Firewall - Accesso negato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Firewall - Accesso negato
Firewall AN.png
Una scena del film
Titolo originale Firewall
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2006
Durata 105 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller
Regia Richard Loncraine
Sceneggiatura Joe Forte
Fotografia Marco Pontecorvo
Montaggio Jim Page
Effetti speciali Gary Heidrick
Musiche Alexandre Desplat
Scenografia Brian Morris
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Firewall - Accesso negato (Firewall) è un film del 2006 diretto da Richard Loncraine.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Seattle. Jack Stanfield è il responsabile della sicurezza informatica alla Landrock Pacific Bank, dove ha progettato un efficientissimo software di sicurezza. Proprio per la sua ingegnosità e per il numero di clienti facoltosi, Stanfield viene costretto a derubare la banca per cui lavora come riscatto per la sua famiglia tenuta in ostaggio da un gruppo di malviventi, capitanati da Bill Cox, che in un primo momento si spaccia per un venditore di componenti ausiliari per banche.

Durante la permanenza di Cox in casa sua, Stanfield capisce che tutto il piano era stato progettato al dettaglio: Cox, infatti, aveva in mente di rubare 100 milioni di dollari dal software di sicurezza di Stanfield. In un primo momento, Stanfield si ritrova confuso ed indeciso se seguire gli ordini di Cox o tentare di ribellarsi, i cui tentativi non tarderanno ad arrivare: infatti, un primo tentativo avviene alle 21 di sera del secondo giorno di permanenza dei malviventi, quando Stanfield dice alla moglie Beth e ai suoi due figli Sarah e Andy di rimanere svegli, ed accendendo una macchina giocattolo creava interferenze con le telecamere di sicurezza impiantate dai malviventi. Il tentativo però è vano, e Stanfield si ritrova a dover sottostare agli ordini di Cox. Il modo di rubare i 100 milioni di dollari gli viene quando Stanfield utilizza lo scanner del suo ufficio: lui pensava di catturare l'immagine del terminale della banca che avrebbe fatto apparire i numeri di conto dalla quale avrebbe prelevato il denaro ed inserirla nell'iPod della figlia, e successivamente utilizzando un programma OCR per convertire l'immagine in dati leggibili, che grazie al software di uno dei membri della banda, anche lui un informatico, avrebbe trasferito nei conti off-shore di Cox.

Il piano riesce alla perfezione, però nella banca i superiori di Stanfield cominciano ad insospettirsi. I sospetti si fanno più fondati quando Stanfield capisce che Cox aveva ucciso un suo amico, Harry, con l'intenzione di far ricadere la colpa su di lui fingendone una relazione con sua moglie. Stanfield capisce l'inganno quando trova un messaggio di sua moglie Beth registrato nella segreteria telefonica di Harry, dove si diceva che avrebbe voluto stare con Harry abbandonando suo marito e i suoi figli. Cox e la sua banda, intanto, fuggono dalla città per poter eliminare la famiglia e non lasciare prove, ma Stanfield, grazie al localizzatore GPS impiantato nel collare del suo cane Rusty riesce a rintracciare i malviventi. Il film si conclude con la morte della banda di Cox e dello stesso Cox, e la conseguente liberazione di tutta la famiglia di Jack.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema