Boxing Day

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Boxing Day è una festività del Regno Unito, Canada, Nuova Zelanda, Australia, Guatemala e, in generale, tutti i Paesi che fanno parte del Commonwealth delle nazioni che hanno popolazione di religione prevalentemente cristiana. È basata sul regalare doni ai membri meno fortunati della società. Contemporaneamente, il Boxing Day in molti paesi è associato all'inizio dei saldi.

Il giorno è in relazione con la ricorrenza di santo Stefano, festività celebrata in molti paesi europei, e cade il 26 dicembre, mentre per Chiesa cristiana ortodossa — a eccezione della Grecia, che lo festeggia sempre il 26 — è il 27 dicembre.

Solitamente dunque si festeggia il 26 dicembre, giorno successivo al Natale. La festività può essere tuttavia spostata alla settimana successiva se il 26 dicembre cade di sabato o domenica. Lo spostamento eventuale del Boxing Day varia comunque da Paese a Paese.

Origini[modifica | modifica sorgente]

L'origine del Boxing Day risale ai tempi in cui era usuale regalare doni ai dipendenti o ai membri delle classi sociali più povere. Il termine Boxing Day, invece, ha diverse paretimologie.[1]

Il Boxing Day è, talvolta, avvicinato ai Saturnali.

Sport[modifica | modifica sorgente]

La ricorrenza del Boxing Day è occasione, in particolare nel Regno Unito, per la disputa di importanti manifestazioni sportive con notevole afflusso di appassionati, facilitato dal giorno festivo. La Premier League, massimo campionato calcistico inglese, disputa puntualmente un intero turno nel giorno del Boxing Day, prescindendo dal giorno della settimana in cui cade.

Corse dei cavalli: nel giorno del Boxing Day si disputa il "King George VI Chases" all'ippodromo di Kempton Park, nel Surrey. È, per importanza, la seconda corsa a ostacoli del Regno Unito, dopo la "Gold Cup" di Cheltenham.

Analogamente avviene per il rugby, anche se in passato era tradizione un incontro tra i Leicester Tigers e i Barbarians.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Boxing Day Origins, Snopes.com. URL consultato il 21-12-2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

festività Portale Festività: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di festività