Cerro al Lambro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cerro al Lambro
comune
Cerro al Lambro – Stemma Cerro al Lambro – Bandiera
Piazza Roma
Piazza Roma
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Milano-Stemma.png Milano
Sindaco Marco Sassi (lista civica di centrosinistra) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 45°19′N 9°20′E / 45.316667°N 9.333333°E45.316667; 9.333333 (Cerro al Lambro)Coordinate: 45°19′N 9°20′E / 45.316667°N 9.333333°E45.316667; 9.333333 (Cerro al Lambro)
Altitudine 84 m s.l.m.
Superficie 10,1556[1] km²
Abitanti 5 025[2] (30/9/2013)
Densità 494,8 ab./km²
Frazioni vedi sezione
Comuni confinanti Bascapè (PV), Carpiano, Casaletto Lodigiano (LO), Melegnano, San Zenone al Lambro, Vizzolo Predabissi
Altre informazioni
Cod. postale 20070
Prefisso (+39) 02
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 015071
Cod. catastale C536
Targa MI
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 514 GG[3]
Nome abitanti cerresi
Patrono SS. Giacomo e Cristoforo
Giorno festivo seconda domenica di ottobre
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Cerro al Lambro
Posizione del comune di Cerro al Lambro nella provincia di Milano
Posizione del comune di Cerro al Lambro nella provincia di Milano
Sito istituzionale

Cerro al Lambro (IPA: [ˈʧɛrro ˈal l'ambr'o][4],Cèrr al Làmber in dialetto milanese) è un comune italiano di 5.025 abitanti[2] della provincia di Milano in Lombardia, a 20 km a sud-est del capoluogo regionale.[5] Il comune è un piccolo centro di pianura, al confine con le provincie di Lodi e Pavia,[6] di antiche origini, con un'economia basata essenzialmente sull'agricoltura.[7] Sorge sulla sponda destra del fiume Lambro,[6] in un'area pianeggiante ricca di corsi d'acqua che ne accrescono la produttività.[7]

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Territorio e idrografia[modifica | modifica sorgente]

Il territorio, che comprendente anche i nuclei di Fornaci, Gazzera e Leona, presenta un profilo geometrico molto regolare, con variazioni altimetriche quasi impercettibili; conseguentemente l'abitato ha un andamento plano-altimetrico pianeggiante.[7] Si trova nella parte meridionale della provincia.[6] Confina con a nord con il comune di Melegnano, a est con Vizzolo Predabissi e San Zenone al Lambro, a ovest con il comune di Carpiano e a sud con Casaletto Lodigiano (Lodi) e Bascapè (Pavia).[8][6] Il comune è attraversato nella parte orientale dal fiume Lambro,[7] che crea un confine naturale con il comune di San Zenone al Lambro.[9]

Clima[modifica | modifica sorgente]

Cerro al Lambro si trova nella fascia climatica E con 2514 Gradi giorno. Il limite di accensione degli impianti di riscardamento va dal 15 ottobre al 15 aprile per un massimo di 14 ore.[10]

Di seguito sono riportati i dati in base alla stazione meteorologica di Milano Linate.[11]

MILANO LINATE
(1971-2000)
Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Inv Pri Est Aut
T. max. mediaC) 5,9 9,0 14,3 17,4 22,3 26,2 29,2 28,5 24,4 17,8 10,7 6,4 7,1 18,0 28,0 17,6 17,7
T. min. mediaC) -0,9 0,3 3,8 7,0 11,6 15,4 18,0 17,6 14,0 9,0 3,7 0,1 -0,2 7,5 17,0 8,9 8,3
T. max. assolutaC) 21,7
(2000)
23,8
(1990)
27,3
(1997)
26,8
(1997)
32,0
(1997)
35,4
(1996)
37,2
(1983)
37,1
(1998)
33,0
(1983)
30,4
(1997)
21,4
(1998)
18,1
(1991)
23,8 32,0 37,2 33,0 37,2
T. min. assolutaC) -14,4
(1985)
-12,8
(1991)
-7,4
(1971)
-2,4
(1973)
1,2
(1991)
8,0
(1991)
10,1
(1974)
8,4
(1972)
3,0
(1972)
-2,3
(1973)
-6,0
(1983)
-9,9
(1981)
-14,4 -7,4 8,0 -6,0 -14,4
Giorni di calura (Tmax ≥ 30 °C) 0 0 0 0 0 4 14 12 1 0 0 0 0 0 30 1 31
Giorni di gelo (Tmin ≤ 0 °C) 18 13 4 1 0 0 0 0 0 0 5 16 47 5 0 5 57
Precipitazioni (mm) 58,7 49,2 65,0 75,5 95,5 66,7 66,8 88,8 93,1 122,4 76,7 61,7 169,6 236,0 222,3 292,2 920,1
Giorni di pioggia 7 5 7 8 9 8 5 7 6 8 6 6 18 24 20 20 82
Giorni di nebbia 21 12 5 2 1 1 1 1 4 12 16 17 50 8 3 32 93
Umidità relativa media (%) 83 75 70 72 72 71 70 72 74 80 83 84 80,7 71,3 71 79 75,5

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'origine del nome[12]

Il nome di Cerro deriva dal nome di una pianta detta cerro, dal nome latino quercus cerris. È un tipo di quercia che ha la sua diffusione nell'Europa centrale e sud-orientale ed è frequente anche nelle piantagioni dei parchi. Tale albero fornisce un legname molto pregiato, usato principalmente per la confezione di botti e di raggi delle ruote e anche per farne carbone di legna. La scelta del nome "cerro" è da mettersi in relazione con l'abbondanza di antica vegetazione tipica delle sponde del Lambro: carpini, betulle, pioppi, noci, aceri, querce. Ed è per questo motivo che nello stemma del Comune su campo verde appare un albero di cerro dorato. Si chiamò, poi, Cerro al Lambro. E non più soltanto Cerro, dopo l'unità d'Italia nel 1861, per distinguerlo da altri Comuni che avevano il medesimo nome (Cerro al Volturno, Cerro Maggiore, Cerro Tanaro, Cerro Veronese).

I primi insediamenti nella zona sono di epoca celtica e risalgono al V e IV secolo a.C..[13] Fin dall'antichità ha rivestito un ruolo di una certa importanza, grazie alla sua posizione strategica nei pressi del Lambro, che rappresentava una delle principali vie di collegamento tra Milano, il fiume Po e il mare, e della strada che univa Melegnano a Pavia, divenuta al tempo delle invasioni barbariche la capitale del regno dei Longobardi.[13] Coinvolta nella seconda metà del XII secolo nelle lotte tra i comuni lombardi e l'imperatore Federico Barbarossa, il quale vi si accampò con le proprie truppe prima di assediare e distruggere Milano, a seguito della pace di Costanza del 1183 fu posta sotto la giurisdizione di Lodi, ritornando ai milanesi nel 1198.[13] Nei secoli successivi fece parte dei possedimenti di diverse nobili famiglie, tra cui quelle dei Visconti, degli Sforza e dei feudatari di Bascapè.[13] Nel XVII Cerro risulta incluso nella pieve di San Giuliano e viene elencato tra le località cui spetta la manutenzione della "strata da Melegnano" come el locho de Cerro.[14][15][16] Nel 1757 a Cerro fu aggregato il nucleo abitativo di Gazzera.[17][16] Nel 1786 il comune fu inserito nella provincia di Milano.[18] Nel 1798 il comune di Cerro, con la frazione Gazzera, venne inserito nel distretto di Melegnano e nel dipartimento d'Olona. Con l’attivazione del compartimento territoriale del Regno d’Italia Cerro restò a far parte del distretto I di Milano, inserito nel cantone VIII di Melegnano. Nel 1809 il comune di Cerro fu soppresso e aggregato al comune di Riozzo che fu in seguito aggregato al comune di Melegnano, capoluogo del cantone IV del distretto I di Milano.[19] Nel 1816, con la costituzione del Regno Lombardo-Veneto, Cerro e l'unità Gazzera ricostituirono l'autonomia.[20] Alla costituzione nel 1861 del Regno d’Italia, il comune aveva una popolazione residente di 639 abitanti.[21] Sino al 1862 il comune mantenne la denominazione di Cerro e successivamente a tale data il comune assunse la denominazione di Cerro al Lambro.[22] Nel 1878 al comune di Cerro al Lambro venne aggregato il soppresso comune di Riozzo.[23]. Nel 1904 dal comune di Cerro al Lambro vennero staccate le frazioni Sabbiona e Lunetta, aggregate al comune di San Zenone al Lambro[24][25] A partire dagli anni ottanta del XX secolo, il comune ha conosciuto un importante sviluppo demografico ed edilizio; in particolare, la frazione Riozzo è ormai saldata senza soluzione di continuità alla città di Melegnano.

