Servizio ferroviario suburbano di Milano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Trasporti a Milano.

Linee S di Milano.svg Servizio ferroviario suburbano di Milano
Servizio di trasporto pubblico
Milano staz Porta Venezia TSR linea S6.JPG
Treno in sosta a Milano Porta Venezia
Tipo Servizio ferroviario suburbano
Stati Italia Italia
Città Milano
Apertura 2004
Linee impiegate 10
Gestore Trenord
Vecchi gestori Trenitalia, LeNord
Mezzi utilizzati TSR
TAF
E.464+carrozze PR
E.464+carrozze 2P
E.464+carrozze Vivalto
N. stazioni e fermate 106
Lunghezza 359 km
Tracciato della linea
Trasporto pubblico

Il servizio ferroviario suburbano di Milano è un sistema di trasporto pubblico locale dell'area metropolitana milanese.

A inizio 2014 risulta composto da dieci linee, di cui nove gestite da Trenord (ex Trenitalia LeNord) e una da un'Associazione Temporanea d'Imprese (ATI) composta dalla stessa società assieme ad ATM.

La rete offre un collegamento fra i centri dell'area metropolitana e la città di Milano, permettendo coincidenze più veloci tra i treni, la metropolitana milanese e le linee urbane ATM.

Fulcro del servizio è il passante ferroviario, una galleria che attraversa la città da nord-ovest a est dove confluiscono molte delle "linee S" raggiungendo una frequenza media di sei minuti, e ha la funzione di distribuire il traffico dei passeggeri sulla rete di metropolitane e le linee di superficie. La stazione in cui è possibile l'interscambio con il maggior numero di linee è Milano Porta Garibaldi, comprensiva della parte sotterranea, dove si incontrano sette linee su dieci.

Gli orari sono tutti cadenzati e simmetrici.

Linee[modifica | modifica sorgente]

Linea Percorso Inaugurazione Ultima estensione Lunghezza Stazioni Gestore
Milano S1.svg Saronno-Lodi 2004 2010 55,4 km 25 Trenord
Milano S2.svg Seveso-Milano Rogoredo 2004 2008 24,9 km 17 Trenord
Milano S3.svg Saronno-Milano Cadorna 2004 2004 23,6 km 13 Trenord
Milano S4.svg Camnago-Milano Cadorna 2004 2006 21,2 km 14 Trenord
Milano S5.svg Varese-Treviglio 2004 2009 92,6 km 29 ATI Trenord-ATM
Milano S6.svg Novara-Pioltello (-Treviglio) 2004 2009 83,5 km 24 Trenord
Milano S8.svg Lecco-Milano Porta Garibaldi 2009 2009 49,9 km 13 Trenord
Milano S9.svg Saronno-Albairate 2004 2013 64 km 22 Trenord
Milano S11.svg Chiasso-Milano Porta Garibaldi 2008 2008 51,4 km 13 Trenord
Milano S13.svg Milano Bovisa - Pavia 2011 2013 32 km 13 Trenord

Storia[modifica | modifica sorgente]

Prodromi[modifica | modifica sorgente]

In seguito all'attivazione della prima tratta del passante ferroviario di Milano, da Bovisa a Porta Venezia (21 dicembre 1997), le Ferrovie Nord Milano istituirono un servizio metropolitano, cadenzato con frequenza di quindici minuti[1], aumentata a dieci minuti dal successivo 22 marzo[2].

Il 30 maggio 1999 venne attivata la diramazione Lancetti-Certosa, che consentiva il collegamento con la rete FS; contemporaneamente i treni metropolitani vennero prolungati a Varese (via Certosa) e a Saronno e Seveso (via Bovisa)[3].

Il 30 giugno 2002 il passante venne prolungato da Porta Venezia a Dateo, e venne anche attivata la fermata intermedia di Villapizzone, posta sulla diramazione per Milano Certosa[4][3].

Le linee S[modifica | modifica sorgente]

La denominazione di servizio ferroviario suburbano venne formalmente introdotta il 12 dicembre 2004, in concomitanza con l'apertura dell'ultima stazione mancante del passante ferroviario, Porta Vittoria.

Vennero create 7 linee S, numerando i collegamenti esistenti e regolarizzandone la frequenza a cadenza semioraria. In dettaglio le linee erano[5]:

Il successivo 24 dicembre seguì la S9, gestita da TiLo a frequenza oraria, su un percorso completamente nuovo, non interessante il passante[5].

La distinzione del servizio suburbano da quello regionale si ispira alla RER parigina e alle S-Bahn delle città tedesche, austriache e svizzere.

I primi progetti degli anni ottanta prevedevano la configurazione passante di entrambi i sistemi, regionale e suburbano (allora detto "comprensoriale"). Successivamente si è deciso di mantenere i servizi regionali nella tradizionale configurazione attestata, per non concentrare un traffico troppo intenso sul passante ferroviario.

Le "linee S" instradate nel passante raggiungono una frequenza media complessiva di sei minuti per direzione.

Sviluppo della rete[modifica | modifica sorgente]

2005

Il 5 settembre 2005 furono riorganizzati i servizi serali dopo le 21 e venne creata la cosiddetta "X di Bovisa", permettendo di dimezzare i treni lasciando invariate le corrispondenze possibili. In particolare, nelle ore notturne sono soppresse la S4 Milano Cadorna-Seveso e la S1 Milano Passante-Saronno. Ogni mezz'ora, a Bovisa, una corsa S3 e una corsa S2 si incontrano sulla stessa banchina allo stesso minuto permettendo di cambiare agevolmente treno sia ai viaggiatori provenienti dal Passante e diretti verso Saronno, sia a quelli provenienti da Cadorna e diretti verso Seveso. Questo avviene anche in direzione contraria. Con il completamento del passante ferroviario e il prolungamento della S1 su Lodi, per sopperire alla sospensione della S1 dopo le 21, alcune S2 notturne saranno classificate semplicemente S e effettueranno servizio Lodi – Milano Rogoredo – Milano Passante – Milano Bovisa – Seveso e viceversa.[senza fonte]

2006

Dal 19 febbraio 2006 alcune corse della linea S4 furono prolungate da Seveso a Camnago, consentendo così di creare un interscambio con i treni regionali Milano-Chiasso[6].

Il 19 giugno 2006 venne attivata la nuova fermata di Milano Romolo, servita dalla linea S9; la nuova fermata consente l'interscambio con la linea M2 della metropolitana[7].

2008

Con il cambio orario del 15 giugno 2008 le linee S1, S2, S6 ed S10 furono prolungate da Milano Porta Vittoria a Milano Rogoredo, ottenendo una corrispondenza con i treni regionali e a lunga percorrenza verso Genova, Bologna e Mantova[8].

A partire dal 1º luglio 2008 la linea S5 venne gestita dalla ATI Trenitalia-LeNord-ATM.[senza fonte]

A dicembre 2008 venne potenziato il servizio lungo la linea Milano-Chiasso la linea S9 e la linea regionale Milano-Chiasso vennero intercalate, in modo da realizzare tra Milano e Seregno un collegamento lungo tutto l'arco della giornata ad intervalli costanti (quadriorario nelle ore di punta, semiorario nella morbida e nei festivi).[senza fonte]

Il 14 dicembre 2008 la linea S10 della rete celere ticinese venne prolungata da Chiasso ad Albate.[9][10]

2009

Il 22 aprile venne attivata la stazione di Rho Fiera Milano, servita dalle linee S5 ed S6.[11]

Con il cambio orario del 14 giugno venne attivata la fermata di Pregnana Milanese[12], servita dalla linea S6, con fermata per solo 20 treni al giorno[senza fonte]; lo stesso giorno la stazione di Serenella assunse la nuova denominazione di Garbagnate Parco delle Groane[13].

Con il cambio orario del 13 dicembre vennero attivate due nuove linee S (S8 ed S11)[senza fonte], mentre tre linee S modificarono il percorso potenziando il servizio: la linea S1 è stata prolungata (nelle sole ore di morbida) a Lodi, la linea S5 è stata prolungata a Treviglio, mentre la linea S6 è stata portata a Pioltello (e nelle ore di punta a Treviglio), abbandonando così la tratta da Milano Porta Vittoria a Milano Rogoredo[14]; contestualmente è stato raddoppiato il numero di corse con fermata a Pregnana Milanese.

2010

Il 1º febbraio due coppie della S10 furono prolungate da Milano Bovisa a Malpensa Aeroporto.[15] Nei mesi successivi questo tipo di servizio venne lievemente potenziato, e infine soppresso il 12 dicembre in seguito al potenziamento del Malpensa Express.[senza fonte]

Il 13 giugno la linea S1 fu definitivamente prolungata dalla stazione di Milano Rogoredo a Lodi, tutto il giorno dalle 6 alle 21, sostituendo completamente il servizio ferroviario regionale in questa tratta.[16]

2011

Il 26 marzo fu chiusa la vecchia stazione di Affori, sostituita da un nuovo impianto sito nei pressi della fermata di Affori FN della metropolitana milanese. È così possibile l'interscambio tra quest'ultima linea metropolitana e le linee suburbane S2 e S4.[17]

