Ricardo Carvalho

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ricardo Carvalho
Carvalho Monaco.png
Dati biografici
Nome Ricardo Alberto Silveira de Carvalho
Nazionalità Portogallo Portogallo
Altezza 182 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Monaco Monaco
Carriera
Giovanili
1990-1996
1996-1997
Amarante
Porto Porto
Squadre di club1
1997 Porto Porto 0 (0)
1997-1998 Leça Leça 22 (1)
1998-1999 Porto Porto 1 (0)
1999-2000 Vitoria Setubal Vitória Setúbal 25 (2)
2000-2001 Alverca Alverca 29 (1)
2001-2004 Porto Porto 72 (3)
2004-2010 Chelsea 135 (7)
2010-2013 Real Madrid Real Madrid 50 (3)
2013- Monaco Monaco 52 (0)
Nazionale
1996
1996
1997-1998
1997-1999
2000-2003
2003-
Portogallo Portogallo U-17
Portogallo Portogallo U-18
Portogallo Portogallo U-20
Portogallo Portogallo U-21
Portogallo Portogallo B
Portogallo Portogallo
1 (0)
3 (0)
9 (0)
14 (1)
3 (0)
78 (5)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Portogallo 2004
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ricardo Alberto Silveira de CarvalhoOIH (Amarante, 18 maggio 1978) è un calciatore portoghese, difensore del Monaco e della Nazionale portoghese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Muove i suoi primi passi nell'Amarante, squadra della sua città natale. Nel 1996 viene ingaggiato dal Porto, che lo inserisce nelle sue giovanili. Nel 1997 viene ceduto in prestito al Leça, con cui esordisce nel calcio professionistico. Successivamente viene ceduto in prestito al Vitória Setúbal[1] e all'Alverca[2].

Porto[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 ritorna dal prestito al Porto, dove gioca prevalentemente come riserva dei due centrali titolari Jorge Andrade e Jorge Costa. Il 18 settembre 2001 debutta in Champions League, nella vittoria per 2-1 contro il Rosenborg al Lerkendal Stadion[3]. Nell'aprile 2002, dopo la cessione in prestito del capitano Costa al Charlton Athletic[4], viene promosso titolare a fianco di Andrade, disputando 25 partite.

Nella stagione successiva viene nominato come nuovo allenatore il portoghese José Mourinho. Terminato il prestito di Costa, quest'ultimo ritorna al Porto, affiancando il neoacquisto Pedro Emanuel, poiché Andrade è stato ceduto al Deportivo La Coruña[5]. Carvalho inizialmente non trova spazio tra i titolari, ma la sua forma eccellente e le sue prestazioni lo portano tra i titolari[6][7], così da giocare le partite più importanti come la semifinale della Coppa UEFA contro la Lazio (vinta 4-1) e la finale contro il Celtic, vinta ai tempi supplementari 3-2 allo Estadio Benito Villamarín, vincendo così il suo primo trofeo europeo. Viene inoltre nominato Calciatore portoghese dell'anno[8].

Nella stagione 2003-2004 riesce a imporsi a livello internazionale. Infatti le sue performance solide hanno contribuito alla sua squadra di vincere la Primeira Liga per il secondo anno consecutivo e soprattutto la Champions League in finale contro il Monaco. Viene inoltre nominato difensore dell'anno dalla UEFA e viene inserito nella lista per i candidati al Pallone d'oro[9]. A fine stagione viene rintracciato da molti club europei, tra cui Inter, Barcellona, Manchester United e Real Madrid[10], quest'ultima ha offerto 8,3 mln di euro per il cartellino del giocatore, offerta rifiutata poiché il Porto non lo avrebbe ceduto per meno di 23,5 mln[11].

Chelsea[modifica | modifica wikitesto]

2004-2007: i successi con Mourinho[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 viene acquistato per 30 milioni di euro dal Chelsea (pagato con un importo iniziale di 20 mln)[12], fortemente voluto da Mourinho, che era stato appena nominato allenatore della squadra londinese; ritrova inoltre Paulo Ferreira, suo ex compagno ai tempi del Porto[13]. Disputa una buona prima stagione, aiutando il Chelsea a rivincere la Premier League, dopo 50 anni, e la coppa di lega. Ha segnato il suo primo gol con la nuova maglia nella vittoria per 3-1 contro il Norwich City.

