Ricardo Carvalho

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ricardo Carvalho
Ricardo Carvalho.jpg
Dati biografici
Nome Ricardo Alberto Silveira de Carvalho
Nazionalità Portogallo Portogallo
Altezza 182 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Monaco Monaco
Carriera
Giovanili
1990-1996
1996-1997
Amarante
Porto Porto
Squadre di club1
1997 Porto Porto 0 (0)
1997-1998 Leça Leça 22 (1)
1998-1999 Porto Porto 1 (0)
1999-2000 Vitoria Setubal Vitória Setúbal 25 (2)
2000-2001 Alverca Alverca 29 (1)
2001-2004 Porto Porto 72 (3)
2004-2010 Chelsea Chelsea 135 (7)
2010-2013 Real Madrid Real Madrid 50 (3)
2013- Monaco Monaco 41 (0)
Nazionale
2001-2003
2003-2011
Portogallo Portogallo U-21
Portogallo Portogallo
14 (1)
75 (4)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Portogallo 2004
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ricardo Alberto Silveira de CarvalhoOIH (Amarante, 18 maggio 1978) è un calciatore portoghese, difensore del Monaco.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi e Porto[modifica | modifica wikitesto]

Muove i suoi primi passi nell'Amarante, squadra della sua città natale. Nel 1996 viene ingaggiato dal Porto, che lo inserisce nelle sue giovanili. Nel 1997 viene ceduto in prestito al Leça, con cui esordisce nel calcio professionistico. Successivamente viene ceduto in prestito al Vitória Setúbal e all'Alverca.

Nel 2001 fa ritorno al Porto, dove gioca prevalentemente come riserve dei due centrali titolari Jorge Andrade e Jorge Costa. Nell'aprile 2002, dopo la cessione di Costa, viene promosso titolare a fianco di Andrade, disputando 25 partite.

Nella stagione successiva viene nominato nuovo allenatore José Mourinho e Costa fa ritorno al Porto, ma Andrade viene ceduto al Deportivo La Coruña. Carvalho riesce a mantenere il suo posto di titolare e vince con il Porto la Coppa UEFA. Viene inoltre nominato Calciatore portoghese dell'anno.

Nella stagione 2003-2004 riesce a imporsi a livello internazionale, vincendo la Primeira Liga per il secondo anno consecutivo e soprattutto la Champions League. Viene inoltre nominato difensore dell'anno dalla UEFA e viene inserito nella lista per i candidati al Pallone d'oro.

Chelsea[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 viene acquistato per 20 milioni di euro dal Chelsea, fortemente voluto da Mourinho, che era stato appena nominato allenatore della squadra londinese; ritrova inoltre Paulo Ferreira, suo ex compagno ai tempi del Porto. Disputa una buona prima stagione, aiutando il Chelsea a rivincere la Premier League dopo 50 anni. Ha segnato il suo primo gol con la nuova maglia nella vittoria per 3-1 contro il Norwich City.

La stagione 2005-2006 inizia in modo difficile, soprattutto a causa delle critiche rivolte a Mourinho. Riesce però a riguadagnarsi il posto di titolare, disputando dal primo minuto le partite di Champions League contro Betis Siviglia e Anderlecht. Nel gennaio 2006 riceve il suo primo cartellino rosso da quando era al Chelsea. Il successivo 28 aprile, nella partita contro il Bolton Wanderers, subisce un infortunio che gli impedisce di giocare la finale di FA Cup (vinta per 1-0 dal Chelsea), il ritorno della semifinale di Champions League (conclusosi con l'eliminazione dei Blues) e l'ultima partita di Premier League. Le sue prestazioni gli valgono la candidatura per il titolo di Difensore dell'anno e di Giocatore dell'anno di Premier League.

Nella stagione 2007-2008 riesce a riconfermarsi. Dopo la partenza di Mourinho dal Chelsea, il Real Madrid tenta di acquistarlo, ma Carvalho decide di rimanere a Londra. Realizza un gol nella sua 150ª partita con la maglia del Chelsea e disputa la sua 100ª partita in Premier League.

La stagione 2008-2009 è segnata dai continui problemi al ginocchio, che lo spingono a chiedere la cessione all'Inter, che aveva appena nominato Mourinho nuovo allenatore.

L'arrivo di Carlo Ancelotti sulla panchina del Chelsea e il superamento dei suoi problemi fisici gli consentono di riprendersi il posto di titolare. Nella partita di Community Shield contro il Manchester United segna un gol e viene nominato uomo-partita. Il 20 dicembre 2009 ha disputato la sua 200ª con la maglia del Chelsea. Un infortunio nel finale di stagione gli ha impedito di disputare la partita che ha sancito la vittoria della Premier League da parte del Chelsea (la terza di Carvalho) e la finale di FA Cup (vinta per 1-0).

