Chelsea Football Club 2009-2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Chelsea Football Club.

Chelsea F.C.
Stagione 2009-2010
Allenatore Italia Carlo Ancelotti
Presidente Stati Uniti Bruce Buck
Premier League 1º classificato
FA Cup Vincitore
Carling Cup Quinto turno
Community Shield Vincitore
Champions League Ottavi di finale
Maggiori presenze Campionato: Terry (37)
Totale: Terry (52)
Miglior marcatore Campionato: Drogba (29)
Totale: Drogba (37)
Maggior numero di spettatori 41.836 vs Manchester United (8 novembre 2009)
Minor numero di spettatori 37.781 vs Queens Park Rangers (23 settembre 2009)
Media spettatori 40.974

Questa pagina contiene rosa e risultati del Chelsea Football Club nelle competizioni ufficiali della stagione 2009-2010.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Come si vociferava da quasi un'intera stagione viene nominato nuovo allenatore dei Blues l'italiano Carlo Ancelotti, a cui si aggiungono come acquisti del mercato estivo solamente il russo Jurij Žirkov dal CSKA Mosca, l'inglese Ross Turnbull dal Middlesbrough e i giovani talenti Nemanja Matić e Daniel Sturridge.

Giocatori del Chelsea festeggiano coi tifosi la vittoria della Premier League 2009-2010

La stagione inizia nel migliore dei modi, con la conquista del Community Shield ai danni del Manchester United e una serie di sei vittorie consecutive in campionato (conquistando così un nuovo record inglese). La formazione londinese interrompe la propria serie positiva il 25 settembre 2009, con una sconfitta in casa del Wigan (3-1), a cui segue poi l'importante vittoria casalinga col Liverpool (2-0), oscurata però una settimana dopo dalla seconda sconfitta stagionale, stavolta sul campo dell'Aston Villa (2-1). Da questo momento in poi, la squadra, in splendida forma, totalizza 5 vittorie consecutive in campionato, di cui tre goleade contro Blackburn Rovers (5-0), Bolton Wanderers e Wolverhampton (entrambe 4-0), e le vittorie chiave in casa col Manchester United (1-0) e in trasferta con l'Arsenal (3-0), le quali permettono alla compagine di piazzarsi saldamente in testa alla classifica.

Il 2 dicembre, però, arriva la prima delusione per i tifosi dei Blues: infatti, i loro beniamini vengono battuti al quinto turno di Carling Cup (4-3 ai calci di rigore) dal Blackburn, dopo che i tempi supplementari si erano conclusi 3-3. Inizia così un periodo negativo, caratterizzato dalla sconfitta per 2-1 sul campo del Manchester City, dai pareggi contro Everton (3-3), West Ham United (1-1) e Birmingham City (0-0), e da un'unica vittoria col Portsmouth (2-1).

Sul fronte europeo, invece, il Chelsea conclude i gironi di Champions League l'8 dicembre con un pareggio casalingo contro i ciprioti dell'APOEL Nicosia (2-2), dopo aver già vinto la gara d'andata contro gli stessi isolani (1-0), le due col Porto (entrambe 1-0) e aver ottenuto una vittoria e un pareggio con l'Atletico Madrid (4-0 a Stamford Bridge e 2-2 al Vicente Calderón). Grazie a questi risultati, la formazione londinese passa per prima nel girone D, venendo sorteggiata come prossima avversaria dell'Inter del suo ex allenatore José Mourinho.

Non appena inizia il girone di ritorno del campionato, il Chelsea si risolleva dagli ultimi risultati negativi: dopo la vittoria per 2-1 nel derby del 28 dicembre contro il Fulham, la squadra ricomincia a marciare spedita per altre tre paritite di Premier League, tra le quali spicca il 7-2 casalingo contro il Sunderland. A questo punto, però, la stabilità della squadra è turbata da un avvenimento percepito come scandaloso dall'opinione pubblica britannica: un tabloid, infatti, rivela l'esistenza di una storia d'amore segreta tra John Terry, capitano dei Blues, sposato e con due figli, e Vanessa Perroncel, modella ex fidanzata di Wayne Bridge, ex compagno di squadra (ora in forza al Manchester City) e amico del numero 26. Terry, su espressa richiesta del ministro dello sport inglese, viene privato della fascia di capitano della nazionale dal CT Fabio Capello, anche se conserva quella della compagine londinese.

Wayne Bridge rifiuta di stringere la mano a John Terry prima di Chelsea-Manchester City

Anche a causa di errori difensivi da parte del proprio leader carismatico, il Chelsea ottiene soltanto un pareggio con l'Hull City (1-1 del 2 febbraio 2010), seguito poi dalla vittoria sul campo dell'Arsenal (2-0). La squadra, continuamente bersagliata da giornali e critica inglese, una settimana dopo deve arrendersi in trasferta contro l'Everton (2-1), partita nella quale perde per circa due mesi a causa di una frattura alla tibia il terzino sinistro Ashley Cole (che si aggiunge a una considerevole lista di infortunati). La reazione tanto attesa dai tifosi arriva durante il turno successivo, in casa del Wolverhampton, battuto 2-0.

Forti di aver comunque mantenuto la testa della classifica nonostante il periodo negativo, il 24 febbraio i Blues si presentano allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano per gli ottavi di finale di Champions League, ma, sebbene esprimano un buon calcio, vengono sconfitti 2-1 dall'Inter di Mourinho. Alla prima sconfitta nella coppa europea segue la prima a Stamford Bridge, un 4-2 proprio contro il Manchester City di Bridge, il quale nel prepartita rifiuterà anche di stringere la mano all'ex amico. Ad ogni modo, dopo un 2-0 contro lo Stoke City in FA Cup (che permette alla compagine di approdare alla semifinale) e un 4-1 contro il West Ham in Premier League, il Chelsea sembra finalmente risorto, ma verrà comunque sconfitto in casa per 1-0 da un'ottima Inter (seconda e ultima battuta d'arresto casalinga del club londinese).

Carlo Ancelotti e John Terry festeggiano in parata a Londra la conquista del primo double

Nonostante le parole di Carlo Ancelotti, che invitano la sua squadra a concentrarsi sui restanti obiettivi, ossia campionato e FA Cup, la formazione londinese subisce il colpo dell'eliminazione della Champions League, pareggiando 1-1 sul campo del Blackburn, incontro nel quale si infortuna pure il terzino destro Branislav Ivanović, lasciando i compagni in piena emergenza difensiva. Questo risultato permetterà al Manchester United di superare momentaneamente il Chelsea in classifica. Ad ogni modo, la squadra riesce a reagire pochi giorni dopo, ricominciando a giocare bene e a segnare: di questo sono testimoni il 5-0 sul campo del Portsmouth, il 7-1 casalingo contro l'Aston Villa (fino a quel momento la miglior difesa della Premier League), il 2-1 all'Old Trafford di Manchester (che riporterà la testa della classifica), il 3-0 in semifinale di FA Cup contro di nuovo l'Aston Villa, e l'1-0 interno contro il Bolton.

Questa serie di risultati positivi viene interrotta il 17 aprile con la sconfitta per 2-1 nel derby col Tottenham, squadra in lotta per il 4º posto, avvenimento che comunque non lascerà alcun effetto nel morale dei Blues. Infatti, essi ricominciano a macinare gol e risultati negli ultimi 3 incontri di campionato: 7-0 allo Stoke City, 2-0 al Liverpool, 8-0 al Wigan. Questi risultati consegnenano ufficialmente la quarta Premier League nelle mani del Chelsea, la prima dopo 4 anni di astinenza, caratterizzata dal record di gol mai segnati in una sola stagione (103).

La settimana dopo, a Wembley i Blues di Carlo Ancelotti conquisteranno per la prima volta nella storia del club il double campionato-FA Cup, sconfiggendo 1-0 il Porstmouth dell'ex allenatore Avram Grant. I risultati ottenuti durante questa stagione, come ricordato dalla stampa inglese, sono stati merito soprattutto dell'abilità tattica e psicologica del tecnico italiano, di uno splendido campionato da parte del centravanti Didier Drogba (capocannoniere della Premier League con 29 gol, 37 in tutte le competizioni, votato miglior giocatore del Chelsea dai tifosi), dell'esterno Florent Malouda (rivalorizzato dopo alcune stagioni opache) e del vice-capitano Frank Lampard (autore di 14 gol soltanto nelle ultime 14 partite tra campionato e coppa d'Inghilterra).

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 2009-2010 è Adidas, mentre lo sponsor ufficiale è Samsung.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Portiere

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Rep. Ceca P Petr Čech
2 Serbia D Branislav Ivanović
3 Inghilterra D Ashley Cole
5 Ghana C Michael Essien
6 Portogallo D Ricardo Carvalho
8 Inghilterra C Frank Lampard (vice capitano)
10 Inghilterra C Joe Cole
11 Costa d'Avorio A Didier Drogba
12 Nigeria C Mikel John Obi
13 Germania C Michael Ballack
15 Francia C Florent Malouda
17 Portogallo D José Bosingwa
18 Russia C Jurij Žirkov
19 Portogallo D Paulo Ferreira
20 Portogallo C Deco
21 Costa d'Avorio A Salomon Kalou
N. Ruolo Giocatore
22 Inghilterra P Ross Turnbull
23 Inghilterra A Daniel Sturridge
24 Serbia C Nemanja Matić
26 Inghilterra D John Terry (capitano)
33 Brasile D Alex
35 Brasile D Juliano Belletti
39 Francia A Nicolas Anelka
40 Portogallo P Henrique Hilário
41 Inghilterra D Sam Hutchinson
43 Paesi Bassi D Jeffrey Bruma
44 Francia A Gaël Kakuta
46 Italia C Jacopo Sala
47 Sri Lanka C Nikki Ahamed
48 Inghilterra A Daniel Philliskirk
52 Paesi Bassi D Patrick van Aanholt

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7 all'1/9)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Ross Turnbull Middlesbrough Middlesbrough svincolato
A Daniel Sturridge Manchester City Manchester City definitivo (8 milioni €)
C Yuri Zhirkov CSKA Mosca CSKA Mosca definitivo (20 milioni €)
C Nemanja Matic Kosice Košice definitivo (2 milioni €)
Cessioni
R. Nome a Modalità
C Ricardo Quaresma Inter Inter fine prestito
A Ben Sahar Espanyol Espanyol definitivo
C Mineiro Schalke 04 Schalke 04 svincolato
C Jimmy Smith Leyton Orient Leyton Orient svincolato
A Frank Nouble West Ham West Ham svincolato
A Morten Nielsen AZ Alkmaar AZ Alkmaar comproprietà
C Sergio Tejera Maiorca Maiorca svincolato
A Claudio Pizarro Werder Brema Werder Brema definitivo (0 €)
A Andriy Shevchenko Dinamo Kiev Dinamo Kiev definitivo (0 €)
D Shaun Cummings Reading Reading prestito
D Slobodan Rajković Twente Twente prestito
C Tom Taiwo Carlisle Utd Carlisle Utd prestito
C Lee Sawyer Southend Utd Southend Utd prestito
C Miroslav Stoch Twente Twente prestito
D Ryan Bertrand Reading Reading prestito
A Franco Di Santo Blackburn Blackburn prestito
A Scott Sinclair Wigan Wigan prestito
D Patrick van Aanholt Coventry City Coventry City prestito
D Michael Mancienne Wolverhampton Wolverhampton prestito
C Liam Bridcutt Stockport County Stockport County prestito
C Jacob Mellis Southampton Southampton prestito
D Jack Cork Coventry City Coventry City prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Community Shield[modifica | modifica wikitesto]


Premier League[modifica | modifica wikitesto]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]




















Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]




















FA Cup[modifica | modifica wikitesto]

Terzo turno[modifica | modifica wikitesto]


Quarto turno[modifica | modifica wikitesto]


Quinto turno[modifica | modifica wikitesto]


Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]


Semifinali[modifica | modifica wikitesto]


Finale[modifica | modifica wikitesto]


Carling Cup[modifica | modifica wikitesto]

Terzo turno[modifica | modifica wikitesto]


Quarto turno[modifica | modifica wikitesto]


Quinto turno[modifica | modifica wikitesto]


UEFA Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Squadra PT G V N P F S DR
Inghilterra Chelsea Chelsea 14 6 4 2 0 11 4 +7
Portogallo Porto Porto 12 6 4 0 2 8 3 +5
Spagna Atletico Madrid Atlético Madrid 3 6 0 3 3 3 12 -9
Cipro APOEL APOEL Nicosia 3 6 0 3 3 4 7 -3






Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]



Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale[1] M.I.
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Premier league trophy icon.png Premier League 86 19 16 1 1 68 14 19 10 4 5 35 17 38 27 5 6 103 32 +10
FA Cup.png FA Cup - 3 3 0 0 11 1 1 1 0 0 2 0 6 6 0 0 17 1
Carling.png Carling Cup - 2 2 0 0 5 0 1 0 1 0 3 3 3 2 1 0 8 3
Coppacampioni.png UEFA Champions League 14 4 2 1 1 7 3 4 2 1 1 5 3 8 4 2 2 12 7
CommunityShield.png Community Shield - - - - - - - - - - - - - 1 0 1 0 2 2
Totale - 28 24 2 2 91 18 25 13 6 6 45 25 56 39 9 8 142 45

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Premier League FA Cup+League Cup Champions League Community Shield Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Čech, P.P. Čech 34 -24 0 1 2+1 0 0 0 6 -4 0 0 1 -2 0 0 44 -30 0 1
Ivanović, B.B. Ivanović 28 0 6 0 3+3 0 0 0 6 0 1 0 1 0 1 0 41 0 8 0
Cole, A.A. Cole 26 4 4 0 2+1 0 0 0 4 0 0 0 1 0 0 0 34 4 4 0
Essien, M.M. Essien 14 3 2 0 0 0 0 0 6 1 2 0 1 0 0 0 21 4 4 0
Carvalho, R.R. Carvalho 22 0 4 0 1+0 0 1+0 0 5 0 0 0 1 1 0 0 29 1 5 0
Lampard, F.F. Lampard 36 22 0 0 6+1 3+0 0 0 7 1 0 0 1 1 0 0 51 27 0 0
Cole, J.J. Cole 26 2 1 0 5+3 0 1+0 0 5 0 0 0 0 0 0 0 39 2 2 0
Drogba, D.D. Drogba 32 29 7 0 4+2 3+2 0 0 5 3 0 1 1 0 0 0 44 37 7 1
Obi Mikel, J.J. Obi Mikel 25 0 3 0 3+1 0 1+0 0 4 0 0 0 1 0 0 0 34 0 4 0
Ballack, M.M. Ballack 32 4 2 1 4+2 1+0 0 0 6 0 1 0 1 0 0 0 45 5 3 1
Malouda, F.F. Malouda 33 12 3 1 6+3 2+1 0 0 8 0 2 0 1 0 0 0 51 15 5 1
Bosingwa, J.J. Bosingwa 8 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 9 0 0 0
Zhirkov, Y.Y. Zhirkov 17 0 4 0 4+1 0 0 0 4 0 1 0 0 0 0 0 26 0 5 0
Ferreira, P.P. Ferreira 13 0 2 0 4+3 0+1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 20 1 2 0
Deco, Deco 19 2 3 0 2+2 0+1 1+0 0 4 0 0 0 1 0 0 0 28 3 4 0
Kalou, S.S. Kalou 23 5 2 0 4+3 1+3 0 0 6 3 2 0 1 0 0 0 37 12 4 0
Turnbull, R.R. Turnbull 2 -2 0 0 0+1 0 0 0 2 -3 0 0 0 0 0 0 5 -5 0 0
Sturridge, D.D. Sturridge 13 1 0 0 4+1 4+0 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 20 5 0 0
Matic, N.N. Matic 2 0 0 0 1+0 0 1+0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 3 0 1 0
Terry, J.J. Terry 37 2 6 1 5+1 1+0 2+0 0 8 0 2 0 1 0 0 0 52 3 10 1
Alex, Alex 16 1 2 0 6+1 0 1+0 0 2 0 1 0 0 0 0 0 25 1 4 0
Belletti, J.J. Belletti 11 0 1 1 3+3 0 1+0 0 5 0 1 0 0 0 0 0 22 0 3 1
Anelka, N.N. Anelka 33 11 0 0 4+0 1+0 0 0 7 3 0 0 1 0 0 0 45 15 0 0
Hilàrio, H.H. Hilàrio 3 -6 0 0 4+3 -1+-3 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 11 -10 0 0
Hutchinson, S.S. Hutchinson 2 0 0 0 0+1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 3 0 0 0
Bruma, J.J. Bruma 2 0 0 0 0+1 0 0+1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 3 0 1 0
Kakuta, G.G. Kakuta 1 0 0 0 1+1 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 4 0 0 0
Borini, F.F. Borini 4 0 0 0 2+1 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 8 0 0 0
van Aanholt, P.P. van Aanholt 2 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 2 0 0 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nel totale vengono anche conteggiate tre partite disputate su campo neutro (Wembley Stadium)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio