreta la dodicesima incarnazione del personaggio a portare il nome di Dottore, ma si tratterebbe della sua 13° rigenerazione, ossia una in più di quelle normalmente possibili. Ciò è stato reso possibile dai Signori del Tempo che hanno concesso al Dottore un nuovo ciclo di rigenerazioni, sempre durante lo special natalizio The Time of the Doctor.

Personalità[modifica | modifica wikitesto]

La personalità del personaggio ha mostrato di avere diverse sfaccettature: il Dottore è stato infatti descritto come un uomo imprevedibile, clownesco e infantile, ma al contempo saggio, serioso e oscuro.[6]

Viene descritto come «un eroe all'antica», «un ribelle» che «ride di fronte al pericolo», «la pecora nera della famiglia», un uomo «eccentrico», «un perenne ottimista che vede sempre il lato positivo della situazione».[86]

Sebbene ciascun interprete abbia rappresentato il personaggio a suo modo, tutte le versioni del Dottore condividono la sua natura compassionevole e pacifista: egli infatti dedica la sua vita alla preservazione della vita, sia umana che aliena, battendosi contro il male e la guerra (in ciò sta il senso della citazione all'inizio della sezione Biografia del personaggio). Ciononostante, ha anche ucciso per legittima difesa,[80][87][88][89][90][91][92][78][93][94][95][96][97][33][98][49][99][17][100][101] spingendosi fino al genocidio nei confronti dei Dalek, i suoi più grandi nemici (nel serial Remembrance of the Daleks, ad esempio, ordina la distruzione del loro pianeta natale).

Solitamente il Dottore non fa uso di armi (ad eccezione dell'innocuo cacciavite sonico) ed è critico contro chi usa la forza; ha invece fatto più volte uso di trucchi per ingannare i suoi avversari, confondendoli con le parole o con un comportamento bizzarro.

Accento[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio ha parlato con diversi accenti, a seconda dell'interprete. I primi sei Dottori si adattarono all'inglese britannico standard usato generalmente in televisione (tanto da essere chiamato "BBC English"). Sylvester McCoy usò un leggero accento scozzese, mentre Paul McGann un debole dialetto Scouse. Il Nono Dottore parla con accento del Nord dell'Inghilterra; quando Rose gli chiede se provenga dal Nord, lui le risponde dicendogli che «molti pianeti hanno un Nord.»

Nonostante David Tennant parli normalmente con accento scozzese, gli venne chiesto di utilizzare un accento sudorientale (Estuary English) così come aveva fatto nella miniserie televisiva Casanova.[102]

Peter Capaldi, l'attuale Dottore, utilizza invece il suo naturale accento scozzese.[103]

Abbigliamento[modifica | modifica wikitesto]

Conseguentemente al cambio di personalità, ogni reincarnazione del Dottore ha adottato un abbigliamento che la contraddistinguesse.

Il Primo Dottore vestiva un completo tipico dell'era edoardiana, mentre l'aspetto scapigliato del Secondo è stato paragonato a quello clownesco di Charlie Chaplin; il Terzo Dottore preferì il velluto e l'uso di ornamenti, mentre il Quarto vestiva con un cappotto, scarpe troppo grosse, una lunga sciarpa a strisce e talvolta indossava un cappello ad ampie falde.

Il Quinto Dottore portava un completo da crickettista e un taglio di capelli aristocratico, mentre il Sesto una giacca multicolore con una spilla a forma di gatto. Il Settimo Dottore vestiva un cappotto con due sciarpe e una cravatta; in seguito il personaggio divenne più oscuro e misterioso, e il suo abbigliamento tenne più a colori scuri.

Alla sua rigenerazione, l'Ottavo Dottore si vestì con un cappotto e una camicia simili a quelli dell'abbigliamento del pistolero Wild Bill Hickok. Il War Doctor veste con un cappotto scuro di pelle e una sciarpa marrone. Il Nono Dottore, al contrario di tutti i suoi predecessori, veste un completo anonimo, composto da una giacca di pelle nera, una maglia a V e delle scarpe di colore scuro.

Il Decimo Dottore sfoggia un cappotto lungo di colore beige, un completo blu o marrone, una cravatta e scarpe da ginnastica Converse; l'aspetto dell'Undicesimo Dottore è stato descritto come quello di un professore universitario: indossa una giacca tweed, una camicia con delle bretelle, un papillon e stivali neri.[104]

Il Dodicesimo Dottore porta una camicia bianca abbottonata completamente senza cravatte, nastri, sciarpe o papillon. Oltre alla camicia fa uso di un completo blu-navy con decorazioni in rosso e di scarpe Dr.Martin's.

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Carole Ann Ford interpretò Susan Foreman, la nipote del Dottore

Nella prime due stagioni della serie televisiva, il Dottore viaggia accompagnato da sua nipote, una ragazza di nome Susan Foreman.

Durante la seconda reincarnazione, il Dottore sostiene di avere vividi ricordi della sua famiglia.[80] Quando gli viene chiesto se abbia una famiglia, il Settimo Dottore risponde di non saperlo, facendo intendere di non conoscere la sorte dei suoi parenti rispetto a un destino non specificato.[105]

Il Decimo Dottore dice a Rose Tyler di «essere stato un padre, una volta», per poi cambiare velocemente discorso;[106] ammette la stessa cosa con Donna quando lei sostiene che l'uomo abbia avuto problemi con la figura paterna.[107] In un'altra occasione un personaggio gli racconta di essere stato un padre e un nonno un tempo, ma di non esserlo più; il Dottore risponde dicendogli di capire la sua situazione.[108]

Nel film per la televisione del 1996 il Dottore accenna per la prima volta a un ricordo di suo padre, mentre parlando con Martha Jones ammette di avere avuto un fratello.[17]

Nell'episodio La figlia del Dottore al Dottore viene prelevato del DNA con il quale viene creata una ragazza soldato a cui viene dato il nome Jenny. La ragazza (interpretata da Georgia Moffett) si riferisce all'uomo chiamandolo padre, e lui stesso dopo un po' la accetta come figlia.

Da una mano amputatagli durante una rigenerazione nasce inoltre un Dottore per metà umano, identico fisicamente al Decimo Dottore, che possiede gli stessi ricordi dell'originale.[34]

In un'occasione il Decimo Dottore sostiene di non essere mai stato bravo nei matrimoni, specialmente nei suoi.[109] Si è inoltre accennato al fatto che il Dottore possa aver sposato la regina Elisabetta I, mentre in uno speciale di Natale si fidanza per errore con Marilyn Monroe.[110]

Quando il Dottore incontra River Song per la seconda volta, Amy chiede loro se siano sposati:[24] il Dottore spiega che saranno sposati nel futuro, River Song non lo contraddice ma non specifica altro. Più avanti, il Dottore e River Song hanno uno scambio di battute enigmatico, che lascia il Dottore confuso sulla loro relazione e incapace di capire se involontariamente abbia appena chiesto alla donna di sposarlo.[111]. Infine il matrimonio fra i due si celebra nell'episodio Il matrimonio di River Song. Essendo River la figlia di Amy e Rory, questo fa dei due i suoceri del Dottore.

Relazioni sentimentali[modifica | modifica wikitesto]

Sin dal primo episodio viene fatto presente come il Dottore sia il nonno di Susan Foreman; nessuno dei due personaggi, tuttavia, parla mai dei genitori della ragazza. In un episodio del 2006, nella nuova serie, il Dottore dichiara di «essere stato un padre, una volta», suggerendo che a un certo punto della sua vita abbia avuto una famiglia.[106]

Serie classica[modifica | modifica wikitesto]

In un episodio il Primo Dottore flirta e si fidanza per errore con un personaggio di nome Cameca,[112] ma la vicenda si riduce ad essere solo un espediente narrativo.

In seguito, più il Dottore acquistò popolarità tra i bambini, più il personaggio venne dipinto come asessuale e in generale disinteressato alle relazioni sentimentali. Venne quindi stabilita una regola secondo cui il personaggio non aveva il permesso di interagire fisicamente con le figure femminili che lo affiancavano nei suoi viaggi in modi che potessero far intuire una relazione amorosa. Eccezionalmente, il personaggio di Jo Grant bacia sulla guancia il Terzo Dottore prima di lasciarlo e partire per conto suo.[113]

Il tabù fu poi spezzato dall'Ottavo Dottore, baciando la dott. Grace Holloway nel film per la televisione del 1996.