Real Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 agosto 2010 viene acquistato per 8 milioni di euro dal Real Madrid, firmando un contratto biennale con opzione per il terzo anno .[1][2] Ritrova Mourinho e diventa immediatamente titolare inamovibile. Il suo debutto con i Galacticos avviene il 29 agosto 2010 contro il Maiorca; la partita termina in parità (0-0). Nella gara successiva realizza il suo primo gol andando a segno contro l'Osasuna; grazie al suo goal il Real Madrid porta a casa la vittoria. Il 7 novembre 2010, nel derby contro l'Atletico Madrid, realizza al tredicesimo minuto il primo dei due gol che consentono al Real Madrid di guadagnare i tre punti.[3] Al termine del primo anno con le merengues vince una Coppa del Re, aggiungendo così un altro trofeo al suo ricco palmarès.

Nella stagione successiva parte titolare, ma, a causa della scarsa condizione di forma, perde il posto a favore della coppia Pepe-Sergio Ramos. Successivamente finisce ai margini della squadra, riuscendo a trovare pochissimo spazio.

Monaco[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 maggio 2013 firma un contratto annuale con opzione per il secondo anno con il Monaco. Nella stagione 2013-2014 totalizza 40 presenze. Il 3 luglio 2014 rinnova il suo contratto per un altro anno.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni 2000 è stato uno dei punti di forza della Nazionale portoghese, con cui è giunto secondo al campionato d'Europa 2004 e quarto al campionato del mondo 2006. Il 13 settembre 2011 viene sospeso per un anno dalla nazionale per aver lasciato senza motivo il ritiro della squadra.[4]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 1 giugno 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe naz. Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1997-1998 Portogallo Leça FC PL 22 1 CP 0 0 - - - - 22 1
1998-1999 Portogallo Porto PL 1 0 CP 0 0 0 0 0 0 1 0
1999-2000 Portogallo Vitória de Setúbal PL 25 2 CP 2 0 - - - - 27 2
2000-2001 Portogallo Alverca PL 29 1 CP 3 0 - - - - 32 1
2001-2002 Portogallo Porto PL 25 0 CP 2 0 UCL 10 0 - - 37 0
2002-2003 PL 18 1 CP 6 0 CU 7 0 SU 1 0 32 1
2003-2004 PL 29 2 CP 3 0 UCL 13 1 SP+SU 1+1 0+0 47 3
Totale Porto 73 3 11 0 30 1 3 0 117 4
2004-2005 Inghilterra Chelsea PL 25 1 FACup+CdL 1+3 0+0 UCL 10 0 - - 39 1
2005-2006 PL 24 1 FACup+CdL 3+0 0+0 UCL 8 2 CS 0 0 35 3
2006-2007 PL 31 3 FACup+CdL 5+4 1+0 UCL 10 0 CS 1 0 51 4
2007-2008 PL 21 1 FACup+CdL 2+4 0+0 UCL 10 0 CS 1 0 38 1
2008-2009 PL 12 1 FACup+CdL 2+0 0+0 UCL 4 0 - - 18 1
2009-2010 PL 22 0 FACup+CdL 1+0 0+0 UCL 5 0 CS 1 1 29 1
Totale Chelsea 135 7 25 1 47 2 3 1 210 11
2010-2011 Spagna Real Madrid PD 33 3 CR 6 0 UCL 9 0 - - 48 3
2011-2012 PD 8 0 CR 1 0 UCL 2 0 SS 2 0 13 0
2012-2013 PD 9 0 CR 6 0 UCL 1 0 SS 0 0 16 0
Totale Real Madrid 50 3 13 0 12 0 2 0 77 3
2013-2014 Francia AS Monaco L1 37 0 CL+CF 0+3 0+0 - - - - - 40 0
2014-2015 L1 3 0 CL+CF 0 0 - - - - - 1 0
Totale AS Monaco 38 0 3 0 0 0 0 0 38 0
Totale carriera 372 17 57 1 89 3 8 1 518 22

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique
— 2004

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Comunicado Oficial: Ricardo Carvalho, nuevo jugador del Real Madrid, realmadrid.com, 10-08-2010.
  2. ^ (EN) CARVALHO DEAL AGREED, chelseafc.com, 10-08-2010.
  3. ^ Risultato Real Madrid - Atlético Madrid | La Liga 2010-2011 - Yahoo! Eurosport
  4. ^ CALCIO, PORTOGALLO: CARVALHO SOSPESO UN ANNO DA NAZIONALE repubblica.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]