La stagione 2005-2006 inizia in modo difficile, soprattutto a causa delle critiche rivolte a Mourinho. Riesce però a riguadagnarsi il posto di titolare, disputando dal primo minuto le partite di Champions League contro Betis Siviglia e Anderlecht. Proprio contro il Betis segna il suo primo gol stagionale e nella massima competizione europea, partita vinta 4-0[14]. Si rende uno dei cannonieri della squadra in Champions League segnando anche un gol ai belgi, partita terminata 2-0 a favore dei The Blues[15]. Nel mese di gennaio contro il Charlton Athletic riceve il suo primo cartellino rosso in maglia blu reale. La sua collaborazione con il capitano John Terry nel reparto difensivo è uno dei principali motivi del secondo scudetto di fila dei londinesi.

La stagione 2006-2007 inizia molto bene. Lo dimostrano il successo per 3-0 contro il Manchester City[16] e i gol contro il Manchester United (terminata 1-1) e il Tottenham (con una cannonata da 30 metri dalla porta imparabile per il portiere degli Spurs Paul Robinson[17][18]. Il 28 aprile 2006, nella partita contro il Bolton Wanderers, subisce un infortunio che gli impedisce di giocare la finale di FA Cup (vinta per 1-0 dal Chelsea), il ritorno della semifinale di Champions League (conclusosi con l'eliminazione dei Blues) e l'ultima partita di Premier League. Le sue prestazioni gli valgono la candidatura per il titolo di Difensore dell'anno e di Giocatore dell'anno della Premier League[19].

Ricardo Carvalho nella partita di Premier League contro il Fulham il 28 dicembre 2009.
2007-2008: l'avvento di Grant[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2007-2008 riesce a riconfermarsi. Dopo la partenza di Mourinho dal Chelsea, sostituito dall'israelita Avraham Grant, il Real Madrid tenta di acquistarlo, ma Carvalho decide di rimanere a Londra. Il 26 dicembre 2007, nella partita pareggiata 4-4 contro l'Aston Villa, rimedia il suo secondo cartellino rosso della sua carriera al Chelsea, con un fallo da ultimo difensore all'attaccante dei The Villans Gabriel Agbonlahor[20]. In questa stagione è stato uno dei calciatori più coerenti al club e i suoi sforzi sono stati premiati realizzando un gol nella sua 150ª partita con la maglia del Chelsea contro il Middlesbrough (con vittoria per 1-0)[21] e, il 26 aprile dello stesso anno. disputa la sua 100ª partita in Premier League. Le sue solide prestazioni hanno portato il club londinese alla prima finale di Champions League di sempre (persa contro il Manchester United 6-5 d.c.r.). Anche quest'anno è stato eletto Giocatore dell'anno con Michael Ballack e Joe Cole.

2008-2010: da Scolari ad Ancelotti[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2008-2009 è segnata dai continui problemi al ginocchio e dall'esonero dell'allenatore brasiliano Luiz Felipe Scolari, sostituito dal CT della Russia Guus Hiddink, che lo lascia in panchina a favore del difensore brasiliano Alex[22]. In tutta la stagione gioca 18 partite con un gol.

Nel luglio 2009 il difensore portoghese voleva lasciare definitivamente il Chelsea ed approdare all'Inter del suo ex allenatore José Mourinho poiché ha giocato solo 18 partite stagionali per causa di un infortunio al ginocchio[23]. Ma gli italiani non hanno mostrato l'interesse iniziale per il difensore e quindi Carvalho ha cominciato ad allenarsi e a giocare le partite di pre-stagione con i londinesi del Chelsea.

L'arrivo di Carlo Ancelotti sulla panchina del Chelsea e il superamento dei suoi problemi fisici gli consentono di riprendersi il posto di titolare. Nella partita di Community Shield contro il Manchester United segna un gol e viene nominato uomo-partita. Il 20 dicembre 2009 ha disputato la sua 200ª con la maglia del Chelsea, nella partita pareggiata 1-1 contro il West Ham. Un infortunio nel finale di stagione gli ha impedito di disputare la partita che ha sancito la vittoria della Premier League da parte del Chelsea (la terza di Carvalho) e la finale di FA Cup (vinta per 1-0). Secondo il quotidiano britannico The Sun, Carvalho sarebbe pronto a lasciare il Chelsea, ma non per andare all'Inter, ma di firmare un contratto senza esitare ai Los Merengues[24].

Real Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 agosto 2010 viene acquistato per 8 milioni di euro dal Real Madrid, firmando un contratto biennale con opzione per il terzo anno.[25][26] Ritrova Mourinho e diventa immediatamente titolare inamovibile. Il suo debutto con i Galacticos avviene il 29 agosto 2010 contro il Maiorca; la partita termina in parità (0-0). Nella gara successiva realizza il suo primo gol andando a segno contro l'Osasuna; grazie al suo goal il Real Madrid porta a casa la vittoria. Nella partita di Champions League contro il Milan del 19 ottobre 2010, il difensore portoghese viene nominato uomo partita dal giornale spagnolo Marca[27]. Il 7 novembre 2010, nel derby contro l'Atletico Madrid, realizza al tredicesimo minuto il primo dei due gol che consentono al Real Madrid di guadagnare i tre punti.[28] Il 19 dicembre 2010 viene espulso dopo un fallo all'attaccante siviliano Álvaro Negredo[29]. Le sue ottime prestazioni hanno contribuito ai merengues di vincere la Coppa del Re, aggiungendo così un altro trofeo al suo ricco palmarès.

Nella stagione successiva parte titolare, ma, a causa della scarsa condizione di forma, perde il posto a favore della coppia Pepe-Sergio Ramos. Un altro motivo è l'addio di Mourinho a favore di Ancelotti, già allenatore del difensore portoghese nell'ultima stagione con il Chelsea. Tuttavia ha scelto di restare fino a fine stagione 2012-2013 con i madrileni[30].

Monaco[modifica | modifica wikitesto]

2013-2014: con Ranieri[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 maggio 2013 firma un contratto annuale con opzione per il secondo anno con il Monaco[31]. La stagione 2013-2014 inizia bene: il difensore portoghese trova subito spazio fra i titolari assieme a Éric Abidal. Debutta con i Rouge et Blanc il 10 agosto 2013, nella partita vinta 2-0 contro il Bordeaux allo Stadio Jacques Chaban-Delmas[32]. Il 1 settembre 2013, in occasione del derby contro il Marsiglia (vinto 2-1), viene ammonito per la prima volta nella sua nuova esperienza[33]. La sua buona prestazione contribuisce al secondo posto in campionato e al ritorno in Champions League dopo quasi un decennio. A fine anno il suo contratto viene rinnovato per un ulteriore anno[34].

2014-2015: l'avvento di Jardim[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2014-2015 inizia con l'esonero del tecnico italiano Claudio Ranieri e con l'arrivo del portoghese Leonardo Jardim. Con il nuovo tecnico trova subito un posto tra i titolari affiancato dal difensore italiano Andrea Raggi. L'addio di giocatori come James Rodriguez e Radamel Falcao aveva influenzato psicologicamente i calciatori, portando un brutto inizio stagionale. Infatti già nella prima giornata di campionato persa 2-1 contro il Lorient, il difensore portoghese viene espulso per doppia ammonizione[35]. Dopo la ripresa della squadra, nel mese di dicembre si infortunia al polpaccio, che lo costringe in panchina per due mesi.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Da sinistra a destra: Paulo Ferreira, Pepe, Ricardo Carvalho e José Bosingwa, durante la qualificazione del Mondiale 2010 contro la Danimarca, 10 settembre 2008.

Viene convocato dalla Nazionale Maggiore l'11 ottobre 2003, nella partita vinta 5-3 contro l'Albania[36]. Il giovane difensore diventa subito uno dei pilastri della nazionale, giocando tutte le partite dell'Euro 2004, fino alla finale contro la Grecia, persa 1-0[37]. A fine torneo viene nominato miglior difensore di questa competizione insieme a Sol Campbell[38].

In occasione della Coppa del Mondo 2006, Carvalho gioca tutte le partite tranne la finale per il quarto posto contro la Germania[39]. In questa competizione nazionale, dove il Portogallo termina quarto, il giovane difensore viene espulso per un fallo ad aria di rigore in semifinale all'attaccante francese Thierry Henry. Il calcio di rigore viene realizzato dal centrocampista Zinedine Zidane, che porta la Francia in finale[40]. A fine torneo viene nominato tra i 23 calciatori più forti del torneo.

Viene convocato anche per partecipare all'Europeo 2008, giocando 3 partite sulle 4 della Nazionale, e al Mondiale 2010, in coppia con Bruno Alves. La Nazionale non prende nemmeno un gol nella fase a girone e nel torneo uno solo, ai sedicesimi di finale contro la Spagna (con sconfitta per 1-0).