Nuova serie[modifica | modifica wikitesto]

Nella nuova serie del 2005 è stato più volte suggerito che il Dottore possa provare sentimenti di tipo romantico, sebbene faccia fatica ad esternarli. In due occasioni esprime costernazione ricordando che le sue compagne, essendo umane, saranno destinate ad invecchiare e a morire;[114] a Martha Jones confida inoltre che «preferisce restare solo.»[17]

Sin dalla prima stagione, viene fatto riferimento a una possibile relazione tra il Nono Dottore e Rose Tyler: molti personaggi li scambiano per una coppia e lo stesso Mickey Smith, fidanzato di Rose, prova gelosia nei confronti del Dottore. Quest'ultimo riesce ad ammettere di amarla solo quando Rose è costretta a lasciarlo poiché bloccata in un'altra dimensione, ma non fa in tempo a dirglielo espressamente.[20] Commentando l'episodio, il produttore esecutivo Julie Gardner ha dichiarato che «di sicuro lo stava per dire... avrebbe detto a Rose che la amava.»[115] Successivamente i due personaggi riescono a ritrovarsi, ma le circostanze li dividono nuovamente: Rose torna infatti nell'universo parallelo, seguita questa volta da una copia umana del Decimo Dottore che le sussurra i sentimenti dell'originale all'orecchio. Anche in questo caso, gli autori hanno confermato che le parole in questione avrebbero dovuto essere «ti amo».[116]

Dopo aver perso Rose, il Decimo Dottore invita Martha Jones ad accompagnarlo nei suoi viaggi; la donna prova dei sentimenti nei suoi confronti, in un'occasione il Dottore la bacia[17], ma quando capisce che l'alieno non ricambia i suoi sentimenti decide di lasciarlo per potersi costruire una vita propria.[117]

La versione umana del Dottore, John Smith, si innamora di un'infermiera di nome Joan Redfern; la loro relazione, destinata a sfociare in un felice matrimonio, viene interrotta quando il Dottore è costretto a riprendere la sua forma originale di Signore del Tempo, nonostante lui dimostrasse di provare ancora qualcosa per lei tanto da invitarla a viaggiare con lui nella speranza di ricostruire il loro sentimento; lei rifiuta l'offerta.[118]

Il Decimo Dottore e Donna Noble decidono di avere una relazione di natura del tutto professionale e riescono a instaurare una forte amicizia;[119] in una gag ricorrente, tuttavia, vengono spesso scambiati per una coppia e fanno fatica a spiegare di non essere sposati, inoltre Donna si diverte spesso a flirtare in maniera innocente con l'amico. Donna bacia il Dottore una sola volta, nell'episodio Un caso per Agatha Christie.

In alcuni episodi viene fatto riferimento a un matrimonio (fallimentare) con la regina Elisabetta:[40][120][121][122] il Decimo Dottore, parlando della sovrana, sostiene che la donna non potrà più portare il soprannome di "Regina Vergine".[120] Nello speciale del Cinquantenario viene infine chiarito il mistero: in tale episodio il Dottore chiede alla regina di sposarlo, pensando erroneamente che ella fosse uno Zygon (uno degli alieni antagonisti del Dottore) con l'intento di smascherarlo; successivamente sposa effettivamente la regina (sempre nello stesso speciale).

Incontrando Madame de Pompadour, instaura con la donna un forte legame: lei lo bacia appassionatamente e in seguito è in grado di leggergli nella mente; il Dottore rimane subito colpito da lei, la donna alla fine si innamora di lui e anche se la cosa non è ben asserita, si presume che in parte anche lui la ricambiasse. Tuttavia, riesce a tornare a farle visita solo quando è già spirata.[16]

Nello speciale natalizio Il viaggio dei dannati il Dottore fa amicizia con una donna di nome Astrid Peth (Kylie Minogue) che gli propone di diventare la sua nuova compagna di viaggio; il Dottore accetta la sua proposta e la donna lo bacia per ringraziarlo. Successivamente (nello stesso episodio) il Dottore bacerà di nuovo la donna per darle un addio finale.

