Angelina Jolie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Angelina Jolie, nata Angelina Jolie Voight (Los Angeles, 4 giugno 1975), è un'attrice, produttrice cinematografica e regista statunitense e ambasciatrice dell'UNHCR, vincitrice di tre Golden Globe, due Screen Actors Guild Awards e due Oscar[1][2].

Debutta sul grande schermo a sette anni, al fianco del padre Jon Voight, nel film del 1982 Cercando di uscire, un decennio più tardi inizia a farsi conoscere grazie a film come Hackers (1995) e Gia - Una donna oltre ogni limite (1998). Nel 2000 vince l'Oscar come migliore attrice non protagonista per la sua interpretazione in Ragazze interrotte (1999). Raggiunge la fama internazionale interpretando la sexy eroina dei videogiochi, Lara Croft, nei film Lara Croft: Tomb Raider (2001) e Tomb Raider - La culla della vita (2003). I suoi più grandi successi commerciali sono il film Mr. & Mrs. Smith (2005), il film d'animazione Kung Fu Panda (2008) e il film fantasy Maleficent (2014).

Con due divorzi alle spalle, la Jolie è attualmente sposata con l'attore Brad Pitt; la loro relazione ha attirato l'attenzione dei media di tutto il mondo, tanto che la stampa coniò per la coppia il termine "Brangelina". La coppia ha sei figli, tre adottivi e tre biologici.

La Jolie è stata più volte dichiarata la donna più affascinante del mondo.[3][4] È stata inserita nella lista delle 100 persone più influenti del mondo[5] redatta dalla rivista TIME e nella lista delle 100 donne più potenti al mondo secondo la rivista Forbes[6][7]; è stata inoltre descritta come l'attrice più potente nell'edizione 2009 del Guinness dei primati.[8]. Nel 2013 è stata l'attrice più pagata di Hollywood, con un reddito di 33 milioni di dollari[9].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Los Angeles, in California, è figlia dell'attore Jon Voight, premio Oscar per Tornando a casa, e dell'attrice Marcheline Bertrand; è sorella di James Haven e figlioccia di Jacqueline Bisset e Maximilian Schell.[10] Ha origini slovacche e tedesche da parte di padre e franco-canadesi e irochesi da parte di madre.[11] La madre scelse come suo secondo nome Jolie, che in lingua francese significa carina. Dopo la separazione dei genitori, nel 1976, Angelina Jolie e il fratello crebbero a Palisades, nello Stato di New York, con la madre che abbandonò ogni aspirazione artistica per prendersi cura dei figli. Influenzata dalla recitazione della madre, dopo aver visto i suoi film, Angelina aspira a diventare attrice, debuttando a soli sette anni, al fianco del padre, nel film Cercando di uscire di Hal Ashby.

A soli undici anni entra al Lee Strasberg Theatre and Film Institute, che frequenta per due anni, apparendo in diverse produzioni. Successivamente frequenta la Beverly Hills High School, dove vive una sorta di disagio nei confronti dei bambini di famiglie più facoltose: vivendo con la madre doveva sopravvivere con un reddito modesto. Durante gli anni degli studi era oggetto delle prese in giro di alcuni studenti,[12] per il suo fisico esile e per il fatto di portare gli occhiali e l'apparecchio per i denti.[13] Questo suo disagio portò la giovane Angelina all'autolesionismo, a provocarsi delle ferite con coltelli che lei stessa collezionava.[14] Durante quel periodo iniziò a diventare una dark, a quattordici anni sognava di diventare un necroforo,[14] indossava solo abiti neri e si era tinta i capelli di viola. Due anni più tardi, tornò a recitare in teatro e conseguì il diploma.

Dopo la separazione dei genitori per molti anni non ebbe rapporti con il padre, ogni tentativo di riconciliazione fu vano. Vi fu un significativo riavvicinamento quando padre e figlia recitarono assieme in Lara Croft: Tomb Raider del 2001, ma i rapporti si incrinarono nuovamente dopo che il padre rilasciò un'intervista al programma della NBC Access Hollywood, dichiarando che la figlia soffriva di disturbi mentali fin da piccola.[15] Nel luglio 2002 l'attrice ha presentato una richiesta per cambiare legalmente il suo nome in "Angelina Jolie", togliendo il cognome paterno Voight, il cambiamento di nome è stato ufficializzato il 12 settembre 2002.[16] Anche il fratello maggiore James si fece togliere il cognome del padre facendosi accreditare come James Haven. Angelina Jolie è stata al centro di alcune controversie a proposito del suo profondo legame con il fratello: sul palco della notte degli Oscar del 2000, l'attrice dichiarò il suo profondo amore per il fratello e in seguito i due furono visti scambiarsi un bacio sulle labbra, alimentando i pettegolezzi su un loro possibile rapporto incestuoso,[17] che l'attrice si affrettò a negare.[18] Angelina Jolie ha perso la madre per un cancro alle ovaie il 27 gennaio 2007.[15]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Primi lavori e la vittoria dell'Oscar[modifica | modifica wikitesto]

Poco più che quattordicenne inizia a lavorare nella moda come modella, firmando un contratto con la Finesse Model Management. Il suo lavoro la porta a viaggiare tra gli Stati Uniti e l'Europa, toccando città come Londra, New York e Los Angeles, Milano, Napoli; in quel periodo appare in diversi videoclip musicali per artisti come Meat Loaf (Rock & Roll Dreams Come Through), Antonello Venditti (Alta marea), Lenny Kravitz (Stand by My Woman) e The Lemonheads (It's About Time).

