Teletubbies

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Questa pagina è semiprotetta. Può essere modificata solo da utenti registrati.
Teletubbies
Logo del programma Teletubbies
Anno 1997 - 2001
Genere serie televisiva
Durata 25 min
Produttore Ragdoll Productions
Regia Anne Wood, Andrew Davenport
Sito web sito inglese

I Teletubbies sono i protagonisti di una serie televisiva creata dalla BBC per bambini in età prescolare prodotta tra il 1997 e il 2001 dalla Ragdoll Productions. I personaggi sono creati da Anne Wood, direttore creativo della Ragdoll, e Andrew Davenport, che ha scritto tutti i 365 episodi.

La serie è divenuta un successo di critica e commerciale in Inghilterra e all'estero.

La trasmissione

I protagonisti sono 4 teletubbie: Tinky Winky, Dipsy, Laa-Laa, e Po, che vivono a TeletubbyLandia, in un'abitazione futuristica, a forma di pseudocupola, posizionata al centro di un ambiente collinare; il clima è quasi esclusivamente primaverile. I dintorni sono punteggiati di fiori (anche parlanti) e l'unica fauna consiste in svariati conigli in libertà, pur lasciando intendere la presenza di uccellini dei quali si sente il cinguettio. Durante lo svolgimento degli episodi compaiono dal terreno degli altoparlanti a forma di periscopio dai quali escono suoni o voci che danno indicazioni ai Teletubbies su quello che devono fare. Una presenza costante di ogni episodio è rappresentata dal sole, che compare all'inizio e alla fine della puntata e che contiene al suo interno il viso di un neonato.

I teletubbies sono impersonati da attori che indossano costumi di grosse dimensioni e di forma tondeggiante. Al centro dell'addome si trova un rettangolo di colore metallico utilizzato come se fosse uno schermo televisivo per mostrare brevi filmati di vita quotidiana orientati a bambini in età prescolare; sulla testa ogni teletubbie porta una antenna di forma diversa per ognuno.

I teletubbies hanno proporzioni, comportamento e linguaggio simili a quelli di un bimbo in età prescolare. Il design e il ritmo delle trasmissioni furono definiti da uno psicologo cognitivo, Andrew Davenport, che strutturò le puntate in modo adeguato alla breve capacità di concentrazione tipica dei bambini di quell'età.

Il linguaggio dei teletubbies è estremamente semplificato, lento e ripetitivo. Tra le frasi ricorrenti,[1] "Tante Coccole" e "Ciao Ciao".

La dieta dei teletubbies consiste esclusivamente di tubbiepappa (una sorta di crema che viene sorbita tramite una cannuccia) e tubbietoast (dei toast circolari con un viso sorridente). Quando mangiano tendono a sporcare molto, ma fortunatamente convivono con Noo-Noo (si pronuncia nu nu), un aspirapolvere autonomo che ripulisce accuratamente.

Tra gli oggetti utilizzati dai teletubbies, vi sono anche tubbiespugne che vengono adoperate dai quattro personaggi per ripulirsi dopo che si sono sporcati.

Protagonisti

  • Tinky Winky (interpretato da Dave Thompson, Mark Heenehan e Simon Shelton) è il teletubby più grande ed è sempre molto gentile. Maschio, di colore viola, ha una antenna triangolare sulla sua testa. Porta sempre con sé una borsa rossa. Adora camminare, ballare e fare le capriole.[2]
  • Dipsy (interpretato da John Simmit) è il secondo teletubby. Maschio, di colore verde, ha una antenna dritta sulla sua testa e porta sempre con sé un cilindro di pelo bianco e nero. È il teletubby più alla moda ed adora ballare in modo strano.[2] Ha il volto più scuro degli altri e secondo gli autori è nero.[3]
  • Laa-Laa (interpretato da Nikky Smedley) è la terza teletubby. Femmina, di colore giallo, ha una antenna a ricciolo sulla sua testa. Ama giocare con la sua grossa palla arancione. Adora ballare, cantare e saltare.[2]
  • Po (interpretato da Pui Fan Lee) è la quarta teletubby, è cantonese e sa parlare sia in inglese che in cantonese.[3] Femmina, di colore rosso, ha una antenna che termina con un cerchio. Non si separa mai dal suo monopattino blu e rosa. Adora ballare, cantare e fare le cose di testa sua.[2]
  • Noo-Noo (pronunciato Nuu-Nuu) è un aspirapolvere che abita nella casa dei Teletubbies. Non si avventura mai fuori di casa e la sua principale attività è quella di pulire costantemente l'abitazione con il suo naso/tubo per aspirare. Comunica attraverso una serie di rumori. Alle volte, fa dei dispetti ai Teletubbies, come aspirare i loro tubbytoast o i loro giochi.
  • La voce fuori campo (voci di Tim Whitnall, Toyah Willcox e Eric Sykes, ed occasionalmente di Sandra Dickinson e Penelope Keith) che descrive o anticipa le azioni dei protagonisti.
  • La bimba-Sole (interpretato dalla piccolissima Jessica Smith)[4] è un sole con il volto di una bimba sorridente di sette mesi all'incirca.