Il 13 settembre 2011 viene sospeso per un anno dalla nazionale per aver lasciato senza motivo il ritiro della squadra.[41]

Il 3 ottobre 2014, dopo tre anni, viene convocato dal nuovo CT della Nazionale Fernando Santos per la partita amichevole contro la Francia e per le gare di qualificazione dell'Euro 2016 contro la Danimarca e l'Armenia.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 1º giugno 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe naz. Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1997-1998 Portogallo Leça FC PL 22 1 CP 0 0 - - - - 22 1
1998-1999 Portogallo Porto PL 1 0 CP 0 0 0 0 0 0 1 0
1999-2000 Portogallo Vitória de Setúbal PL 25 2 CP 2 0 - - - - 27 2
2000-2001 Portogallo Alverca PL 29 1 CP 3 0 - - - - 32 1
2001-2002 Portogallo Porto PL 25 0 CP 2 0 UCL 10 0 - - 37 0
2002-2003 PL 18 1 CP 6 0 CU 7 0 SU 1 0 32 1
2003-2004 PL 29 2 CP 3 0 UCL 13 1 SP+SU 1+1 0+0 47 3
Totale Porto 73 3 11 0 30 1 3 0 117 4
2004-2005 Inghilterra Chelsea PL 25 1 FACup+CdL 1+3 0+0 UCL 10 0 - - 39 1
2005-2006 PL 24 1 FACup+CdL 3+0 0+0 UCL 8 2 CS 0 0 35 3
2006-2007 PL 31 3 FACup+CdL 5+4 1+0 UCL 10 0 CS 1 0 51 4
2007-2008 PL 21 1 FACup+CdL 2+4 0+0 UCL 10 0 CS 1 0 38 1
2008-2009 PL 12 1 FACup+CdL 2+0 0+0 UCL 4 0 - - 18 1
2009-2010 PL 22 0 FACup+CdL 1+0 0+0 UCL 5 0 CS 1 1 29 1
Totale Chelsea 135 7 25 1 47 2 3 1 210 11
2010-2011 Spagna Real Madrid PD 33 3 CR 6 0 UCL 9 0 - - 48 3
2011-2012 PD 8 0 CR 1 0 UCL 2 0 SS 2 0 13 0
2012-2013 PD 9 0 CR 6 0 UCL 1 0 SS 0 0 16 0
Totale Real Madrid 50 3 13 0 12 0 2 0 77 3
2013-2014 Francia AS Monaco L1 37 0 CL+CF 0+3 0+0 - - - - - 40 0
2014-2015 L1 15 0 CL+CF 1+1 0 UCL 5 0 - - 22 0
Totale AS Monaco 52 0 5 0 5 0 0 0 62 0
Totale carriera 384 17 59 1 94 3 8 1 519 22

