Fábio Coentrão

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fábio Coentrão
5Fábio Coentrão.jpg
Dati biografici
Nome Fábio Alexandre da Silva Coentrão
Nazionalità Portogallo Portogallo
Altezza 179 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore, centrocampista
Squadra Real Madrid Real Madrid
Carriera
Giovanili
2004-2006 Rio Ave Rio Ave
Squadre di club1
2009-2011 Benfica Benfica 52 (2)
2011- Real Madrid Real Madrid 46 (1)
Nazionale
2005
2005-2006
2006-2007
2007-2010
2009-
Portogallo Portogallo U-18
Portogallo Portogallo U-19
Portogallo Portogallo U-20
Portogallo Portogallo U-21
Portogallo Portogallo
1 (0)
6 (5)
3 (0)
8 (6)
52 (5)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Bronzo Polonia-Ucraina 2012
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 17 maggio 2014

Fábio Alexandre da Silva Coentrão (Vila do Conde, 11 marzo 1988) è un calciatore portoghese, difensore o centrocampista del Real Madrid e della Nazionale portoghese. Ha iniziato la sua carriera da ala,[1] ma attualmente gioca da terzino sinistro.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

L'esordio al Rio Ave e il passaggio al Benfica[modifica | modifica sorgente]

Inizia la carriera nel Rio Ave Futebol Clube, la squadra della sua città, nella stagione 2004-2005 militando in prima divisione. Dopo la stagione 2006-2007, il giocatore si accasa al Benfica. Il suo stile di gioco fu paragonato a quello di Arjen Robben dalla rivista World Soccer Magazine nel loro 50 Talenti mondiali pubblicato nel 2007.

I vari prestiti[modifica | modifica sorgente]

Nel 2008 passa in prestito al Real Saragozza, squadra partecipante alla Segunda División spagnola, nella trattativa che porta Pablo Aimar al Benfica[2]. Nel precampionato riceve una multa di 6000 € come punizione per delle uscite notturne[2]. Non ottiene mai la fiducia dell'allenatore Marcelino García Toral che lo porta solo una volta in panchina, in occasione della partita della settima giornata di campionato giocata alla Romareda contro il Deportivo Alavés[2]. Coentrão entra in campo all'83' al posto di Jorge López Montaña e gioca l'unica partita con la maglia del club aragonese, che non esercita il diritto di riscatto[2]. Dopo sei mesi a Saragozza torna al Rio Ave[2]. Intervistato nel luglio del 2011, Marcelino García Toral dichiara che Coentrão durante il periodo trascorso al Real Saragozza è stato disciplinato e rispettoso e ha avuto soltanto problemi di ambientamento, essendo alla sua prima esperienza lontano dal Portogallo.[1]. Secondo l'allenatore, Coentrão non era superiore a nessuno dei suoi compagni di squadra.[1]

Il passaggio al Real Madrid[modifica | modifica sorgente]

Il 5 luglio 2011 viene acquistato dal Real Madrid in cambio di 31 milioni di euro[3]. Il terzino si lega ai blancos fino al 2017[4][5]. Esordisce in Primera División il 28 agosto nella partita vinta per 6-0 alla Romareda contro il Real Saragozza,giocando come titolare nella posizione di centrocampista a fianco a Xabi Alonso, dimostrando così una grande duttilità tattica.[6][7]

Inizia la stagione vincendo la Supercoppa di Spagna 2012 nella doppia sfida contro il Barcellona.[8][9]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Inizia la carriera internazionale a livello dilettantistico per il Portogallo[10] nel 2007 durante la Madeira Cup, torneo che vide Coentrão premiato come miglior giocatore e miglior marcatore. Successivamente rappresenta la sua nazione nel campionato mondiale di calcio under-20 del 2007 e in questi anni fa anche il suo debutto nell'Under 21.

Dopo importanti prestazioni nel Benfica, sebbene parta raramente dall'inizio nella stagione 2009–10, Coentrão viene per la prima volta convocato in nazionale maggiore nel novembre 2009, per lo spareggio decisivo per la qualificazione alla Coppa del Mondo 2010 contro la Bosnia ed Erzegovina: debutta allo Estádio da Luz giocando il secondo tempo della partita vinta per 1-0.

Coentrão viene selezionato da Carlos Queiroz nella lista dei 23 per il Campionato mondiale di calcio 2010 in Sud Africa.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Aggiornate al 24 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppa nazionale Europa Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2004-2005 Portogallo Rio Ave PL 1 0 CP 0 0 - - - - 1 0
2005-2006 PL 3 1 CP 1 0 - - - - 4 1
2006-2007 PL 25 4 CP 2 0 - - - - 27 4
2007-gen. 2008 Portogallo Benfica PL 3 0 CP+TL 2+1 1+0 UCL 1 0 - - 7 1
gen.-giu. 2008 Portogallo Nacional PL 16 4 CP 0 0 - - - - 16 4
2008-gen. 2009 Spagna Real Saragozza SD 1 0 CR 0 0 - - - - 1 0
gen.-giu. 2009 Portogallo Rio Ave PL 16 3 CP 0 0 - - - - 16 3
Totale Rio Ave 45 8 3 0 48 8
2009-2010 Portogallo Benfica PL 26 0 CP+TL 2+4 1+1 UEL 13 1 - - 45 3
2010-2011 PL 23 2 CP+TL 5+2 1+0 UCL+UEL 6+8 2+0 SP 1 0 45 5
Totale Benfica 52 2 16 4 28 3 1 0 97 9
2011-2012 Spagna Real Madrid PD 20 0 CR 3 0 UCL 8 0 SS 2 0 33 0
2012-2013 PD 16 1 CR 4 0 UCL 8 0 SS 2 0 30 1
2013-2014 PD 10 0 CR 4 0 UCL 6 0 - - - 20 0
Totale Real Madrid 46 1 11 0 22 0 4 0 81 1
Totale carriera 160 15 30 4 51 3 5 0 243 21

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Benfica: 2009-2010
Benfica: 2009-2010, 2010-2011
Real Madrid: 2011-2012
Real Madrid: 2012
Real Madrid: 2013-2014

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Real Madrid: 2013-2014
Real Madrid: 2014

Individuali[modifica | modifica sorgente]

Polonia-Ucraina 2012

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (ES) "En Zaragoza, Coentrao era un extremo rapidito", as.com, 12-07-2011.
  2. ^ a b c d e (ES) 7 minutos en La Romareda
  3. ^ (PT) COMUNICADO, cmvm.pt, 05-07-2011.
  4. ^ (ES) Comunicado oficial, realmadrid.com, 05-07-2011.
  5. ^ Accordo Benfica-Real per Coentrao, ansa.it, 05-07-2011.
  6. ^ Saragozza vs. Real Madrid - Formazioni e Statistiche, goal.com, 28 agosto 2011. URL consultato il 25 maggio 2014.
  7. ^ Saragozza 0-6 Real Madrid, goal.com, 28 agosto 2011. URL consultato il 25 maggio 2014.
  8. ^ Barça-Real, è subito show - Vilanova batte Mou 3-2, gazzetta.it, 23 agosto 2012. URL consultato il 25 maggio 2014.
  9. ^ Supershow: il Real piega il Barça. Mou si prende il primo trofeo, gazzetta.it, 29 agosto 2012. URL consultato il 25 maggio 2014.
  10. ^ Unbeaten Portugal progress in style

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]