The Idiot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Idiot
Artista Iggy Pop
Tipo album Studio
Pubblicazione 18 marzo 1977[1]
Durata 38 min : 49 s
Dischi 1
Tracce 8
Genere[1] New wave
Hard rock
Proto-punk
Etichetta RCA
Produttore David Bowie
Registrazione Nel 1976 al Chateau d'Herouville in Francia e nel 1977 agli Hansa Tonstudio di Berlino
Iggy Pop - cronologia
Album precedente
(1977)
Album successivo
(1977)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Discogs 4.44/5 stelle
Ondarock Pietra miliare

The Idiot è il primo album di Iggy Pop, il suo debutto come cantante singolo. L'album è uscito il 18 marzo 1977 per l'etichetta discografica RCA, prodotto da David Bowie.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Le atmosfere evocate in questo album di debutto sono malsane e decadenti. Iggy Pop trasmette il senso di alienazione e nichilismo dell'era industriale di fine anni settanta.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Sister Midnight - 4:23
  2. Nightclubbing - 4:18
  3. Funtime - 2:53
  4. Baby - 3:20
  5. China Girl - 5:12
  6. Dum Dum Boys - 7:12
  7. Tiny Girls - 3:03
  8. Mass Production - 8:28

Credits[modifica | modifica sorgente]

Cast tecnico[modifica | modifica sorgente]

Autori[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Quando venne rinvenuto il corpo di Ian Curtis, leader del gruppo post-punk Joy Division, sul suo giradischi stava ancora girando The Idiot.
  • La cantante Grace Jones ha fatto una cover di Nightclubbing nell'omonimo album.
  • David Bowie ha fatto una cover di China Girl nel suo album Let's Dance del 1983.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) The Idiot in Allmusic, All Media Network.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk