Rocket Records

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rocket Records
Stato Regno Unito Regno Unito
Fondazione 1972
Fondata da Elton John
Bernie Taupin
Gus Dudgeon
John Reid
Steve Brown
Settore Musicale
Prodotti Rock
Piano rock

La Rocket Records (The Rocket Record Company) è stata un'etichetta discografica britannica, fondata nel 1972 da Elton John insieme a Bernie Taupin, Gus Dudgeon, John Reid, Steve Brown ed altri membri della compagnia.

Essa prendeva il suo nome da una pietra miliare della discografia eltoniana, il brano Rocket Man; originariamente distribuita dall'etichetta Island Records nel Regno Unito e dalla MCA Records negli Stati Uniti, mise sotto contratto artisti come Cliff Richard, Neil Sedaka, Colin Blunstone, gli Hudson Brothers, i Blue, Kiki Dee, Judie Tzuke, i Solution, Brian e Brenda Russell, sebbene i primi fossero stati gli Stackridge.

Comunque, la Rocket Records servì principalmente a distribuire gli album del suo proprietario; Elton, infatti, lasciò la DJM Records nel 1976 e da allora la sua etichetta discografica apparve sia in Gran Bretagna che dall'altra parte dell'Atlantico. Negli Stati Uniti e nel Canada, essa distribuì l'LP Blue Moves (1976) e qualche singolo (come le celeberrime Don't Go Breaking My Heart e Sorry Seems To Be The Hardest Word). Dopo un certo periodo di discontinuità (Elton era tornato a distribuire con la MCA Records), l'etichetta discografica rilasciò l'album Made in England (1995), distribuito dalla Island Records.

Nel 1999, quando nacque l'etichetta Island Def Jam Music Group, la Rocket chiuse i battenti; in ogni caso, il logo è apparso in tutte le produzioni di Elton John fino a Peachtree Road (2004), così come nell'album eponimo del duo Platinum Weird.