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Portogallo Portogallo
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-10-2004 Estádio do Restelo Portogallo Portogallo 5 – 3 Albania Albania Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
18-2-2004 Estádio Algarve Portogallo Portogallo 1 – 1 Inghilterra Inghilterra Amichevole - Ingresso al 75’ 75’
31-3-2004 Stadio comunale di Braga Portogallo Portogallo 1 – 2 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 77’ 77’
29-5-2004 Águeda Portogallo Portogallo 3 – 0 Lussemburgo Lussemburgo Amichevole - Ingresso al 63’ 63’
5-6-2004 Estádio do Bonfim Portogallo Portogallo 4 – 1 Lituania Lituania Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
16-6-2004 Estádio da Luz Russia Russia 0 – 2 Portogallo Portogallo Euro 2004 - Fase a girone - Ammonizione al 24’ 24’
20-6-2004 Estádio José Alvalade Spagna Spagna 0 – 1 Portogallo Portogallo Euro 2004 - Fase a girone -
24-6-2004 Estádio da Luz Portogallo Portogallo 8 – 7 Inghilterra Inghilterra Euro 2004 - Quarti - Ammonizione al 119’ 119’
30-6-2004 Estádio José Alvalade Portogallo Portogallo 2 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 2004 - Semifinale -
4-7-2004 Estádio da Luz Portogallo Portogallo 0 – 1 Grecia Grecia Euro 2004 - Finale -
4-9-2004 Riga Lettonia Lettonia 0 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2006 -
8-9-2004 Estádio Dr. Magalhães Pessoa Portogallo Portogallo 4 – 0 Estonia Estonia Qual. Mondiali 2006 -
10-9-2004 Rheinpark Stadion Liechtenstein Liechtenstein 2 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2006 -
13-10-2004 Estádio José Alvalade Portogallo Portogallo 7 – 1 Russia Russia Qual. Mondiali 2006 -
17-11-2004 Stadio Josy Barthel Lussemburgo Lussemburgo 0 – 5 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2006 -
30-3-2005 Bratislava Slovacchia Slovacchia 1 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2006 -
17-8-2005 Ponta Delgada Portogallo Portogallo 2 – 0 Egitto Egitto Amichevole -
3-9-2005 Estádio Algarve Portogallo Portogallo 6 – 0 Lussemburgo Lussemburgo Qual. Mondiali 2006 1
7-9-2005 Stadio Lokomotiv (Mosca) Russia Russia 0 – 0 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2006 - Ammonizione al 48’ 48’
8-10-2005 Stadio comunale di Aveiro Portogallo Portogallo 2 – 1 Liechtenstein Liechtenstein Qual. Mondiali 2006 -
12-11-2005 Stadio Città di Coimbra Portogallo Portogallo 2 – 0 Croazia Croazia Amichevole -
15-11-2005 Windsor Park Irlanda del Nord Irlanda del Nord 1 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole -
27-5-2006 Évora Portogallo Portogallo 4 – 1 Capo Verde Capo Verde Amichevole -
3-6-2006 Stade Saint-Symphorien Lussemburgo Lussemburgo 0 – 3 Portogallo Portogallo Amichevole -
11-6-2006 RheinEnergieStadion Angola Angola 0 – 1 Portogallo Portogallo Mondiali 2006 - Fase a girone -
17-6-2006 Commerzbank-Arena Portogallo Portogallo 2 – 0 Iran Iran Mondiali 2006 - Fase a girone -
21-6-2006 Veltins-Arena Portogallo Portogallo 2 – 1 Messico Messico Mondiali 2006 - Fase a girone -
25-6-2006 Grundig Stadion Portogallo Portogallo 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 2006 - Ottavi -
1-7-2006 Veltins-Arena Inghilterra Inghilterra 1 – 3 Portogallo Portogallo Mondiali 2006 - Quarti - Ammonizione al 111’ 111’
5-7-2006 Allianz Arena Portogallo Portogallo 0 – 1 Francia Francia Mondiali 2006 - Semifinale - Ammonizione al 83’ 83’
1-9-2006 Brøndby Stadion Danimarca Danimarca 4 – 2 Portogallo Portogallo Amichevole 2 Uscita al 71’ 71’
6-9-2006 Olympiastadion (Helsinki) Finlandia Finlandia 1 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 -
7-10-2006 Estádio do Bessa Século XXI Portogallo Portogallo 3 – 0 Azerbaigian Azerbaigian Qual. Euro 2008 1
11-10-2006 Polonia Polonia Polonia 2 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 -
15-11-2006 Stadio Città di Coimbra Portogallo Portogallo 3 – 0 Kazakistan Kazakistan Qual. Euro 2008 -
6-2-2007 Emirates Stadium Brasile Brasile 0 – 2 Portogallo Portogallo Amichevole 1 Uscita al 89’ 89’
24-3-2007 Estádio José Alvalade Portogallo Portogallo 4 – 0 Belgio Belgio Qual. Euro 2008 -
28-3-2007 Stadio Stella Rossa Serbia Serbia 1 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 -
13-10-2007 Stadio Tofiq Bahramov Azerbaigian Azerbaigian 0 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 -
17-10-2007 Almaty Kazakistan Kazakistan 1 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 -
6-2-2008 Letzigrund Stadion Italia Italia 3 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole -
26-3-2008 Esprit Arena Grecia Grecia 2 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole -
31-5-2008 Viseu (Portogallo) Portogallo Portogallo 2 – 0 Georgia Georgia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
7-6-2008 Stade de Genève Portogallo Portogallo 2 – 0 Turchia Turchia Euro 2008 - Fase a girone -
11-6-2008 Stade de Genève Rep. Ceca Rep. Ceca 1 – 3 Portogallo Portogallo Euro 2008 - Fase a girone -
19-6-2008 St. Jakob-Park Portogallo Portogallo 2 – 3 Germania Germania Euro 2008 - Quarti -
20-8-2008 Stadio comunale di Aveiro Portogallo Portogallo 5 – 0 Fær Øer Fær Øer Amichevole - Uscita al 55’ 55’
6-9-2008 Stadio di Ta' Qali Malta Malta 0 – 4 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 -
10-9-2008 Estádio José Alvalade Portogallo Portogallo 2 – 3 Danimarca Danimarca Qual. Mondiali 2010 -
28-3-2009 Estádio do Dragão Portogallo Portogallo 0 – 0 Svezia Svezia Qual. Mondiali 2010 -
31-3-2009 Stade Olympique de la Pontaise Sudafrica Sudafrica 0 – 2 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 46’ 46’
6-6-2009 Stadiumi Selman Stërmasi Albania Albania 1 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 75’ 75’
10-6-2009 A. Le Coq Arena Estonia Estonia 0 – 0 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 59’ 59’
12-8-2009 Rheinpark Stadion Liechtenstein Liechtenstein 0 – 3 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 62’ 62’
5-9-2009 Parken Stadium Danimarca Danimarca 1 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 -
9-9-2009 Stadio Ferenc Puskás Ungheria Ungheria 0 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 -
10-10-2009 Estádio da Luz Portogallo Portogallo 3 – 0 Ungheria Ungheria Qual. Mondiali 2010 -
14-10-2009 Estádio D. Afonso Henriques Portogallo Portogallo 4 – 0 Malta Malta Qual. Mondiali 2010 -
14-11-2009 Estádio da Luz Portogallo Portogallo 1 – 0 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Qual. Mondiali 2010 -
18-11-2009 Zenica Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 0 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 -
24-5-2010 Covilhã Portogallo Portogallo 0 – 0 Capo Verde Capo Verde Amichevole - Uscita al 46’ 46’
1-6-2010 Covilhã Portogallo Portogallo 3 – 1 Camerun Camerun Amichevole -
8-6-2010 Johannesburg Mozambico Mozambico 0 – 3 Portogallo Portogallo Amichevole -
15-6-2010 Sudafrica Costa d'Avorio Costa d'Avorio 0 – 0 Portogallo Portogallo Mondiali 2010 - Fase a girone -
21-6-2010 Green Point Stadium Portogallo Portogallo 7 – 0 Corea del Nord Corea del Nord Mondiali 2010 - Fase a girone -
25-6-2010 Moses Mabhida Stadium Portogallo Portogallo 0 – 0 Brasile Brasile Mondiali 2010 - Fase a girone -
29-6-2010 Green Point Stadium Spagna Spagna 1 – 0 Portogallo Portogallo Mondiali 2010 - Ottavi -
3-9-2010 Estádio D. Afonso Henriques Portogallo Portogallo 4 – 4 Cipro Cipro Qual. Euro 2012 -
7-9-2010 Ullevaal Stadion Norvegia Norvegia 1 – 0 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2012 -
8-10-2010 Estádio do Dragão Portogallo Portogallo 3 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2012 -1
12-10-2010 Laugardalsvöllur Islanda Islanda 1 – 3 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2012 -
17-11-2010 Estádio da Luz Portogallo Portogallo 4 – 0 Spagna Spagna Amichevole - Uscita al 46’ 46’
16-3-2011 Estádio Dr. Magalhães Pessoa Portogallo Portogallo 1 – 1 Cile Cile Amichevole - Uscita al 46’ 46’
29-3-2011 Stadio comunale di Aveiro Portogallo Portogallo 2 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole - Ingresso al 78’ 78’
11-8-2011 Estádio Algarve Portogallo Portogallo 5 – 0 Lussemburgo Lussemburgo Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
11-10-2014 Bois de Vincennes Francia Francia 2 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
14-10-2014 Parken Stadium Danimarca Danimarca 0 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2016 -
14-11-2014 Estádio Algarve Portogallo Portogallo 1 – 0 Armenia Armenia Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 14’ 14’
Totale Presenze 78 Reti 5

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique
— 2004

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (PT) CFC Porto cede Ricardo Carvalho ao V. Setúbal, record.xl.pt, 30 settembre 1999.
  2. ^ (PT) Ricardo Carvalho segunda-feira em Alverca, record.xl.pt, 23 luglio 2000.
  3. ^ Rosenborg BK 1-2 FC Porto, transfermarkt.it, 18 settembre 2001.
  4. ^ (EN) Charlton complete Costa move, BBC Sport, 18 aprile 2002.
  5. ^ (PT) Venda do passe do jogador Jorge Andrade, web.archive.org, 18 settembre 2001.
  6. ^ (PT) Ricardo Carvalho volta a ser titular, record.xl.pt, 9 novembre 2002.
  7. ^ (PT) Tempo de afirmação, record.xl.pt, 3 aprile 2003.
  8. ^ (PT) Mourinho e Costinha são Dragões de Ouro, record.xl.pt, 17 aprile 2003.
  9. ^ (EN) European Footballer of the Year ("Ballon d'Or") 2004, rsssf.com.
  10. ^ (PT) Doidos por Ricardo, record.xl.pt, 25 giugno 2004.
  11. ^ (EN) Carvalho priced at £20m, BBC Sport, 18 luglio 2004.
  12. ^ (EN) Chelsea sign defender Carvalho, rediff.com, 28 luglio 2004.
  13. ^ (EN) Chelsea to sign Ferreira, news.bbc.co.uk, 23 giugno 2004.
  14. ^ (DE) Match Report: Chelsea FC - Real Betis 4:0, weltfussball.de, 19 ottobre 2005.
  15. ^ (DE) Match Report: RSC Anderlecht - Chelsea FC 0:2, weltfussball.de, 23 novembre 2005.
  16. ^ FC Chelsea 3-0 Manchester City, transfermarkt.it, 20 agosto 2006.
  17. ^ Manchester United 1-1 FC Chelsea, transfermarkt.it, 26 novembre 2006.
  18. ^ FC Chelsea 1-0 Tottenham Hotspur, transfermarkt.it, 7 aprile 2007.
  19. ^ Defender of the Year, home.skysports.com, 29 maggio 2007.
  20. ^ (EN) I'm sorry for my 2-footed lunge, thesun.co.uk.
  21. ^ (EN) Chelsea 1-0 Middlesbrough, BBC Sport, 30 marzo 2008.
  22. ^ (EN) Ricardo Carvalho knee injury blow to Chelsea, login.thetimes.co.uk, 19 ottobre 2009.
  23. ^ (EN) Carvalho: It's time to let me go, login.thetimes.co.uk, 7 luglio 2009.
  24. ^ (EN) Carvalho: I want Real switch, thesun.co.uk, 24 luglio 2010.
  25. ^ (ES) Comunicado Oficial: Ricardo Carvalho, nuevo jugador del Real Madrid, realmadrid.com, 10-08-2010.
  26. ^ (EN) CARVALHO DEAL AGREED, chelseafc.com, 10-08-2010.
  27. ^ (ES) ¿Carvalho, el fichaje del año?, marca.com, 19-10-2010.
  28. ^ Risultato Real Madrid - Atlético Madrid | La Liga 2010-2011 - Yahoo! Eurosport
  29. ^ Real Madrid CF 1-0 FC Sevilla, transfermarkt.it, 19 dicembre 2010.
  30. ^ (EN) Mourinho: Carvalho's career is over if he stays at Real Madrid, goal.com, 29 agosto 2012.
  31. ^ (EN) Carvalho joins Monaco influx, espn.co.uk, 28 maggio 2013.
  32. ^ FC Girondins Bordeaux 0-2 AS Monaco, transfermarkt.it, 28 maggio 2013.
  33. ^ Olympique Marsiglia 1-2 AS Monaco, transfermarkt.it, 1 settembre 2013.
  34. ^ Monaco, UFFICIALE: rinnova anche Ricardo Carvalho, calciomercato.com, 3 luglio 2014.
  35. ^ Analisi tattica Monaco-Lorient 1-2, calciocritico.it, 10 agosto 2014.
  36. ^ (PT) Scolari: «Meia-distância pode ser arma para o futuro», record.xl.pt, 18 ottobre 2003.
  37. ^ (EN) Chelsea land Carvalho, news.bbc.co.uk, 28 luglio 2004.
  38. ^ (EN) Alan Hansen's title verdict, BBC Sport, 9 agosto 2004.
  39. ^ (EN) Germany 3-1 Portugal, BBC Sport, 8 luglio 2006.
  40. ^ (EN) Portugal 0-1 France, BBC Sport, 5 luglio 2006.
  41. ^ CALCIO, PORTOGALLO: CARVALHO SOSPESO UN ANNO DA NAZIONALE repubblica.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]