Simboli[modifica | modifica sorgente]

Blasonatura stemma[modifica | modifica sorgente]

« Di verde, ad un fiume d'azzurro ondato d'argento; su tutto un albero di cerro d'oro sradicato[26] »

Blasonatura gonfalone[modifica | modifica sorgente]

« Drappo di giallo[26] »

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Architetture religiose[modifica | modifica sorgente]

Chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo[modifica | modifica sorgente]

Delle origini iniziali di una Chiesa a Cerro al Lambro mancano notizie, nonostante se ne possa supporre l’esistenza fin dall’alto medioevo.[27] La prima notizia certa è datata 1398.[27] La chiesa divenne "parrocchia" nel 1700,[27] data in cui fu eretta l'attuale facciata.[13] Attualmente si trova nella diocesi di Lodi e nel vicariato di Lodi Vecchio, ma fino al 1881 nella diocesi di Pavia.[28] Nel 1576 fu censita come parrocchia nel vicariato di Vidigulfo con 250 persone.[28] La chiesa fu consacrata nel 1893 dal vescovo di Lodi Giovanni Battista Rota.[28] Dal 2000 la parrocchia costituisce un'Unità pastorale con le parrocchie di Riozzo, Mairano, Salerano, Casaletto Lodigiano e Gugnano.[27]

La chiesa di San Lorenzo

Chiesa di San Lorenzo[modifica | modifica sorgente]

La chiesa di San Lorenzo si trova nella frazione di Riozzo, fu costruita negli anni Settanta e costituita il 22 maggio 1979.[13][29]

Chiesina di San Rocco[modifica | modifica sorgente]

La chiesina di San Rocco

L'anno di fondazione della chiesa è impreciso. Il primo documento in cui viene citata una cappella in Riozzo, con l’obbligo di mantenere un cappellano, è del 1517.[30] In passato la chiesa era più piccola: infatti negli anni trenta del XX secolo fu allungata di tre metri e venne ricostruitra la facciata.[30] La chiesina è inoltre ricca di opere artistiche. La prima è la Madonna col Bambino, posta davanti all'altare, risale al Trecento e fu costruita dal Maestro di sculture di Viboldone.[30] La Processione di San Gregorio , datata tra il 1584 e il 1610, commemora la solenne processione dell’anno 590 per invocare la cessazione dell’epidemia di peste durante la quale vi fu l’apparizione di San Michele arcangelo.[30] Santa Eurosia, dipinta da Cesare Fiori, risale al 1673.[30] L'opera è stata recentemente restaurata, ripresentata ufficialmente il 23 giugno 2012.[31]

Architetture civili[modifica | modifica sorgente]

Palazzo Annoni Cicogna Mozzoni[modifica | modifica sorgente]

La struttura ospita gli uffici comunali di Cerro.[32] Risale al XIV secolo.[32]

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[33]


Etnie[modifica | modifica sorgente]

Al 31 dicembre 2012 gli stranieri residenti nel comune di Cerro al Lambro sono 215 e costituiscono il 4,3% della popolazione totale[34]. Tra le nazionalità più rappresentate troviamo:[35]

  1. Romania Romania, 60 1,22%
  2. India India, 21 0,43%
  3. Ecuador Ecuador, 18 0,36%
  4. Marocco Marocco, 15 0,3%
  5. Brasile Brasile, 13 0,26%
  6. Albania Albania, 10 0,2%
  7. Ucraina Ucraina, 6 0,12%
  8. Moldavia Moldavia, 6 0,12%
  9. Perù Perù, 6 0,12%
  10. Iran Iran, 5 0,1%

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Biblioteche[modifica | modifica sorgente]

La Biblioteca di Cerro al Lambro è ospitata dal nuovo Centro Civico "G. Puecher" in Piazza Roma.[36]

Scuole[modifica | modifica sorgente]

L'istituto Paolo Frisi di Melegnano possiede le scuole dell'infanzia Pio XII e Alessandro Manzoni e la scuola elementare Alessandro Manzoni a Riozzo e la scuola secondaria di primo grado Aldo Moro a Cerro.[37][38]

Eventi[modifica | modifica sorgente]

A ottobre si tiene la festa patronale di Cerro, a maggio la Sagra di Riozzo, a luglio A tutto sport e tra giugno e luglio Estate nel Parco.[39]

Geografia antropica[modifica | modifica sorgente]

Urbanistica[modifica | modifica sorgente]

A partire dal 1970 Cerro al Lambro adotta il Piano di Fabbricazione (PdF) che avvia uno sviluppo di coerenza con i terreni agricoli. Il Piano Regolatore Generale del 1986 porta all'attuale condizione di Cerro e Riozzo: in particolare a Riozzo viene cancellata la previsione di una grande area verde a sud dell’area della Saronio, che viene destinata all’edificazione residenziale.[40]

Frazioni e località[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Riozzo.
Via IV Novembre a Riozzo.
  • Riozzo si trova nel territorio meridionale del comune a 2,45 chilometri dal centro cittadino.[41] La frazione possiede due chiese, tre scuole e alcune entità locali.[41] Con i suoi 2.312 abitanti,[42] è la località più popolosa del comune.[41]
  • Fornaci è un cascinale posto a 1,67 chilometri da Cerro[43] e luogo, un tempo, di fornaci per la cottura di mattoni.[44] Ha 17 abitanti,[42]
  • Gazzera è un cascinale di 17 abitanti.[42] posto a 81 metri di altitudine e a 1,23 chilometri da Cerro.[45]
  • Leona è una frazione di 18 abitanti,[42] situata a soli 790 metri da Cerro.[46]

Altre località[modifica | modifica sorgente]

  • Volpere si trova a 1,88 chilometri da Cerro.[47]
  • Belvedere è posta su una lieve altura a 1,29 chilometri da Cerro.[48]
  • Abbazia era il possidimento di un'abbazia di cui non rimane nessuna traccia.[44] Si trova a 1,01 chilometri da Cerro.[49]
  • Mirandola ha origine da un antico insediamento di agricoltori.[44]
  • Lassi trae le sue origini dalla famiglia Lassi ed è presente nei documenti dal XIV secolo.[44]

Economia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Parco Agricolo Sud Milano.
Campagna di Riozzo

La principale fonte di reddito per la popolazione continua ad essere costituita dall'agricoltura, praticata con successo grazie alle favorevoli caratteristiche del terreno, che consentono proficue coltivazioni di cereali, ortaggi e foraggi. Praticato anche l'allevamento di bovini, suini e avicoli.[50] Le attività industriali, limitate al comparto edile, sono pressoché irrilevanti.[50] Il terziario si compone di una piccola rete distributiva (appena sufficiente al soddisfacimento dei bisogni primari della comunità) e dell'insieme dei servizi, tra i quali, accanto a quelli amministrativi e scolastici, è presente il servizio bancario, per l'esercizio del credito e dell'intermediazione monetaria.[50] Priva di servizi pubblici particolari, non dispone di strutture sociali, sportive e per il tempo libero degne di rilievo; è possibile frequentare le scuole dell'obbligo ma mancano strutture al servizio della cultura.[50] Le strutture ricettive, pur comprendendo qualche esercizio di ristorazione, non offrono possibilità di soggiorno, mentre quelle sanitarie garantiscono il servizio farmaceutico e per le altre prestazioni occorre rivolgersi altrove.[50] Non può essere considerata una meta turistica per mancanza di attrattive significative ed è poco frequentata anche per lavoro, poiché le sue attività produttive non hanno raggiunto un livello tale da consentire un maggiore assorbimento di manodopera.[51] Molto diffuso è invece il pendolarismo verso le aree maggiormente industrializzate.[51] I suoi rapporti, alquanto rilevanti, con i comuni vicini, ai quali la popolazione si rivolge per l'istruzione secondaria di secondo grado e i servizi non disponibili sul posto, aiutata da un agevole sistema di collegamenti, si intensificano in occasione delle feste patronali di Cerro e Riozzo.[51]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Strade[modifica | modifica sorgente]