In un altro episodio speciale, Il pianeta dei morti, il Dottore conosce l'affascinante ladra Lady Christina De Souza; i due superano insieme una pericolosa avventura, e alla fine di essa Christina bacia il Dottore e gli propone di diventare la sua nuova compagna di viaggio, ma lui rifiuta ammettendo che preferisce restare da solo; la polizia arresta Christina, ma il Dottore la fa scappare. Prima di dirsi addio Christina confessa che è un peccato che il Dottore non abbia voluto viaggiare con lei, perché a suo avviso sarebbero stati perfetti loro due insieme.

La prima compagna dell'Undicesimo Dottore, Amy Pond tenta di sedurlo e lo bacia poco dopo averlo conosciuto.[123] Il Dottore declina le sue avance e la ragazza torna ad avere occhi solo per il suo promesso sposo, in seguito marito, Rory Williams.

Durante una visita alla Hollywood degli anni cinquanta, il Dottore si fidanza per errore con l'attrice Marilyn Monroe ma tranquillizza i suoi amici dicendo che «il matrimonio non era legalmente valido».[110]

Nell'episodio La moglie del Dottore la coscienza del TARDIS viene trasferita nel corpo di una donna di nome Idris, quest'ultima bacia il Dottore.

Nel doppio episodio Le ombre assassine/Frammenti di memoria entra in scena il personaggio di River Song, che rivela di avere una parte importantissima nel futuro del Dottore. Quest'ultimo, che invece la incontra per la prima volta, inizia a fidarsi delle sue parole solo quando scopre che la donna conosce il suo vero nome. I due personaggi si incontrano diverse volte, sempre in ordine temporale sbagliato, e la donna fa intendere che tra loro, nel passato di lei e nel futuro di lui, è nata una relazione sentimentale. Il Dottore la sposa nell'episodio Il matrimonio di River Song.

La regina egizia Nefertiti (Dinosauri su un'astronave) mostra apertamente di provare una forte attrazione per il Dottore, cerca anche di sedurlo, ma l'uomo la tiene a distanza in quanto non ricambia la sua attrazione.

In un'occasione Clara, un'altra compagna di viaggio del Dottore, lo bacia (Pupazzi di neve); inoltre Clara a volte fraintende alcune frasi e comportamenti del Dottore che la fanno indurre a credere che lui voglia entrare in intimità con lei, ma il Dottore le fa capire subito che i suoi presupposti sono errati. Molte volte le persone confondono il Dottore per il fidanzato di Clara. La ragazza ha affermato che il Dottore è talmente egocentrico che pur amando una donna, non riuscirebbe mai dirglielo.[124]

