Albiate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Albiate
comune
Albiate – Stemma Albiate – Bandiera
Albiate – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Monza e della Brianza-Stemma.png Monza e Brianza
Amministrazione
Sindaco Diego Confalonieri dal 09/06/2014
Territorio
Coordinate 45°40′00″N 9°15′00″E / 45.666667°N 9.25°E45.666667; 9.25 (Albiate)Coordinate: 45°40′00″N 9°15′00″E / 45.666667°N 9.25°E45.666667; 9.25 (Albiate)
Altitudine 233 m s.l.m.
Superficie 2,90 km²
Abitanti 6 190[1] (31.12.2011)
Densità 2 134,48 ab./km²
Frazioni Dosso
Comuni confinanti Carate Brianza, Lissone, Seregno, Sovico, Triuggio
Altre informazioni
Cod. postale 20847
Prefisso 0362
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 108003
Cod. catastale A159
Targa MB
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona D, 1 912 GG[2]
Nome abitanti albiatesi
Patrono san Fermo
Giorno festivo 9 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Albiate
Posizione del comune di Albiate nella provincia di Monza e della Brianza
Posizione del comune di Albiate nella provincia di Monza e della Brianza
Sito istituzionale

Albiate (Albiàa in dialetto brianzolo[3]) è un comune italiano della Provincia di Monza e della Brianza.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Albiate sorge nella valle del fiume Lambro (al centro del parco regionale della Valle del Lambro), nella zona brianzola che è stata inserita nella Provincia di Monza e Brianza dal 2004, per distacco dalla Provincia di Milano.

È compresa in un territorio di circa 3 km², confinante a nord con Carate Brianza, a sud con Sovico, a sud-ovest con Lissone, a est con Triuggio e a ovest con Seregno. Possiede una frazione, Dosso, confinante con Albiate a sud-ovest. La frazione di Dosso dista 2,15 chilometri dal comune di Albiate.

Per la frazione di Dosso non sono momentaneamente disponibili i dati anagrafici, statistici e geografici.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Albiate viene citata in vari documenti già con questo nome dall'XI secolo: il toponimo deriva forse dal nome gentilizio romano Albius, oppure da alveolus, ovvero alveo o conca, inteso come termine geomorfico. In dialetto brianzolo, infatti, albioeu significa pila per acqua; sembra chiaro il forte legame con il fiume Lambro, che delimita il confine est del paese, separandolo da Triuggio. All'epoca la cittadina faceva riferimento alla pieve di Agliate, sotto il governo de facto dei Confalonieri. Successivamente divenne feudo dei Mandelli e quindi dei Pallavicini.

Pochi secoli più tardi il paese rimase coinvolto nelle guerre fra Visconti e Torriani per il dominio del Milanese. Al vecchio ponte di Albiate, che oggi non esiste più, Mario Visconti sconfisse i guelfi nel 1324, nella stessa zona dove passò Ludovico il Bavaro per andare a Monza. Dal 1478 la famiglia Balbiani ottenne il potere sulla zona, dal 1777 i Mellerio.

Nel 1609 la città di Bergamo donò le reliquie dei santi Fermo (al quale era già dedicato un santuario), Rustico e Procolo, che diedero origine alla sagra di San Fermo, la più antica della Brianza. A questo periodo risale la Villa Caprotti, già Airoldi, costruita intorno ad una torre preesistente.

Nel 1880 sorse, su entrambe le rive del fiume Lambro, lo stabilimento tessile Galeazzo Viganò, che contribuì, fino alla seconda metà del XX secolo, in larga misura alla crescita economica del paese e delle zone limitrofe

Monumenti principali[modifica | modifica sorgente]

Santuari e chiese[modifica | modifica sorgente]

  • Parrocchia San Giovanni Evangelista: di origine molto antica, questa chiesa è stata benedetta nel 1784. Il suo antichissimo campanile risale all'XI secolo. Presso la parrocchia operano le Figlie di Sant'Eusebio, dedite alla pastorale sanitaria, e i Preti del Sacro Cuore di Gesù di Bétharram, che vi hanno la loro casa provincializia.
  • Santuario di San Fermo: risale al periodo prima del 1500. Nel 1609, con la donazione delle reliquie del santo da parte della chiesa di Bergamo, la chiesetta venne ampliata.
  • Cappella di San Valerio (chiesa privata).

Biblioteche[modifica | modifica sorgente]

La Biblioteca Civica "Aldo Moro" di Albiate fa parte del Sistema Bibliotecario BrianzaBiblioteche.

Feste e fiere[modifica | modifica sorgente]

Martedì dopo la seconda domenica di agosto, si celebra la sagra di San Fermo, con mostra del territorio: è attestata come la sagra più antica della Brianza, istituita nel 1609. Per l'occorrenza si tiene nel parco di villa Campello un'esposizione di bestiame e materiale inerente l'agricoltura e l'allevamento; per le vie del paese invece, nel primo pomeriggio, sfilano i trattori che partono dal piazzale del mercato e si recano all'area feste, ove tra l'altro è attivo per i giorni della sagra una servizio di ristorazione tra i migliori della zona.

Persone legate a Albiate[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]


Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica sorgente]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009 la popolazione straniera residente era di 465 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Romania Romania 81 1,32%

Ecuador Ecuador 69 1,12%

Marocco Marocco 66 1,07%

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

La principale squadra di calcio albiatese, l' A.C. Albiatese, fu fondata nel 1969 attualmente militante in Seconda Categoria; l'altra società calcistica è l'A.S.D. Azzurra Oratorio Albiate, fondata nel 1940, che si occupa della crescita sportiva ed umana dei ragazzi in Oratorio, attraverso sport come il calcio, appunto, ma anche volley e basket.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ ISTAT data warehouse
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 16.
  4. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lombardia