Naturalizzazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando una specie animale o vegetale che vive in una zona in cui è stata introdotta dall'uomo, vedi specie naturalizzata.

La naturalizzazione è l'acquisizione della cittadinanza da parte di uno straniero, a seguito di un atto della pubblica autorità, subordinatamente alla sussistenza di determinati requisiti (tra cui, ad esempio, la residenza per un lungo periodo di tempo sul territorio nazionale, l'assenza di precedenti penali, la rinuncia alla cittadinanza d'origine, ecc.), per matrimonio, o per meriti particolari. In molti ordinamenti, a sottolinearne la solennità, il provvedimento di riconoscimento della cittadinanza è adottato, almeno formalmente, dal Capo di stato.

Naturalizzazione in specifiche nazioni[modifica | modifica wikitesto]

In Italia la naturalizzazione si può ottenere dopo aver risieduto stabilmente nel territorio nazionale per almeno 10 anni, ridotti a 5 anni per l'apolide e a 4 anni per i cittadini di uno Stato membro dell'Unione europea che risiedano legalmente nel territorio della Repubblica. La cittadinanza si acquisisce inoltre, su richiesta, per matrimonio con un cittadino italiano dopo almeno due anni di residenza sul territorio o tre anni dal matrimonio se la coppia risiede all'estero, e su concessione del Presidente della repubblica per meriti particolari.

Nella Repubblica di San Marino si può acquisire la cittadinanza dopo 30 anni di residenza nel territorio della repubblica o dopo 15 anni di matrimonio con un cittadino sammarinese.[1]

Per ottenere la cittadinanza in Argentina sono necessari almeno due anni di residenza continuativa.[2]

In Canada sono richiesti 3 anni (1095 giorni) di residenza permanente sul territorio nei 4 anni precedenti ed è permessa la doppia cittadinanza.[3]

Nei Paesi Bassi, incluse Antille Olandesi e Aruba, si ottiene la cittadinanza dopo 5 anni consecutivi di residenza.[4] La doppia cittadinanza è permessa solo in alcune circostanze, come nel caso di acquisizione della cittadinanza da parte del coniuge, ma altrimenti vietata.

In Arabia Saudita è possibile ottenere la cittadinanza dopo 10 anni consecutivi di residenza.[5]

In alcuni Paesi non è possibile in nessun caso ottenere la cittadinanza, come ad esempio negli Emirati Arabi Uniti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Legge "sulla cittadinanza" del 30 novembre 2000, n. 114, come modificata dalla Legge 17 giugno 2004, n. 84.
  2. ^ (ES) Ciudadanía Argentina. URL consultato il 15 maggio 2010.
  3. ^ (EN) Becoming a Canadian citizen: Who can apply. URL consultato il 15 maggio 2010.
  4. ^ (EN) IND Residence Wizard. URL consultato il 15 maggio 2010.
  5. ^ (EN) Expatriates Can Apply for Saudi Citizenship in Two-to-Three Months. URL consultato il 23 luglio 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]