Stufa elettrica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Esempio di stufa elettrica da parete con timer
Esempio di stufa a resistenza

La stufa elettrica è un elettrodomestico utilizzato per riscaldare velocemente dei piccoli ambienti oppure per potenziare il riscaldamento esistente nelle abitazioni. Una volta collegato ad una presa elettrica e azionato l'interruttore di cui è provvisto, fluisce una corrente elettrica nelle resistenze contenute al suo interno e dalle quali viene generato il calore. I modelli recenti dispongono generalmente anche di una ventola la quale trasferisce il calore generato nell'ambiente tramite un flusso d'aria.[1]

Il design delle stufe elettriche privilegia in genere materiali quali plastica e alluminio ed è volto a garantire leggerezza e trasportabilità. La qualità del prodotto è data anche da una buona ingegnerizzazione, orientata alla facilità d'uso ed eventuali interventi di manutenzione; esistono modelli economici il cui fusibile di rete è posizionato all'interno della stufa, pertanto in caso di bruciatura dello stesso, la sua sostituzione comporta lo smontaggio dell'intera stufa, operazione eseguibile solo da un tecnico.[2][3]

Alcuni modelli sono predisposti per essere fissati alla parete, altri dispongono di un timer per l'accensione e lo spegnimento. Nel caso in cui le resistenze siano due, ovvero sdoppiate, si ha la possibilità di avere più livelli di calore, azionandone una sola (solitamente una è più potente dell'altra, quindi le potenze ottenibili sono in totale tre) o entrambe, tramite un selettore di comando.[1]

Tipologie di stufa elettrica[modifica | modifica wikitesto]

Esempio di stufa al quarzo

Vi sono varie tipologie di stufa elettrica:

  • La tradizionale in cui il calore viene emesso da una resistenza metallica o ceramica ed eventualmente diffuso da una ventola, generalmente queste stufe arrivano a consumare anche più di 2.000 watt.
  • Alogena; contiene delle lampade alogene che con il passaggio della corrente elettrica si accendono e si riscaldano emanando calore.
  • Quarzo; simile a quella alogena, la differenza è che ha due o più lampade al quarzo che generalmente arrivano a consumare 800 watt.[1]
  • Con tecnologia ad infrarossi: il calore viene emesso sotto forma di un elemento a raggi infrarossi, come avviene con i raggi del Sole. In questo modo viene riscaldato direttamente (per irraggiamento) solo il corpo solido che si trova immediatamente davanti alla stufa, mentre l'aria circostante rimane fredda, ottenendo di conseguenza un buon risparmio energetico.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Stufe elettriche, Stufe e Camini. URL consultato il 20 luglio 2011.
  2. ^ Design Principles For Wood Burning Cookstoves http://www.stovetec.net/us/images/stories/pdfs/DesignPrinciplesForWoodBurningCookstoves.pdf
  3. ^ Stufa elettrica, Guida acquisti. URL consultato il 20 luglio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

energia Portale Energia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di energia