Alexandre Desplat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alexandre Desplat

Alexandre Desplat (Parigi, 23 agosto 1961) è un compositore francese, di colonne sonore cinematografiche. Artista affermatosi in particolare grazie alla sua attività ad Hollywood, ha scritto le colonne sonore di La ragazza con l'orecchino di perla, Syriana, The Queen - La regina, Il Bandito Corso, La bussola d'oro, Lussuria, Il curioso caso di Benjamin Button, New Moon, Il profeta, Fantastic Mr. Fox, L'uomo nell'ombra e Il discorso del re. Nel gennaio 2010 è stato scelto per comporre la colonna sonora di Harry Potter e i Doni della Morte - Parte 1, ed in seguito confermato anche per il successivo e finale capitolo Harry Potter e i Doni della Morte - Parte 2.

Nel 2007 ha vinto il Golden Globe per la migliore colonna sonora originale per il film Il velo dipinto.

Nell'aprile 2011 ha composto le musiche per The Tree of Life, film di Terrence Malick con Brad Pitt e Sean Penn.

Continua la sua collaborazione con il regista Wes Anderson, componendo nel 2012 la colonna sonora per il film Moonrise Kingdom e nel 2013 quella per il film Grand Budapest Hotel.

Ha ottenuto sei nomination all'Oscar alla migliore colonna sonora, senza mai vincerne uno: nel 2007 per The Queen - La regina, nel 2009 per Il curioso caso di Benjamin Button, nel 2010 per Fantastic Mr. Fox, nel 2011 per Il discorso del re, nel 2013 per Argo e nel 2014 per Philomena.

Nel 2014 presiederà la Giuria del Concorso in occasione della 71ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia[1].

Le sue partiture minimaliste, dall'orchestrazione cristallina, un sapiente uso del pianoforte unite ad una vena melodica lirica e commovente ne fanno uno degli artisti più talentuosi della sua generazione.

Colonne sonore[modifica | modifica sorgente]

Premi e candidature[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il compositore Alexandre Desplat Presidente della Giuria Internazionale del Concorso Venezia 71

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 85560575 LCCN: nr/99/35634