Cerro al Lambro è attraversata dalla SP 17 (la santangiolina) che consente il collegamento con gli altri paesi posti a sud. Il confine con Riozzo è segnato dalla SP 165 (Melegnano-Landriano) che è interessata dai flussi di traffico provenienti dalla provincia di Pavia.[52] A livello comunale, le strade di maggiore importanza sono via IV Novembre a Riozzo (che collega Melegnano con Bascapè, Viale Padre Marcolini e Via Mirandola a Cerro.[52]

Autobus[modifica | modifica sorgente]

Il comune di Cerro al Lambro è servito da 5 linee autobus: la z418 Paullo, Cervignano, Melegnano, Cerro al Lambro, che serve per collegare Cerro al Lambro con la città di Paullo, le Q16, Q17, Q18 che lo collegano con Milano attraverso la stazione della metropolitana di San Donato Milanese, e la Q14 Lodi-Valera Fratta, che transita per Cerro.[52]

Autostrade[modifica | modifica sorgente]

Cerro al Lambro è servita dal casello dell' autostrada A1 Melegnano-Binasco.[52]

Ferrovie[modifica | modifica sorgente]

Cerro al Lambro e la frazione Riozzo sono serviti dalla stazione di Melegnano, che rende facile i collegamenti con Milano e Lodi.[53]

Strutture sanitarie[modifica | modifica sorgente]

Cerro si trova nel distretto 2 di San Giuliano Milanese[54] e nella L'Azienda Sociale Sud est MIlano - A.S.S.E.MI.[55] Tuttavia, a Cerro non sono presenti ospedali: il più vicino è a Vizzolo Predabissi e dista 3 km.[56]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Segue un elenco delle amministrazioni locali.[57]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1945 1946 Augusto Marziali Sindaco
1946 1951 Daniele Ercoli Sindaco
1951 1956 Angelo Bertoletti Sindaco
1956 1975 Ercole Ercoli Sindaco
1975 1990 Pietro Rossi Sindaco
1990 1992 Diego De Luca Sindaco
1993  ? Donmarco Commissario prefettizio
1993 1997 Paolo Granata Sindaco
1997 2001 Daniela Acerbi Sindaco
2001  ? Inversioni Commissario prefettizio
2001 2011 Dario Signorini lista civica Sindaco
2011 Marco Sassi lista civica (centrosinistra) Sindaco

Sport[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Associazione Calcio Riozzese.
Il Palazzetto dello Sport

A Cerro al Lambro hanno sede due impianti sportivi: il centro sportivo Ugo Guazzelli e il Palazetto dello Sport.[58] Il primo è gestito dall' A.C. Riozzese ed è composto da uno stadio e da un campo da calcietto.[58] Il secondo è stato inaugurato nel 2009 ed è gestito dalla Volley Riozzo in collaborazione con A.C. Riozzese e dall' A.S. Lamber.[58]

L'Associazione Calcio Riozzese è una società calcistica femminile avente sede a Riozzo. La sua attività ha avuto inizio nel 1964 e nel 2001 nacquero le sqadre femminili. La squadra si trova nel campionato di Serie C. Conta un totale di 100 iscritti tra le squadre maschili e quelle femminile.[59]

La Polisportiva S. Rocco nasce nel 1982 in collaborazione con il Parroco di Riozzo. Attualmente la società propone tre discipline: danza moderna, calcio e la pallavolo tramite la squadra Volley Riozzo Marudo.[60][61]

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Provincia di Milano - Parco sud - Cerro al Lambro, Sito del Parco Agricolo Sud Milano. URL consultato il 25 ottobre 2013.
  2. ^ a b Statistiche demografiche ISTAT, Istituto nazionale di statistica. URL consultato il 25 ottobre 2013.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  4. ^ Dizionario di Pronuncia Italiana, DiPi Online. URL consultato il 28 ottobre 2013.
  5. ^ AA. VV., Enciclopedia Geografica Mondiale Vol. A - I, Novara, Istituto Geografico De Agostini, 1995, p. 263.
  6. ^ a b c d Localizzazione di Cerro al Lambro, ITALIAPEDIA. URL consultato il 2 novembre 2013.
  7. ^ a b c d Descrizione di Cerro al Lambro, ITALIAPEDIA. URL consultato il 2 novembre 2013.
  8. ^ Statuto definito di Cerro Al Lambro. Art. 3. URL consultato il 22 novembre 2013.
  9. ^ Il corso del Lambro, Melegnano.net. URL consultato il 5 novembre 2013.
  10. ^ Cerro al Lambro: Clima e Dati geografici, comuni-italiani.it. URL consultato il 18 novembre 2013.
  11. ^ Tabelle climatiche 1971-2000 della stazione meteorologica di Milano Linate dall'Atlante Climatico 1971-2000 del Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare, Servizio meteo dell'Aeronautica Militare.
  12. ^ Il nome di Cerro, www.comune.cerroallambro.mi.it. URL consultato l'11 novembre 2013.
  13. ^ a b c d e f Storia di Cerro al Lambro, ITALIAPEDIA. URL consultato l'11 novembre 2013.
  14. ^ AA. VV., Compartizione delle fagie, Milano, 1346.
  15. ^ AA. VV., Statuti delle acque e delle strade del contado, Milano, 1346.
  16. ^ a b Dal XIV secolo al 1757, LombardiaBeniCulturali, 2 gennaio 2006. URL consultato il 4 novembre 2013.
  17. ^ AA. VV., Indice delle mappe territoriali e delle tavole del nuovo estimo sopra di esse formate in ciascheduna città e comunità dello stato di Milano, Milano, 1756.
  18. ^ Dal 1757 al 1797, LombardiaBeniCulturali, 2 gennaio 2006. URL consultato il 4 novembre 2013.
  19. ^ Dal 1798 al 1809, LombardiaBeniCulturali, 2 gennaio 2006. URL consultato l'11 novembre 2013.
  20. ^ Dal 1816 al 1859, LombardiaBeniCulturali, 2 gennaio 2006. URL consultato l'11 novembre 2013.
  21. ^ Censimento 1861
  22. ^ Regio Decreto 19 ottobre 1862, n. 934
  23. ^ Regio Decreto 16 dicembre 1878, n. 4666
  24. ^ R.D. 2 giugno 1904, n. 241
  25. ^ Caterina Antonioni, Dal 1859 al 1971, LombardiaBeniCulturali, 1º marzo 2003. URL consultato l'11 novembre 2013.
  26. ^ a b D.P.R. del 18 maggio 1976
  27. ^ a b c d Parrocchia di Cerro al Lambro, www.parrocchiacerro.it. URL consultato il 18 novembre 2013.
  28. ^ a b c Piero Majocchi, Parrocchia dei Santi Giacomo Maggiore apostolo e Cristoforo Martire, LombardiaBeniCulturali - Istituzioni storiche, 13 novembre 2005. URL consultato il 15 novembre 2013.
  29. ^ Emanuele Dolcini, A Riozzo una sagra al ritmo della banda, Il Cittadino.it, 25 maggio 2011. URL consultato il 19 novembre 2013.
  30. ^ a b c d e La chiesina di San Rocco, wivocerro.wordpress.com. URL consultato il 21 novembre 2013.
  31. ^ Il volto di santa Eurosia rivede la luce, Il Cittadino, 31 maggio 2012. URL consultato il 21 novembre 2013.
  32. ^ a b Graziella Sibra, Palazzo Annoni Cicogna Mozzoni, LombardiaBeniCulturali, 26 maggio 2011.
  33. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  34. ^ Statistiche demografiche ISTAT Stranieri al 31 dicembre 2012, Istituto nazionale di statistica. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  35. ^ Statistiche demografiche ISTAT Stranieri al 31 dicembre 2010, Istituto nazionale di statistica. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  36. ^ Biblioteca di Cerro al Lambro, sito del comune. URL consultato il 15 dicembre 2013.
  37. ^ Scuole a Cerro al Lambro, sito del comune. URL consultato il 15 dicembre 2013.
  38. ^ Scuole Cerro al Lambro (MI) - pubbliche e private, tuttitalia.it. URL consultato il 15 dicembre 2013.
  39. ^ Cerro al Lambro (Milano), www.regioni-italiane.com. URL consultato il 15 dicembre 2013.
  40. ^ AA. VV., Piano di Governo del Territorio, Comune di Cerro al Lambro, 2010, pp. 3-4.
  41. ^ a b c La frazione di Riozzo, Italia.indettaglio.it. URL consultato il 15 novembre 2013.
  42. ^ a b c d 14° censimento generale della popolazione e delle abitazioni. URL consultato il 15 dicembre 2013.
  43. ^ La frazione di Fornaci, italia.indettaglio.it. URL consultato il 16 dicembre 2013.
  44. ^ a b c d Il nome di Riozzo e delle altre frazioni, comune di Cerro al Lambro. URL consultato il 16 dicembre 2013.
  45. ^ La frazione di Gazzera, italia.indettaglio.it. URL consultato il 16 dicembre 2013.
  46. ^ La frazione di Leona, italia.indettaglio.it. URL consultato il 16 dicembre 2013.
  47. ^ La frazione di Volpera, www.portaleabruzzo.com. URL consultato il 16 dicembre 2013.
  48. ^ La frazione di Belvedere, www.portaleabruzzo.com. URL consultato il 16 dicembre 2013.
  49. ^ La frazione di Abbazia, www.portaleabruzzo.com. URL consultato il 16 dicembre 2013.
  50. ^ a b c d e Economia di Cerro al Lambro, ITALIAPEDIA. URL consultato il 16 dicembre 2013.
  51. ^ a b c Relazioni di Cerro al Lambro, ITALIAPEDIA. URL consultato il 16 dicembre 2013.
  52. ^ a b c d AA. VV., Piano di Governo del Territorio, Comune di Cerro al Lambro, 2010, p. 8.
  53. ^ Il nuovo passante ferroviario, www.comunecerroallambro.mi.it. URL consultato il 17 dicembre 2013.
  54. ^ Distretto 2 - San Giuliano Milanese - ASL Milano 2, Regione Lombardia. URL consultato il 17 dicembre 2013.
  55. ^ ASL Milano 2, Regione Lombardia. URL consultato il 17 dicembre 2013.
  56. ^ Medici, Dottori, Cliniche e strutture sanitarie a Cerro al Lambro, www.webrica.it. URL consultato il 17 dicembre 2013.
  57. ^ Lista pubblicata in Il Lodigiano. Quarant'anni di autonomia, Provincia di Lodi, 2008, p. 298.
  58. ^ a b c Strutture Sportive, www.comune.cerroallambro.mi.it. URL consultato il 21 dicembre 2013.
  59. ^ AA. VV., Annuario del calcio femminile 2002/2003, Stamperia Editoriale Pisana s.r.l., Agnano Pisano (PI).
  60. ^ Volley Riozzo Maduro, www.volleyriozzo.it. URL consultato il 21 dicembre 2013.
  61. ^ Silvia Zaggia, Volley Riozzo: dal 1982 un punto fermo nel mondo della pallavolo, Centro Sportivo Italiano Lodi. URL consultato il 21 dicembre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]