Bee Movie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bee Movie
Bee Movie DVD.png
Una scena del film
Titolo originale Bee Movie
Lingua originale Inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2007
Durata 90 min.
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere animazione
Regia Steve Hickner e Simon J. Smith
Soggetto Scott Santoro, Alex McDowell
Sceneggiatura Jerry Seinfeld, Spike Feresten, Barry Marder e Andy Robin
Produttore Jerry Seinfeld e Christina Steinberg
Casa di produzione DreamWorks Animation, Columbus 81 Productions, DreamWorks SKG e Pacific Data Images
Storyboard Jenny Lerew, Scott Santoro e Athanassios Vakalis
Art director Alex McDowell e Christophe Lautrette
Character design Damon Bard
Montaggio Nick Fletcher
Effetti speciali Sully Jacome-Wilkes e Igor Lodeiro
Musiche Rupert Gregson-Williams
Scenografia Alex McDowell
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Premi

Nominato al 65º Golden Globe come miglior film d'animazione.

Bee Movie è un film d'animazione realizzato in computer grafica e candidato al Golden Globe come miglior film d'animazione. Nella versione originale è stato doppiato, fra gli altri, da Jerry Seinfeld, Renée Zellweger e Chris Rock. Prodotto dalla DreamWorks Animation, è diretto da Simon J. Smith e Steve Hickner. Il titolo del film è un gioco linguistico sul termine B-movie, ed è uscito nelle sale statunitensi il 2 novembre 2007, mentre in quelle italiane il 21 dicembre dello stesso anno.

È il primo film d'animazione con la sceneggiatura firmata da Seinfeld, che lo ha co-scritto con Spike Feresten, Barry Marder e Andy Robin. Il cast e il reparto tecnico includono molti veterani che provengono dalla sitcom Seinfeld, compresi gli sceneggiatori/produttori Ferester e Robin, e gli attori Michael Richards, Patrick Warburton e Larry Miller.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dopo giusto tre giorni di college, due api di nome Barry Bee Benson e Adam Flayman si sono laureate. Barry resta sorpreso e amareggiato quando vede che ha una sola possibilità di carriera: il miele. Alla ricerca di nuove prospettive, si avventura fuori dall'alveare ed infrange una delle regole cardine del mondo delle api: parla cioè con un'umana, una fiorista di New York City di nome Vanessa Bloom. Barry rimane sconvolto nell'apprendere che gli umani usano e mangiano ormai da secoli il miele delle api, e infine realizza che la sua vera vocazione è quella di intentare una causa contro la razza umana per il furto del loro prezioso miele. Il fidanzato di Vanessa, Ken, scopre che tra quest'ultima e Barry c'è un rapporto, e lo scova pure cenare e brindare con Vanessa, e così tenta di uccidere Barry mentre va in bagno; Vanessa vede delle fiamme e sente delle urla e corre subito a rimproverare Ken, e dopo uno sfogo gli dà l'addio. Barry vince la causa, e tutto il miele del mondo viene confiscato e restituito alle api. Barry e Vanessa, però, presto scoprono che, una volta tornato il miele di tutto il mondo alle api, queste non hanno più un lavoro, vista l'abbondanza del prezioso bene. Barry realizza anche che senza l'impollinazione, i fiori e tutta la vita vegetale è destinata a morire, così come tutta la vita sulla Terra, vista la mancata produzione di ossigeno e data la mancanza del primo anello della "catena alimentare". Per tornare alla normalità, lui e Vanessa rubano i fiori ad una parata di rose in California: portando fiori freschi in città e impollinando nuovamente le piante si riuscirà a salvare il mondo. Durante il volo di rientro, Barry, accidentalmente, mette fuori gioco i piloti, perciò chiede a Vanessa di prendere il controllo dell'aereo. Lei se la cava bene, fino a quando un fulmine colpisce il mezzo: in realtà era il pilota automatico a gestire il volo fino a quel momento, e quindi ora sono davvero nei guai. Sconvolti da quanto visto in televisione, tutte le api, soprattutto Adam, l'amico di Barry, corrono in aiuto di Barry formando due gruppi: uno aiuta l'aeroplano a volare, mentre l'altro forma un gigantesco fiore sulla pista d'atterraggio per indicare all'aereo dove atterrare. Subito dopo, le api tornano al loro lavoro e restituiscono il miele agli umani, capendo che senza il loro miele e il loro verde questi non possono essere felici, e lo stesso vale per le api che senza il loro lavoro non sanno cosa fare. In definitiva, sia api che umani ora stanno molto meglio. Barry diventa un membro delle api deputate a prendere il polline dai fiori e all'impollinazione (i cosiddetti "fuchi-fichi") e aiuta a restaurare la normalità. La scena finale mostra Barry nel suo studio legale all'interno del negozio di fiori di Vanessa, che ha ora moltissimi clienti. Barry ascolta le lamentele di un nuovo cliente (una mucca che afferma che gli umani rubano il suo latte senza darle niente in cambio), ma in seguito ad un'emergenza è costretto a congedarsi, e, insieme ai "fuchi-fichi", ad andare a reimpollinare altri fiori su richiesta di Vanessa.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film, con un budget stimato di 150.000.000 $, ha incassato negli USA 123.000.000 $ circa, e in totale oltre 180.000.000 $, che lo hanno portato al 17º posto per incassi nel 2007 e al 249º in tutti i tempi.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Critiche e responso del pubblico[modifica | modifica sorgente]

Bee Movie ha ricevuto critiche per metà positive e per metà negative. Interessante è la recensione fatta dalla scrittrice di scienza del New York Times Natalie Angier e dal vincitore del Premio Pulitzer Bert Holldobler, che hanno aspramente criticato il film per aver malamente rappresentato la società degli insetti facendo vedere che a lavorare sono i maschi e non le femmine, a differenza del film A Bug's Life.

Bee Movie è stato nominato come miglior film d'animazione al 65º Golden Globe.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]