Samsung

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Samsung Electronics
Logo
Stato Corea del Sud Corea del Sud
Tipo Chaebol
Fondazione 1º marzo 1938
Sede principale Seoul
Persone chiave Lee Byung-chul
Settore Elettronica
Prodotti elettronica di consumo, componenti elettronici, apparecchiature mediche, strumenti di precisione, semiconduttori, attrezzature telecomunicazioni, Informazione e servizi tecnologici di comunicazione, servizi medici, vendita al dettaglio
Fatturato Green Arrow Up.svg 247,5 miliardi USD (2012)
Utile netto Green Arrow Up.svg 21,2 miliardi USD (2012)
Dipendenti 344.000 (2010)
Slogan Turn on tomorrow
Sito web www.samsung.it

La Samsung Group (in coreano: 삼성그룹 ossia "Tre stelle") è un'azienda sudcoreana-americana, con filiali in 58 paesi. È stata fondata il 1º marzo 1938 da Lee Byung-chul a Daegu, nell'attuale Corea del Sud.

Storia[modifica | modifica sorgente]

1938-1970 [modifica | modifica sorgente]

 Nel 1938,  Lee Byung-Chull (1910-1987), membro d'una facoltosa famiglia di proprietari terrieri originaria della contea di Uiryeong, trasferitosi nella città di Daegu, fondò la Samsung Sanghoe (삼성 상회,三星商会), un'impresa in quel tempo di modeste dimensioni, con una quarantina di dipendenti, impiegati in Su-dong (ora Ingyo-dong). Si trattava di un'azienda di distribuzione di generi alimentari prodotti in città ed, in particolare, di pasta fresca, soprattutto spaghetti. Con la crescita dell'azienda, nel 1947 Lee trasferì la sede nella più importante Seoul. Ma con lo scoppio della sanguinosa Guerra di Corea, egli fu costretto a lasciare Seoul, ma non si perdette d'animo. Infatti, poco dopo fondò nella più tranquilla Busan una società di raffinazione dello zucchero, col nome di Cheil Jedang. Finita la guerra, nel 1954, Lee cotsituì anche un'altra impresa, la Cheil Mojik, che ben presto divenne il più grande lanificio del paese, a Chimsan-dong, presso Daegu. Da quel momento, la Samsung è divenuta una grande azienda, diversificata in molteplici settori, ed ha assunto anche una vera e propria leadeship in Corea nel campo assicurativo, finanziario e della vendita al dettaglio. Il segreto del successo di Lee Byung-Chull, fu la profonda diversificazione degli investimenti, dando grande importanza all'industrializzazione e concentrando la sua strategia di sviluppo economico su vari grandi gruppi nazionali, proteggendoli di continuo dalla concorrenza ed assistendoli finanziariamente. Nel 1948, Lee costitui una joint-venture insieme a Cho Hong-jai (già fondatore del gruppo Hyosung), denominata Samsung Mulsan Gongsa (삼성 물산 공사) ossia in inglese Samsung Trading Corporation, che crebbe rapidamente fino a diventare l'attuale Samsung C & T Corporation, anche se, invero, dopo solo pochi anni, Cho e Lee furono costretti a dividere le loro strade, a causa di profonde diversità di vedute in merito alla gestione, separando, pertanto, la Samsung dalla Hyosung Group, dalla Hankook Tire e da altre società. Così, alla fine degli anni Sessanta, la Samsung Group, divenuta ormai la realtà più significativa della Corea, non volendo più assistere da mero spettatore, all'espansionismo nel settore elettronico in atto nel vicino Giappone, creò una propria industria elettronica, con massicci investimenti in molteplici divisioni - tra cui Samsung Electronics Devices Co., Samsung Electro-Mechanics Co., Samsung Corning Co. e Samsung Semiconductor & Telecommunications Co. - il cui primo prodotto fu un televisore in bianco e nero.

