Boar's Head Carol

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Boar's Head Carol
Artista
Autore/i Anonimo
Genere Canto natalizio
Data 1521
Note Provenienza: Inghilterra

(The) Boar's Head Carol è un tradizionale canto natalizio inglese, originario del XV secolo[1][2] e pubblicato per la prima volta nel 1521 da Wynken de Worde nella raccolta Christmasse Carolles[1][3][4]. Si tratta della più antica carola natalizia ad essere pubblicata in lingua inglese.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La tradizione citata nel brano si rifà forse ad una leggenda del XV secolo in cui si racconta di Capcot, uno studente del Queen's College di Oxford che fu attaccato da un cinghiale mentre stava raggiungendo il villaggio di Horspath.[1] Capcot uccise il cinghiale e gli staccò la testa. [1]

Testo[modifica | modifica wikitesto]

Il testo parla di una testa di cinghiale servita come pietanza natalizia.[4][3] Questa è la versione del testo contenuta nella prima pubblicazione del 1521[3]:


Caput apri defero
Reddens laudes Domino

1. The boar's head in hand bring I,
Bedeck'd with bays and rosemary.
I pray you, my masters, be merry
   Quot estis in convivio
Caput apri defero
Reddens laudes Domino

2. The boar's head, as I understand,
Is the rarest dish in all this land,
Which thus bedeck'd with a gay garland
   Let us servire cantico.
Caput apri defero
Reddens laudes Domino

3. Our steward hath provided this
In honor of the King of Bliss;
Which, on this day to be served is
   In Reginensi atrio.
Caput apri defero
Reddens laudes Domino

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Tra i numerosi artisti che hanno inciso il brano, figurano, tra gli altri (in ordine alfabetico):

Note[modifica | modifica wikitesto]