Le 5 leggende

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le 5 leggende
Le 5 leggende ita.jpg
Uno screenshot estratto dal trailer italiano
Titolo originale Rise of the Guardians
Paese di produzione USA
Anno 2012
Durata 97 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere animazione, avventura, fantasy, commedia
Regia Peter Ramsey
Casa di produzione DreamWorks Animation
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Musiche Alexandre Desplat
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Le 5 leggende (Rise of the Guardians) è un film d'animazione del 2012 diretto da Peter Ramsey basato sulle opere dell'autore americano William Joyce e prodotto dalla DreamWorks Animation.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia comincia con Jack Frost, che risvegliatosi in un lago scopre di essere diventato lo Spirito della Neve. Divertito, il ragazzo comincia a provare i suoi nuovi poteri che lo portano ad un villaggio vicino dove tristemente scopre che nessuno lo può vedere.

Passano 3 secoli e la storia si sposta al Polo Nord, quartier generale di Nord alias Babbo Natale. Tutto sembra svolgersi normalmente finché il globo, che si trova al centro della sala di comando e che mostra ogni bambino che crede nei guardiani, viene avvolto da una nube nera che assume le sembianze di una figura che ride per poi scomparire. Spaventato, Babbo Natale convoca gli altri Guardiani: la Fatina dei denti Dentolina, l'Omino del sonno Sandman, ed il Coniglio Pasquale Calmoniglio. Dopo essersi riuniti, Babbo Natale racconta loro cosa è successo dicendo che l'Uomo nero, Pitch, è tornato. Gli altri inizialmente sono scettici in quanto l'Uomo Nero era stato sconfitto da loro stessi tempo prima in un periodo chiamato i "Secoli Bui", nel quale Pitch diffondeva il terrore dappertutto. I quattro cominciano a discutere fino all'intervento dell'Uomo nella Luna, un'entità astratta che gli comunica che devono proclamare un nuovo Guardiano: Jack Frost.

Il ragazzo intanto, dopo aver combinato qualche scherzo si ritrova solo e cerca di parlare con l'Uomo nella Luna, colui che lo ha creato e che, eccetto dirgli il suo nome, non gli ha più rivolto la parola. Jack è triste e non capisce perché nonostante tutti quei secoli non sia ancora riuscito a farsi vedere da nessun bambino. Capendo di essere seguito si nasconde ma viene rapito dagli yeti, gli aiutanti di Babbo Natale, e dal Coniglio di Pasqua. Babbo Natale comunica a Jack che è stato scelto per diventare un nuovo Guardiano ma a lui l'idea non piace visto che essere un guardiano significa lavoro e mai divertimento. Babbo Natale gli dice che quello è il suo destino e gli chiede quale sia il suo "centro", ovvero quello che lo rende speciale, ma lui risponde di non saperlo.

Pitch intanto attacca il castello della Fata dei dentini rapendo tutte le sue fatine eccetto una, Dente da Latte, salvata in tempo da Jack, e rubando tutti i suoi dentini. Il suo scopo è quello di impedirle di compiere il suo lavoro poiché se i bambini non troveranno un soldino al posto del dente caduto smetteranno di credere in lei e ciò segnerà la sua rovina. Essere un Guardiano ha infatti un prezzo: se i bambini non credono più in un guardiano quest'ultimo perde i suoi poteri, diventando invisibile ai mortali. Jack però non capisce perché abbiano preso anche i denti e la Fata gli racconta che nei dentini sono racchiusi i ricordi dei bambini e che in suo possesso c'erano anche quelli di Jack. Il ragazzo allora capisce di essere stato qualcun altro prima di diventare lo Spirito della Neve e decide di aiutare i guardiani così da ritrovare anche i suoi ricordi. Per salvare l'esistenza a Dentolina i Guardiani prendono momentaneamente il posto delle fatine ma vengono scoperti da un bambino, Jamie. Nel tentativo di farlo riaddormentare Sandman fa addormentare per sbaglio tutti, eccetto Jack. In quel momento arriva Pitch, e nel tentativo di fermarlo Jack e Sandman lo inseguono lasciando indietro gli altri. La sorella di Jamie, Sophie, però ruba a Babbo Natale una sfera magica che la porta nel nascondiglio di Calmoniglio.

