Premio Pulitzer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gen pulitzer.jpg

Il Premio Pulitzer è un premio statunitense, considerato come la più prestigiosa onorificenza nazionale per il giornalismo, successi letterari e composizioni musicali. Venne istituito da Joseph Pulitzer ed è gestito dalla Columbia University di New York.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fu istituito dal giornalista Ungherese-Americano e magnate della stampa statunitense Joseph Pulitzer (1847-1911) che, alla sua morte, lasciò tutti i suoi averi alla Columbia University. Una parte del suo lascito è stata usata per la Scuola di giornalismo dell'università nel 1912. Il premio fu assegnato per la prima volta nel 1917, nelle sole categorie "Reporting" (internazionale, per una serie di articoli sull'Impero tedesco), Editoriale, Storico e Biografico.[1]

Il Premio Pulitzer per la narrativa del 2008 è stato assegnato a Junot Díaz, per il romanzo del 2007 intitolato La breve favolosa vita di Oscar Wao, edito da Mondadori.
Sempre nel 2008 venne assegnato al cantautore Bob Dylan il premio Pulitzer per le sue composizioni musicali, con la seguente Menzione speciale: «Per il suo profondo impatto sulla cultura e sulla musica pop statunitense, segnato da composizioni liriche di straordinaria forza poetica.»
Gene Weingarten, del Washington Post ha ricevuto il Pulitzer per il giornalismo di cronaca nel 2008, per l'articolo[2] scritto nel quale ha descritto come Joshua Bell, famoso violinista (i biglietti per i suoi concerti si aggirano intorno ai 100$), è stato praticamente ignorato quando ha suonato, travestito da musicista di strada in una stazione della metropolitana di Washington. Nel 2010, per la prima volta, il Premio Pulitzer è stato assegnato ad un sito web, vale a dire a ProPublica.org nella sezione relativa al giornalismo investigativo per l'inchiesta sugli ospedali dopo il passaggio dell'uragano Katrina.[3]

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

I premi vanno assegnati annualmente (tradizionalmente nel mese di aprile) a coloro che si sono distinti particolarmente in una delle 21 categorie considerate, dalla fiction, alla cronaca, alla musica (nel 2008 lo ricevette Bob Dylan).
L'ambito riconoscimento premia non solo il lavoro di giornalisti e fotoreporter distintisi in vari settori dell'informazione e nella documentazione audiovisiva dei principali avvenimenti dell'anno, ma anche autori di testi di narrativa, storici, drammaturghi e compositori.
In venti di queste categorie ogni vincitore riceve un certificato e una ricompensa in contanti di 10 000 dollari statunitensi. Il vincitore nella categoria di pubblico servizio nel giornalismo riceve una medaglia d'oro, che va sempre al giornale, anche se il giornalista può essere nominato nella citazione.

Categorie[modifica | modifica sorgente]

Giornalismo[modifica | modifica sorgente]

  • di Pubblico Servizio (Public Service)
  • di Ultim'ora (Breaking News Reporting)
  • Investigativo (Investigative Reporting)
  • Locale (Local Reporting)
  • Nazionale (National Reporting)
  • Internazionale (International Reporting)
  • Miglior articolo (Feature Writing)
  • di Commento (Commentary)
  • di Critica (Criticism)
  • Editoriale (Editorial Writing)
  • Editoriale in Fumetto (Editorial Cartooning)
  • Fotografia di Ultim'ora (Breaking News Photography)
  • Miglior Fotografia (Feature Photography)

Arti e lettere[modifica | modifica sorgente]

  • Narrativa (Fiction)
  • Premio Pulitzer per la Drammaturgia(Drama)
  • Storia (History)
  • Biografia e autobiografia (Biography or Autobiography)
  • Poesia (Poetry)
  • Saggistica (General Non-Fiction)
  • Musica (Music)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ I vincitori del 1917.
  2. ^ Articolo di Gene Weingarten sul Washington Post
  3. ^ Il Pulitzer a ProPublica.org La prima volta per un sito Web

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]