Atomic Rooster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Atomic Rooster
Paese d'origine Inghilterra Inghilterra
Genere Rock progressivo
Hard rock
Heavy progressive
Periodo di attività 1969-1973 1980 - 1983
Album pubblicati 19

Gli Atomic Rooster sono un gruppo rock britannico attivo nei primi anni settanta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli Atomic Rooster nascono nel 1969 su iniziativa di Vincent Crane e Carl Palmer, che già suonavano insieme nei Crazy World di Arthur Brown. A Crane, tastierista e Palmer, batterista, si aggrega il bassista Nick Graham. Così assestato, il trio incide il suo primo disco, che porta come titolo il loro stesso nome, e che la critica considera il loro miglior lavoro. La musica è riconducibile a un certo rock duro con risvolti mistici ed occulti, secondo uno dei modelli tipici del periodo e tentato con maggior fortuna anche dai contemporanei Black Sabbath[1]. Subito dopo l'incisione, a breve distanza l'uno dall'altro Graham e Palmer se ne vanno. Palmer raggiungerà Keith Emerson e Greg Lake per dare vita ad uno dei più famosi gruppi di rock progressivo degli anni settanta. Graham entrerà negli Skin Alley.

Crane raduna attorno a sé altri musicisti e prosegue azzeccando nel 1971 un paio di brani che oltre ad accrescere la fama del gruppo, dà loro un certo riscontro commerciale. Dura poco, però. I dischi che seguono non si discostano molto dalla sufficienza; ma le difficoltà sono soprattutto di carattere personale, a causa dei disturbi caratteriali di Crane che lo portano a cambiare in continuazione i musicisti attorno a sé. In tal modo non si crea il necessario affiatamento e la qualità del gruppo scade sempre più. Per di più nel 1975, durante una tournée degli Atomic Rooster in Italia, Crane si defila con la cassa, piantando in asso gli altri. Tra i musicisti rimasti a piedi si trova Rick Parnell, batterista, che deciderà di conseguenza di fermarsi in Italia e finirà per suonare prima con i Nova e poi coi New Trolls. Per il resto degli anni settanta Crane inciderà altri album, sempre a nome Atomic Rooster, senza più suscitare interesse. Tra i musicisti che hanno ruotato nel gruppo vanno ricordati Ginger Baker (batterista, ex Cream) e Chris Farlowe, cantante che raggiungerà una certa fama collaborando con altri musicisti celebri (notevoli soprattutto le sue prestazioni nei Colosseum). I piani per la riunione della Band negli anni novanta vengono spezzati dalla morte di Crane, per suicidio, nel giorno di S. Valentino del 1989.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il primo LP degli Atomic Rooster fu inciso tra il dicembre del 1969 e il gennaio del 1970 ed uscì nel febbraio successivo; il disco d'esordio dei Black Sabbath, inciso nell'ottobre del 1969, uscì il 13 febbraio del 1970 (come riportato nelle voci dedicate ai rispettivi album dalla versione in lingua inglese di questa enciclopedia).

Formazione base[modifica | modifica wikitesto]

Altri membri[modifica | modifica wikitesto]

Batteristi[modifica | modifica wikitesto]

Bassisti[modifica | modifica wikitesto]

Chitarristi[modifica | modifica wikitesto]

Cantanti[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1970 - Friday the 13th / Banstead
  • 1971 - Tomorrow Night / Play the Game
  • 1971 - Devil's Answer / The Rock
  • 1972 - Stand by Me / Never To Lose
  • 1972 - Save Me / Close Your Eyes
  • 1974 - Tell Your Story, Sing Your Song (als Vincent Crane's Atomic Rooster)
  • 1980 - Do You Know Who's Looking For You? / Throw Your Life Away
  • 1980 - Do You Know Who's Looking For You? (Extended) / Throw Your Life Away (Maxi)
  • 1981 - Play It Again / Start To Live
  • 1981 - Play It Again / Start To Live / Devil's Answer (Live) (Maxi)
  • 1982 - End of the Day / Living Underground (1982)
  • 1982 - End of the Day / Living Underground / Tomorrow Night (Neue Version) (Maxi)
  • 1983 - Land of Freedom / Carnival
  • 1983 - Land of Freedom (extended version) / Carnival (Maxi)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rizzi, Cesare. Progressive & Underground '67 - '76. Firenze: Giunti Editore (2003), ISBN 88-09-03230-6.
Controllo di autorità VIAF: (EN146376860 · GND: (DE5549518-7 · BNF: (FRcb140133741 (data)
Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo