Veni redemptor gentium

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Veni, redemptor gentium, testo e melodia gregoriana

Veni redemptor gentium (Vieni, redentore delle genti) è un inno latino composto da sant'Ambrogio utilizzato nella liturgia romana per il tempo di Avvento.

L'inno venne tradotto in tedesco da Martin Lutero come Nun komm, der Heiden Heiland e la corrispondete melodia gregoriana rielaborata (forse con l'aiuto del musicista Johann Walter in forma di corale. J. S. Bach utilizzò la melodia come cantus firmus per due omonime cantate, BWV 61 e BWV 62 oltre che per vari pezzi per organo.

Testo (prima strofa)[modifica | modifica wikitesto]

Latino:

Veni redemptor gentium
Ostende partum virginis
Miretur omne saeculum
Talis decet partus Deum.

Traduzione:

Vieni, redentore delle genti
rivela il parto della vergine
i secoli si meravigliano
tale parto si addice a Dio

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]