Il set

Il set di Teletubbilandia è nella contea inglese del Warwickshire, non lontano dalla sede della Ragdoll Productions di Stratford-upon-Avon. Esattamente si trova alle coordinate 52° 7'31.72"N 1°42'12.53"O, però ora al suo posto si trova un laghetto artificiale.[5]

Il set e gli stessi Teletubbies sono molto più grandi di quanto non sembri: il costume di Tinky Winky, arriva all'altezza di circa tre metri, mentre quello di Po è circa due metri e mezzo.[5]

Noo Noo (l'aspirapolvere) è abbastanza grande da contenere una persona che la pilota utilizzando uno schermo televisivo. La casa dei Teletubbies è alta circa cinque metri.[5]

I conigli sono domestici di razza fiamminga e possono pesare fino a 15 kg.[5]

Adattamento

Nella versione italiana della serie gli episodi sono narrati con tempi verbali in modo semplificato evitando congiuntivi e utilizzando l'imperfetto come tempo della narrazione. Esempi:

  • Tinky Winky pensava che l'agnellino era triste.
  • Un giorno a teletubbilandia arrivava una farfalla.

Controversie

Nel maggio 2007, la parlamentare polacca Ewa Sowinska, deputata del partito cattolico conservatore Lega delle Famiglie Polacche e responsabile dell'Agenzia Nazionale per la Protezione dei Bambini, accusava la serie tv di contenere segnali a favore dell'omosessualità: «Si tratta di una specie di cartone simpatico e innocuo. Non mi ero però accorta che il protagonista Tinky Winky, porta con sé sempre una borsetta rossa pur essendo un maschio. All'inizio pensai che la borsetta potesse essere una caratteristica di questo personaggio, dopo ho capito che poteva avere un messaggio omosessuale nascosto. Rischia di mandare un messaggio sbagliato ai bambini». Con queste motivazioni la Sowinska voleva affidare a un'equipe di psicologi infantili un'inchiesta sui quattro personaggi della serie televisiva della Bbc. Successivamente la stessa Sowinska ha leggermente calato i toni facendo comunque continuare la valutazione se sospendere la programmazione dei Teletubbies.[6]

La parlamentare polacca non è stata l'unica a tacciare di omosessualità Tinky Winky, di fatto nel 1999 il reverendo Jerry Falwell, della Liberty University a Lynchburg in Virginia, famoso per posizioni più che estremiste, ha fatto notare in un articolo che il personaggio "è viola, come il colore simbolo dell'orgoglio gay, e che la sua antenna è a triangolo proprio come il simbolo dell'orgoglio gay" ("he is purple - the gay pride color; and his antenna is shaped like a triangle - the gay-pride symbol"). Inoltre, durante un episodio Tinky Winky si esibisce in un balletto vestito con un tutu da ballerina classica.

Note

  1. ^ Versione italiana
  2. ^ a b c d Meet the Teletubbies, Public Broadcasting Service. URL consultato il 01-11-2010.
  3. ^ a b Teletubbies FAQ, Public Broadcasting Service. URL consultato il 01-11-2010.
  4. ^ Record Breakers and Trivia : Singles : Artists : Age, EveryHit.com. URL consultato il 01-11-2010.
  5. ^ a b c d Behind the Scenes ... Some Technical Details
  6. ^ Adam Easton, Poland targets 'gay' Teletubbies in BBC News, 28 maggio 2007. URL consultato il 01-11-2010.

Altri progetti

Collegamenti esterni

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione