Natale in Danimarca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Natale nel folclore.

Albero di Natale decorato con bandierine danesi

Questa voce descrive le principali tradizioni natalizie della Danimarca, oltre agli aspetti storici e socio-economici della festa.

Il termine per "Natale" in danese[modifica | modifica wikitesto]

Il termine usato in danese per indicare il Natale è, come in svedese e norvegese, jul (cfr. isl. jól e ingl. yule, oltre che il prestito in finnico joulu), un vocabolo di etimologia oscura forse legato ad una festa pagana del solstizio d'inverno.[1]

La formula d'augurio è Glædelig jul!.[2]

Tradizioni popolari[modifica | modifica wikitesto]

Una famiglia danese intenta a decorare l'albero di Natale in una foto d'epoca di Sven Türck (1897-1954)
Decorazioni per l'albero di Natale in Danimarca

Decorazioni[modifica | modifica wikitesto]

Tradizioni diffuse in Danimarca sono quelle della candela e del calendario dell'Avvento.[3][4]

Di antica tradizione è la candela dell'Avvento, che riporta 24 segni ognuno dei quali indicanti i primi ventiquattro giorni del mese di dicembre, ed è decorata con piccoli abeti e immagini di folletti.[4]

Una candela dell'Avvento

Processione di santa Lucia[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal secondo dopoguerra, la Danimarca ha importato dalla Svezia la processione di santa Lucia.[3]

La processione è guidata da una ragazza vestita di bianco e con in testa una corona di abete contornata da candele, che viene seguita da bambini che intonano canti natalizi.[3]

Processione di santa Lucia in Danimarca

Juleneg[modifica | modifica wikitesto]

Un'antica tradizione danese è quelle di esporre, il giorno della vigilia di Natale un covone di grano per gli uccelli, chiamato juleneg.[3]

Personaggi del folclore[modifica | modifica wikitesto]

Julemand[modifica | modifica wikitesto]

Lo julemand è il Babbo Natale danese: secondo la leggenda, vive in Groenlandia e viene aiutato dai nisser.[3]

Gastronomia[modifica | modifica wikitesto]

Dolci natalizi danesi
Un maialino al marzapane

Tra i piatti principali della Vigilia di Natale, vi è l'anatra arrosto, accompagnata da patate e cavolo rosso.[3]

Altro piatto tipico è il porridge di riso.[3] Tradizione vuole che in uno di questi piatti venga nascosta una mandorla[3]: chi la trova viene ritenuto fortunato per l'anno a venire e riceve un regalo, che di solito consiste in un maialino di marzapane.[3]

Nella tavola delle feste non mancano poi aringhe, salsicce, prosciutto, paté di fegato, ecc.[3]

Dolci[modifica | modifica wikitesto]

Tipici dolci danesi del periodo sono i pebbernødder (corrispondenti ai tedeschi Pfeffernüsse), dei biscotti alla vaniglia, i klejner fritti, i dolci al miele, palline al rum, ecc.[3]

Bevande tipiche[modifica | modifica wikitesto]

Julebryg[modifica | modifica wikitesto]

Tra le bevande più popolari durante il periodo natalizio in Danimarca, vi è la julebryg, una birra scura.[5]

La distribuzione di questa birra viene annunciata ogni anno solitamente il primo venerdì di novembre dalla ditta Tuborg.[5] Per i danesi questo giorno è il "J-Dag", o, in inglese, "J-Day".[5]

Musica natalizia[modifica | modifica wikitesto]

Canti natalizi originari della Danimarca[modifica | modifica wikitesto]

Aspetti sociali[modifica | modifica wikitesto]

Il francobollo natalizio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Francobollo natalizio.

Nel 1904, fu concepita in Danimarca dal direttore delle poste Einar Holbøll, l'idea di creare dei francobolli natalizi a scopi benefici, in particolare a favore della ricerca contro la tubercolosi.[4][7]

Il primo di questi francobolli recava un ritratto della regina Luisa.[7]

In seguito, un altro danese, Jacob Riis, immigrato negli Stati Uniti che aveva perso sei fratelli a causa della tubercolosi, esportò l'idea oltreoceano.[7]

Tra i disegnatori di francobolli natalizi, vi è la regina Margherita II.[4]

Il World Santa Claus Congress[modifica | modifica wikitesto]

Ogni anno in luglio si tiene in Danimarca il World Santa Claus Congress, un raduno di Babbi Natale provenienti da vari Paesi del mondo.[8]

Il Natale nella cultura di massa danese[modifica | modifica wikitesto]

Durante tutto il periodo dell'Avvento (dal 1° al 24 dicembre), i principali canali della televisione danese trasmettono un programma intitolato Julekalender ("Calendario dell'Avvento"), dove vanno in scena spettacoli di marionette o vengono raccontante delle fiabe per bambini.[3][9] Questa particolare tradizioni risale al 1962.[9]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Daniotti, Tiziano, Jól. Le origini nordiche del Natale, Herrenhaus, Seregno, 2000
  2. ^ Bowler, Gerry, Dizionario universale del Natale [The World Encyclopedia of Christmas], ed. italiana a cura di C. Corvino ed E. Petoia, Newton & Compton, Roma, 2003, p. 79
  3. ^ a b c d e f g h i j k l Bowler, Gerry, op. cit., p. 116
  4. ^ a b c d Natale in Danimarca - Tradizioni natalizie in Danimarca, VisitDenmark.
  5. ^ a b c Natale in Danimarca - I piatti tradizionali del Natale, VisitDenmark. URL consultato l'11 dicembre 2015.
  6. ^ (DA) Gamle Danske Sange: Dejlig er den himmel blå (1), su ugle.dk. URL consultato il 12 dicembre 2015.
  7. ^ a b c Bowler, Gerry, op. cit., p. 158
  8. ^ (EN) Hundreds of Santas meet in Denmark for World Santa Claus Congress, ABC.net. URL consultato l'11 dicembre 2015.
  9. ^ a b (EN) Christmas in Denmark, Why Christmas.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]