Strangers When We Meet (singolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strangers When We Meet
Artista David Bowie
Tipo album Singolo
Pubblicazione novembre 1995
Durata 4:19 (Single edit)
3:35 (Single edit 2)
5:06 (Album version)
Album di provenienza 1.Outside
Dischi 1
Genere Rock
Etichetta RCA Records
74321 329407
Note n. 39 Gran Bretagna
David Bowie - cronologia
Singolo precedente
(1995)
Singolo successivo
(1996)

Strangers When We Meet è un brano musicale del musicista britannico David Bowie, originariamente inciso per il suo album del 1993 The Buddha of Suburbia. Nel 1995, Bowie ri-registrò il brano per il disco 1.Outside, e questa versione venne pubblicata come singolo (B-side una versione aggiornata del brano The Man Who Sold the World del 1970).

Il brano[modifica | modifica sorgente]

Secondo il biografo Nicholas Pegg, il testo del brano sarebbe una livida descrizione dei rapporti tra Bowie e la sua ex moglie Angie, dalla quale l'artista aveva divorziato con astio nel 1980.

Musicalmente la traccia mostra diverse similitudini con precedenti brani di Bowie. Il riff di chitarra presente nella versione inclusa in The Buddha of Suburbia è molto simile infatti a quello di Look Back in Anger (brano incluso nell'album Lodger del 1979).

Nonostante la partecipazione di Bowie a Top of the Pops, dove egli eseguì la canzone dal vivo, il singolo raggiunse solamente la posizione numero 39 nella classifica dei singoli britannica.

Anche se Bowie stesso decise di ri-registrare la canzone per includerla come traccia finale dell'album 1.Outside, la sua natura prevalentemente pop risulta avulsa dal contesto del disco, impregnato di sonorità industrial rock e sperimentazioni elettroniche varie sconfinanti nel free jazz.

Video[modifica | modifica sorgente]

Il videoclip per la canzone, diretto da Samuel Bayer, ha un'ambientazione molto simile a quello del brano The Hearts Filthy Lesson, opera dello stesso regista, ma con minore efficacia visiva.

Tracce singolo[modifica | modifica sorgente]

7" version[modifica | modifica sorgente]

  1. Strangers When We Meet (Edit) (Bowie) – 4:19
  2. The Man Who Sold the World (Live) (Bowie) – 3:35

UK CD version[modifica | modifica sorgente]

  1. Strangers When We Meet (Edit) (Bowie) – 4:19
  2. 'The Man Who Sold the World (Live) (Bowie) – 3:35
  3. Strangers When We Meet (Album version) (Bowie) – 5:06
  4. Get Real (Bowie/Eno)

US CD version[modifica | modifica sorgente]

  1. Strangers When We Meet (Album version) (Bowie) – 5:06
  2. Strangers When We Meet (Buddha of Suburbia album version) (Bowie) – 5:06
  3. The Man Who Sold the World (Live) (Bowie) – 3:35

Australian CD version[modifica | modifica sorgente]

  1. Strangers When We Meet (Edit) (Bowie) – 4:19
  2. The Man Who Sold the World (Live) (Bowie) – 3:35
  3. Strangers When We Meet (Album version) (Bowie) – 5:06
  4. Strangers When We Meet (Buddha of Suburbia album version) (Bowie) – 5:06

UK Promo version[modifica | modifica sorgente]

  1. Strangers When We Meet (Edit) (Bowie) – 4:19

US Promo version[modifica | modifica sorgente]

  1. Strangers When We Meet (Edit) (Bowie) – 4:19
  2. Strangers When We Meet (Buddha of Suburbia Edit) (Bowie) – 4:10
  3. Strangers When We Meet (Album version) (Bowie) – 5:06

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Produzione
Musicisti

Note[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Nicholas, Pegg. The Complete David Bowie, Reynolds & Hearn Ltd, 2000, ISBN 1-903111-14-5

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock