Vertep (teatro)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una batlejka bielorussa corrispondente locale del vertep
Una batlejka o vertep in un francobollo bielorusso

Il vertep (in cirillico: вертеп) è un teatro di marionette del periodo natalizio tipico soprattutto dell'Ucraina, ma popolare anche in Bielorussia (dove è conosciuto come batlejka[1]) e in alcune zone della Russia (Siberia e regione di Pskov)[2] e le cui origini risalgono al XVII secolo[3][4]-fine XVI secolo [3]. La tradizione consiste nel portare per le strade un teatrino di marionette in cui vengono rappresentate scene della Natività e leggende legate ad eroi nazionali.[5][6]

Popolare soprattutto nella seconda metà del XVIII secolo [3], la tradizione cadde in disuso a partire dalla metà del XIX secolo [3], ma è stata fatta rivivere nel XX secolo, ma con degli attori in carne ed ossa al posto delle marionette[3].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Vertep è un termine dell'antico slavo che significa "caverna", "grotta" o "luogo segreto".[2] Secondo alcuni studiosi, deriverebbe invece dal verbo vertet', che significa "attorcigliarsi".[2]

Descrizione dell'usanza[modifica | modifica wikitesto]

Il vertep veniva portato per le strade di campagna da studenti, che in cambio ricevevano delle mance o venivano invitati ad entrare nelle case, oppure da attori o menestrelli.[4][5]

Il vertep aveva solitamente la forma di un edificio[3] ed era costituito da due piani[5], su cui venivano messi in movimento dei burattini in legno[5].

La rappresentazione, solitamente accompagnata da musicisti[5], era costituita da due atti[4][5]: nel primo atto, inscenato nel piano superiore del teatrino, venivano rappresentati i vari eventi relativi alla Natività (dalla Nascita di Gesù, all'adorazione dei pastori e dei Re Magi, sino alla Strage degli Innocenti) [5] o legate alla Bibbia (come la cacciata dal Paradiso di Adamo ed Eva [2]), mentre nel secondo atto, inscenato nel piano inferiore, venivano narrate le vicende di eroi nazionali[5] (come Kozak in Ucraina[5]).

Il numero delle marionette poteva variare da 10 a 40.[3] Tra le figure tipiche, vi erano angeli, pastori, i Re Magi, Erode, il demonio, zingari, soldati russi, ecc.[3]

Una batlejka o vertep

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://christeducenter.by/old/christeducenter.by/english/projects/main_proj/batleyka.html
  2. ^ a b c d Petrushka and Vertep: On Traditions of Russian Puppet Theatre, in: Russia-ic.com
  3. ^ a b c d e f g h Vertep in: Encyclopedia of Ukraine
  4. ^ a b c VERTEP - spettacolo ucraino Natalizio, presepe vivente in Ucraina, in: ucraini.org.ua
  5. ^ a b c d e f g h i Bowler, Gerry, Dizionario universale del Natale [The World Encyclopedia of Christmas], ed. italiana a cura di C. Corvino ed E. Petoia, Newton & Compton, Roma, 2003, p. 350
  6. ^ Bowler, Gerry, op. cit., p. 338

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]