Aspirapolvere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando lo strumento medico, vedi Aspiratore (presidio medico).
Un comune aspirapolvere a traino

L'aspirapolvere è un'apparecchiatura destinata alle pulizie provvista di motore ventilatore che crea una depressione che permette l'aspirazione di polvere e altre particelle.

Tramite un filtro od un ciclone l'aria aspirata viene depurata dalle particelle di polvere che vengono accumulate in un contenitore apposito.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Un aspirapolvere nel 1906.

L'aspirapolvere è stato inventato tra il 1865 e il 1876 negli Stati Uniti. Il primo apparecchio pare sia stato sviluppato da un inventore di Chicago. Molte fonti affermano che il primo brevetto fu rilasciato nel 1876 ad Anna e Melville Bissel per un apparecchio fissato su una carrozza trainata da cavalli, con una pompa azionata manualmente ed un lungo tubo utilizzato per pulire i tappeti, si chiamava infatti "Bissell Carpet Sweeper".

I primi due aspirapolvere elettrici apparvero quasi contemporaneamente ma concepiti da due diversi inventori.

Intorno al 1901 Hubert Cecil Booth si meravigliò che per la pulizia dei treni venisse usato un apparecchio che soffiando aria allontanava la polvere e la sporcizia. Ideò un apparecchio più maneggevole e che era in grado di aspirare la polvere. Presentò la sua invenzione in Inghilterra ma la sua idea non riscosse successo.

L'altro inventore fu lo statunitense James Murray Spangler, un portinaio di Canton, Ohio. Utilizzando un ventilatore, una scatola e un cuscino costruì un aspirapolvere. Insieme alla forza aspirante il dispositivo utilizzava anche una spazzola rotante. Brevettò l'invenzione nel 1908 e vendette il brevetto alla società di suo cugino, la "Hoover Harness and Leather Goods Factory". Negli Stati Uniti Hoover è tuttora uno dei leader nella produzione di elettrodomestici.

In Inghilterra il termine Hoover è strettamente associato all'aspirapolvere tanto da divenirne sinonimo, nell'uso corrente "doing the hoovering" è la definizione usata per l'operazione di passaggio dell'aspirapolvere.

Per molti anni l'aspirapolvere rimase un articolo di lusso, dopo la seconda guerra mondiale la loro diffusione aumentò.

Tipologie di aspirapolvere[modifica | modifica wikitesto]

Per l'utilizzo domestico esistono diverse tipologie di aspirapolvere.

A bidone

Bidone[modifica | modifica wikitesto]

Di forma cilindrica, ha il motore avvitato nella parte superiore, protetto da un filtro di carta e il cilindro (di metallo) che serve per contenere la polvere. Esistono modelli che aspirano anche i liquidi e si differenziano dai modelli a traino anche per il fatto di avere un tubo flessibile (dove viene aspirata la polvere) di diametro maggiore ed è adatto anche all'uso in esterno. Alcuni hanno due bocchette, una che aspira e l'altra che soffia aria, in modo da poter rimuovere la polvere anche soffiandola via, non solo aspirandola.

Scopa elettrica[modifica | modifica wikitesto]

È composta da un corpo centrale nel quale si trovano il motore, il filtro e il sacchetto per la polvere, e dal quale fuoriesce un tubo rigido al quale è fissata una spazzola, che può essere di vari tipi, per varie superfici. Sul lato superiore si trova un tubo con l'impugnatura e l'interruttore.

A traino (o carrello)[modifica | modifica wikitesto]

Il Folletto, uno dei più noti aspirapolveri a scopa elettrica

Il motore, il filtro e il sacchetto si trovano in un contenitore provvisto di rotelle dal quale fuoriesce un tubo flessibile all'estremità del quale si trova un tratto di tubo rigido e infine la spazzola.

Portatile

Portatile[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di piccoli aspirapolvere leggeri a batteria da tenere con una sola mano. Sono utilizzati per lavori leggeri e veloci. I vantaggi sono la leggerezza, la possibilità di utilizzarli anche lontano da una presa di corrente (ad esempio in auto) e il basso costo. I limiti principali sono l'autonomia e la potenza limitata.

Battitappeto[modifica | modifica wikitesto]

Il battitappeto è un tipo di aspirapolvere specializzato per la pulizia di tappeti e moquette.

