Natale nell'arte e nei media

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Natale.

Una statuina di presepe, forma artistica di rappresentazione di quella che è una delle maggiori festività cristiane

Il Natale ha ispirato molti film, opere liriche, teatrali, balletti, ma anche musiche sacre, colonne sonore, con lo scopo di diffondere lo spirito di questa festività religiosa cristiana in una forma di ricorrenza che segua il corso dei tempi restando sempre attuale, al di là del significato religioso.

Le storie sono soprattutto centrate su miracoli natalizi che toccano il cuore delle persone. Molte sono divenute popolari, e sono migrate nella cultura diventando parte della tradizione natalizia. Fra le opere che hanno lasciato il segno al di là del racconto natalizio in sé stesso vi è sicuramente il brano musicale "Stille Nacht".

Tra le opere più conosciute vi sono Lo Schiaccianoci di Pëtr Il'ič Čajkovskij: un balletto, con sfondo Natalizio, una storia di una giovane ragazza Russa che si risveglia da un sogno; l'Oratorio di Natale (Oratorium tempore nativitatis Christi o Weihnachtsoratorium), opera BWV 248 di Johann Sebastian Bach e l'oratorio Messiah di Georg Friedrich Händel.

Un'altra storia tipica riguardo al tema del Natale è - nella narrativa - il "Canto di Natale" di Charles Dickens, una storia di incredibile miseria: una avaro rifiuta la compassione e la filantropia come simboli del natale, finché arrivano a fargli visita i fantasmi del Natale del Passato, del Presente e del Futuro, che gli mostrano le conseguenze del suo comportamento. Attraverso questa e altre storie Natalizie, Dickens è qualche volta considerato l'autore più aderente al sentimento natalizio nei paesi di lingua inglese. In ambito letterario italiano si ricordano i racconti di scrittori come Luigi Pirandello (Sogno di Natale), Mario Soldati (Natale e Satana), Mario Rigoni Stern (Quel Natale nella steppa), Giovanni Guareschi (La favola di Natale), Vincenzo Consolo (Il teatro del Sole. Racconti di Natale) e Sebastiano Vassalli (Natale a Marradi). Oltre a Dickens, icona delle tradizioni natalizie del mondo anglosassone, anche Tomas Nast e Clement Moore contribuiscono a rendere popolari e aderenti allo spirito del natale l'immagine di Santa Claus. Ma sono importanti anche opere narrative natalizie di Robert Louis Stevenson (Markheim), Rex Stout con Festa di Natale e la scrittrice premio Nobel Pearl S. Buck con Il segreto di Natale.

Sul versante della poesia non si possono dimenticare le liriche di Guido Gozzano (La pecorina di gesso), Clemente Rebora (Il tuo Natale), Giovanni Testori (Un bambino per sempre) e molti altri (celebre è l'antologia dalle origini a oggi Natale in poesia), ma anche gli Inni natalizi di sant'Ambrogio poi vescovo di Milano.

I cartoni animati di Nast e i poemi di Moore hanno reso a tutti familiari la figura di Santa Claus.

Anche se queste icone del Natale sono diventate estremamente popolari grazie ai film e alla televisione, le antiche tradizioni Natalizie sono ancora forti, e sia la figura che le storie su Santa Claus variano, ancora adesso, da paese a paese. Alcune storie dei paesi scandinavi sono meno briose e vivaci delle storie di Dickens, ma "La piccola fiammiferia" di Hans Christian Andersen è comunque una favola molto diffusa e conosciuta, aderente anch'essa allo spirito del natale: la storia: una piccola e indigente ragazza dei bassifondi cammina a piedi nudi nelle strade nevose della città, cercando invano di vendere i suoi fiammiferi, e sbirciando le celebrazioni natalizie dalle finestre delle case più fortunate, ma non osa tornare a casa a causa del padre alcolizzato. A differenza delle principali tradizioni anglosassoni, la bambina va incontro ad una tragica fine.

Il Natale è presente anche in molte canzoni.

Film sul Natale[modifica | modifica wikitesto]

Molte storie natalizie sono state adattate ai film e alle fiction televisive, e sono state trasmesse molte volte alla TV. L'esempio più classico di film natalizio è La vita è meravigliosa, il cui tema rispecchia il racconto Carole Natalizie. L'eroe del film, George Bailey, è un uomo d'affari che sacrifica i suoi sogni per aiutare la sua comunità. Durante la vigilia di Natale, un angelo custode lo trova disperato in procinto di suicidarsi, e magicamente gli mostra quanto lui ha condizionato la realtà che lo circonda.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • L'incanto di Natale nella poesia e nell'arte, 1996.
  • Natale in poesia, 2003.
  • Giorgio Simonelli, Cinema a Natale, 2009.
  • Cantautori a Natale. De André, De Gregori, Guccini, Vecchioni, a cura di Giovanni A. Cerutti, 2009.