La scena si sposta su Jack e Sandman che lottano contro l'Uomo Nero, aiutati in seguito dagli altri Guardiani. Purtroppo l'Omino del Sonno viene colpito alle spalle da Pitch e scompare in una nube nera. Furioso, Jack si scaglia contro Pitch creando una potentissima onda glaciale che distrugge i suoi Incubi e lo scaraventa lontano, riuscendo a salvare se stesso e gli altri.

Il giorno dopo al Polo Nord si celebra il funerale di Sandman. Jack è triste e si sente inutile per non essere riuscito a salvare Sandman e dice che non potrà mai sapere chi è finché non scoprirà chi era in passato. Nord però lo incoraggia per aver scoperto il suo nuovo potere (che in effetti Jack stesso non sapeva di avere) e salvato loro la vita coraggiosamente, dicendogli che Sandman sarebbe fiero di lui.

Manca un giorno a Pasqua, e i Guardiani si recano nella tana di Calmoniglio per aiutarlo. Qui trovano la piccola Sophie, che sembra mettere le Leggende un po' in difficoltà dato che da tempo non sono più abituati ad avere contatti diretti con i bambini. Solo grazie all'aiuto di Jack riescono a salvare la situazione: Jack infatti, con uno speciale fiocco di neve, fa una sorta di incantesimo a Calmoniglio che comincia a giocare con la bambina. Sophie, esausta, crolla dal sonno, e Jack si offre di riportarla a casa. Riportata a casa la bambina, sulla strada del ritorno una voce attira la sua attenzione e lo conduce verso una foresta dove il ragazzo vede un letto rotto sotto il quale c'è un tunnel da cui proviene la voce di una bambina che lo chiama. Entratoci, Jack ritrova le fatine rapite e anche Pitch, che lo stava aspettando con in mano i dentini contenenti i ricordi di Jack. L'Uomo Nero comincia a tormentarlo rivelandogli quali sono le sue paure più grandi mentre, nel frattempo, gli Incubi inviati da Pitch rovinano la Pasqua. Gli Incubi infatti, senza nessuno che gli si opponesse, hanno distrutto le uova e ciò ha fatto sì che i bambini, non trovando le uova pasquali, smettessero di credere in Calmoniglio, facendolo diventare invisibile agli occhi dei mortali. Inoltre, Pitch cerca astutamente di farsi amico Jack, consegnandogli proprio la scatola dei suoi dentini. Al suo ritorno presso Babbo Natale e Dentolina, vedendo la scatola dei dentini nelle mani di Jack, capiscono cosa è successo e sentendosi traditi si amareggiano, rattristandosi per l'accaduto, e di conseguenza Calmoniglio tratta Jack in malo modo, cacciandolo dal gruppo, poiché non essendo stato con loro ha fatto sì che la Pasqua venisse distrutta. Così Jack decide di andarsene, pentendosi di essersi fidato di Pitch.

Jack si rifugia in Antartide, dove incontra di nuovo Pitch che cerca di convincerlo di nuovo a passare dalla sua parte. Trovando Jack ostile, l'Uomo Nero lo ricatta, minacciando di uccidere Dente da Latte, che era rimasta nel suo nascondiglio. In cambio della vita della fatina Pitch vuole il bastone magico di Jack. Jack lo asseconda e gli cede il bastone, ma Pitch non rispetta i patti; distrugge il bastone e scaraventa Jack e la fatina in un fossato insieme ai resti del bastone. Jack si sente avvilito, finché non risente una voce echeggiare nell'aria proveniente dai suoi primi dentini. Grazie a quelli Jack ricorda il suo passato: era un burlone a cui piaceva divertirsi ma aveva un gran cuore e voleva un gran bene alla sua famiglia. Un giorno andò a pattinare con la sua sorellina, ma il ghiaccio sottile stava per rompensi sotto di loro. Jack, con un tentativo disperato, riuscì a salvare la sua sorellina ma il ghiaccio si spezzò definitivamente facendolo annegare. A quel punto l'Uomo nella Luna, vedendo il suo coraggio, decise di farlo rinascere come Spirito della Neve.

