Affettatrice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un'affettatrice

Un'affettatrice è uno strumento utilizzato in ambito culinario, utile generalmente per il taglio di salumi e carni.

Essa è composta principalmente da una lama rotante affilata, con diametro variabile, sulla quale viene fatto scorrere con ausilio di un carrello il salume che si intende tagliare. Sulla macchina affettatrice è generalmente posta anche una rotella che permette di regolare la dimensione del taglio che può variare da pochi millimetri, fino a circa un centimetro. Le operazioni di taglio vengono eseguite sul lato destro della lama, quello che taglia, mentre sul lato opposto la lama è opportunamente sagomata in modo che non tagli e non crei pericolo a chi opera con la macchina. La fetta tagliata fuoriesce attraverso la parte non tagliente della lama e può essere comodamente raccolta dall'operatore.

Affettatrice a manovella.

La prima affettatrice fu inventata da Wilhelmus van Berkel a Rotterdam nel 1898.[1][2][3] I primi modelli di affettatrici venivano utilizzate attraverso un sistema a manovella, mentre le più recenti generalmente utilizzano un motore elettrico.[4]

Oggigiorno le affettatrici sono state rese disponibili anche per il mercato casalingo, e non esclusivamente per le attività commerciali.[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Jan Feith, Modern Holland, Nijgh & van Ditmar's Publishing Co.,ltd, 1922, p. 245.
  2. ^ Berkel, Avery Berkel. URL consultato il 5 ottobre 2008.
  3. ^ Company history, Berkel. URL consultato il 5 ottobre 2008.
  4. ^ Vintage Hand-cranked Meat Slicers Popular Among ‘Green’ Chefs and Restaurants, Emiliomiti LLC. URL consultato il 5 ottobre 2008.
  5. ^ Louisa Chu, Ultimate Boy Toy Meat slicers come out from behind the butcher counter, Chow. URL consultato il 5 ottobre 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]