Schneeflöckchen, Weißröckchen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Schneeflöckchen, Weißröckchen
Artista
Autore/iHedwig Haberkern (testo)
Anonimo (melodia)
GenereMusica per bambini
Canto di Natale
Data1869
NoteProvenienza: Germania

Schneeflöckchen, Weißröckchen è una canzone popolare tedesca, spesso intonata come canto natalizio, il cui testo è stato scritto nel 1869 da Hedwig Haberkern.[1][2][3] Il brano è stato accompagnato da varie melodie fino a quella definitiva risalente al 1945.[1][2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il testo di Schneeflöckchen, Weißröckchen apparve nel 1869 con il titolo di Schneeflöckchen vom Himmel nella prima raccolta di Hedwig Haberkern di poesie e racconti per bambini intitolata Geschichte von der Schneewolke.[1][2][3]

Inizialmente, per volontà della stessa Haberkern, il brano venne accompagnato da una melodia di Wolfgang Amadeus Mozart già utilizzata per accompagnare Wir Kinder, wir schmecken der Freuden recht viel di Christian Adolf Overbeck.[1][2][3]

Questa versione musicata del brano non riuscì però ad imporsi e a partire dall'inizio del XX secolo vennero in seguito scelte nuove melodie per accompagnarlo.[1][2] Tra queste, vi furono melodia composte da Johann André[2] e da Kurt Schläger[4].

La melodia definitiva venne scelta nel 1945[1][2]: le sue origini sono sconosciute[1].

Nel corso dei decenni anche il testo ha subito varie modifiche e la versione attuale differisce da quella originale.[1]

Testo[modifica | modifica wikitesto]

Testo originale[modifica | modifica wikitesto]

Il testo originale consisteva in due strofe.[1] La prima strofa recita[1][2]:

Schneeflöckchen, vom Himmel
Da kommst du geschneit,
Du warst in der Wolke,
Dein Weg ist gar weit;
Ach setz' dich an's Fenster,
Du niedlicher Stern,
Giebst Blätter und Blumen,
Wir sehen dich gern!
[...]

Versioni discografiche (lista parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Tra gli artisti che hanno inciso una versione del brano, figurano, tra gli altri (in ordine alfabetico):

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j (DE) Schneeflöckchen, Weißröckchen, su Lieder-Archiv. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  2. ^ a b c d e f g h (DE) Schneeflöckchen, Weißröckchen, su Volksliederarchiv. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  3. ^ a b c (DE) Claudia Becker, So verliert der Winter seinen Schrecken, in Die Welt, 5 gennaio 2009. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  4. ^ Theo Mang - Sunhilt Mang (edito da), Der Liederquell, Noetzel, Wilhelmshaven 2007
  5. ^ (EN) Götz Alsmann Und Die WDR Big Band* ‎– Winterwunderwelt Vol. 2, su Discogs. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  6. ^ (EN) Sarah Connor - Christmas in My Heart, su Allmusic. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  7. ^ (EN) Heintje ‎– Fröhliche Weihnacht Überall, su Discogs. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  8. ^ (EN) James Last ‎– Christmas Dancing, su Discogs. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  9. ^ (EN) James Last ‎– Vrolijk Kerstfeest Met James Last, su Discogs. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  10. ^ (DE) Lolita - Weihnachten in den Bergen, su Hit Parade.ch. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  11. ^ (EN) Julia Migenes ‎– Festliches Weihnachtskonzert, su Discogs. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  12. ^ (EN) Roland Neudert ‎– Fröhliche Weihnachten Mit Roland Neudert, su Discogs. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  13. ^ (EN) Anneliese Rothenberger ‎– Die Schönsten Deutschen Weihnachtslieder, su Discogs. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  14. ^ (EN) Unheilig ‎– Frohes Fest, su Discogs. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  15. ^ (DE) Dezemberträume, su Musik für Dich. URL consultato il 13 dicembre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]