I Believe in Father Christmas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi I Believe in Father Christmas (disambigua).
I Believe in Father Christmas
ArtistaGreg Lake
Autore/iGreg Lake (musica), Peter Sinfield (testo)
GenereFolk rock
Rock sinfonico
Musica classica
Musica natalizia
Edito daManticore Music
Pubblicazione originale
IncisioneI Believe in Father Christmas/Humbug
Datanovembre 1975
Etichetta
Durata3 min : 32 s

I Believe in Father Christmas è una canzone folk-rock composta ed interpretata dall'artista britannico Greg Lake (noto come membro del gruppo Emerson, Lake & Palmer); il testo è di Peter Sinfield.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Genesi della canzone[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante sia spesso classificata come una canzone di Natale, questa non era l'intenzione di Greg Lake, che scrisse la canzone per protestare contro la commercializzazione del Natale.[1] Peter Sinfield, tuttavia, ha dichiarato che il testo parla di una perdita d'innocenza e di credenze infantili.

Il brano è spesso interpretato erroneamente come anti-religioso e, per questo motivo, Lake fu sorpreso del suo successo. In un'intervista alla rivista Mojo dichiarò:

(EN)

«I find it appaling when people says it's politically incorrect to talk about Christmas, you've gotta talk about the "Holiday Season". Christmas was a time of family warmth and love. There was a feeling of forgiveness, acceptance. And I do believe in Father Christmas.»

(IT)

«Trovo terribile quando la gente dice che è politicamente scorretto parlare del Natale, che avresti dovuto parlare del "Periodo delle Feste". Natale è un momento di calore familiare e di amore. Ci sono sentimenti di perdono, di accettazione. E io credo a Babbo Natale

(G. Lake)

Registrazione e pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Versione su singolo

La canzone fu registrata dallo stesso Lake nel 1974 e pubblicata, separatamente dagli ELP, nel novembre 1975 come lato A del singolo I Believe in Father Christmas/Humbug, che divenne il nº2 di Natale nelle classifiche britanniche.[2] È stata il suo unico successo da solista.

Versione su Works Volume 2
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Works Volume 2 § I Believe in Father Christmas.
I Believe in Father Christmas
ArtistaEmerson, Lake & Palmer
Autore/iGreg Lake, Peter Sinfield
GenereFolk rock
Musica classica
Musica natalizia
Edito daManticore Music
Pubblicazione originale
IncisioneWorks Volume 2
Data10 novembre 1977
EtichettaAtlantic SD 19147
Durata3 min : 17 s

Il 10 novembre 1977, una versione "soft" del brano venne inserita nell'album del gruppo Works Volume 2. È così chiamata perché, in sostituzione del classico arrangiamento orchestrale e corale (già presente nella versione su 45 giri), vi sono nuove parti eseguite da Emerson e Palmer.

Altrettante versioni

Nel 1993, un'altra variante della canzone fu pubblicata sul box-set The Return of the Manticore e, nel 2002, Lake rivisitò ancora una volta il brano per una compilation intitolata A Classic Rock Christmas, insieme ad altri artisti della Sanctuary.

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip, per la maggior parte girato in Palestina e Giordania, contiene immagini dalla guerra del Vietnam, che ha portato a lamentele da parte di alcuni che sostenevano non dovessero essere associate a una canzone natalizia. Queste immagini di bombardamenti con razzi, attacchi aerei e artiglierie mobili sono uno sfondo violento per una pacifica canzone di Natale e il risultato è un messaggio che colpisce molto duramente.

Ritornello strumentale[modifica | modifica wikitesto]

Il ritornello strumentale proviene dalla porzione "Troika" della suite di Sergej Prokof'ev Il luogotenente Kije scritta per un film sovietico del 1934, Poruchik Kizhe.[3]

L'omonimo EP[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: I Believe in Father Christmas (EP).

I Believe in Father Christmas è stata inclusa anche in diverse altre compilation, sia degli ELP che natalizie, la cui più notevole è l'omonimo EP pubblicato dalla Rhino nel 1995 (anno del 20ennale del brano), che ne contiene le prime due versioni.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Per la versione del 1975:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dichiarazioni di Greg riguardo "Father Christmas" (MP3) [collegamento interrotto], su Sito Ufficiale di Greg Lake. URL consultato il 22 dicembre 2007.
  2. ^ (EN) Owen Adams, A song for a secular Christmas, in Guardian Unlimited: Arts blog, Guardian News and Media, 22 dicembre 2006. URL consultato il 22 dicembre 2007 (archiviato il 20 gennaio 2007).
  3. ^ (EN) Poruchik Kizhe Archiviato il 23 giugno 2019 in Internet Archive.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]