Soleado (singolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Soleado
ArtistaDaniel Sentacruz Ensemble
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1974
Durata7:09
Album di provenienzaSoleado
Dischi1
Tracce2
GenerePop
EtichettaEMI Italiana/Odeon
Registrazione1974
Formati7"
Daniel Sentacruz Ensemble - cronologia
Singolo precedente

Soleado è un singolo dal gruppo musicale italiano Daniel Sentacruz Ensemble, pubblicato nel 1974 come estratto dell'album Soleado.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Autore del brano Soleado è Ciro Dammicco alias Zacar, membro del gruppo, che rielaborò, insieme a Dario Baldan Bembo, un pezzo da lui scritto nel 1972 ed intitolato Le rose blu.[1]

La canzone fu lanciata dalla trasmissione Alto gradimento e partecipò anche al Festivalbar.[1] Il disco, che per i Daniel Sentacruz Ensemble rappresentò il singolo di debutto[1], vendette cinque milioni di copie in tutto il mondo.[1]

Il brano si caratterizza per l'assenza di un testo e per la presenza di un coro che intona il ritornello oh oh oh oh.

Del disco esistono numerose edizioni internazionali, alcune, come quella italiana, recano sul lato B il brano Per Elisa di Beethoven, altre, destinate prevalentemente al mercato britannico e brasiliano, il brano Autunno. Un 7" promo statunitense reca due versioni del medesimo brano Soleado, una in versione monoaruale, l'altra stereofonica.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

7" internazionale
  1. Soleado – 4:12
  2. Per Elisa – 2:57

Durata totale: 7:09

7" UK, Brasile
  1. Soleado
  2. Autunno
7" promo USA
  1. Soleado (mono) – 3:57
  2. Autunno (stereo) – 3:57

Durata totale: 7:54

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Soleado è stata reinterpretata da numerosi cantanti e direttori d'orchestra,[1][2] diventando in seguito anche uno standard natalizio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Daniel Sentacruz Ensemble, su Pagine70. URL consultato il 31 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 10 febbraio 2012).
  2. ^ a b (EN) Soleado, su SecondHandSongs. URL consultato il 15 luglio 2019. Modifica su Wikidata
  3. ^ (EN) Tränen lügen nicht by Michael Hirte, su SecondHandSongs. URL consultato il 15 luglio 2019.
  4. ^ (DE) Die Filmmusik, su Derrick Fanclub.de.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica