Una bugia di troppo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una bugia di troppo
Una bugia di troppo Eddie Murphy.png
Una scena del film
Titolo originale A Thousand Words
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2012
Durata 91 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 16:9
Genere commedia, drammatico
Regia Brian Robbins
Sceneggiatura Steve Koren
Casa di produzione DreamWorks SKG, Saturn Films, Varsity Pictures
Distribuzione (Italia) Universal
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Una bugia di troppo (A Thousand Words) è un film statunitense del 2012 diretto da Brian Robbins, con protagonista Eddie Murphy.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Abituato a raggiungere tutti i suoi obiettivi grazie alla sua vivace parlantina, Jack McCall, agente letterario, trova pane per i suoi denti quando tenta di conquistare il suo prossimo cliente, il Dr. Sinja, un guru spirituale. L’uomo sa il fatto suo e pianta nel cortile di Jack un albero con mille foglie: ogni volta che Jack pronuncia una parola, cade una foglia e quando le foglie saranno finite, finirà anche la sua vita. Per evitare ciò dovrà trovare un altro modo per comunicare e alla fine lui capisce per cosa è cresciuto l'albero: capire il suo cuore.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è uscito nelle sale cinematografiche il 9 marzo 2012. In Italia è stato distribuito da Universal Home Entertainment direttamente in DVD a partire dal 19 settembre 2012.[1]

Critica[modifica | modifica sorgente]

La pellicola riceve tre nomination alla 33ª edizione dei Razzie Awards[2]

Nel dettaglio:

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Negli Stati Uniti il film ha incassato complessivamente 18.450.127 $, con 6.350.000 $ nel primo week-end.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda completa di Una bugia di troppo (2012) su Movieplayer.it
  2. ^ (EN) Nomination Razzie Awards 2013, Razzies.com Official Site. URL consultato il 31-01-2013.
  3. ^ http://www.movieplayer.it/film/a-thousand-words_31270/incassi/ [collegamento interrotto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema