Képler Laveran Lima Ferreira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pepe
Pepe Euro 2012.jpg
Dati biografici
Nome Képler Laveran Lima Ferreira
Nazionalità Brasile Brasile
Portogallo Portogallo (dal 2007)
Altezza 188 cm
Peso 81 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore, centrocampista difensivo
Squadra Real Madrid Real Madrid
Carriera
Giovanili
Maritimo Marítimo
Squadre di club1
2001-2004 Maritimo Marítimo 63 (3)
2004-2007 Porto Porto 64 (6)
2007- Real Madrid Real Madrid 176 (9)
Nazionale
2007- Portogallo Portogallo 64 (3)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Bronzo Polonia-Ucraina 2012
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 25 ottobre 2014

Képler Laveran Lima Ferreira, noto come Pepe (Maceió, 26 febbraio 1983), è un calciatore brasiliano naturalizzato portoghese, difensore del Real Madrid e della Nazionale portoghese.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un centrale aggressivo, con una discreta velocità e forza fisica.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Pepe inizia la propria carriera nella squadra del Corinthians Alagoano sua città natale, in Brasile, poi fu trasferito a diversi club di secondo livello in Portogallo. Qui inizia tra le riserve del Maritimo fino al 2002. Gioca per due stagioni nel club portoghese dove ottiene 66 partite e 3 gol fra campionato e coppa.

Pepe con il Real Madrid durante una fase del riscaldamento

Nell'estate del 2004 passa al Porto per € 1.000.000 dove si distingue per le sue ottime abilità difensive. Pepe milita nel Porto per tre stagioni dove vince per due volte la Primeira Liga, due volte la Coppa di Portogallo e una volta la Supercoppa portoghese, Pepe con il Porto totalizza in queste tre stagioni 88 presenze e 3 gol.

Il 10 luglio 2007, Pepe ha firmato un contratto di cinque anni con il Real Madrid CF, per una cifra di circa € 30 milioni.[1] Nella prima stagione Pepe gioca solo 19 partite (0 gol) con il club spagnolo che però vince la Primera División. Gioca la seconda stagione da titolare totalizzando 26 gare solo in campionato e 32 in totale ma ancora senza gol. La stagione successiva a causa di un infortunio gioca solo 10 partite segnando il suo primo gol con il Real Madrid e unico gol nella stagione 2009-2010 in una partita in trasferta contro il Deportivo de La Coruña nella vittoria per 1-0.[2] Nelle ultime giornate del campionato 2008-2009 Pepe viene squalificato per 10 giornate a seguito dei calci dati a Javier Casquero e del pugno dato a Juan Ángel Albín, giocatori del Getafe, e degli insulti alla terna arbitrale.[3] Il 27 aprile 2011, nella gara di semifinale di UEFA Champions League contro i rivali del FC Barcellona, viene espulso nel secondo tempo per un fallo su Dani Alves, lasciando il Real Madrid in 10, la gara finirà sul 2-0 per i blaugrana.[4] Nella stagione 2010-2011 vince la Coppa del Re con il Real Madrid battendo in finale i rivali del Barcellona FC nel secondo tempo supplementare con un gol di Cristiano Ronaldo.

Il 12 giugno 2011 firma un nuovo contratto fino al 2016 con i blancos.[5]

Inizia la stagione vincendo la Supercoppa di Spagna 2012 nella doppia sfida contro il Barcellona.[6][7]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Pepe (a sinistra di spalle), durante la prima gara del girone contro la Germania ad Euro 2012.

Nell'agosto 2007 ha ottenuto la cittadinanza portoghese. Non avendo mai giocato per alcuna rappresentativa nazionale brasiliana, nel 2008 è stato convocato dal CT della Nazionale portoghese Luiz Felipe Scolari per disputare il campionato d'Europa 2008.

Nonostante il grave infortunio del dicembre 2009, ha fatto parte della formazione portoghese per il mondiale sudafricano.

Nel giugno del 2012 il CT del Portogallo Paulo Bento lo inserisce nella lista dei 23 per partecipare a Euro 2012 in Polonia e Ucraina. Nella seconda giornata del girone eliminatorio realizza il gol del momentaneo 1-0 contro la Danimarca, partita che i lusitani vinceranno 2-3.

Il 16 giugno 2014, all'esordio nel mondiale brasiliano contro la Germania, viene espulso nel corso del primo tempo dopo aver dato una testata a Thomas Müller.[8]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 25 ottobre 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2001-2002 Portogallo Marítimo PL 4 0 CP 0 0 CU 0 0 - - 4 0
2002-2003 PL 29 2 CP 1 0 - - - - 30 2
2003-2004 PL 30 1 CP 2 0 - - - - 32 1
Totale Marítimo 63 3 3 0 0 0 66 3
2004-2005 Portogallo Porto PL 15 1 CP 1 0 UCL 5 0 SP+SU+Cint 0+1+0 0+0+0 22 1
2005-2006 PL 24 1 CP 4 0 UCL 5 2 - - 33 3
2006-2007 PL 25 4 CP 0 0 UCL 8 0 SP 1 0 34 4
Totale Porto 64 6 5 0 18 2 2 0 89 8
2007-2008 Spagna Real Madrid PD 19 0 CR 1 0 UCL 3 0 SS 2 0 25 0
2008-2009 PD 26 0 CR 0 0 UCL 5 0 SS 1 0 32 0
2009-2010 PD 10 1 CR 1 0 UCL 6 0 SS - - 17 1
2010-2011 PD 26 1 CR 4 0 UCL 8 0 SS - - 38 1
2011-2012 PD 29 1 CR 7 0 UCL 9 0 SS 2 0 47 1
2012-2013 PD 28 1 CR 2 0 UCL 11 1 SS 1 0 42 2
2013-2014 PD 31 4 CR 7 1 UCL 11 0 - - - 49 5
2014-2015 PD 7 1 CR 0 0 UCL 2 0 SS+SU+Cmc 1+1+0 0+0+0 11 1
Totale Real Madrid 176 9 22 1 55 1 8 0 261 11
Totale carriera 303 18 30 1 73 5 10 0 416 24

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Porto: 2005-2006, 2006-2007
Porto: 2005-2006
Porto: 2006
Real Madrid: 2007-2008, 2011-2012
Real Madrid: 2010-2011, 2013-2014
Real Madrid: 2008, 2012

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Porto: 2004
Real Madrid: 2013-2014
Real Madrid: 2014

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Polonia-Ucraina 2012
2013-2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Madrid pick up Pepe from Porto, 10 luglio 2007. URL consultato il 18 giugno 2014.
  2. ^ Deportivo curse strikes again for Real; Soccerway, 15 March 2008
  3. ^ Pepe, la follia costa cara. Dieci partite di squalifica, La Gazzetta dello Sport, 24 aprile 2009. URL consultato l'11 aprile 2011.
  4. ^ Ten-man Madrid undone by Messi magic; UEFA.com, 27 April 2011
  5. ^ Official announcement, Real Madrid's official website, 12 luglio 2011. URL consultato il 27 luglio 2011.
  6. ^ 3-2: The Supercup to be decided in Madrid, realmadrid.com, 23 agosto 2012. URL consultato il 30 agosto 2012.
  7. ^ Supershow: il Real piega il Barça. Mou si prende il primo trofeo, gazzetta.it, 29 agosto 2012. URL consultato il 30 agosto 2012.
  8. ^ Muller abbatte il Portogallo e si difende: "Pepe da espulsione, non ho simulato", goal.com, 16 giugno 2014. URL consultato il 18 giugno 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]