Leon Russell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leon Russell
Leon Russell in concerto alla Culture Room di Fort Lauderdale, Florida, il 3 aprile 2009
Leon Russell in concerto alla Culture Room di Fort Lauderdale, Florida, il 3 aprile 2009
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Southern rock
Blues rock
Country rock
Pop rock
Periodo di attività 1966 – in attività
Strumento pianoforte, organo, chitarra, basso, voce
Etichetta Capitol Records, Shelter Records, Paradise Records
Album pubblicati 38

Leon Russell, nome d'arte di Claude Russell Bridges (Lawton, 2 aprile 1942), è un cantante, musicista, compositore, e produttore discografico statunitense, in attività dagli anni sessanta.

Artista di culto della musica rock[1], suona il pianoforte, l'organo Hammond, la chitarra e il basso elettrico.

È attivo tanto come artista solista, quanto come musicista session-man, autore di canzoni e produttore discografico. Ha inciso per le seguenti etichette discografiche: Capitol Records, Shelter Records, Paradise Records.

Ha collaborato con una miriade di artisti, tra cui è doveroso citare almeno Phil Spector, Joe Cocker (che accompagnò nel 1970 con altri quaranta artisti, fra musicisti e coristi, nella tournée statunitense dei Mad Dogs and Englishmen), George Harrison, Eric Clapton, Ringo Starr, John Lennon, Bob Dylan, Elton John, J.J. Cale, Rolling Stones, Beach Boys, The Byrds, The Band, Jerry Lee Lewis, B.B. King, Ray Charles, Frank Sinatra e Willie Nelson.[2]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Russell ha studiato alla Will Rogers High School di Tulsa, ed ha iniziato la carriera musicale come strumentista nelle sessioni degli studi di incisione, facendo rapidamente esperienza e diventando uno stimato tastierista richiesto da famosi artisti a partire dagli anni sessanta fino ad oggi.

Dai tardi anni sessanta, Russell ha iniziato a scrivere canzoni pur continuando a suonare in gruppi musicali o per proprio conto. Ha condotto anche attività di incisione di album discografici come cantante solista, pur non abbandonando mai le precedenti occupazioni all'interno dell'industria musicale, ovvero quella compositiva e di strumentista puro.

Il 1º agosto 1971 partecipò allo storico Concerto per il Bangladesh (da cui fu tratto il triplo album The Concert for Bangla Desh) organizzato al Madison Square Garden di New York City da George Harrison, con - tra gli altri - Bob Dylan, Eric Clapton e Ringo Starr.

Nel 1976 ha collaborato alle musiche del remake del film È nata una stella.

Leon Russell in concerto: la sua carriera è quarantennale

Ha fondato a Tulsa, sua città natale, un proprio studio di registrazione chiamandolo the Church Recording Studio, seguendo il suggerimento di Steve Ripley, già suo ingegnere del suono e fondatore del gruppo musicale country The Tractors.

Nella prima parte del 2010, inoltre, Russell registra il nuovo album The Union a Los Angeles in coppia con Elton John (su testi di Bernie Taupin, storico paroliere della rockstar britannica). Prodotto da T-Bone Burnett, il disco presenta 14 brani (16 nell'edizione Deluxe e in formato doppio LP) che spaziano dal country al rock, dal R'n'B al soul, al gospel ed ha come principale obiettivo quello di rilanciare Leon nel panorama musicale internazionale. The Union (che oltretutto vede la partecipazione di artisti come Neil Young e Brian Wilson, oltre ad una sezione fiati di alto livello[3]) ha conseguito una #3 negli Stati Uniti: Russell non entrava nella Top 3 dai tempi di Carney (#2).

La sua canzone Stranger in a Strange Land è stata inserita nella colonna sonora di Dr. House - Medical Division, nell'episodio della seconda stagione Conflitto di competenze.

Cover di brani di Russell[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

  • 1966 Rhapsodies for Young Lovers - Leon Russell/Midnight String Quartet
  • 1968 Look Inside (Asylum Choir) - Leon Russell/Marc Benno
  • 1970 Leon Russell - Leon Russell
  • 1971 Asylum Choir - Leon Russell/Marc Benno
  • 1971 Leon Russell and the Shelter People - Leon Russell
  • 1971 Asylum Choir II - Leon Russell/Marc Benno
  • 1972 Carney - Leon Russell
  • 1973 Hank Wilson's Back - Leon Russell
  • 1974 Looking Back - Leon Russell
  • 1974 Stop All That Jazz - Leon Russell
  • 1975 Will O' the Wisp - Leon Russell
  • 1976 Best of Leon Russell [DCC/Shelter] - Leon Russell
  • 1976 Wedding Album - Leon Russell
  • 1977 Make Love to the Music - Leon & Mary Russell
  • 1978 Americana - Leon Russell
  • 1979 Willie & Leon - Leon Russell
  • 1979 Life and Love - Leon Russell
  • 1984 Hank Wilson, Vol. 2 - Leon Russell
  • 1984 Solid State - Leon Russell
  • 1989 Leon Russell [Bonus Tracks] - Leon Russell
  • 1992 Anything Can Happen - Leon Russell
  • 1992 Crazy Love - Leon Russell
  • 1992 Collection - Leon Russell
  • 1995 Hymns of Christmas - Leon Russell
  • 1996 Gimme Shelter: The Best of Leon Russell - Leon Russell
  • 1997 Retrospective - Leon Russell
  • 1998 Hank Wilson, Vol. 3: Legend in My Time - Leon Russell
  • 1999 Face in the Crowd - Leon Russell
  • 1999 Blues: Same Old Song - Leon Russell
  • 2000 Live at Gilley's - Leon Russell
  • 2001 Best of Leon Russell [EMI-Capitol Special Markets] - Leon Russell
  • 2001 Guitar Blues - Leon Russell
  • 2001 Signature Songs - Leon Russell
  • 2001 Rhythm & Bluegrass: Hank Wilson, Vol. 4 - Leon Russell & The Newgrass Revival
  • 2002 Moonlight & Love Songs - Leon Russell
  • 2006 A mighty flood - Leon Russell
  • 2006 Angel In Disguise - Leon Russell
  • 2009 Best Of Hank Wilson[4] - Leon Russell
  • 2010 The Union - Elton John & Leon Russell

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The History of Rock Music. Leon Russell: biography, discography, reviews, links
  2. ^ http://www.allmusic.com/artist/leon-russell-mn0000816387/biography
  3. ^ Elton John - nuovo album 2010 News sul nuovo album
  4. ^ Nota di Allmusicguide.com su album 2009 "Best of Hank Williams"

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 49489775 LCCN: n82010443