Il 1º maggio si concluse il procedimento di conferimento delle attività di LeNord e della Divisione Regionale Passeggeri di Trenitalia in Trenitalia LeNord che ha contestualmente modificato il nome in Trenord e che ha preso in carico la gestione delle linee suburbane.[18]

Il 12 giugno la S9 è stata prolungata da Milano San Cristoforo ad Albairate.[19] Inoltre è stata aperta la nuova fermata di Cesano Maderno (linee S2 ed S4) in sostituzione della precedente.[20]

Il 5 settembre furono introdotte 7 nuove corse sulla linea S2 e 4 corse della linea S4 furono portate a Camnago.[senza fonte]

L'11 dicembre venne attivata la nuova linea S13 da Milano Bovisa a Pavia, a sostituzione della linea S10, contestualmente soppressa.[21]

2012

Il 9 dicembre la linea S9 viene prolungata dalla stazione di Seregno a quella di Saronno, con l'apertura delle nuove stazioni e fermate di Seveso-Baruccana, Ceriano-Solaro e Ceriano Groane e della nuova parte di quella di Stazione di Cesano Maderno (2011)[22][23].

In tale occasione è anche stato rivisto il servizio serale di molte linee, in particolare di quelli del passante (Linee S1, S2, S3, S4, S13).[24][25]

2013

Il 9 giugno venne attivata la fermata di Pieve Emanuele, servita dalla linea S13[26]; il 22 successivo venne attivata la fermata di Cesano Maderno Groane, servita dalla linea S9.[27]

Con il cambio orario del 15 dicembre le corse della linea S4 aventi come origine e destinazione la stazione di Meda vennero attestate presso l'impianto di Camnago; a partire dalla stessa data, la linea S2 fu limitata a Seveso, per permettere lavori di potenziamento infrastrutturale sulla linea Milano-Asso[28].

Progetti[modifica | modifica sorgente]

2014
  • Potenziamento della linea S11 nella fascia pomeridiana, con introduzione della frequenza semioraria per tutto il pomeriggio;
  • Prolungamento della linea S13 da Milano Bovisa a Saronno;
  • Apertura della nuova fermata di Milano Bruzzano in sostituzione di quella preesistente, lungo la linea S2 e S4.
  • Termine lavori di potenziamento dell'infrastruttura della linea Monza-Molteno-Lecco, in vista anche della conversione del servizio su questa linea da regionale a suburbano S7;
  • Apertura delle nuove fermate di Milano Tibaldi e Milano Porta Romana (quest'ultima in sostituzione di quella preesistente), lungo la linea S9;
  • Apertura della nuova fermata di Milano Forlanini (S5, S6, S9; dicembre);
  • Apertura della nuova fermata di "San Giuliano Tolstoj" lungo la S1[29]
  • Termine lavori per la messa a standard delle fermate della linea S1 tra Milano Rogoredo e Lodi, con allungamento e innalzamento dei marciapiedi.
2015
  • Istituzione della linea S12 tra Cormano e Melegnano e prolungamento della linea S8 fino a Rho;[30]
  • Attivazione linea S14 solo nella tratta Rho – Milano Rogoredo e linea S15 solo nella tratta Rho – Milano Rogoredo. Rimandate a data futura, in attesa dei corrispondenti potenziamenti infrastrutturali, le estensioni per Magenta (S14) e Parabiago (S15);[30]
  • Realizzazione del collegamento diretto Milano Centrale – Rho Fiera – Malpensa in vista di Expo 2015.[30]

Dopo il 2015

  • Termine quadruplicamento Rho – Parabiago e triplicamento Parabiago – Gallarate (esecuzione lavori bloccata da sentenza del Consiglio di Stato e rimandata a data da definirsi)

Servizio[modifica | modifica sorgente]

Titoli di viaggio[modifica | modifica sorgente]

Per viaggiare sulle linee del servizio ferroviario suburbano di Milano è sufficiente acquistare un biglietto o un abbonamento ferroviario a tariffa regionale valido su quella tratta emesso da Trenord[31].

Per i viaggi tra le stazioni appartenenti al comune di Milano, sono validi tutti i biglietti o abbonamenti ferroviari aventi come origine o destinazione la dicitura generica di "Milano". Sono inoltre ammessi tutti i documenti di viaggio urbani di ATM. Nel febbraio 2011, Trenitalia LeNord ha specificato che sulla tratta Milano Bovisa – Milano Centrale/Milano Porta Garibaldi del Malpensa Express sono ammessi solamente i possessori di biglietto, o abbonamento ferroviario, diretti o provenienti da Milano e gli abbonamenti settimanali SITAM di area[32]

Dal 1º febbraio 2011 sono inoltre in vigore le nuove tariffe integrate denominate IoViaggio Ovunque in Lombardia che consentono di viaggiare su qualunque mezzo di trasporto pubblico in Lombardia ad un prezzo fisso. È disponibile in versione giornaliera, plurigiornaliera (due, tre o sette giorni), mensile, trimestrale e annuale[33].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il Passante è una realtà, in "I Treni" n. 190 (febbraio 1998), p. 5
  2. ^ Passante in crescita, in "I Treni" n. 193 (maggio 1998), p. 4
  3. ^ a b Canale, op. cit., p. 16
  4. ^ Il Passante si allunga..., in "I Treni" n. 240 (settembre 2002), p. 5.
  5. ^ a b Canale, op. cit.., p. 18
  6. ^ S4 in Brianza, in "I Treni" n. 281 (maggio 2006), p. 8
  7. ^ Nuova fermata a Milano, in "I Treni" n. 283 (luglio 2006), p. 5
  8. ^ Passante quasi finito, in "I Treni" n. 306 (luglio 2008), p. 5
  9. ^ Bitensioni in Italia, in "I Treni" n. 312 (febbraio 2009), p. 8
  10. ^ La Bellinzona-Chiasso arriverà a Como e ad Albate
  11. ^ RFI S.p.A. Circolare Compartimentale CC MI 13/2009. p. 2.
  12. ^ Impianti FS, in "I Treni" n. 317 (luglio 2009), p. 6
  13. ^ Nuovo nome, in "I Treni" n. 317 (luglio 2009), p. 7
  14. ^ Linee S in crescita, in "I Treni" n. 322 (gennaio 2010), p. 8
  15. ^ Da Rogoredo a Malpensa, in "I Treni" n. 324 (marzo 2010), p. 7
  16. ^ Trenord - Dal 13 giugno in vigore il nuovo orario estivo: potenziata la S1 Saronno-Lodi e velocizzati 18 collegamenti sulla Milano-Piacenza
  17. ^ Sergio Viganò, Metropolitane in crescita, a Milano..., in "I Treni" n. 337 (maggio 2011), pp. 20-25
  18. ^ Giancarlo Scolari, Nasce Trenord, in "I Treni" n. 338 (giugno 2011), pp. 16-17
  19. ^ Trenord - DAL 12 GIUGNO CON IL NUOVO ORARIO NUOVI COLLEGAMENTI E 22 STAZIONI COMPRESE IN 1 PREZZO
  20. ^ Trenord - Cesano Maderno: apertura nuova stazione
  21. ^ Trenord - S13 al via, 66 corse sulla linea Pavia-Milano Bovisa
  22. ^ Trenord, Il nuovo servizio S9. URL consultato l'8 dicembre 2012.
  23. ^ Infrastrutture e Mobilità Regione Lombardia, Saronno – Seregno: riqualificazione della linea ferroviaria. URL consultato il 13 agosto 2012.
  24. ^ Trenord - NUOVI ORARI S1-S3 A PARTIRE DAL 9 DICEMBRE
  25. ^ Trenord - LINEA MILANO-SEVESO-CAMNAGO/MARIANO-ASSO: NOVITA' DAL 9 DICEMBRE
  26. ^ Impianti FS, in "I Treni" n. 361 (luglio-agosto 2013), p. 8
  27. ^ Trenord - APERTURA NUOVA FERMATA S9 "CESANO MADERNO-GROANE"
  28. ^ http://www.trenord.it/it/orari/novit%C3%A0-nuovo-orario.aspx
  29. ^ Il Cittadino - Stazione di San Giuliano, c’è l’ok
  30. ^ a b c Infrastrutture e Mobilità Regione Lombardia, Expo, Del Tenno: ecco come potenzieremo le ferrovie. URL consultato il 5 agosto 2013.
  31. ^ Trenord, Passante ferroviario Trenord.
  32. ^ Trenitalia LeNord, Avviso al Pubblico 16/2011. Condizioni di trasporto e tariffe: accesso ai servizi sulla tratta Milano Bovisa – Milano Porta Garibaldi – Milano Centrale (PDF), febbraio 2011. URL consultato il 13 agosto 2012.
  33. ^ Infrastrutture e Mobilità Regione Lombardia, Io viaggio ovunque in Lombardia. URL consultato l'11 giugno 2013.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Andrea Canale, ...finalmente Passante! in I Treni, nº 268, Salò, Editrice Trasporti su Rotaie, marzo 2005, pp. 12-19, ISSN 0392-4602.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]