Servizio ferroviario suburbano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Parigi stazione Haussman del servizio RER di Parigi.
S-Bahn di Berlino linee S41 e S42.

Il servizio ferroviario suburbano o urbano o metropolitano[1] è una tipologia di trasporto che utilizza linee ferroviarie (ad esempio i cosiddetti passanti) per l'inoltro dei convogli allo scopo di garantire un rapido spostamento di massa delle persone nelle città molto estese o frazionate in quartieri distanti fra loro o tra esse e i centri urbani del comprensorio.

In Svizzera tali servizi sono indicati come linee celeri o reti celeri, utilizzando espressioni di evidente derivazione tedesca (Schnellbahn).[non chiaro]

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

A distinguere un servizio ferroviario suburbano o urbano o metropolitano da un servizio ferroviario regionale o da una metropolitana classica sono, generalmente, i parametri identificativi di massima definiti dalle norme UNI 8379:2000[No, tale norma non fa riferimento ai servizi suburbani. Si fa qui confusione fra servizi ferroviari (suburbani, urbani e non e metropolitane.]

« servizio in ambito urbano o provinciale con un distanza media tra le fermate di 1-2 km, durata del viaggio tra i 5 e i 20 minuti, con posti prevalentemente in piedi e cadenzamento tra i 5 e i 15 minuti. La velocità commerciale è tra i 35 e i 50 km/h e la portata media all'ora per senso di marcia è pari a 9.000 passeggeri »
(UNI 8379[1][2])

Inoltre i treni che effettuano il servizio suburbano o metropolitano devono avere tra i punti di forza l'accelerazione piuttosto che la velocità massima.

La norma Uni 8379:2000 dà una definizione dei Sistemi di trasporto a guida vincolata (ferrovia, metropolitana, metropolitana leggera, tranvia veloce e tranvia), tuttavia alcuni sistemi di trasporto sono definiti Ferrovia Suburbana pur essendo fuori dai parametri stabiliti dalla norma.[Per forza: la norma non c'entra nulla]

Le infrastrutture utilizzate dai servizi ferroviari suburbani possono essere utilizzate anche da altri tipi di traffici (treni merci, treni regionali, lunga percorrenza) al contrario delle infrastrutture utilizzate dalle metropolitane classiche le quali sono sempre isolate da qualsiasi altra rete ferroviaria.[3]

Nelle infrastrutture utilizzate dalle metropolitane non possono esserci passaggi a livello al contrario delle infrastrutture utilizzate dai servizi ferroviari suburbani, urbani o metropolitani.

In Italia le infrastrutture metropolitane sono omologate dall'USTIF (Uffici speciale per i trasporti a impianti fissi) mentre le infrastrutture dove vengono effettuati i servizi ferroviari metropolitani, urbani o suburbani sono omologati dal ANSF (Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria) tramite rilascio del CESIFER[il CESIFER non esiste più, fu sostituito proprio da ANSF] o sempre dall'USTIF se ferrovie ex concesse.[e le ex gestioni commissariali?]

Il servizio viene in genere[non chiaro] svolto da convogli a composizione bloccata e reversibili, ma in certi casi prevede anche l'inoltro di treni ordinari o di elettromotrici di tipo metropolitano[senza fonte].

Frequenza, costo e tempo di percorrenza variano in base alla distanza ed estensione della rete, la quale serve a collegare le zone più distanti di una vasta area metropolitana in modo rapido e semplice: da notare che un servizio ferroviario suburbano collega solo aree relativamente vicine, altrimenti diverrebbe treno a carattere regionale. Le corse che effettuano servizio suburbano su una linea ferroviaria generalmente effettuano tutte le fermate. Sulle medesime linee possono circolare anche treni che effettuano altri tipi di servizi ferroviari, come ad esempio quello regionale, ma non effettuano tutte le fermate.

Le linee hanno in genere una frequenza cadenzata di 15-30 minuti, costante durante l'arco della giornata, che si intensifica avvicinandosi verso il centro dove spesso le linee si sovrappongono.[senza fonte] Le grandi e vaste metropoli adottano spesso questa soluzione anche per il trasporto di massa fra quartieri distanti dal centro.

Generalmente ogni città adotta un simbolo specifico e identifica le linee con un numero. Le linee suburbane vengono generalmente segnalate nelle mappe del trasporto pubblico della città integrandosi perfettamente. I servizi ferroviari suburbani sono poi integrati anche dal punto di vista tariffario con gli altri mezzi di trasporto pubblico: su gomma, tram, metropolitane.

Ogni città gestisce i propri servizi con caratteristiche differenti a seconda delle esigenze di trasporto, alcuni esempi di tale servizio (o simili) sono: la RER parigina, la Overground londinese, la Cercanía spagnola (ad esempio la Cercanías di Barcellona), le S-Bahn delle città tedesche, austriache e svizzere o la HÉV, sistema ferroviario di trasporto suburbano di Budapest.

Servizi in Italia[modifica | modifica sorgente]

Torino e Milano[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Servizio ferroviario metropolitano di Torino e Servizio ferroviario suburbano di Milano.

