Raffiuoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raffiuoli o raffioli
Raffiuoli o raffioli
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneCampania
Zona di produzioneSoprattutto a Napoli e dintorni
Dettagli
Categoriadolce
RiconoscimentoP.A.T.
SettorePaste fresche e prodotti della panetteria, della biscotteria, della pasticceria e della confetteria
Ingredienti principali
  • farina
  • zucchero
  • uova
 

I raffiuoli, o, in maniera italianizzata, raffioli, sono dolci natalizi tipici della tradizione della cucina napoletana[1][2]. Sono fatti di una pasta simile al pan di Spagna e ricoperti di una glassa bianca a base di zucchero. Hanno forma ellittica.

I raffiuoli, sono spesso venduti, nella tradizione napoletana, insieme a mustaccioli, roccocò e susamielli.

Questo dolce deve il suo nome ai ravioli di pasta fresca tipici del Nord Italia, infatti fu proprio a loro che nel Settecento, le monache benedettine del monastero di San Gregorio Armeno, si ispirarono, dando vita a questo “raviolo” dolce.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Raffiuoli, raffioli o raffaioli napoletani, su AngieCafiero.it. URL consultato il 4 gennaio 2017.
  2. ^ Dialettando Com, Campania a Tavola, Simonelli Editore, 2009, ISBN 88-7647-331-9.
  3. ^ 'E Raffiuoli. Il dolce partenopeo "ispirato" dalla cucina del Nord, su vesuviolive.it. URL consultato il 4 gennaio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]