Il funzionamento avviene tramite una spazzola cilindrica setolata e rotante che, a contatto con la superficie tessile, strofina e di conseguenza solleva la polvere dalla trama, catturandola tramite un motore aspirante dotato di ventola e immagazzinandola in un sacco asportabile.

Alcuni modelli di battitappeto, tipicamente quelli destinati a usi professionali, sono provvisti di due motori, uno usato per far girare il rullo (o i rulli) e l'altro per l'aspirazione.

Sono presenti sul mercato anche modelli senza sacco (bagless) che immagazzinano la polvere in un recipiente svuotabile, mentre le polveri sottili vengono trattenute da alcuni filtri.

Un aspirapolvere robot "Roomba".

Robot autonomi[modifica | modifica wikitesto]

Nei primi mesi del 2000 diverse aziende svilupparono dei robot aspirapolvere che si muovono autonomamente sul pavimento seguendo uno schema e puliscono le superfici aspirando la polvere. Solitamente sono in grado di aggirare ostacoli e di rientrare autonomamente nella base per la ricarica quando necessaria. Il più noto è molto probabilmente Roomba di IRobot.

Multifunzione[modifica | modifica wikitesto]

Sono anche nati negli ultimi anni degli apparecchi che abbinano la funzione di aspirapolvere con quella di caldaia, soffiando vapore per pulire e aspirando lo sporco bagnato.

Un aspirapolvere Dyson a ciclone

Aspirapolvere a ciclone[modifica | modifica wikitesto]

La modalità d’aspirazione a ciclone (o con tecnologia ciclonica) è la tecnologia più moderna utilizzata nell’aspirazione senza sacco (bagless). Il sistema agisce separando la polvere dell’aria all’interno della così detta “cassetta ciclonica”, grazie alla forza centrifuga generata da un ciclone d’aria prodotto dentro la cassetta stessa. I primi sistemi senza sacco detti “basati sul filtro” a causa dell’assenza di un vortice d’aria interno alla cassetta raccoglipolvere, riescono a separare solo una parte della polvere dall’aria (<50%) e di conseguenza vi è una gran concentrazione di polveri sul filtro, il quale appare grande e visibile all’interno della cassetta. Esistono invece 2 tipi di sistemi ciclonici: Il primo detto “Monociclonico” è basato su un singolo ciclone generato attorno ad una struttura conica rovesciata interna alla cassetta; questo sistema separa fino al 75% della polvere dall’aria. Il secondo è detto Multiciclonico è basato sulla presenza di più coni rovesciati all’interno della cassetta che generano più cicloni che permettono di separare oltre il 95% della polvere dall’aria, con conseguente minimo carico di polvere sui filtri.

Aspirapolvere centralizzati[modifica | modifica wikitesto]

Gli impianti di aspirazione centralizzati sono composti da una centrale aspirante localizzata di solito in un locale di servizio della casa e dalla quale si diramano dei tubi nascosti nei muri che raggiungono tutti i locali della casa. Per l'utilizzo è sufficiente attaccare alle apposite prese aspiranti presenti sul muro un tubo flessibile provvisto di impugnatura e spazzola.

Caratteristica peculiare di questo sistema è la massima silenziosità, visto che la centrale aspirante è installata in un locale di servizio remoto. Questo permette di usare il sistema a qualunque ora. Questo tipo di soluzione tuttavia è applicabile solo in case nuove o in fase di ristrutturazione in quanto la parte impiantistica fatta di tubazioni diametro 50 mm va inserita sotto il pavimento o nelle pareti. Indicativamente viene prevista una presa di aspirazione ogni 30 metri quadrati.

Espellendo, dopo la filtrazione, l'aria di risulta all'esterno dell'edificio non c'è il rischio di reimmettere nell'ambiente parte della polvere e degli allergeni aspirati, il che rende il sistema adatto per chi soffre di allergie.

Questa tecnologia è nata in Nord America nel secondo dopoguerra. Esistono versioni del sistema con motori true flow stagni compatibili per montaggi in esterno o sicuri in atmosfere esplosive.

Un vagone ferroviario aspirante utilizzato per la pulizia delle rotaie

Veicoli aspirapolvere[modifica | modifica wikitesto]

Esistono inoltre diversi tipi di veicoli aspirapolvere speciali specializzati nella pulizia di ampie superfici come locali industriali, strade o rotaie.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

scienza e tecnica Portale Scienza e tecnica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scienza e tecnica