Paul Buckmaster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Paul Buckmaster (Londra, 1946) è un artista, compositore e arrangiatore inglese.

Noto per la sua prolungata collaborazione con Elton John, ha contribuito agli arrangiamenti di molte canzoni di successo tra le quali Space Oddity di David Bowie (1969). Sempre nel 1969 suona il violoncello in Joy of a Toy di Kevin Ayers, mentre nel 1972 è in On the Corner di Miles Davis.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Londinese di nascita, Paul iniziò a studiare il violoncello a quattro anni: a undici vinse la borsa di studio per la Royal Academy of Music.

Buckmaster ha collaborato con un gran numero di gruppi jazz e di progressive rock tra cui la Third Ear Band, i Nucleus e i Suntreader.

Buckmaster incontrò Miles Davis nel 1969 a Londra[1], e iniziò a studiare con lui a New York nel 1972. Prese poi parte all'incisione di On the Corner (1972), scrivendone gli arrangiamenti e suonando il violoncello elettrico; lo stesso trombettista riconobbe il compositore quale uno dei principali artefici per la riuscita dell'album[1], anche per avergli consigliato l'ascolto di Bach[1], che fu una delle principali fonti d'ispirazione per quel lavoro[1], nonché assai amato da Buckmaster[1].

La sua collaborazione con Elton John iniziò nel 1970 insieme al produttore Gus Dudgeon, con gli arrangiamenti orchestrali del suo secondo album, Elton John, e contribuì enormemente ai suoi lavori migliori, come Tumbleweed Connection del 1970 e Madman Across the Water del 1971. L'album Friends di Elton John, colonna sonora dell'omonimo film del 1971, in realtà conteneva anche diverse composizioni strumentali di Buckmaster. La collaborazione è proseguita poi saltuariamente fino ai giorni nostri.

Altri arrangiamenti di Buckmaster furono usati in album di molti artisti e tra gli altri i Rolling Stones, Leonard Cohen, i Grateful Dead, Mott the Hoople, Harry Nilsson, Carly Simon, Faith Hill, Backstreet Boys, The Darkness, Keith Urban e Celine Dion. In Italia ha collaborato con Riccardo Cocciante, Angelo Branduardi e Teresa De Sio.

Buckmaster ha vinto un Grammy come miglior arrangiatore per la canzone del 2001 "Drops of Jupiter" dei Train, che lo vollero anche nel successivo My Private Nation. Nel 2004 e 2005, Paul ha continuato la sua carriera di arrangiatore lavorando su un album (non ancora pubblicato) dei Guns N' Roses, e sulla canzone Landed, di Ben Folds. Negli ultimi anni si è dedicato molto alle colonne sonore, la più famosa delle quali è stata quella per L'esercito delle 12 scimmie di Terry Gilliam nel 1996.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e pag.373 di Miles - L'autobiografia di M. Davis e Quincy Troupe, vers. it. con traduz. di Marco Del Freo riveduta e corretta da Giorgio Testa e Martina Testa, minimum fax Iª ed. Maggio 2001 ISBN 88-87765-55-3.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN42038318 · LCCN: (ENn94081898 · ISNI: (EN0000 0000 5517 6530 · GND: (DE134339452 · BNF: (FRcb14017147j (data)