1970-1990[modifica | modifica sorgente]

Ma il vero salto, in campo elettronico si avrà con l'avvento dell'informatica. Infatti, nel 1982, viene prodotto il primo PC, l'SPC-1000, primo personal computer di Samsung prodotto solo per il mercato coreano, che ancora utilizzava un vecchio riproduttore di audiocassette per caricare e salvare i dati, mentre il lettore per floppy disk era ancora facoltativo. Peraltro, nel 1980, la Samsung aveva acquisito la Gumi-based Hanguk Jeonja Tongsin, per entrare nel settore hardware delle telecomunicazioni, dapprima fabbricando telefoni a disco combinatore e poi a tastiera decadica, quindi telefax e, da ultimo, telefoni mobili. Da allora la Samsung ha prodotto quasi 1 miliardo di telefoni cellulari fino ad oggi. Dopo la morte del fondatore, avvenuta nel 1987, Samsung Group è stato diviso in quattro gruppi: Samsung Group, Shinsegae Group, CJ Group ed Hansol Group Shinsegae. L'espansione del Gruppo Samsung è, di lì a poco, stata inarrestabile, implementando anche diverse unità produttive all'estero. Nel 1982, difatti, venne inaugurato un impianto (di assemblaggio di apparecchi televisivi) in Portogallo, nel 1984, un altro a New York, nel 1985, un ulteriore unità produttiva a Tokyo, nel 1987, un'altra in Gran bretagna e, nel 1996, un altro impianto in Texas, ad Austin. In quest'ultimo impianto, che opera sotto il nome di Samsung Austin Semiconductor LLC, a partire dal 2012, la Samsung ha investito più di 13 miliardi di dollari americani, rendendolo il più grande investimento estero mai avvenuto in Texas e uno dei più grandi singoli investimenti esteri negli Stati Uniti.

1990-2000[modifica | modifica sorgente]

Sede del Gruppo Samsung al Samsung Town , Seoul, Samsung ha iniziato a crescere come una società internazionale nel 1990.Il ramo della costruzione di Samsung si è aggiudicata un contratto per la costruzione di uno dei due Petronas Towers in Malesia , Taipei 101 a Taiwan e il Burj Dubai negli Emirati Arabi Uniti .  Nel 1993, Lee Kun-hee liquida le dieci società controllate del Gruppo Samsung, ridimensionando l'azienda, unendo le altre operazioni concentrandosi su tre settori: elettronica, ingegneria, e sostanze chimiche. Samsung è diventato il più grande produttore di chip di memoria al mondo, nel 1992, ed è il secondo produttore di chip, dopo Intel. Nel 1995, ha creato il suo primo schermo display a cristalli liquidi. Dieci anni più tardi, Samsung è diventato è il più grande produttore al mondo di pannelli a cristalli liquidi. Sony, che non aveva investito in pannelli TFT-LCD di grandi dimensioni, contatta Samsung per cooperare e, nel 2006, S-LCD è stato stabilito come joint venture tra Samsung e Sony al fine di fornire un approvvigionamento di pannelli LCD per entrambi i costruttori. S-LCD era di proprietà di Samsung (50% più 1 azione) e Sony (50% meno 1 azione) e gestisce le sue fabbriche e strutture in Tangjung, Corea del sud. Mentre il 26 dicembre 2011 è stato annunciato che Samsung aveva acquisito la quota di Sony in questa joint venture.Rispetto ad altre grandi aziende coreane, Samsung sopravvisse alla crisi finanziaria asiatica del 1997 relativamente incolume. Tuttavia, Samsung Motor è stato venduto alla Renault . A partire dal 2010 , Renault Samsung è all'80,1 per cento di proprietà di Renault e 19,9 per cento di proprietà di Samsung. Inoltre, Samsung ha realizzato una gamma di aeromobili dal 1980 al 1990. L'azienda è stata fondata nel 1999 come Korea Aerospace Industries (KAI), il risultato della fusione tra l'allora tre grandi nazionali aerospaziali divisioni di Samsung Aerospace, Daewoo Heavy Industries, Hyundai Spazio e Aircraft Company. Tuttavia, Samsung produce ancora motori per aerei e turbine a gas .

2000-2013[modifica | modifica sorgente]

Nel 2000, Samsung ha aperto un laboratorio di programmazione di computer  a Varsavia, in Polonia. Il suo lavoro è iniziato con la tecnologia dei set-top-box prima di passare alla TV digitale e agli smartphone. A partire dal 2011, la sede di Varsavia è diventata il più importante Centro di Ricerca & Sviluppo della Samsung  in Europa, prevedendo un reclutamento di 400 neo-assunti all'anno entro la fine del 2013. Nel 2001 Samsung Techwin è diventata l'unico fornitore di un modulo combustore per il motore a turboventola-jet Rolls-Royce Trent 900, utilizzato dalla Airbus S.A.S sul suo jet di linea A380, il più grande aereo passeggeri del mondo. Il segno Samsung prominente in Times Square, New York City ( 타임스 스퀘어 , 뉴욕 시 ).Nel 2010 Samsung ha annunciato una strategia di sviluppo su 10 anni incentrata su cinque tipologie di attività. Una di queste attività è stata quella di ricerca sui biofarmaci, in cui la Società ha impegnato ₩ 2.100 miliardi. e rilascia il Galaxy SA dicembre 2011, Samsung Electronics ha venduto la sua unità disco rigido (HDD), azienda a Seagate versioni Galaxy S2. Nel primo trimestre del 2012, Samsung Electronics è diventato il più grande produttore di telefoni del mondo mobile per unità vendute, superando Nokia, che era stato il leader di mercato dal 1998.  Nel 21 agosto edizione della Austin American-Statesman, Samsung ha confermato l'intenzione di spendere 3-4 miliardi di dollari convertendo la metà del suo impianto di produzione di chip, ad Austin, in un chip più redditizio. La conversione dovrebbe iniziare nei primi mesi del 2013, con la produzione in linea entro la fine del 2013. Il 14 marzo 2013, Samsung ha presentato il Galaxy S4. Il 24 agosto 2012 un tribunale degli Stati Uniti ha condannato la Samsung a pagare alla Apple Incorporated US $ 1.05 miliardi di danni per aver violato sei dei suoi brevetti sulla tecnologia smartphone; questo importo era molto inferiore ai 2,5 miliardi di dollari richiesti dalla Apple. La decisione ha anche stabilito che Apple non ha violato i brevetti Samsung 5 che erano, nel caso Samsung ha denigrato la decisione dicendo che la mossa potrebbe danneggiare l'innovazione nel settore. In seguito vi è stata anche una sentenza di un tribunale sudcoreano che ha dichiarato che le due società erano colpevoli di violare a vicenda la proprietà intellettuale. Nella prima negoziazione dopo la sentenza, le azioni di Samsung dell'indice Kospi è sceso del 7,7%, il più grande calo dal 24 ottobre 2008, a 1.177.000 won coreano. Apple ha poi cercato di vietare la vendita di otto telefoni Samsung (Galaxy S 4G, Galaxy S2 AT & T, Galaxy Skyrocket S2, Galaxy S2 T-Mobile, Galaxy S2 Epic 4G, Galaxy S Showcase, Droid Charge e Galaxy Prevail) negli Stati Uniti che è stata negata dal giudice. Il 4 settembre 2012, Samsung ha annunciato che prevede di esaminare tutti i suoi fornitori cinesi per possibili violazioni delle politiche del lavoro. L'azienda ha affermato di effettuare audit su 250 aziende cinesi che sono i suoi fornitori esclusivi per vedere se i bambini di età inferiore ai 16 anni sono stati utilizzati nelle loro fabbriche. Nel 2013 Samsung ha riscontrato che alcune delle sue lavatrici destinate al mercato australiano costruite tra il 2010 e il 2013, in condizioni di surriscaldamento atipico dei cavi interni, potevano causare un rischio per la sicurezza, come la generazione di scintille o potenzialmente un principio di incendio (pur estinguendosi grazie alla fuoriuscita di acqua dalla vasca di lavaggio).[1] Samsung ha quindi informato i clienti dell'accaduto tramite i media[2], invitandoli a rivolgersi al loro servizio di assistenza autorizzata per ricevere un intervento a domicilio gratuito anche per i modelli fuori garanzia.[3]

Filiali del Gruppo Samsung[modifica | modifica sorgente]

Industria elettronica[modifica | modifica sorgente]

  • Samsung Camera[4]
  • Samsung Electronics
  • Samsung Opto-Electronics
  • Samsung Electro-Mechanics
  • Samsung SDI (Samsung Display Interface)
  • Samsung Fiberoptics
  • Samsung Mobile
  • Samsung Corning
  • Samsung SDS (Samsung Data System)
  • Samsung Networks]
  • Samsung Corning Precision Glass
  • Samsung Techwin
  • Samsung Multi-campus
  • Samsung Semiconductor
  • Samsung Telecommunications