In Italia Torino e Milano possiedono un servizio ferroviario suburbano organico già da alcuni anni. Le linee sono identificate dalla sigla S o SFM seguita da un numero e sono servite da treni con orari cadenzati. La numerazione delle linee appare nelle stazioni, negli annunci vocali, negli orari ufficiali e nei tabelloni. Inoltre sono le uniche linee ferroviarie italiane di RFI dove circolano treni la cui categoria di servizio invece di essere Regionale, corrisponde alla sigla del servizio (S o SFM). Sono attive tariffe integrate con i mezzi automobilistici e la metropolitana.

Bologna[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Servizio ferroviario metropolitano di Bologna.

A Bologna è in fase di potenziamento il servizio ferroviario suburbano, che prevede il passaggio da 2 a 8 linee. Al giugno 2013 sono terminati il 90% dei lavori infrastrutturali e sono attivi il 70% dei servizi previsti nell'assetto base[4]. A causa di ritardi nella piena attivazione della stazione di Bologna Centrale AV il completamento dell'assetto base è rimandato però al 2015[5].

Roma[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ferrovie regionali del Lazio.

Roma invece possiede un servizio ferroviario suburbano con 8 linee identificate dalla sigla FL seguita da un numero, gestite da Trenitalia. Tuttavia le linee sono servite da orari solo parzialmente cadenzati e la numerazione delle linee è inorganica in quanto presente solo nella segnaletica di alcune stazioni. Inoltre la categoria di servizio non è S ma R (regionale). Sono attive tariffe integrate con tutti i mezzi pubblici ATAC di Roma.

Oltre alle FL esistono altre tre ferrovie ex concesse che offrono un servizio di tipo suburbano/metropolitano, gestite da ATAC, che collegano Roma con Ostia (quartiere a sud della città), Giardinetti (frazione di Roma) e Viterbo. Non hanno una numerazione. Le linee appaiono nelle mappe del trasporto pubblico. Sono attive tariffe integrate con tutti i mezzi pubblici ATAC di Roma.

Napoli[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Servizio ferroviario metropolitano di Napoli.

Nel servizio ferroviario metropolitano di Napoli sono 2 le aziende (Eav e Trenitalia) che effettuano un servizio ferroviario metropolitano. Nella maggior parte delle linee è attivo l'orario cadenzato, le corse sono frequenti (tranne per una linea)[quale?], le linee sono segnalate nelle mappe del trasporto pubblico ed è in vigore l'integrazione tariffaria tra tutti i mezzi pubblici, coordinata dal consorzio UnicoCampania. La categoria di servizio assegnata alle corse della linea 2 è quella di treno metropolitano (M); in aggiunta le fermate della linea 2 sono dotate di paline con la sigla M su sfondo rosso.

Bari[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Servizio ferroviario metropolitano di Bari.

Bari è dotata di due linee gestite dalla Ferrotramviaria che effettuano un servizio metropolitano identificato dalle sigle FM1 e FM2.

In aggiunta Trenitalia offre un altro servizio metropolitano catalogato come relazione metropolitana M85. Le fermate sono dotate di paline con la sigla M su sfondo rosso.

Palermo[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Servizio ferroviario metropolitano di Palermo.

Palermo è dotata di due linee servite con orari cadenzati. Le fermate urbane sono dotate di paline con la sigla M su sfondo rosso. Inoltre non sono attive tariffe integrati con i mezzi urbani automobilistici.

Altre città[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Servizio ferroviario suburbano di Cagliari, Servizio ferroviario suburbano di Catanzaro, Servizio ferroviario suburbano di Messina, Servizio ferroviario metropolitano di Perugia, Servizio ferroviario metropolitano di Potenza, Servizio ferroviario suburbano di Reggio Calabria e Servizio ferroviario metropolitano di Salerno.

Cagliari, Catanzaro, Messina, Perugia, Potenza, Reggio Calabria e Salerno possiedono ciascuna una linea ferroviaria suburbana. Tuttavia non sono servizi propriamente suburbani poiché in tutte le linee non è stato predisposto l'orario cadenzato, le corse sono talvolta poco frequenti e la categoria di servizio assegnata alle corse è quella di treno regionale. Inoltre le linee non sono dotate di sigle identificative e non appaiono nelle mappe del trasporto urbano. Solo per la linea di Reggio Calabria e Perugia sono attive tariffe integrate con i mezzi urbani su gomma.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Sistema Ferroviario Metropolitano Regionale, Servizio ferroviario suburbano di Terni e Servizio ferroviario metropolitano di Ferrara.

Terni e la zona centrale del Veneto stanno predisponendo un servizio ferroviario suburbano ispirandosi a quello torinese e milanese. Tuttavia, non sono ancora entrati in funzione.

Servizi in altri stati[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b iBinari + CityRailways - Faq
  2. ^ http://www.cityrailways.it/storage/pdf/Tram_treno_vol_1.pdf
  3. ^ http://www.isfort.it/sito/pubblicazioni/convegni/Convegno_19_10_2006/R769_completo.pdf
  4. ^ Bologna Mazzini, la nuova fermata SFM - Notizie - FSNews
  5. ^ http://sfm.provincia.bologna.it/Engine/RAServePG.php/P/272411350706/T/Assetto-base-2012
trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti