Wallace & Gromit - La maledizione del coniglio mannaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wallace & Gromit - La maledizione del coniglio mannaro
Wallace & Gromit 013.JPG
Il coniglio mannaro in una scena del film
Titolo originale Wallace & Gromit: The Curse of the Were-Rabbit
Paese di produzione Regno Unito
Anno 2005
Durata 85 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere animazione, commedia
Regia Nick Park, Steve Box
Sceneggiatura Nick Park, Bob Baker, Steve Box
Fotografia Tristan Oliver, Dave Alex Riddett
Montaggio David McCormick, Gregory Perler
Musiche Julian Nott
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Premi

Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior film d'animazione 2006

Wallace & Gromit - La maledizione del coniglio mannaro (Wallace & Gromit: The Curse of the Were-Rabbit) è un cartone animato e film d'animazione creato in stop-motion da Nick Park e dalla sua casa di produzione Aardman Animations, in collaborazione con la DreamWorks Pictures.

I protagonisti sono i due personaggi di Wallace e Gromit, già protagonisti di alcuni cortometraggi di successo.

Il film, vincitore del premio Oscar 2006 come "miglior film d'animazione", è uscito nelle sale italiane il 3 marzo 2006 distribuito dalla UIP.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Wallace e il suo cane Gromit hanno una nuova professione: in occasione del Concorso di Verdura Gigante, si ribattezzano la società "Anti-Pesto", e liberano gli orti dei vicini dai conigli e tutti gli animali che potrebbero rovinare le loro preziose verdure, catturandoli e imprigionandoli senza ucciderli, usando talvolta un valido macchinario che li aspira e li immagazzina in un serbatoio. Per svegliarsi e partire prontamente anche di notte, in caso di allarme da uno dei rilevatori dei clienti, un complicato sistema meccanico li sveglia, li veste, gli prepara un tè e li trasporta direttamente in auto. Si impegnano anche a liberare l'enorme tenuta di Lady Campanula Tottington, dove si terrà il festival, e nel mentre si attirano l'inimicizia del borioso Lord Victor Quartermaine (che era rimasto incastrato nel tubo del macchinario) e del suo bulldog, che diventeranno loro nemici. Poi, non avendo cuore di uccidere i conigli, li tengono in casa e li alimentano, ma arriva il giorno in cui nelle gabbie sotterranee non c'è più spazio per ospitarli.

Allora Wallace decide di utilizzare una delle sue bizzarre invenzioni (il Manipola-mente Tomatico, un sistema per rimuovere idee e pensieri molesti dalla mente) per fare il lavaggio del cervello ai conigli, in modo che essi smettano di essere golosi di verdure e quindi di assalire gli orti. Lo strambo inventore collega la sua testa al macchinario e l'altro capo al sistema che cattura e contiene i conigli, per poi generare onde mentali: così facendo ai conigli si dovrebbe trasmettere l'amore per il formaggio che Wallace ha da sempre. Un incidente, però, inverte il senso di funzionamento del ciclo (Wallace dà involontariamente una pedata alla leva di comando spostandola dalla modalità aspirazione alla modalità espulsione), causando l'esplosione della macchina e si finisce per trasformare un coniglio in un essere semi-umano che parla e si comporta come Wallace.

Intanto gli orti del vicinato iniziano a essere devastati da un'enorme bestia contro cui anche le misure di sicurezza approntate da Wallace non riescono a fare nulla (anche perché la bestia le distrugge). Durante una notte di caccia al coniglio gigante, si scopre la terribile verità: non solo la macchina ha creato un "Wallace mannaro", ma Wallace stesso è diventato un enorme coniglio mannaro, che si trasforma quando appare la Luna! Dato che anche Lord Quartermaine era in caccia del mostro, capita che le due squadre si incontrino (Wallace ovviamente non sa di essere lui stesso la bestia). Proprio in quel momento sale la Luna e Wallace si trasforma, aggredendo Quartermaine. A quel punto Quartermaine (appassionato di caccia) decide di eliminare del tutto il rivale, e si reca dal parroco del paese per farsi dare l'unica arma in grado di uccidere un coniglio mannaro del genere: un proiettile d'oro massiccio (oltre ai nervi ben saldi).

Arriva il giorno del festival, che non è stato annullato perché Quartermaine ha diffuso la falsa notizia che il mostro era stato eliminato: a quel punto Gromit attira il coniglio mannaro utilizzando lo stesso ortaggio gigante (una mega-zucchina) che lui stesso aveva amorevolmente curato per il concorso, scatenando il panico. Il coniglio-Wallace rapisce Lady Campanula (probabilmente scambiata per una carota per via del suo vestito arancione), madrina del festival, e la porta in cima al maniero dei Tottington. Mentre Gromit e il cane di Quartermaine si danno battaglia su due aeroplani giocattolo, Quartermaine cerca di uccidere Wallace, ma per fortuna Gromit interviene fermando con il suo aereo l'ultimo proiettile sparato dal cacciatore, che era addirittura il premio a forma di carota del festival sparato da Quartermaine con un fucile per elefanti, che si era procurato sul momento non avendo più pallottole d'oro; il cane rischia di precipitare, ma Wallace per salvare l'amico si butta giù dal tetto del maniero afferrando l'aeroplanino e schiantandosi su un tendone. A quel punto Quartermaine sta per eliminare il coniglio-Wallace, ma interviene Lady Campanula che lo colpisce con una carota. Gromit si vendica travestendo Quartermaine, mentre è svenuto a terra, da coniglio usando un vecchio costume e si diverte a guardarlo sfuggire alla folla inferocita. Frattanto Wallace, morente per le ferite, si ritrasforma del tutto in umano, e Gromit lo fa rinsavire facendogli annusare del formaggio. Colpita dall'impegno di Wallace e Gromit, Lady Campanula dà il premio alla zucchina gigante di Gromit e trasforma la sua tenuta in una riserva protetta per tutti i conigli dei dintorni, incluso il coniglio-Wallace mannaro.

Riferimenti e citazioni da altre opere[modifica | modifica wikitesto]

Dato che, secondo la definizione del regista Nick Park, questo è "il primo horror vegetariano" mai girato, buona parte delle citazioni e parodie presenti nel film sono da ricondursi ad altri film d'orrore e fantascienza:

  • La scena in cui Wallace osserva la sua mano ricoprirsi di pelo durante la trasformazione è ispirata alla scena della trasformazione di David Kessler nel film del 1981 Un lupo mannaro americano a Londra di John Landis.
  • Quando Wallace si trasforma nel coniglio mannaro e attacca Victor Quartermaine, la sua trasformazione ricorda molto quella dell'incredibile Hulk e del Dr. Jekyll in Mr. Hyde.
  • In originale, quando Wallace con delle enormi orecchie da coniglio (la trasformazione appena iniziata) saluta Gromit sgranocchiando una carota, gli dice "What's up, dog?", imitando il popolare tormentone di Bugs Bunny What's up, Doc? (che succede amico? in italiano), che il coniglio della Warner Bros dice sempre mentre mastica carote.
  • King Kong è citato nella scena in cui il coniglio mannaro rapisce Lady Tottington e la porta con sé in cima alla magione dei Tottington (cf. l'Empire State Building).
  • I pulsanti sul cruscotto del furgone della Anti-Pesto (pioggia leggera, pioggia forte, fango) assomigliano ai tre pulsanti per la velocità sul cruscotto di KITT in Supercar.
  • Un'insegna in città è a forma di carota con scritto "Harvey": questo è il titolo di un film in cui James Stewart ha delle allucinazioni in cui vede un coniglio gigante.
  • la scena in cui quella stessa insegna mezza mangiata dal coniglio mannaro cade sul furgone della Anti-Pesto ricalca Jurassic Park quando la carcassa di una capra sbranata dal T-rex cade sul veicolo che si avvicina alla zona del dinosauro.
  • L'insegna di un barbiere in città reca la scritta "A Close Shave", il titolo di un precedente cortometraggio di Wallace e Gromit.
  • Le scene con il coniglio mannaro che va sottoterra creando monticelli di terra negli orti e trascina sottoterra il furgone di Gromit sono ispirate a Tremors, film horror in cui degli enormi "vermi" scavano sottoterra trascinando nel sottosuolo uomini e cose.
  • Le scene del laboratorio di Wallace con il macchinario per fare il lavaggio del cervello ai conigli ricordano i film di Frankenstein e Metropolis di Fritz Lang.
  • La scena della ritrasformazione del coniglio mannaro in Wallace è simile alle "rigenerazioni" viste in Doctor Who, popolare serial di fantascienza inglese.
  • La canzone che Gromit ascolta sul furgone mentre aspetta che Wallace ritorni fa parte della colonna sonora del film dei La collina dei conigli.
  • La scena dove Victor dice "Puoi saltellare, ma non puoi nasconderti bestia!" ricorda la scena del lungometraggio Disney La bella e la bestia in cui Gaston bracca la Bestia sul tetto del castello e dice la stessa frase (Il suo doppiatore italiano tra l'altro è Roberto Pedicini, lo stesso che ha dato voce a Gaston).
  • Per eliminare il coniglio mannaro Victor usa delle pallottole dorate, chiaro riferimento alle armi d'argento utilizzate per uccidere il lupo mannaro nella cultura popolare.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il coniglio mannaro è un riferimento al lupo mannaro.
  • A differenza di altre opere precedenti della Aardman, in questo film ci sono in effetti delle sequenze in grafica computerizzata, soprattutto in momenti in cui sarebbe stato impossibile utilizzare dei pupazzi (ad es. la scena in cui i conigli fluttuano all'interno dell'aspiratore creato da Wallace). Per ovviare al problema e mantenere continuità tra queste sequenze e il resto del film, la Aardman ha sviluppato un software di modellazione 3D che riproduce fedelmente l'aspetto della plastilina modellata a mano, con tanto di segni come impronte e graffi.
  • Non solo La maledizione del coniglio mannaro è uscito nelle sale cinematografiche statunitensi due settimane dopo La sposa cadavere di Tim Burton, anche questo animato in stop-motion, ma i due film condividono l'uso di Helena Bonham Carter, moglie di Burton (che qui doppia Lady Campanula, mentre nell'altro film dava la voce alla "sposa cadavere"), e addirittura in entrambi i film c'è lo stesso identico omaggio a Ray Harryhausen (maestro della stop-motion), consistente in un pianoforte con la scritta "Harryhausen".
  • Le fotografie di Nick Park e Steve Box, i due registi, appaiono sul muro della chiesa per un istante, illuminate dal temporale.
  • L'aeroplanino che il bulldog di Quartermaine guida per dare la caccia a Gromit è quello del Barone Rosso, probabilmente in omaggio a un altro celebre cane dei fumetti, Snoopy, che immaginava spesso di combattere, pilotando il suo Sopwith Camel, contro il Barone Rosso.
  • Nella versione italiana, il poliziotto McIntosh condivide la voce con un altro celebre poliziotto animato: infatti gli dà la voce lo stesso doppiatore del commissario Winchester della serie I Simpson, cioè Angelo Maggi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema