Zu Bethlehem geboren

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zu Bethlehem geboren
Artista
Autore/iFriedrich Spee (?)
GenereMusica natalizia
NoteProvenienza: Germania
Melodia: Une petite feste
Campione audio

Zu Bethlehem geboren ("Nato a Betlemme") è un tradizionale canto natalizio tedesco, il cui testo è stato pubblicato per la prima volta nel 1637 (con melodia nel 1638) ed è attribuito a Friedrich Spee (1591–1635); la melodia è invece quella della canzone popolare francese Une petite feste, che risale alla fine del XVII secolo.[1][2][3] Si tratta di uno dei canti natalizi tradizionali più popolari in Germania.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La melodia utilizzata per il brano Zu Bethlehem geboren, ovvero Une petite feste, venne pubblicata per la prima volta a Parigi nel 1599.[3] Nel corso del XVII secolo era già stata utilizzta per un altro canto natalizio tedesco, ovvero Nun wiegen wir das Kindlein.[2]

L'attribuzione del testo al gesuita Friedrich Spee non è certa ed è stata dedotta dallo stile con cui è stato redatto[2].

Il testo fu pubblicato per la prima volta a Germnania nel 1637 nella raccolta Geistlichen Psälterlein e l'anno seguente, apparve con la melodia nella raccolta Geistlicher Psalter, pubblicata sempre a Colonia.[1][2][3]

Il brano apparve in seguito in alcune raccolte del XIX secolo, tra cui Fränkische Volkslieder, pubblicata nel 1855 da Franz Wilhelm von Ditfurth, Geistliche Volkslieder aus alter und neuer Zeit, pubblicata a Lipsia nel 1871 da Friedrich Hommel e Unsere Lieder, pubblicata nel 1875 ad Amburgo da Johann Heinrich Wichern.[2]

Nel corso del XIX secolo il brano era utilizzato soprattutto in ambito ecclesiastico.[1][2] Il brano acquisì una notevole popolarità nel corso del XX secolo, quando non era eseguito non soltanto in chiesa, ma iniziò ad essere eseguito anche da vari cantanti in ambito "profano".[1][2]

Il brano apparve in una pubblicazione con l'intestazione Hertzopffer, che fa riferimento alla seconda strofa.[1][2]

Testo[modifica | modifica wikitesto]

Spartito del brano pubblicato nel 1876

Il testo, di carattere religioso, si compone di 6 strofe[2], sebbene siano spesso utilizzate soltanto le prime 3 strofe[2].

Il testo verte sull'adorazione da parte di un fedele del Bambin Gesù.[2][3] Nel testo, viene utilizzata l'espressione eia, tipica dell'usanza del Kindelwiegen.[2]

Le prime tre strofe recitano[2][3]:

Zu Bethlehem geboren
ist uns ein Kindelein.
Das hab ich auserkoren,
sein eigen will ich sein.
Eia, eia, sein eigen will ich sein.

In seine Lieb versenken
will ich mich ganz hinab;
mein Herz will ich ihm schenken
und alles, was ich hab.
Eia, eia, und alles, was ich hab.

O Kindelein, von Herzen
dich will ich lieben sehr
in Freuden und in Schmerzen,
je länger mehr und mehr.
Eia, eia, je länger mehr und mehr.

[...]

Versioni discografiche (lista parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Tra gli artisti che hanno inciso una versione del brano, figurano:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (DE) Zu Betlhehem geboren, su Lieder-Lexikon. URL consultato il 6 dicembre 2019.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n (DE) Zu Bethlehem geboren, su Lieder-Projekt. URL consultato il 6 dicembre 2019.
  3. ^ a b c d e (DE) Zu Bethlehem geboren, su Lieder-Projekt. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  4. ^ (EN) Berliner Mozartchor, Berliner Kinderchor – O Du Fröhliche, su Discogs. URL consultato il 6 dicembre 2019.
  5. ^ (EN) Johannes Michael Hollenbach S. J. – Schallplatten Zur Bibel - Neues Testament, su Discogs. URL consultato il 6 dicembre 2019.
  6. ^ (DE) Andrea Jürgens - Weihnachten mit Andrea Jürgens, su Hit Parade.ch. URL consultato il 6 dicembre 2019.
  7. ^ (EN) Schöne Weihnachtszeit, su Discogs. URL consultato il 6 dicembre 2019.
  8. ^ (EN) Various – Hohe Nacht Der Klaren Sterne - Die Schönsten Männerchöre Singen Zur Weihnachtszeit, su Discogs. URL consultato il 6 dicembre 2019.
  9. ^ (EN) Anneliese Rothenberger, Hermann Prey, Tölzer Knabenchor, Leipziger Thomanerchor – Frohe Weihnacht / Berühmte Solisten Und Chöre Singen Die Schönsten Weihnachtslieder, su Discogs. URL consultato il 6 dicembre 2019.
  10. ^ (EN) Karl Heinrich Waggerl – Es Begab Sich... Weihnachtsgeschichten Mit Karl Heinrich Waggerl Und Melodien Zum Fest, su Discogs. URL consultato il 6 dicembre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN189382319 · GND (DE7617518-2