Rincuorato, Jack ora sa finalmente chi è, e grazie alla fiducia ritrovata aggiusta il bastone e parte alla ricerca di Pitch. Nel suo covo tenta di liberare le fatine ma queste ultime non riescono a volare perché i bambini infatti non credono più in loro. Tranne Jamie. Ma la fede del bambino è altamente a rischio: sta infatti invocando il Coniglio Pasquale (è rimasto l'unico bambino a credere nella sua esistenza) chiedendo a lui di dargli solo un segno della sua esistenza e, non ricevendo una risposta, comincia a perdere la fede. Jack si reca subito da lui e crea dei disegni della Pasqua sui vetri della finestra mentre, con la magia, crea delle illusioni con la neve affinché Jamie possa continuare a credere. Vedendo la neve il bambino capisce che si tratta di Jack Frost, un nome che la mamma gli aveva detto per invitarlo a stare attento al freddo; ripete due volte il nome e riesce a vedere Jack. Intanto arrivano anche Babbo Natale e Dentolina, ormai privi di forze, insieme a Calmoniglio, diventato un normalissimo coniglio dopo la perdita dei suoi poteri, con i quali Jack si riconcilia. Ma i Guardiani vengono raggiunti da Pitch e, così facendo, comincia lo scontro. Jack sembra avere la peggio e Jamie gli confessa di avere paura. In quel momento Jack ha un flash-back e si ricorda di come salvò la sorella convincendola che era tutto un gioco. Finalmente Jack ha capito quale sia il suo centro: il divertimento. Infatti, lanciata una palla di neve all'Uomo Nero che fa dimenticare per un attimo la paura a Jamie, Jack comincia a ghiacciare tutta la strada così che i bambini possano andarci con la slitta e divertirsi. Svegliati tutti gli amici di Jamie, i bambini cominciano a vedere e a credere in Jack Frost e in tutti gli altri guardiani, ma arriva anche l'Uomo Nero che chiede ai bambini se credono in lui. Jamie dice di credere che lui esista, ma di non avere paura: grazie a questo la sabbia nera diventa dorata e i guardiani riacquistano le loro forze sconfiggendo Pitch anche con l'aiuto di Sandman, che dopo essere stato resuscitato dal coraggio dei bambini riporta i sogni in loro e sconfigge quasi definitivamente Pitch con i suoi poteri. Pitch è ormai vinto ma non è ancora finita: cerca di fuggire verso il suo nascondiglio, venendo inseguito dai Guardiani, ma i cavalli della paura di Pitch li circondano tutti e apparentemente nulla è ancora finito. Stranamente però nessuno dei Guardiani, Jack compreso, ha paura ma i cavalli la fiutano. Questo significa una sola cosa: è Pitch stavolta ad aver paura. Così Pitch viene sconfitto dalla sua stessa paura, e nonostante tenti di scappare gli Incubi-purosangue lo trascinano via nella sua tana, imprigionandolo per sempre. Dopo aver giurato solennemente, Jack diventa un Guardiano.

È tempo di andare, e Jack dice addio a Jamie, promettendogli che continuerà a vegliare su di loro e invitandolo a conservare nel suo cuore il ricordo dei Guardiani. Dopodiché Jack parte insieme ai suoi nuovi amici.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Guardiani
  • Jack Frost: è lo spirito della neve e guardiano del divertimento. Solitario, problematico e per nulla convinto di diventare uno come Nord o Calmoniglio. A dispetto di ciò adora da sempre far divertire i bambini, giocare con loro ed evitare che si facciano male, scivolando sul ghiaccio (pur senza essere visto). Usa come armi la neve, il gelo, il ghiaccio e può comandare il freddo a suo piacimento, inoltre è in grado di rendere felici i bambini e di farli divertire. Possiede un bastone magico che è apparentemente la fonte del suo potere, ma non è così, infatti riesce a riparare il bastone spezzato in due da Pitch Black e ciò significa che il potere in realtà è dentro di lui (il bastone serve solo a incanalare l'energia). Nel corso della storia Jack scoprirà di essere morto, salvando la sorella, e, per il suo coraggio, rinato sotto forma di Spirito della Neve. È antipatico al Coniglietto di Pasqua, a causa di una bufera che scatena nella Pasqua del '68, ma alla fine, dopo aver fatto sì che Jamie, l'ultimo bambino che credeva nel Coniglio, continuasse a credere, dato che perdeva sempre più fiducia, diventa il migliore amico del Coniglio. Sembra essere l'unico insieme a Sandman che riesca a tener testa a Pitch.
  • Nord: è Babbo Natale, leader dei guardiani e guardiano delle meraviglie .Saggio, fiducioso, impulsivo, esigente ma con un cuore d'oro. Ha due tatuaggi sulle braccia, su uno c'è scritto Buono e sull'altro Cattivo e combatte usando due spade, per lui nulla è impossibile. Parla con un forte accento russo ed è un grandissimo giocattolaio. Ha la capacità di aprire dei portali per il teletrasporto, possiede una slitta volante super-tecnologica ed ha ai suoi ordini un esercito di folletti e yeti, e sono questi ultimi, a dispetto di quanto si crede, a fabbricare i giocattoli, in quanto gli elfi sono troppo tonti e devono solo testarli per vedere se funzionano. Come gli altri Guardiani (tranne Calmoniglio), Nord ha fede in Jack, che nutre per lui un grande rispetto poiché lo considera quasi una figura paterna. Come gli altri Guardiani se i bambini smettono di credere in lui perde i poteri indebolendosi. Il suo regno è il Nord dove fabbrica i giocattoli.
  • Dentolina (in originale Tooth): è la fatina dei denti e guardiana dei ricordi. È metà umana e metà colibrì, raccoglie e salvaguarda i dentini dei bambini, aiutata da piccole fatine e topolini che lavorano 24 ore su 24. Elegante, dolce, materna, frizzante, sa parlare in tutte le lingue del mondo, è sempre in movimento, i suoi piedi non toccano mai terra. In più di un'occasione, come le sue fatine, dimostra di avere una cotta per Jack. Il suo è il primo regno ad essere attaccato, poiché dentro i denti che lei raccoglie sono racchiusi tutti i ricordi dei bambini, compresi quelli di Jack. Come gli altri Guardiani se i bambini smettono di credere in lei perde i poteri facendo sgretolare il suo regno che si trova in una montagna in Asia.
  • Calmoniglio (Bunnymund): è il coniglio pasquale e guardiano della speranza. È in continuo scontro con Nord perché entrambi sostengono che la propria festa sia più importante dell'altra. È australiano ed è calmo, spavaldo, a volte irritante e presuntuoso, imperturbabile e alto 1,85 m. Guardiano della natura, abile, scaltro, grande scavatore ed esperto di arti marziali, combatte usando dei boomerang incantati e uova di Pasqua esplosive. Possiede la capacità di aprire gallerie ovunque e nella sua tana vive un esercito di gigantesche uova di pietra. Non ama volare sulla slitta di Babbo Natale (preferisce passare nelle sue gallerie) e ce l'ha con Jack da quando questi scatenò una bufera di neve la domenica di Pasqua del 1968. Tuttavia, dopo aver scoperto che Jamie ha continuato a credere in lui grazie a Jack (quando il bambino stava per perdere la fiducia), si riappacificherà con il rivale. Come gli altri guardiani se i bambini smettono di credere in lui perde i poteri diventando un semplice coniglio, conservando tuttavia la capacità di parlare. Alla fine diventerà il migliore amico di Jack e si affeziona a Sophie, la sorellina di Jamie.
  • Sandman: è l'omino del sonno, guardiano dei sogni, della fantasia e il più anziano dei guardiani. Non parla (ovviamente è per non disturbare i sogni dei bambini) ma comunica attraverso le immagini di sabbia dorata che gli appaiono sulla sua testa. Nonostante sia pacifico di natura è un guerriero impetuoso e combatte usando due fruste di sabbia. È con Nord e Jack il più potente dei guardiani, oltre ad essere l'unico ad essere temuto da Pitch, infatti sa creare cose e creature di sabbia d'oro e rende veri i sogni delle persone. Con la sua sabbia inoltre, attraverso i sogni, può far tornare a credere nei guardiani. È allegro, calmo, fantasioso e riflessivo. Vive in un regno fatto di nuvole d'oro dove regna una eterna e silenziosa notte stellata, il suo palazzo è di sabbia magica e cambia in continuazione forma e aspetto. È il primo (e unico) a soccombere nella lotta contro Pitch (anche se gli darà parecchio filo da torcere). Alla fine verrà resuscitato dal coraggio dei bambini e il suo aiuto sarà determinante contro Pitch.
  • Pitch Black: è l'uomo nero, guardiano degli incubi e l'antagonista principale. Nessuno crede in lui e fu sconfitto dai guardiani nei secoli bui e dopo aver dovuto sopportare per decenni che i genitori cercassero di convincere i propri figli a non credere nella sua esistenza, mentre la credenza nei guardiani era sempre viva, ha preparato un piano per cambiare tutto ciò: far cadere il mondo nell'oscurità privando i bambini dei sogni e della loro immaginazione, cancellando completamente il ricordo dei guardiani. Utilizza una sabbia oscura in grado anche di corrompere quella dorata di Sandman. Inoltre, in quanto ombra, è in grado di muoversi come un'ombra, il che gli permette di scomparire e ricomparire altrove. Inoltre, all'interno del proprio regno, sembra capace di modificare lo spazio a suo piacimento. Durante una scena del film cercherà di convincere Jack a unirsi a lui così da rendere il mondo come loro due (nero come Pitch e freddo come Frost). Alla fine la sua malvagità sarà punita: a causa della sua paura, sarà trascinato via dai suoi cavalli-incubo (incubi purosangue) nel suo regno, rimanendovi imprigionato. Personaggio complesso, è per certi versi simile a Jack, come lui stesso fa notare allo spirito del gelo, ma nella scena dell'Antartide si coglie qual è la profonda differenza fra di loro: entrambi soli e invisibili, perché nessuno crede in loro, Pitch si è lasciato divorare dalla rabbia e dal rancore e vuole obbligare i bambini a credere in lui tramite la paura, mentre Jack, che pure potrebbe, non vuole costringere i bambini a credere in lui e preferisce rimanere solo e sconosciuto. Non è ben chiaro se Pitch sperasse davvero che Jack si unisse a lui per avere un compagno e un amico (si può notare un'espressione di delusione e rabbia sul suo volto quando Jack rifiuta) o se lo facesse esclusivamente per opportunità, avendo Jack dimostrato di potersi opporre efficacemente ai suoi Incubi. Pitch è spesso sarcastico e crudele e dimostra in più di una occasione (la manifestazione sul globo al Polo Nord, l'attacco a Sandman, l'attacco a Jamie e ai Guardiani, quando intrappola Jamie e i Guardiani in un vicolo) di essere attento all'effetto scenico delle apparizioni proprie e dei propri Incubi, probabilmente per creare più paura. Solitamente lascia combattere gli Incubi, preferendo utilizzare l'astuzia, l'inganno e piani subdoli e ben congegnati. Le uniche due occasioni in cui combatte sono quando tende la trappola a Sandman e quando si trova messo alle strette al termine della battaglia finale, dimostrando di avere comunque una notevole bravura in effetti, tenendo testa a quattro guardiani insieme. In generale, sembra che sia Sandman, l'opposto di Pitch, a fargli più paura e difatti è l'unico Guardiano che l'Uomo Nero decide di eliminare completamente, invece di attendere che scompaia come gli altri.
Altri personaggi
  • L'uomo della luna: è lo spirito supremo che ha dato i poteri ai guardiani e sembra guidarli e proteggere il mondo. È lui a dare i poteri a Jack ed a sceglierlo come Guardiano. Babbo Natale sembra conoscere il suo vero nome: Manny.
  • Dente Da Latte: è una delle fatine più piccole che raccolgono i denti dei bambini, l'unica che non è stata catturata da Pitch nel suo attacco al regno di Dentolina grazie a Jack infatti sono molto legati.
  • Jamie: è l'ultimo bambino a credere nei 5 guardiani e nelle creature magiche. A differenza dei suoi amici, che rassegnati lo invitano a non credere più, lui resiste anche quando tutto sembra perduto, e ciò darà forza ai Guardiani. La cosa dà molto fastidio a Pitch, che non riuscirà mai a togliergli la Speranza. Una cosa interessante da notare in Jamie è la sua somiglianza con la sorellina di Jack Frost, questo potrebbe significare che la generazione di Jack sia continuata fino a oggi e che siano parenti di lunga data. È il primo bambino a credere in Jack e quando i guardiani devono tornare nelle rispettive residenze è l'unico a correre incontro a Jack per abbracciarlo e tentare di convincerlo a restare.
  • Sophie: è la sorella minore di Jamie, che per un incoveniente dei guardiani entra in possesso del globo di neve di Nord e finisce nella tana di Calmoniglio. Appena, il giorno prima di pasqua, i guardiani vanno nella tana di Calmoniglio, trovano Sophie che gioca con le uova. Alla fine, per un incantesimo di Jack, Calmoniglio gioca con Sophie, che in seguito viene riportata a casa dallo stesso Jack.
  • Il topo dei denti: Svolge lo stesso compito delle fatine dei denti, però in Europa.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito nelle sale cinematografiche statunitensi il 21 novembre 2012 e in quelle italiane il 29 novembre 2012. Il film è stato presentato fuori concorso al Festival Internazionale del Film di Roma e proiettato in anteprima il 13 novembre 2012.

Il 28 marzo 2012 è stato distribuito il primo trailer originale del film.[1] Il 1º aprile 2012 è stato invece distribuito il primo teaser trailer italiano,[2] seguito il 12 luglio dal trailer definitivo.[3]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Nel complesso, il film ha incassato 306 941 670$.[4]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il bastone di Jack Frost ricorda quello di Oogway in Kung Fu Panda, altro film della DreamWorks Animation.
  • Gli incubi di Pitch sono raffigurati come cavalli, in riferimento all'incubo di Johann Heinrich Füssli; la parola "incubo" in inglese si dice "nightmare", parola formata da night (notte) e da mare (cavalla).
  • In una parte iniziale del film si può sentire L'uccello di fuoco di Igor Stravinsky.
  • La sconfitta di Pitch è simile a quella di Rasputin di Anastasia e a quella del Dr. Facilier de La principessa e il ranocchio e come queste, tale evento lancia un importante messaggio nella vita: il male che crei finirà per distruggerti.
  • Hugh Jackman e Dakota Goyo avevano già lavorato insieme in Real Steel.
  • La canzone nei titoli di coda Still Dream, cantata da Renée Fleming, è in parte dedicata a Mary Katherine Joyce, la figlia dell'autore del libro da cui è tratto il film, morta a causa di un cancro nel 2011 all'età di 18 anni. Katherine è stata la fonte d'ispirazione per la creazione del libro di William Joyce, quando, da piccola, chiese al padre se Babbo Natale e il Coniglio di Pasqua fossero amici.
  • Nell'iride di Sandman è chiaramente riconoscibile un sole, mentre le cromature dell'iride di Pitch ricordano molto un'eclissi di sole. In quella di Jack, invece, è riconoscibile un fiocco di neve.
  • Per creare il rifugio di Pitch, i creatori hanno preso spunto dall'architettura veneziana.[senza fonte]
  • La scena in cui Jack e Dentolina si abbracciano guardandosi negli occhi, per poi venire interrotti da Dente Da Latte, ricorda la scena del film Le avventure di Peter Pan della Disney in cui Wendy e Peter stavano per darsi un bacio ma vengono fermati da Trilly, e anche una scena di Pocahontas sempre della Disney quando John Smith e Pocahontas mettono le mani insieme e Flit li ferma.
  • Nord, Babbo Natale, impreca esclamando nomi di compositori russi quali Šostakovič e Rimskij-Korsakov.
  • Questo è l'ultimo film della DreamWorks ad essere distribuito dalla Paramount Pictures. Dal seguente I Croods, i nuovi film della DreamWorks verranno distribuiti dalla 20th Century Fox.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rise of the Guardians - teaser posters e primo trailer per Le 5 Leggende, CineBlog.it. URL consultato il 29 marzo 2012.
  2. ^ Le 5 Leggende: teaser trailer italiano per il nuovo cartoon DreamWorks, CineBlog.it. URL consultato il 2 aprile 2012.
  3. ^ Le 5 leggende – Il trailer italiano del nuovo cartoon targato DreamWorks, ScreenWeek Blog.
  4. ^ (EN) Rise of the Guardians, Box Office Mojo. URL consultato il 27 gennaio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]