Nell'episodio L'orrore Cremesi il Dottore bacia Jenny, la moglie di Madame Vastra, come segno di gratitudine per averlo salvato, ma lei sentendosi offesa lo colpisce con uno schiaffo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Doctor Who (serie classica) in Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net.
  2. ^ Doctor Who (film 1996) in Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net.
  3. ^ a b c Dottore in Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net.
  4. ^ Nonostante sia Iansante il suo doppiatore ufficiale, Baldini ha doppiato il Decimo Dottore nel suo esordio, Padroni dell'universo (seconda parte)
  5. ^ Biagini doppia Hurt ne Il nome del Dottore, Giuliano nello speciale Il giorno del Dottore
  6. ^ a b c (EN) Dr Who proFile: Britain's favourite alien, Daily Telegraph, 4 luglio 2008. URL consultato il 4 luglio 2008.
  7. ^ (EN) Best Heroes of All Time, UGO Networks, 21 giugno 2010. URL consultato il 3 aprile 2011.
  8. ^ a b c (EN) David J. Howe, Mark Stammers e Stephen James Walker, The Handbook: The First Doctor – The William Hartnell Years 1963–1966, London, Virgin Publishing, 1994, ISBN 0-426-20430-1.
  9. ^ (EN) Doctor Who: The Classic Series – Episode Guide, BBC. URL consultato il 6 settembre 2011.
  10. ^ (EN) New Doctor actor is youngest ever, BBC News, 4 gennaio 2009. URL consultato il 3 gennaio 2009.
  11. ^ (EN) [1], settima conversazione.
  12. ^ Doctor Who, regia di Geoffrey Sax – film TV (1996)
  13. ^ Doctor Who: stagione 9, The Time Monster.
  14. ^ a b Doctor Who (nuova serie): episodio 8x4, Listen.
  15. ^ a b c Doctor Who (nuova serie): episodio 3x12, Il suono dei tamburi.
  16. ^ a b c d e f Doctor Who (nuova serie): episodio 2x4, Finestre nel tempo (The Girl in the Fireplace).
  17. ^ a b c d e f Doctor Who (nuova serie): episodio 3x1, Alieni sulla Luna (Smith and Jones).
  18. ^ a b The Five Doctors, episodio speciale, ventesima stagione, Doctor Who
  19. ^ Time Crash, episodio speciale, Doctor Who (nuova serie)
  20. ^ a b Doctor Who (nuova serie): episodio 2x13, L'esercito dei fantasmi (seconda parte) (Doomsday).
  21. ^ a b c d e The Time of the Doctor, episodio speciale, Doctor Who (nuova serie)
  22. ^ (EN) The Ultimate TV Guide, Orion media, 1999, p. 102, ISBN 0-7528-1805-8.
  23. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 4x13, La fine del viaggio (The Journey's End).
  24. ^ a b c Doctor Who (nuova serie): episodio 5x4, Il tempo degli Angeli (The Time of Angels).
  25. ^ a b Doctor Who: episodio 17x5, City of Death.
  26. ^ a b Doctor Who (nuova serie): episodio 1x1, Rose (Rose).
  27. ^ a b c Doctor Who: stagione 19, Black Orchid.
  28. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 5x11, Il coinquilino (The Lodger).
  29. ^ "Doctor Who" The Parting of the Ways (TV Episode 2005) - Quotes - IMDb
  30. ^ Le avventure di Sarah Jane: episodio 4x5, Death of the Doctor.
  31. ^ (EN) INTERVIEW Russell T Davies talks about THAT Sarah Jane Adventures line, SFX, 26 ottobre 2010. URL consultato il 5 settembre 2011.
  32. ^ The Night of the Doctor, episodio speciale, Doctor Who (nuova serie)
  33. ^ a b c The Christmas Invasion, episodio speciale, Doctor Who (nuova serie)
  34. ^ a b c d Doctor Who (nuova serie): episodio 4x13, La fine del viaggio (Journey's End).
  35. ^ Doctor Who: episodio 12x1, Robot.
  36. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 5x1, L'undicesima ora (The Eleventh Doctor).
  37. ^ Doctor Who: episodio 21x21, The Twin Dilemma.
  38. ^ a b Doctor Who (nuova serie): episodio 1x13, Padroni dell'universo (seconda parte) (The Parting of the Ways).
  39. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 6x4, La moglie del Dottore (The Doctor's Wife).
  40. ^ a b c Doctor Who (nuova serie): episodio 3x2, Il codice shakespeariano (The Shakespeare Code).
  41. ^ Doctor Who: episodio 22x10, Timelash.
  42. ^ Doctor Who: episodio 24x1, Time and the Rani.
  43. ^ Doctor Who: episodio 8x5, The Mind of Evil.
  44. ^ Doctor Who: episodio 2x22, The Crusade.
  45. ^ a b Doctor Who: episodio 3x34, The Gunfighters.
  46. ^ Doctor Who: episodio 1x14, Marco Polo.
  47. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 1x3, I morti inquieti (The Unquiet Dead).
  48. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 4x7, Un caso per Agatha Christie (The Unicorn and the Wasp).
  49. ^ a b c Doctor Who: episodio 2x2, L'impero del Lupo (Tooth and Claw).
  50. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 5x3, L'arma di Churchill (Victory of the Daleks).
  51. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 6x8, Uccidiamo Hitler (Let's Kill Hitler).
  52. ^ a b Doctor Who (nuova serie): episodio 5x10, Vincent e il Dottore (Vincent and the Doctor).
  53. ^ Doctor Who: episodio 12x5, The Ark in Space.
  54. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 3x3, Gridlock (L'ingorgo).
  55. ^ The War Games
  56. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 3x2, Il codice shakespeariano (The Shakespeare Code).
  57. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 4x7, Un caso per Agatha Christie (The Unicorn and the Wasp).
  58. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 7x8, Guerra fredda (Cold War).
  59. ^ (EN) Paul Parsons, The Unofficial Guide: The Science of Doctor Who, Icon Books, 2006.
  60. ^ (EN) The War Games, Doctor Who Reference Guide. URL consultato il 31 agosto 2008.
  61. ^ (EN) Full record for Tardis-like adj., Science Fiction Citations. URL consultato il 19 aprile 2006.
  62. ^ (EN) Case details for Trade Mark 1068700, UK Intellectual Property Office. URL consultato il 5 febbraio 2014.
  63. ^ Doctor Who – The Night of the Doctor, serialmente.com, 18 novemnbre 2013. URL consultato il 10 dicembre 2013.
  64. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 4x2, Le fiamme di Pompei (The Fires of Pompeii).
  65. ^ a b c Doctor Who (nuova serie): episodio 7x13, Il nome del Dottore.
  66. ^ Doctor Who: episodio 4x23, The Moonbase.
  67. ^ Shada, serial mai trasmesso, Doctor Who.
  68. ^ Doctor Who: episodio 9x15, The Mutants.
  69. ^ Doctor Who: episodio 12x17, Revenge of the Cybermen.
  70. ^ Doctor Who: episodio 19x5, Four to Doomsday.
  71. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 3x11, Utopia (Utopia).
  72. ^ a b Il giorno del Dottore (The Day of The Doctor), episodio speciale, Doctor Who (nuova serie)
  73. ^ a b Doctor Who (nuova serie): episodio 6x7, Un uomo buono va in guerra (A Good Man Goes to War), (River Song: «This was exactly you. All this, all of it. You make them so afraid. When you began, all those years ago, sailing off to see the universe, did you ever think you'd become this? The man who can turn an army around at the mention of his name? Doctor: the word for healer, and wise man, throughout the universe. We get that word from you, you know. But if you carry on the way you are, what might that word come to mean? To the people of the Gamma Forests, the word "doctor" means "mighty warrior". How far you've come. And now they've taken a child. The child of your best friends. And they're going to turn her into a weapon, just to bring you down. And all this, my love... in fear of you.»).
  74. ^ Doctor Who: episodio 4x19, The Underwater Menace.
  75. ^ Doctor Who: episodio 16x21, The Armageddon Factor.
  76. ^ Doctor Who: episodio 25x5, The Happiness Patrol.
  77. ^ Doctor Who: episodio 2x1, La vendetta di Cassandra (New Earth).
  78. ^ a b Doctor Who: episodio 15x21, The Invasion of Time.
  79. ^ (EN) The Age News Website, The Age, 7 ottobre 2003. URL consultato l'8 aprile 2007.
  80. ^ a b c Doctor Who: stagione 5, The Tomb of the Cybermen.
  81. ^ (EN) BBC News, Scary new Dr Who series unveiled, 9 marzo 2005. URL consultato il 16 novembre 2006.
  82. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 1x4, Alieni a Londra (Aliens of London).
  83. ^ (EN) Steven Moffat, The First Eleven, maggio 2010, SFX Magazine, p. 58.
    «The thing I keep banging on about is that he doesn't know what age he is. He's lying. How could he know, unless he's marking it on a wall? He could be 8,000 years old, he could be a million. He has no clue. The calendar will give him no clues.».
  84. ^ Nell'episodio speciale del 1983 Five Doctors creato per il ventennale della serie, il primo Dottore è interpretato da Richard Hurndall, poiché Hartnell morì nel 1975
  85. ^ Il link incluso dà la possibilità di inserire i sottotitoli in italiano al video.
  86. ^ (EN)  Doctor Who Confidential: Bringing Back the Doctor, BBC Three, 26 marzo 2006. URL consultato il 1º gennaio 2012.
  87. ^ Doctor Who: episodio 6x1, The Dominators.
  88. ^ Doctor Who: episodio 6x11, The Invasion.
  89. ^ Doctor Who: episodio 6x19, The Krotons.
  90. ^ Doctor Who: episodio 7x1, Spearhead from Space.
  91. ^ Doctor Who: episodio 9x9, The Sea Devils.
  92. ^ Doctor Who: episodio 10x1, The Three Doctors.
  93. ^ Doctor Who: episodio 13x17, The Brain of Morbius.
  94. ^ Doctor Who: episodio 14x21, The Talons of Weng-Chiang.
  95. ^ Doctor Who: episodio 19x19, Earthshock.
  96. ^ Doctor Who: episodio 22x3, Vengeance on Varos.
  97. ^ Doctor Who: episodio 22x7, The Two Doctors.
  98. ^ Doctor Who: episodio 25x8, Silver Nemesis.
  99. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 1x5, Alieni a Londra (seconda parte) (World War Three).
  100. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 2x6, L'ascesa dei Cyberuomini (seconda parte) (The Age of Steel).
  101. ^ La sposa perfetta (The Runaway Bride), episodio speciale, Doctor Who (nuova serie)
  102. ^ (EN) Nick Dermody, Third series for Dr Who and Rose, BBC Wales news website, 30 marzo 2006. URL consultato il 29 dicembre 2006.
  103. ^ (EN) Doc aye the Who - latest Doctor Who Peter Capaldi allowed to keep his Scottish accent http://www.mirror.co.uk/tv/tv-news/doctor-who-peter-capaldi-keep-2971910#ixzz3BKQxZGD0 Follow us: @DailyMirror on Twitter | DailyMirror on Facebook in mirror.co.uk, Mirror, 30 dicembre 2013. URL consultato il 24 agosto 2014.
  104. ^ (EN) The Eleventh Doctor's costume unveiled!, WhovianNet, 20 luglio 2009.
  105. ^ Doctor Who: episodio 26x8, The Curse of Fenric.
  106. ^ a b Doctor Who (nuova serie): episodio 2x11, La disegnatrice (Fear Her).
  107. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 4x6, La figlia del Dottore (The Doctor's Daughter).
  108. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 1x9, Il bambino vuoto (prima parte) (The Empty Child).
  109. ^ Colpo d'occhio (Blink), episodio 3x10, Doctor Who (nuova serie).
  110. ^ a b Un canto di Natale (A Christmas Carol), episodio speciale, Doctor Who (nuova serie)
  111. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 5x13, Il Big Bang (The Big Bang).
  112. ^ Doctor Who: episodio 1x27, The Aztecs.
  113. ^ Doctor Who: episodio 10x21, The Green Death.
  114. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 2x3, Una vecchia amica (School Reunion).
  115. ^ (EN)  Russell T. Davies, Julie Gardner e Phil Collinson, Doctor Who Confidential: Doctor Who Commentaries – "Doomsday", BBC, 8 luglio 2006 44 min 08 s. URL consultato il 14 giugno 2014.
  116. ^ (EN)  Zoe Rushton, Gillane Seaborne e Julie Gardner, Doctor Who Confidential: Doctor Who Commentaries – "End of an Era", BBC, 5 luglio 2008 24 min 38 s. URL consultato il 14 giugno 2014.
  117. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 3x13, L'ultimo signore del tempo.
  118. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 3x8, Natura umana (prima parte) (Human Nature).
  119. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 4x1, Adipose Industries (Partners In Crime).
  120. ^ a b La fine del tempo (The End of Time), episodio speciale, Doctor Who (nuova serie)
  121. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 5x2, La bestia di sotto (The Beast Below).
  122. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 5x7, La scelta di Amy (Amy's Choice).
  123. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 5x5, Carne e pietra (Flesh and Stone).
  124. ^ Doctor Who (nuova serie): episodio 7x12, Incubo Cyberman (Nightmare in Silver).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paul Cornell, Martin Day e Keith Topping, The Discontinuity Guide, Londra, Doctor Who Books, 1995. ISBN 0-426-20442-5
  • David J. Howe, Mark Stammers e Stephen James Walker, Doctor Who: The Eighties, Londra, Virgin Publishing, 1996. ISBN 1-85227-680-0
  • David J. Howe, Walker Howe e Stephen James, Doctor Who: The Television Companion, Londra, BBC Books, 1998. ISBN 0-563-40588-0
  • David J. Howe, Walker Howe e Stephen James, The Television Companion: The Unofficial and Unauthorised Guide to DOCTOR WHO, Surrey, Telos Publishing Ltd., 2003. ISBN 1-903889-51-0

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]