Industrie meccaniche e pesanti[modifica | modifica sorgente]

  • Samsung Engineering
  • Samsung Heavy Industries
  • Samsung Techwin

Industrie chimiche[modifica | modifica sorgente]

  • Samsung Total
  • Samsung Petrochemicals
  • Samsung Fine Chemicals
  • Samsung BP Chemicals
  • Samsung Cheil Industries

Servizi finanziari[modifica | modifica sorgente]

  • Samsung Life
  • Samsung Fire
  • Samsung Card
  • Samsung Securities
  • Samsung Investment Trust Management
  • Samsung Venture Investment

Servizi al dettaglio[modifica | modifica sorgente]

  • Samsung Corporation
  • Samsung Plaza

Ingegneria e costruzioni[modifica | modifica sorgente]

  • Samsung Engineering
  • Samsung Engineering & Construction

Intrattenimento[modifica | modifica sorgente]

Altro[modifica | modifica sorgente]

  • Samsung Advanced Institute of Technology
  • Samsung Economic Research Institute
  • Cheil Communications (la più importante agenzia di pubblicità in Corea)
  • S1 Corp.
  • Renault Samsung Motors
  • Samsung Cheil Apparel
  • Samsung Medical Center
  • Samsung Medison (Healthcare Medical Division)
  • Samsung Manpower Association
  • Samsung Culture Association
  • Samsung Welfare Association
  • Samsung Media Association
  • Samsung Hoam Association
  • Sungkyunkwan University

Loghi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Unione Nazionale Consumatori, Unione Nazionale Consumatori Comitato di Roma e Regionale Lazio, 8 settembre 2011. URL consultato l'8 febbraio 2014.
    «"Su alcuni esemplari di tale prodotto - scrive l'azienda - è stato riscontrato un difetto di fabbricazione che potrebbe causare un surriscaldamento atipico del cavo elettrico di alimentazione della resistenza e, in casi estremi, una scintilla che potrebbe causare un principio di fiamma. Tale evento può verificarsi solo a lavatrice in funzione ed il principio di fiamma si estinguerebbe immediatamente grazie alla fuoriuscita di acqua dalla vasca di lavaggio".».
  2. ^ Appliance Retailer, Samsung recalls six top load washing machines due to fire hazard » Appliance Retailer, 30 aprile 2013. URL consultato l'8 febbraio 2014.
    «Samsung Electronics Australia today announced the recall of six top load washing machines, sold nationally between early 2010 and 28 February 2013. - A defect in manufacturing means moisture can penetrate electrical connectors in these washers, resulting in a fire hazard, according to a Samsung statement.».
  3. ^ en:Australian Competition and Consumer Commission, Samsung—Samsung Top Loader Washing Machines, 24 aprile 2013. URL consultato l'8 febbraio 2014.
    «Samsung top loader washing machines - Identifying features - The following model names manufactured in 2010, 2011, 2012 and some models in 2013 are affected: SW75V9WIP; SW65V9WIP; SW70SPWIP; SW80SPWIP; WA85GWGIP; WA85GWWIP - Other models are not affected. - What are the defects? - In some circumstances, there is a chance that moisture may penetrate the electrical connectors of the machines. - What are the hazards? - If the defect occurs the machines pose a fire hazard to consumers. - Where the product was sold - Nationally - Traders who sold this product - Sold in major stores and specialist retailers nationally - Supplier - Samsung Electronics Australia Pty Ltd - What should consumers do? - Check the model name of your washing machine. Visit www.samsung.com.au, call 1800 239 655 between 8am - 8pm AEST Monday to Sunday or email ..... to find out if your machine is affected. - A second telephone line has been added for consumers. If you are unable to get through on the number listed above please call 1800 680 174 between 8am - 8pm AEST Monday - Sunday. - Samsung will arrange for an authorised service technician to provide a free in-home service for all affected models. - If your model is an affected model, until the service is performed, Samsung recommends that as a precautionary measure, you only use your washing machine if you are present or nearby to monitor it. If you notice any smoke or smell coming out of the washing machine, turn off the machine at the power point..».
  4. ^ http://www.samsungcamerausa.com/about.asp

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]