Tornata negli Stati Uniti, ritorna a recitare in teatro dove interpreta il ruolo di una mistress tedesca, inoltre partecipa a cinque film studenteschi realizzati dal fratello, mentre frequentava la USC School of Cinematic Arts, la scuola di cinema della University of Southern California, ma la sua carriera cinematografica da professionista inizia nel 1993 quando partecipa al film a basso costo Cyborg 2, dove interpreta Casella "Cash" Reese, un robot dalle sembianze umane. Il primo ruolo da protagonista in un film hollywoodiano è in Hackers del1995, il film riscuote poco successo al botteghino ma nel corso degli anni diventa un piccolo cult movie.[19]

Nel 1996 cerca fortuna in Italia, sottoponendosi ad un provino per Jolly Blu, un film di Stefano Salvati il quale l'aveva già diretta nel videoclip di Antonello Venditti Alta marea, ma le fu preferita Alessia Merz perché a detta del regista era troppo sexy per la parte.[20]

Nel 1997 recita nel film televisivo George Wallace, bio-pic sulla vita del governatore dell'Alabama George Wallace, interpretando il ruolo della seconda moglie Cornelia Wallace, ruolo che le fa vincere il suo primo Golden Globe. L'anno successivo, sempre in una produzione televisiva, vince il suo secondo Golden Globe per l'interpretazione in Gia - Una donna oltre ogni limite del controverso ruolo della modella Gia Carangi, morta di AIDS a soli 26 anni; per la stessa interpretazione vince anche un Screen Actors Guild Awards. Sempre nel 1997 interpreta una spogliarellista che vaga per le strade di New York nel videoclip per il brano dei Rolling Stones Anybody Seen My Babe.

Dopo la lavorazione di Gia si trasferisce a New York e smette di recitare per un breve periodo in cui si iscrive alla New York University, studiando cinema e frequentando corsi di scrittura. Torna a recitare nel film gangster Hell's Kitchen - Le strade dell'inferno ma si mette in luce nel film Scherzi del cuore, dove recita al fianco di Sean Connery, Gena Rowlands e Ryan Phillippe, per la cui interpretazione si aggiudica un National Board of Review Awards 1998 per la miglior performance rivelazione femminile. Nel 1999 lavora per il regista Mike Newell nel film Falso tracciato, la pellicola ottiene una tiepida accoglienza e la stampa, tra cui il Washington Post, critica l'interpretazione della Jolie.[21] Nello stesso anno recita al fianco di Denzel Washington ne Il collezionista di ossa, adattamento cinematografico di un romanzo di Jeffery Deaver, in cui la Jolie interpreta Amelia Donaghy, un'agente di polizia ossessionata dal suicidio del padre poliziotto, basato su Amelia Sachs, personaggio letterario creato da Deaver.

Sempre nel 1999 ottiene un ruolo nel film Ragazze interrotte, dove impersona la sociopatica Lisa Rowe, per la sua interpretazione vince l'Oscar come migliore attrice non protagonista.[22] Nel corso della premiazione la diva scandalizza pubblico e critica dichiarando il folle amore che la lega al fratello[22], e sul palco della notte degli Oscar del 2000, i due si scambiano un bacio sulle labbra.[22] Il giorno seguente alla notte degli Academy, i tabloid la definiscono immorale e incestuosa, ed entra in un vortice di controversie e pettegolezzi, che lei, ovviamente, smentisce immediatamente.[22] Contemporaneamente iniziato le riprese di Original Sin in Messico, thriller basato sul romanzo Waltz in Darkness di Cornell Woolrich, ma non ha molto successo al botteghino[23]

Nell'estate del 2000 prende parte al suo primo blockbuster, Fuori in 60 secondi di Dominic Sena, al fianco di Nicolas Cage. Nonostante critiche negative il film diviene il suo primo successo a livello internazionale incassando oltre 200 milioni di dollari.[24]

Successo internazionale dal 2001 ad oggi[modifica | modifica wikitesto]

Angelina Jolie all'anteprima di Alexander (2004)

Lara Croft: Tomb Raider è il suo primo e vero successo commerciale che la innalza allo status di superstar internazionale. Nel film veste i panni della sensuale eroina Lara Croft del videogioco Tomb Raider, per il ruolo l'attrice si è sottoposta a molte scene di combattimento dopo essersi esercitata per mesi nelle arti marziali. Dopo il successo di Lara Croft: Tomb Raider, recita in Una vita quasi perfetta, film che non riscontra molto successo al botteghino e la critica non apprezza la sua interpretazione.[25]

Nel 2003 riprende i panni di Lara Croft in Tomb Raider - La culla della vita, ma il sequel si dimostra meno lucrativo del precedente film.[24] Nello stesso anno è protagonista di Beyond Borders - Amore senza confini, storia d'amore tra due operatori umanitari in Africa. Nonostante il film rispecchi i reali interessi dell'attrice nel promuovere gli aiuti umanitari, è un ennesimo flop di pubblico e critica.[26] Nel 2004 è al fianco di Ethan Hawke in Identità violate, dove interpreta un agente dell'F.B. I. esperta di profili criminali alla caccia di un serial killer.

Nel 2004 presta la sua voce al pesce angelo Lola nel film d'animazione della DreamWorks Shark Tale e ottiene un ruolo minore nel film di fantascienza Sky Captain and the World of Tomorrow, realizzato interamente di fronte al bluescreen. Sempre nel 2004 interpreta il ruolo di Olimpiade nel controverso film di Oliver Stone Alexander, film biografico sulla vita di Alessandro Magno. Nel 2005 recita al fianco di Brad Pitt nella commedia d'azione di Doug Liman Mr. & Mrs. Smith, nel film la Jolie e Pitt interpretano John e Jane Smith, una coppia di coniugi annoiati che scoprono di essere entrambi killer a pagamento. Il film ha guadagnato 478 milioni di dollari in tutto il mondo, divenendo uno dei più grandi successi del 2005.[24]

Nel 2006 viene diretta da Robert De Niro in The Good Shepherd - L'ombra del potere, film sulla storia della CIA raccontata dal punto di vista di Edward Wilson, interpretato da Matt Damon, nel film la Jolie ricopre la parte della moglie trascurata di Wilson, Margaret Russell. Presentato fuori concorso al 60º Festival di Cannes, nel 2007 recita in A Mighty Heart - Un cuore grande diMichael Winterbottom basato sulle memorie di Mariane Pearl, vedova del giornalista del Wall Street Journal Daniel Pearl, rapito e ucciso a Karachi in Pakistan, dai fondamentalisti islamici, il 1º febbraio 2002.

Interpreta il ruolo della madre di Grendel ne La leggenda di Beowulf di Robert Zemeckis, film interamente realizzato con la tecnica della motion capture. Nel 2008 recita in Wanted - Scegli il tuo destino del regista russo Timur Bekmambetov, basato sull'omonima graphic novel che la vede recitare al fianco di James McAvoy e Morgan Freeman. Dopo aver doppiato Tigre nel film d'animazione Kung Fu Panda, viene diretta da Clint Eastwood nel drammatico Changeling, presentato in anteprima al Festival di Cannes, per il quale viene nominata all'Oscar come miglior attrice.

Nel 2010 lavora al fianco di Johnny Depp nel film The Tourist, per la regia di Florian Henckel von Donnersmarck, remake del film francese Anthony Zimmer, per la cui interpretazione ottiene una candidatura al Golden Globe 2011.

Nel 2011 debutta come regista nel film In the Land of Blood and Honey[27], una storia ambientata tra il 1992 e il 1995 in Bosnia, durante la guerra dei Balcani. Il film è uscito nelle sale statunitensi nel dicembre del 2011 ed è stato nominato durante i Golden Globe del 2012 nella categoria miglior film straniero.

Nel 2014, dopo tre anni di assenza sul grande schermo, Angelina è protagonista del film della Walt Disney Pictures Maleficent, trasposizione cinematografica nel cartone animato La bella addormentata nel bosco, dove la Jolie interpreta Malefica[28]. La principessa Aurora da adolescente è interpretata da Elle Fanning, mentre da bambina è interpretata da Vivienne Marcheline Jolie-Pitt, figlia della stessa Jolie e Brad Pitt[29].

Beneficenza[modifica | modifica wikitesto]

L'impegno con le Nazioni Unite[modifica | modifica wikitesto]

Angelina Jolie con il marito Brad Pitt

Angelina Jolie venne personalmente a conoscenza della grossa crisi umanitaria durante le riprese di Lara Croft: Tomb Raider avvenute in Cambogia, dove poté vedere con i propri occhi le condizioni di miseria e povertà del paese. Si rivolse all'UNHCR per maggiori informazioni sui focolai di crisi internazionale. Nei mesi successivi ha deciso di visitare personalmente diversi campi profughi sparsi per il mondo, per imparare di più sulla situazione e le condizioni in certe zone. Nel febbraio del 2001 intraprese una missione di 18 giorni tra Sierra Leone e Tanzania, nei mesi successivi tornò in Cambogia per due settimane ed in seguito incontrò i rifugiati afgani in Pakistan, donando loro 1 milione di dollari, in risposta all'emergenza internazionale lanciata dall'UNHCR. Alla fine del suo viaggio, l'attrice dichiarò:[30]

« Il coraggio, la forza, e la quieta dignità di queste famiglie che tornano a ricostruire le proprie vite contro ogni sorta di avversità sono il più bell’esempio di ciò che può fare lo spirito umano. L’Afghanistan sta lottando per riuscire ad assorbire nella maniera giusta questo ritorno in massa. È il più grande movimento popolare della storia recente. »
(Angelina Jolie)

Impressionati dal suo interesse e dalla sua devozione per la causa, il 27 agosto 2001 a Ginevra, l'UNHCR la nominò Ambasciatrice di Buona Volontà.[31] Durante i suoi primi tre anni come ambasciatrice la Jolie ha concentrato i suoi sforzi nelle missioni sul campo, visitando rifugiati e sfollati in tutto il mondo. Nel 2002 ha visitato campi profughi in Thailandia e in Ecuador, in seguito si è recata in alcuni impianti UNHCR in Kosovo e ha finanziato una visita a Kakuma, in un campo profughi in Kenya, soprattutto con i rifugiati dal Sudan. Ha anche incontrato i rifugiati angolani durante le riprese di Beyond Borders - Amore senza confini, tenutesi in Namibia.

Nel 2003 ha intrapreso una missione di sei giorni in Tanzania, visitando campi che ospitavano rifugiati congolesi, successivamente si è recata per una settimana in Sri Lanka, nello stesso periodo ha intrapreso una missione di quattro giorni in Russia, viaggiando attraverso il Caucaso del nord. In concomitanza con l'uscita del film Beyond Borders - Amore senza confini, ha pubblicato Notes from My Traverls (Appunti dai miei viaggi), stralci del suo diario di viaggio, tenuto durante le sue missioni tra il 2000 e il 2001. Nel corso di un soggiorno privato in Giordania nel dicembre 2003, ha chiesto di visitare i profughi iracheni nella Giordania orientale, pochi mesi dopo è andata in Egitto per incontrare i rifugiati sudanesi.

Nel 2004 per il suo primo viaggio per le Nazioni Unite negli Stati Uniti d'America è andata in Arizona, visitando alcuni detenuti richiedenti asilo politico. Dopo che la situazione in Sudan andava peggiorando, la Jolie andò al confine del Ciad, incontrando i rifugiati fuggiti dalla guerra in atto nel Darfur. Sempre nel 2004, si è incontrata con i rifugiati afgani in Thailandia e ha soggiornato in Libano durante le vacanze di Natale, visitando alcuni giovani rifugiati e pazienti affetti da tumore nella capitale libanese.

Nel 2005 torna a far visita ai rifugiati afgani in Pakistan. In quell'occasione è stata ricevuta dal Presidente del Pakistan Pervez Musharraf e dal Primo Ministro Shaukat Aziz,[32] successivamente tornò in Pakistan assieme al compagno Brad Pitt, per vedere con i propri occhi la situazione del paese dopo il terremoto del Kashmir, avvenuto l'8 ottobre 2005.

Nel 2006 la coppia Jolie-Pitt ha soggiornato ad Haiti, dove hanno visitato una scuola sostentata dalla fondazione creata dal musicista Wyclef Jean; inoltre hanno trascorso il Natale a San José, in Costa Rica, intrattenendosi con i rifugiati colombiani e distribuendo regali. Angelina Jolie e il compagno hanno donato 1 milione di dollari a tre organizzazioni di primo soccorso in Ciad e in Darfur.[33]

Successivamente l'attrice si è recata per la prima volta in Siria ed è tornata due volte in Iraq, dove si è incontrata con i profughi iracheni e con le truppe dell'esercito statunitense.[34]

La Jolie partecipa regolarmente alla giornata mondiale dei profughi, che si tiene a Washington D.C., ed è stata invitata a parlare al forum economico mondiale a Tavate nel 2005 e nel 2006. Nel 2005 ha preso parte ad un pranzo del National Press Club, dove ha annunciato la fondazione del National Center for Refugee and Immigrant Children, un'organizzazione che fornisce gratuitamente aiuto giuridico ai richiedenti di asilo, che l'attrice ha personalmente finanziato con una donazione di 500.000 dollari per i primi due anni.[35] In aggiunta al suo coinvolgimento politico, l'attrice ha iniziato ad usare la sua popolarità per promuovere le cause umanitarie attraverso i mass media, ha girato uno speciale per MTV, The Diary Of Angelina Jolie & Dr. Jeffrey Sachs in Africa. Nel 2006 la Jolie ha annunciato la fondazione della Jolie/Pitt Foundation, finanziando organizzazioni come Global Action for Children e Medici Senza Frontiere, donando un milione di dollari ciascuno.[36] Angelina Jolie ha ricevuto molti riconoscimenti per le sue opere umanitarie, nel 2003 si è guadagnata il premio Citizen of the World Award, mentre nel 2007 ha ricevuto il Freedom Award, dallo stesso anno è divenuta membro dell'organizzazione Council on Foreign Relations.[37]

Nel giugno del 2011, nel suo ruolo di ambasciatrice di buona volontà per Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, ha visitato un campo profughi in Turchia, dove sono protetti i siriani che sono fuggiti dalla repressione di Bashar Assad, durante la rivolta siriana del 2011.[38] Pochi giorni dopo l'attrice, in occasione della Giornata internazionale per i rifugiati, si è recata a Lampedusa dove ha incontrato i profughi ospitati nella struttura di contrada Imbriacola. Durante la visita, l'attrice ha voluto lasciare le proprie impronte digitali, come avviene per l'identificazione dei migranti.[39]

Il 16 novembre 2013 ha ricevuto il Premio umanitario Jean Hersholt, durante la quinta cerimonia annuale dei Governors Awards, per le sue opere di carità svolte durante il decennio precedente in collaborazione con l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, partecipando a più di quaranta spedizioni, come quelle di aiuto ai rifugiati in Cambogia e Siria.[40]

Attivismo[modifica | modifica wikitesto]

Angelina Jolie nel 2012

Oltre ai suoi impegni umanitari Angelina Jolie è attiva anche nel tutelare gli animali, opponendosi all'utilizzo di pellicce come capi d'abbigliamento[41] e facendo donazioni a organizzazioni che si occupano di curare animali abbandonati o maltrattati[42].

Con il compagno Brad Pitt si è dichiarata favorevole al matrimonio fra persone dello stesso sesso e contraria a discriminazioni e diversità di trattamento e opzioni di vita[43]. La coppia ha affermato che, in caso di matrimonio, preferirebbe sposarsi in uno Stato che consenta le unioni gay[44].

Nel 2013 fa una visita a sorpresa alla riunione del G8 di Londra, dove tiene un discorso contro gli stupri sulle donne nelle zone di guerra.[45]

Vita Privata[modifica | modifica wikitesto]

Insieme al marito Brad Pitt, è collezionista di armi.[46] La coppia, oltre a possedere un patrimonio di 380 milioni di dollari,[47] di cui 209 del solo Pitt, possiede anche diverse case, una a Los Angeles[48] e un'altra a New Orleans,[49] un castello a Miraval nel sud della Francia dal valore di 35 milioni di euro[50] e villa Costanza in Valpolicella, nel Veneto, dal valore di 30 milioni di euro.[51] Per i cinquant'anni del marito, la Jolie ha comprato un'isola a forma di cuore, in cui sono situate due case progettate dall'architetto preferito di Brad, Frank Lloyd Wright. L'isola, dal valore di 12,2 milioni di dollari, è situata nella costa orientale degli Stati Uniti, a 50 miglia da New York.[52]

Relazioni[modifica | modifica wikitesto]

L'attrice ha dichiarato in alcune interviste di essere atea[53] e bisessuale[54]. Ha infatti confermato il legame con la co-protagonista di Foxfire, Jenny Shimizu, dichiarando: "Mi innamorai di lei (Jenny Shimizu) la seconda volta che la vidi. Probabilmente avrei sposato Jenny se non avessi sposato mio marito (Jonny Lee Miller)".[55]

Il 28 marzo 1996 sposa infatti l'attore inglese Jonny Lee Miller, co-protagonista del film Hackers. Alla cerimonia l'attrice era vestita con un abito di pelle nera e una camicia bianca sulla quale aveva scritto con il sangue il nome del marito.[56] Il matrimonio non ha avuto lunga durata, la coppia si è separata l'anno seguente per divorziare ufficialmente il 3 febbraio 1999, rimanendo in buoni rapporti.

Il 5 maggio del 2000 sposa in seconde nozze l'attore Billy Bob Thornton, conosciuto sul set di Falso tracciato. La coppia ha dichiarato spesso pubblicamente il forte legame che li univa, suggellato da tatuaggi e un patto di sangue tra i due, conservando il sangue dell'altro in piccoli flaconcini appesi al collo;[57] queste bizzarrie della coppia hanno attirato l'attenzione dei media, diventando una delle coppie più chiacchierate di Hollywood. Il matrimonio finì con un divorzio il 27 maggio 2003.

Nel 2005 fu coinvolta in un chiacchierato scandalo hollywoodiano, venendo accusata di essere stata la causa della fine del matrimonio tra gli attori Brad Pitt e Jennifer Aniston.[58] Le accuse sostenevano che lei e Pitt avessero intrecciato una relazione sul set di Mr. & Mrs. Smith. L'attrice respinse ogni accusa, tuttavia poco dopo ammise di essersi innamorata sul set. La coppia Jolie-Pitt per molto tempo non commentò mai pubblicamente la natura del loro rapporto e questo diede vita a continue speculazioni per tutto il 2005. Il continuo interesse dei media per la loro vita privata, li rende una delle coppie più amate e chiacchierate di Hollywood, per la quale la stampa coniò il termine "Brangelina".

Nell'aprile del 2012 la coppia Jolie-Pitt si fidanza ufficialmente. La coppia si è sposata il 23 agosto 2014 in una cerimonia privata nel loro castello a Miraval, in Francia.[59] L'abito della Jolie, firmato Atelier Versace, comprendeva dozzine di disegni realizzati dai sei figli della coppia che decoravano la parte posteriore del vestito e il velo.[60] Le foto esclusive delle nozze sono state vendute alle riviste Hello e People per 5 milioni di dollari, somma donata in beneficenza alla loro stessa fondazione, Jolie-Pitt Foundation.[61]

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 marzo 2002, Angelina Jolie adotta il suo primo figlio, Chivan Maddox.[62] Il bambino è nato il 5 agosto 2001 a Rath Vibol, in Cambogia e inizialmente viveva in un orfanotrofio di Battambang. La Jolie decise per l'adozione dopo aver visitato due volte la Cambogia, durante le riprese di Lara Croft: Tomb Raider e durante un viaggio per l'UNHCR. Dopo il divorzio dal suo secondo marito, Billy Bob Thornton, l'attrice ha ricevuto l'affidamento di Maddox.

Il 6 luglio 2005 ha adottato una bambina di sei mesi, originaria dell'Etiopia, Zahara Marley. La bambina è nata l'8 gennaio 2005 ed era stata chiamata dalla madre biologica Yemsrach. Zahara era ospitata al Wide Horizons for Children, un orfanotrofio di Addis Abeba.[63] La piccola, al suo arrivo negli Stati Uniti, è stata ricoverata in ospedale per disidratazione e malnutrizione.[64]

L'11 gennaio del 2006, in un'intervista a People Magazine, la Jolie dichiarò di aspettare il primo figlio da Brad Pitt, confermando per la prima volta la loro relazione in pubblico. Il 19 gennaio 2006, dopo aver presentato tutti i documenti necessari, un giudice della California ha approvato la richiesta di Brad Pitt di adottare legalmente i figli della Jolie. I loro cognomi sono stati formalmente cambiati in "Jolie-Pitt".[65] Il 27 maggio 2006 dà alla luce la sua prima figlia naturale con taglio cesareo. Nata a Swakopmund, Namibia, è stata chiamata Shiloh Nouvel. La coppia ha venduto le prime foto di Shiloh per oltre 4,1 milioni dollari, i proventi sono stati donati ad associazioni di beneficenza per bambini africani.

Il 15 marzo 2007 ha adottato Pax Thien, un bambino di tre anni e mezzo del Vietnam, nato il 29 novembre 2003. Pax si trovava in un orfanotrofio di Ho Chi Minh.

Dopo mesi di speculazioni, durante il Festival di Cannes 2008, Angelina Jolie ha annunciato di essere in attesa di due gemelli. L'attrice ha dato alla luce un bambino, Knox, e una bambina, Vivienne, con taglio cesareo all'ospedale pediatrico Lenval di Nizza, in Francia, il 12 luglio 2008.[66] I diritti per le prime immagini di Knox e Vivienne sono state vendute alle note riviste People e Hello per 14 milioni di dollari. La coppia ha donato il ricavato alla Fondazione Jolie-Pitt.

Intervento[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 maggio 2013 la Jolie pubblica un articolo sul New York Times, nel quale scrive che dal 2 febbraio al 27 aprile dello stesso anno si è sottoposta ad un intervento di duplice mastectomia per prevenire il rischio di sviluppare un cancro al seno. L'attrice ha infatti dichiarato che le era stata pronosticata una probabilità dell'87% di sviluppare la malattia, dato che la madre, la nonna e la zia erano morte per la stessa causa e che ora, grazie all'asportazione dei seni, le probabilità sono calate al 5%.[67]. Dopo l'annuncio della mastectomia il prestigioso settimanale statunitense TIME le dedica una copertina in quanto ha portato all'attenzione pubblica il dibattito sull'importanza dei test genetici e della chirurgia preventiva[68].

Tatuaggi[modifica | modifica wikitesto]

Angelina Jolie mostra alcuni tatuaggi visibili durante la première di A Mighty Heart - Un cuore grande (2007)

Angelina Jolie è nota anche per i numerosi tatuaggi sparsi per il corpo, per un totale di tredici. In molti film da lei interpretati, i suoi tatuaggi sono stati spesso nascosti con l'utilizzo di trucco pesante. Il primo tatuaggio noto, è un drago sulla spalla sinistra, a cui successivamente l'attrice aggiunse il nome del marito Billy Bob Thornton, ma dopo la fine del matrimonio lo fece cancellare. All'interno dell'avambraccio si è fatta tatuare una citazione di Tennessee Williams "A prayer for the wild at heart, kept in cages" (Una preghiera per gli spiriti liberi, tenuti nelle gabbie). Ha una lettera H sul polso sinistro, che sta ad indicare l'affetto nei confronti del fratello James Haven.

Ha una evidente croce nera all'altezza dell'inguine: quando porta i pantaloni a vita bassa sembra avere addosso un pugnale. Vicino alla croce si è fatta tatuare una scritta in latino "Quod me nutrit, me destruit" (Ciò che mi nutre mi distrugge). Sulla scapola sinistra ha cinque righe verticali in lingua khmer, che somigliano al graffio di un felino. Sul dorso, all'altezza dei reni, si è fatta tatuare una tigre asiatica, larga 20 centimetri e lunga 30. Un altro tatuaggio, sul braccio sinistro, rappresenta le coordinate geografiche dei luoghi di nascita dei suoi figli e di suo marito, Brad Pitt. Sotto la nuca ha tatuata la scritta Know Your Rights, titolo della sua canzone preferita edita dai Clash nel 1982.[69] Dal 2010 ha nell'interno coscia la scritta 'Whiskey Bravo" che nel gergo militare indicano le lettere W e B, iniziali di Brad Pitt (Wlliam Bradley Pitt).

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Produttrice[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Dama Comandante Onoraria dell'Ordine di San Michele e San Giorgio (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Dama Comandante Onoraria dell'Ordine di San Michele e San Giorgio (Regno Unito)
«Per lo straordinario ed importante servizio non militare svolto in un Paese straniero (impegno nella lotta contro la violenza sessuale nelle zone di guerra)»
— 14 giugno 2014[70][71]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Angelina Jolie è stata doppiata da:

Come doppiatrice è sostituita da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) awards for Angelina Jolie, imdb.com. URL consultato il 21 maggio 2013.
  2. ^ Angelina Jolie vince l’Oscar per l’impegno umanitario.
  3. ^ Angelina, la più sexy del mondo, jugo.it. URL consultato il 2 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 3 agosto 2012).
  4. ^ Angelina Jolie è la donna più sexy del mondo, film.it. URL consultato il 2 novembre 2008.
  5. ^ (EN) The TIME 100, time.com. URL consultato il 4 novembre 2008.
  6. ^ Angela Merkel classificata come la donna più potente del mondo, articolotre.com. URL consultato il 23 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2012).
  7. ^ Merkel e Rousseff le più potenti del mondo, corriere.it. URL consultato il 21 maggio 2013.
  8. ^ (EN) Brangelina tops Hollywood power league-Guinness, reuters.com. URL consultato il 4 novembre 2008 (archiviato dall'url originale l'11 settembre 2012).
  9. ^ Cinema, Angelina Jolie la più ricca di Hollywood. Forbes completa il podio con Jennifer Lawrence e Kristen Stewart (FOTO VIDEO)
  10. ^ Angelina Jolie Biography, 123allcelebs.com. URL consultato il 2 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2012).
  11. ^ Biografia, mymovies.it. URL consultato il 2 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2012).
  12. ^ (EN) Angelina Jolie Biography, tiscali.co.uk. URL consultato il 2 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 30 maggio 2012).
  13. ^ Foto da dimenticare, magazine.libero.it. URL consultato il 2 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2012).
  14. ^ a b Tutto su Angelina Jolie, jolieangelina.altervista.org. URL consultato il 2 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2012).
  15. ^ a b Alessandro Farkas, Angelina e papà Jon Voight, archiviostorico.corriere.it. URL consultato il 2 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2012).
  16. ^ (EN) Josh Grossberg, Angelina Jolie's Name Interrupted, de.eonline.com. URL consultato il 2 novembre 2008.
  17. ^ (EN) Stephen M. Silverman, Brother on Jolie, people.com. URL consultato il 3 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 7 settembre 2012).
  18. ^ Biografia, it.lesbianas.tv. URL consultato il 3 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2012).
  19. ^ (EN) Andrew Brandt, How Hollywood portrays hackers, cnn.com. URL consultato il 3 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2012).
  20. ^ La Jolie scartata per la Merz, tgcom.mediaset.it. URL consultato il 26 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2012).
  21. ^ (EN) Desson Howe, Recensione di Falso tracciato, washingtonpost.com. URL consultato il 4 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2012).
  22. ^ a b c d (EN) Desson Howe, Angelina Jolie, mymovies.it. URL consultato l'8 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2012).
  23. ^ Recensione di Original Sin, it.movies.yahoo.com. URL consultato il 4 novembre 2008 (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2012).
  24. ^ a b c (EN) Angelina Jolie Movie Box Office Results, boxofficemojo.com. URL consultato il 3 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2012).
  25. ^ Daniele Sesti, Recensione di Una vita quasi perfetta, filmup.leonardo.it. URL consultato il 4 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2012).
  26. ^ Amore senza confini - Al peggio non c'è mai limite, cinemavvenire.it. URL consultato il 4 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 4 agosto 2012).
  27. ^ In the Land of Blood and Honey - primo film da regista di Angelina Jolie, cineblog.it. URL consultato il 23 settembre 2013.
  28. ^ "Maleficent": il nuovo film della Disney con Angelina Jolie, cinema.excite.it, 14 novembre 2013. URL consultato il 17 novembre 2013.
  29. ^ Angelina Jolie: “Maleficent” appare anche la figlioletta Vivienne, 13 novembre 2013. URL consultato il 17 novembre 2013.
  30. ^ Angelina Jolie in Afghanistan come ambasciatrice delle Nazioni Unite, italiachiamaitalia.net. URL consultato il 3 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 4 agosto 2012).
  31. ^ Angelina Jolie ambasciatrice Onu per i rifugiati, ricerca.repubblica.it. URL consultato il 3 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2012).
  32. ^ Jack Redden, I diari dei rifugiati, elros.altervista.org. URL consultato il 4 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 3 agosto 2012).
  33. ^ (EN) Jolie-Pitt Foundation donates US$1 million, alertnet.org. URL consultato il 4 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 30 maggio 2012).
  34. ^ (EN) About Founders, educationpartnership.org. URL consultato il 4 novembre 2008.
  35. ^ (EN) Angelina Jolie launches centre for unaccompanied children, unhcr.org. URL consultato il 4 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 4 giugno 2012).
  36. ^ (EN) Mary Green, Brad & Angelina Start Charitable Group, people.com. URL consultato il 4 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2012).
  37. ^ (EN) Mary Green, Angelina Jolie Joins Council on Foreign Relations, people.com. URL consultato il 4 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2012).
  38. ^ (EN) Angelina Jolie visits Syrian refugees in Turkey, haaretz.com. URL consultato il 21 giugno 2011.
  39. ^ Angelina Jolie in visita a Lampedusa, Corriere della Sera. URL consultato il 21 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2012).
  40. ^ (EN) Angelina Jolie breaks down as she thanks her late mother in honorary Oscar speech, Daily Mail, 17 novembre 2013. URL consultato il 30 dicembre 2013.
  41. ^ (EN) Fur Is Evil, Just Ask Angelina, peta.org. URL consultato il 21 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2012).
  42. ^ (EN) Brad and Angelina Donate $2M to Sanctuary, peta.org. URL consultato il 21 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2012).
  43. ^ Matrimoni gay: Brad Pitt è favorevole mentre sua madre è pubblicamente contraria, queerblog.it. URL consultato il 21 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2012).
  44. ^ (EN) Gay rights advocates Brad Pitt and Angelina Jolie reportedly to marry in Windsor England which backs same sex marriages, dailytelegraph.com. URL consultato il 21 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2012).
  45. ^ Angelina Jolie al G8: "Uniti contro gli stupri e le violenze in guerra" - Repubblica Tv - la Repubblica.it
  46. ^ Brad Pitt: il regalo di nozze per Angelina Jolie è un poligono di tiro, Panorama.it, 4 settembre 2012. URL consultato il 20 dicembre 2013.
  47. ^ Brad Pitt-Angelina Jolie, i dettagli del contratto prematrimoniale, 13 ottobre 2013. URL consultato il 28 novembre 2013.
  48. ^ Casa di Brad Pitt e Angelina Jolie a Los Angeles, 30 giugno 2013. URL consultato il 28 novembre 2013.
  49. ^ Ecco la villa di New Orleans. URL consultato il 28 novembre 2013.
  50. ^ Villa di Angelina Jolie e Brad Pitt, un vero castello per la coppia vip, 25 marzo 2013. URL consultato il 28 novembre 2013.
  51. ^ Pitt e Jolie, guarda la loro nuova villa da sogno nel Veronese, oggi.it, 9 settembre 2010. URL consultato il 28 novembre 2013.
  52. ^ Angelina regala a Brad un'isola a cuore e due ville progettate da Wright, 26 novembre 2013. URL consultato il 28 novembre 2013.
  53. ^ top ten sexiest female celebrity atheists
  54. ^ Angelina Jolie la più sexy del mondo, publiweb.com. URL consultato il 2 novembre 2008 (archiviato dall'url originale l'8 settembre 2012).
  55. ^ Jolie, le rivelazioni dell'ex compagna, repubblica.it. URL consultato il 2 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 9 settembre 2012).
  56. ^ Biografia, angelina-jolie.it. URL consultato il 2 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 17 luglio 2012).
  57. ^ Biografia, mymovies.it. URL consultato il 2 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2012).
  58. ^ Angelina Jolie: ho sedotto Brad Pitt quando era sposato con Jennifer Aniston, fds.affinica.com. URL consultato il 5 novembre 2008 (archiviato dall'url originale l'8 luglio 2012).
  59. ^ Brad Pitt e Angelina Jolie beffano tutti: nozze "segrete" celebrate in Francia, repubblica.it. URL consultato il 29 agosto 2014.
  60. ^ L'attrice ha sposato Brad Pitt con un vestito decorato dai disegni dei figli, Vanityfair. URL consultato il 10 settembre 2014.
  61. ^ Il guadagno di Brad e Angelina per le foto del matrimonio. URL consultato il 10 settembre 2014.
  62. ^ (EN) Angelina Jolie's Name Interrupted, de.eonline.com. URL consultato il 5 novembre 2008.
  63. ^ (EN) Angelina Jolie's adopted baby 'result of rape', telegraph.co.uk. URL consultato il 5 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2012).
  64. ^ Angelina Jolie ha avuto paura per Zahara, alfemminile.com. URL consultato il 5 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 21 luglio 2012).
  65. ^ (EN) Judge says Jolie’s children can take Pitt’s name, msnbc.msn.com. URL consultato il 5 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 4 giugno 2012).
  66. ^ Le prime immagini della famiglia Jolie-Pitt dopo il parto, notiziegossip.com. URL consultato il 5 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2012).
  67. ^ My Medical Choice in The New York Times, 14 maggio 2013. URL consultato il 14 maggio 2013.
  68. ^ 'The Angelina effect', l'omaggio di 'Time' per la sua scelta coraggiosa, adnkronos.com. URL consultato il 21 maggio 2013.
  69. ^ (EN) 40 Favourite Songs of Famous People, shortlist.com. URL consultato il 27 dicembre 2013.
  70. ^ Angelina Jolie nominata Dama dalla regina Elisabetta II per il suo impegno contro la violenza sessuale nelle zone di guerra, bestmovie.it. URL consultato il 14 giugno 2014.
  71. ^ Honorary British Awards to Foreign Nationals - 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar alla miglior attrice non protagonista Successore
Judi Dench
per Shakespeare in love
2000
per Ragazze interrotte
Marcia Gay Harden
per Pollock

Controllo di autorità VIAF: 85380888 LCCN: no98116294