Watford Football Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Watford FC
Calcio Football pictogram.svg
Watford FC.png
The Hornets (I Calabroni), The Golden Boys (I Ragazzi d'Oro)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Giallo e Nero bordato di Rosso con cervo.png giallo-rosso-neri
Simboli Alce
Dati societari
Città Watford, Hertfordshire
Paese Inghilterra Inghilterra
Confederazione UEFA
Federazione Flag of England.svg FA
Campionato Football League Championship
Fondazione 1881
Proprietario Italia Giampaolo Pozzo
Presidente Italia Raffaele Riva
Allenatore Spagna Óscar García Junyent
Stadio Vicarage Road
(17.504 posti)
Sito web www.watfordfc.com
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Watford Football Club è una società di calcio della città di Watford, nell'Hertfordshire, in Inghilterra, nell'estremo nord della periferia di Londra; gioca nella Football League Championship, la seconda divisione del campionato di calcio inglese.

I calciatori della squadra sono soprannominati The Hornets (I Calabroni) per via dell'uniforme a strisce gialle e nere. Il club ha un'antica e accesa rivalità con il vicino Luton Town. La squadra è nota per essere stata proprietà, dal 1977 al 1987 e dal 1997 al 2001, di Elton John, divenuto presidente onorario nel 2008[1].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il periodo d'oro (1977-1987)[modifica | modifica sorgente]

Nel 1977 Elton John, da sempre tifoso della squadra[1], rilevò la società e assunse, come sua prima mossa da presidente del Watford, Graham Taylor[2], allenatore allora esordiente sulla panchina. In sei anni Taylor condusse gli Hornets dalla Fourth Division alla massima serie, in cui il Watford esordì nella stagione 1982-83 cogliendo un secondo posto finale alle spalle del Liverpool, grazie anche ai 27 goal di Luther Loide Blissett, capocannoniere della manifestazione. L'anno successivo la squadra, grazie al secondo posto ottenuto l'anno precedente, esordì in Coppa UEFA, dove fu eliminata agli ottavi di finale dallo Sparta Praga, e raggiunse la finale di FA Cup, persa contro l'Everton.

Il declino (1987-1996)[modifica | modifica sorgente]

La permanenza del Watford in massima serie durò fino alla stagione 1987-88, al termine della quale retrocesse in Second Division dopo che, ad inizio stagione, la squadra aveva perso Graham Taylor che era stato assunto all'Aston Villa. L'anno successivo la squadra sfiorò la promozione, perdendola ai playoff per la promozione, quindi, per tutti gli anni novanta gli Hornets disputarono dei campionati a centroclassifica culminati con la retrocessione in Second Division nella stagione 1995-96.

Il ritorno in massima serie (1996-2001)[modifica | modifica sorgente]

Nel 1996 fu assunto di nuovo Graham Taylor[3] alla guida della squadra: dopo due anni di transizione il Watford ottenne una doppia promozione ritornando nel 1999 in massima serie. La permanenza in Premier League durò però una sola stagione: dopo aver battuto alla prima giornata il Liverpool, la squadra concluse all'ultimo posto in classifica. Taylor diede le dimissioni al termine della stagione 2000-01, per essere sostituito da Gianluca Vialli che era appena stato esonerato dal Chelsea.

La crisi economica (2001-2005)[modifica | modifica sorgente]

Veduta del Millennium Stadium di Cardiff durante la finale dei play-off di Championship 2006 Watford-Leeds United 3-0

Al termine della stagione 2001-02, conclusasi con un quattordicesimo posto, Vialli fu esonerato[4] per lasciare il posto a Ray Lewington. Nonostante la squadra fosse stata colpita da una crisi economica (dovuta al fallimento di ITV Digital[5]) che costrinse la società a decurtare del 12% gli stipendi[6], il Watford disputò una buona stagione raggiungendo le semifinali di FA Cup.

La squadra confermò la prestazione dell'anno precedente anche nella stagione successiva, posizionandosi a centroclassifica, ma nel campionato 2004-05, a causa di un pesante calo invernale, Lewington fu esonerato in favore di Adrian Boothroyd.

Periodo di stallo (2005-2011)[modifica | modifica sorgente]

Nella prima stagione con Boothroyd il Watford raggiunse il terzo posto nella Football League Championship ottenendo la promozione dopo aver battuto il Leeds ai playoff. Anche in questo caso la permanenza del Watford in Premier League fu breve in quanto retrocesse in seconda divisione con alcune giornate di anticipo, come ultimo classificato. Nella stagione 2007-08 il Watford ha nuovamente mancato la promozione perdendo ai play-off contro l'Hull City. Dal novembre 2008 l'allenatore della squadra è Brendan Rodgers, assunto dopo le dimissioni di Boothroyd presentate dopo un brutto inizio di stagione[7]. Oltremanica si torna a parlare di un possibile interessamento da parte di Giampaolo Pozzo (proprietario dell'Udinese e Granada) per il Watford. Già nel 2011 questa voce era rimbalzata, senza però trovare seguito.

L'era Pozzo (2011-oggi)[modifica | modifica sorgente]

Il 29 giugno 2012 arriva l'ufficialità dell'acquisto della famiglia Pozzo. Gli acquisti inaugurali della nuova gestione di Pozzo sono stati il portiere ex Arsenal Manuel Almunia, arrivato a parametro zero, e l'ex romanista Marco Cassetti, in prestito dall'Udinese. Il 7 luglio 2012 viene annunciato come nuovo allenatore, Gianfranco Zola, il quale firma un contratto biennale. Nella prima stagione sotto la proprietà della famiglia Pozzo il Watford manca la promozione in Premier League perdendo la finale dei play-off 0-1 contro il Crystal Palace. Nella sessione di mercato estiva del 2013 giungono in Inghilterra altri numerosi e validi rinforzi dal club friulano quali Davide Faraoni, Gabriele Angella e Diego Fabbrini. In seguito alle dimissioni del tecnico di Oliena il Watford il 18 dicembre 2013 assume come allenatore il tecnico Giuseppe Sannino. [8], che si dimette il 31 agosto 2014[9][10].

Giocatori[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Calciatori del Watford F.C..

Rosa attuale[modifica | modifica sorgente]

Rosa aggiornata al 7 agosto 2014.[11].

N. Ruolo Giocatore
1 Brasile P Gomes
2 Inghilterra C Luke O'Nien
4 Italia D Gabriele Angella
6 Svezia D Joel Ekstrand
8 Ungheria C Dániel Tőzsér
9 Inghilterra A Troy Deeney
10 Inghilterra C Lewis McGugan
11 Italia A Fernando Forestieri
12 Giamaica D Lloyd Doyley
16 Irlanda C Sean Murray
17 Romania D Gabriel Tamaș
18 Rep. Ceca D Daniel Pudil
19 Italia A Diego Fabbrini
20 Rep. Ceca A Matěj Vydra
N. Ruolo Giocatore 600px Giallo e Nero bordato di Rosso con cervo.png
21 Scozia C Ikechi Anya
22 Svizzera C Almen Abdi
23 Inghilterra C Lloyd Dyer
25 Inghilterra A Uche Ikpeazu
26 Inghilterra A Bernard Mensah
27 Irlanda del Nord D Josh Doherty
28 Irlanda C Connor Smith
29 Scozia A Alex Jakubiak
30 Inghilterra P Jonathan Bond
31 Irlanda D Tommie Hoban
Scozia C George Byers
Brasile C Iriney
Italia C Gianni Munari
Nigeria A Odion Ighalo

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Vittorie[modifica | modifica sorgente]

1968-1969, 1997-1998
1977-1978
1914-1915

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Secondo Classificato: 1982-1983
Finalista: 1983-1984

Stagioni precedenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Elton and Watford Football Club, dal sito ufficiale di Elton John
  2. ^ BBC Sport Online profiles new Aston Villa manager Graham Taylor, profilo di Graham Taylor, dal sito ufficiale della BBC
  3. ^ BBC Sport Online profiles new Aston Villa manager Graham Taylor, profilo di Graham Taylor, dal sito ufficiale della BBC
  4. ^ Watford sack Vialli, dal sito ufficiale della BBC
  5. ^ Watford in financial peril, dal sito ufficiale della BBC
  6. ^ Watford players agree pay cut, dal sito ufficiale della BBC
  7. ^ Rodgers named new Watford manager, dal sito ufficiale della BBC
  8. ^ Watford, ancora un tecnico italiano: vicino l'ingaggio di Sannino | Calciomercato.com
  9. ^ OFFICIAL: Beppe Sannino Resigns Watfordfc.com, 31 agosto 2014
  10. ^ Sannino vince e si dimette dal Watford Varesenews.it, 31 ago 2014
  11. ^ Player Profile

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]