Anneliese Rothenberger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Anneliese Rothenberger (Mannheim, 19 giugno 1924Münsterlingen, 24 maggio 2010) è stata un soprano tedesco.

Anneliese Rothenberger, 1969

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata nel Baden-Württemberg, studiò musica alla Musikhochschule con Erika Müller. Il debutto avvenne nel 1943 al Teatro municipale di Coblenza, prima come attrice e in seguito come cantante.

La carriera di soprano vera e propria iniziò nel dopoguerra ad Amburgo. Il 4 dicembre 1953 è Astrologin Sgambati nella prima assoluta di Das Ende einer Welt di Hans Werner Henze per la radio Nordwestdeutscher Rundfunk di Amburgo. Nel periodo 1945-1956 svolse attività radiofonica e lavorò per l'Opera di Düsseldorf, iniziando anche la lunga collaborazione con il Festival di Salisburgo nel 1954 come Telemachos nella prima assoluta di Penelope di Rolf Liebermann diretta da George Szell con i Wiener Philharmoniker, Rudolf Schock, Max Lorenz (cantante), Kurt Böhme e Walter Berry (cantata anche nello stesso anno con Schock, Berry e Böhme al Theater an der Wien) e con l'Opera di Stato di Vienna nel 1956 come Susanna ne Le nozze di Figaro (61 recite viennesi nel ruolo fino al 1971) con Paul Schöffler ed Erich Kunz. Sempre nel 1956 a Salisburgo è Papagena in Die Zauberflöte diretta da Georg Solti con Gottlob Frick, Anton Dermota, Schöffler, Eberhard Waechter, Rita Streich, Elisabeth Grümmer, Christa Ludwig e Berry.

Nel 1960 debuttò al Teatro alla Scala di Milano, al Metropolitan di New York e al festival di Glyndebourne. Apparve su tutte le grandi scene liriche d'Europa e d'America.

Il repertorio fu rivolto principalmente a Mozart (Costanza, Susanna, Pamina ecc.) e Richard Strauss (Sofia, Zdenka, ecc). Affrontò anche Lortzing (Undine, Der Wildschütz), Flotow (Martha), Strauß (Die Fledermaus), Verdi (Rigoletto, La traviata). Frequentò inoltre il repertorio dell'operetta, nell'area tedesca genere nobile e molto amato.

Grazie anche ai film musicali, alle apparizioni televisive e alla attività discografica, divenne molto popolare nel suo paese e in Austria. Oltre che per la pregevole vocalità di soprano lirico e di coloratura, è ricordata per la bella figura scenica.

Nel 1972 pubblicò l'autobiografia Melodie meines Lebens.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Video[modifica | modifica wikitesto]

  • Arabella, con Lisa Della Casa, Dietrich Fischer-Dieskau, Karl Christian Kohn, Georg Paskuda, dir. Joseph Keilberth - dal vivo Monaco 1960 ed. House of Opera (DVD)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine al Merito dello Stato di Baden-Wuerttemberg - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al Merito dello Stato di Baden-Wuerttemberg
— 1977

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN85107266 · LCCN: (ENn81046991 · ISNI: (EN0000 0001 1450 2333 · GND: (DE118603248 · BNF: (FRcb13899219z (data)