Stazione di Cantù-Cermenate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°42′58.41″N 9°05′58.07″E / 45.716224°N 9.099464°E45.716224; 9.099464

Cantù-Cermenate
stazione ferroviaria
Stazione Cantu Cermenate lato binari 2007.png
Stato Italia Italia
Localizzazione Cantù, Piazza Stazione
Stato attuale in uso
Linee Milano–Chiasso
Tipo fermata in superficie, passante
Binari 2
Interscambio Autobus extraurbani, parcheggio di interscambio

La stazione di Cantù-Cermenate è una fermata ferroviaria posta sulla linea Milano–Chiasso. È la principale stazione di riferimento dell'area del canturino. È comunemente chiamata anche stazione di Asnago, vista l'ubicazione nell'omonima località.

La gestione degli impianti è affidata a Rete Ferroviaria Italiana (RFI) controllata del Gruppo Ferrovie dello Stato. La stazione è priva di personale ferroviario da gennaio 2011.

Trenord ha ereditato il rapporto di collaborazione stipulato da Trenitalia con il bar presente in stazione: questo funziona da rivenditore biglietti e, da quando la stazione è impresenziata, ha attivato una sala di attesa climatizzata nei propri locali. In questa sala RFI ha installato un monitor che permette di vedere gli arrivi e le partenze dei treni in tempo reale.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nonostante la linea fosse stata attivata nel 1849, la fermata venne attivata solo successivamente.[2]

Dal 1911 al 1934 la stazione era collegata alla città di Cantù da una linea tranviaria.

Il 6 febbraio 2011 l'impianto è stato privato degli impianti di segnalamento e di protezione ed è stato tramutato in fermata.[3][4]

Strutture ed impianti[modifica | modifica sorgente]

Il fabbricato viaggiatori si compone di due livelli. L'edificio è in muratura ed è tinteggiato di bianco.

L'architettura dell'edificio è in tipico stile post bellico: il fabbricato viaggiatori originale è andato distrutto sotto i bombardamenti della seconda guerra mondiale.

La stazione disponeva di uno scalo merci con annesso magazzino: oggi (2011) lo scalo è stato smantellato (ad eccezione del tronchino sotto il piano caricatore) mentre il magazzino risulta inutilizzato. L'architettura del magazzino è molto simile a quella delle altre stazioni ferroviarie italiane.

L'area del dismesso scalo merci, oggi (2011) è stata affittata al Comune di Cantù dietro pagamento di un canone di 7 mila euro annui. L'amministrazione comunale ha poi proceduto a convertire l'ex zona merci in un parcheggio di interscambio che può contenere circa settanta posti auto. I costi sostenuti dall'amministrazione comunale per i lavori di conversione dell'area sono stati rimborsati da Rete Ferroviaria Italiana (gestore e proprietaria della stazione) che ha provveduto alla sospensione del canone di affitto per l'anno 2011.[5]

L'area dell'ex scalo merci ospita una Base Transceiver Station del servizio GSM-R di Rete Ferroviaria Italiana.

Il piazzale è composto da due binari entrambi di corsa. Nel dettaglio:

  • Binario 1: viene utilizzato dai treni con numerazione dispari, diretti verso sud.
  • Binario 2: viene utilizzato dai treni con numerazione pari, diretti verso nord.

Tutti i binari sono dotati di banchina, riparati da una pensilina e collegati fra loro da un sottopassaggio.

Servizi[modifica | modifica sorgente]

La stazione offre i seguenti servizi:

Movimento[modifica | modifica sorgente]

Il servizio passeggeri è svolto da Trenord.

La stazione è servita dai treni della linea S11 (MilanoChiasso) del servizio ferroviario suburbano di Milano, con frequenza semioraria durante le ore di punta, e oraria durante le ore di morbida[6].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Impresenziamento della stazione
  2. ^ Non compare in una mappa del 1876
  3. ^ RFI SpA. Circolare territoriale MI 1/2011. p. 2.
  4. ^ Impianti FS, in "I Treni" n. 335 (marzo 2011), p. 6
  5. ^ La realizzazione del parcheggio di interscambio
  6. ^ Orario dei treni che effettuano servizio in questa stazione

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Cantù-Cermenate
Direzione Stazione precedente Ferrovia Stazione successiva Direzione
Milano TriangleArrow-Left.svg Carimate Pfeil links.svg Milano–Chiasso
 (34+171)
Pfeil rechts.svg Cucciago TriangleArrow-Right.svg Chiasso